BELOTTI: “E’ stata la mia miglior partita da quando sono alla Roma. Se c’è da fare la guerra, io sono pronto”

31
4459

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Andrea Belotti parla ai microfoni dei giornalisti al termine di Roma-Salisburgo.

Di seguito tutte le dichiarazioni del calciatore giallorosso sulla gara di Europa League appena conclusa allo stadio Olimpico:

È la tua miglior partita da quando sei qui?
“Penso di sì e sono molto contento perché è una partita molto importante. L’avevamo preparata bene, la qualificazione è meritatissima e credo in campo si sia visto”.

Sei uscito tra gli applausi per la prima volta:
“Alle prime volte ho avuto delle difficoltà anche a livello fisico. Aver saltato il ritiro mi ha penalizzato. Poi mi stavo riprendendo ma mi sono infortunato. Ho continuato a lavorare e ora sto bene fisicamente. Ora cerco di dare tutto in campo, io voglio vincere e basta. Se c’è da fare la guerra, sono pronto a fare la guerra”.

Come accetti la tua nuova condizione di alternativa?
“Quando ho scelto la Roma sapevo che era questa la situazione. Sapevo di arrivare in una squadra forte e ho voluto mettermi in gioco. Tammy è un attaccante veramente forte, la mia volontà è sempre stata di migliorarmi. Io voglio dare tutto, l’importante è farsi trovare sempre pronti perché si vince tutti insieme”.

ANDREA BELOTTI A DAZN

Quanto sognavi questa serata?
“Non me l’aspettavo, sentire la gente che urla il mio nome è qualcosa di magico. Cerco di dare tutto me stesso, voglio vincere sempre. La gente lo capisce”.

Stai tremando, sei emozionato?
“Sono emozionato, sapevamo l’importanza di vincere oggi. C’è tanta adrenalina, poi sinceramente sono anche un po’ stanco”.

Sei arrivato all’ultimo tiro stremato.
“Si, ho cercato di dare tutto ma ero stanco, non sono riuscito a dar la giusta forza”.

Questa è un’altra Roma?
“La Roma è cresciuta tanto, siamo maturati anche grazie alla mano del mister. C’è una grande unione tra di noi, ci aiutiamo sempre e questo ti porta a fare grandissime cose e arrivare a grandi risultati”.

Articolo precedenteROMA-SALISBURGO 2-0: le pagelle
Articolo successivoMOURINHO: “Partita dominata, mi è piaciuto tutto. Grandissimi Belotti e Spinazzola. E con Wijnaldum la qualità è diversa…”

31 Commenti

    • Tremava durante l’intervista…. Tremava per l’adrenalina e la fatica accumulata.
      Gallo fallo sempre !!!!
      Tu non immagini che soddisfazioni ti può dare questa tifoseria se ti vede uscire dal campo come oggi letteralmente stremito!!!!

  1. Molto bella nel gol la torsione rapida del tronco con il collo piegato nel tentativo di colpire il pallone che ha avuto un improvviso rimpallo: è proprio un gol alla Belotti, dove è la fame di segnare che ti fa segnare.

  2. Oh ragazzi è la prima volta che non vedo un pollice in giù….grande il Gallo cmq..e sempre forza Roma…andiamo avanti..contro tutto e tutti..notte fratelli

  3. gran bel giocatore finalmente ritrovato, se poi rientra al meglio pure Tammy e Giny e Paulo tengono, allora sono free sugar birds per tutti…
    Forza Grandissimo Lupetto del mio cuore!

  4. adesso tutti ad osannare il gallo. A sto povero ragazzo lo avete sfracassato nei mesi scorsi. Io l’ho detto da ottobre, il gallo per struttura fisica ed attitudine caratteriale nn è giocatore da ultimi 15 minuti a partita. Bisogna puntarci e farlo giocare con continuità.
    Dico solo un’altra cosa …..BYE BYE ZANIOLO

  5. L’attitudine che amo! Basta Signorini che si pettinano in campo…ci vuole gente che sporca la manovra avversaria IN OGNI ZONA, in modo da rendere più agevole il lavoro del compagno.
    Il Gallo con la tigna di un difensore e Spinazzola con la tecnica di un attaccante…li abbiamo ‘mbriacati!
    In quanto a Dybala….che orgasmo!!!
    Piccola venuzza polemica…Ibañez non andava ammonito a inizio partita, al primo intervento…è una carognata dell’arbitro.

  6. già col Verona si erano visti segnali confortanti, serve anche gente come Belotti, magari tecnicamente non eccelsa, ma che non ha paura di fare a sportellate. Spero trovi più spazio anche per alternarsi un po’ con Abraham, ci sono ancora tante partite da qui a maggio

  7. Bah,sarà il caso e magari lo è,ma è da quando non abbiamo più zaniolo tra i piedi la squadra gioca piu rilassata,mi rimane la sodddisfazione che andando contro tutto e tutti era da due anni che dicevo bisognava venderlo,i fatti mi hanno dato ragione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome