Lukaku out per un sovraccarico all’inguine, ma resta col Belgio. Bove rientra a Trigoria

13
299

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Romelu Lukaku non giocherà la sfida che il Belgio ha in programma con l’Irlanda per un leggero sovraccarico all’inguine.

È quanto fa sapere la federazione belga, comunicando altresì come l’attaccante giallorosso viaggerà insieme alla squadra venerdì e dunque rimarrà in nazionale.

Nella scorsa settimana Lukaku aveva saltato la trasferta col Brighton per un problema all’anca per poi tornare a disposizione contro il Sassuolo domenica all’Olimpico.

Farà rientro a Trigoria invece Edoardo Bove, che dovrà rinunciare alla chiamata dell’Under 21. Il centrocampista classe 2002 lascerà Coverciano per un trauma al piede sinistro che non gli permetterà di essere a disposizione per le gare contro Lettonia e Turchia.

Articolo precedenteRoma, parla la mental coach: “Grandissimo lavoro di De Rossi. I miglioramenti non possono essere atletici o tecnici”
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Sexygate? Andava allontanato subito il Primavera”, TORRI: “La Roma non sta facendo una bella figura”, LO MONACO: “Storia diversa da come viene raccontata, meglio fare un passo indietro”

13 Commenti

  1. Due di meno. Sono stratifoso dell’ Italia in tutti gli sport, tranne che nel calcio. Corrotti, impiccioni, parziali, gente come Lotito in federazione; spero tornino subito gli altri convocati da Luciano e: abbiamo già dato

  2. E basta con ste nazionali che tolgono giocatori in momenti cruciali della stagione.
    Allora sosta a settembre, ottobre, novembre ..e basta…

    • Che dici, finita pure la c@##@ta che qualcuno aspettava se ne andasse il Pifferaio Magico per guarire miracolosamente???….

  3. Meglio ora che poi. Almeno rifiatano un poco entrambi (soprattutto Lukaku).
    Ottimio anche (per noi) che Cristante non sia stato convocato, almeno ha occasione di recuperare un po e cercare di risolvere i problemi alla schiena, visto che le gioca tutte. Speriamo di essere al completo al rientro dalla sosta!

  4. Meno convocazioni dei nostri vedo nella nazionale tarallucci e vino del palazzo marcio del calcio italiano e meglio sto.

  5. Purtroppo il problema non sono le soste per le nazionali, ma il giocare troppe partite ogni tre giorni e poi quando si potrebbe rifiatare ci si mettono le amichevoli inutili delle nazionali o quelle stupide e senza senso delle amichevoli in Arabia, poi aggiungo la supercoppa, la coppa Italia in Arabia, le tournée inutili in America o Giappone e via discorrendo. Dove sono finiti il buon ritiro mensile in montagna dove si correva e sudava? Oggi è solo business e basta. Non ci si allena, quando ci si riesce lo si fa poco e male troppe partite ravvicinate, recuperi di quelle non state disputate per cause di forza maggiore e poi le stesse società, che per il loro esclusivo e mero indotto economico, si lamentano delle loro stesse porcate e di quelle avallate dalla federazione. Tenetevi gli infortuni e zitti, altrimenti mettete mano al portafoglio ed invece di 20 calciatori compratene 30, purché capaci e fisicamente integri e non calciatori a mezzo servizio o scarti di società messe peggio di noi.

    • Così vengono convocati 5 anziché due. Torna Bove, via Mancini in cambio del sig. Acerbi.

  6. che DDR sfrutti bene questi giorni per cementare gioco e convinzioni .. buona occasione per allenamenti e pranzi in famiglia ..

  7. Lukaku deve recuperare soprattutto tecnicamente, quindi tornare a buttarla dentro. Dybala rimane comunque fondamentale. Col Sassuolo si è visto che siamo troppo normali. La squadra sta andando in difficoltà.
    A Lecce 3 punti obbligatori

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome