MOURINHO: “Partita dominata, mi è piaciuto tutto. Grandissimi Belotti e Spinazzola. E con Wijnaldum la qualità è diversa…”

44
3001

AS ROMA NEWS – Mister Josè Mourinho si presenta davanti ai microfoni dei giornalisti per commentare la prestazione dei suoi calciatori al termine di Roma-Salisburgo.

Di seguito tutte le dichiarazioni del tecnico portoghese sulla gara di Europa League giocata questa sera allo Stadio Olimpico.

JOSE MOURINHO A SKY SPORT

Una grande prestazione della Roma.
“È stata una Roma bella, che ha fatto un risultato importante. Una partita completa, su tutti i livelli. E una volta ancora: gruppo, squadra, empatia, solidarietà. Mi è piaciuto tutto. Non posso non dire che il mio staff ha fatto un lavoro fantastico. Noi allenatori siamo anche il prodotto finale di un lavoro di tanta gente. I miei analisti hanno fatto un lavoro davvero esaustivo per aiutami. Devo parlare anche di El Shaarawy, che è stato il mio sacrificato. Era il mio piano B, se lui avesse giocato, non avrei avuto un piano B. Era il mio uomo per entrare e cambiare la partita se necessario. Mi è dispiaciuto perché stava giocando benissimo, mi dispiace per lui. Però questo dimostra come funzioniamo tra di noi. Gliel’ho spiegato e lui ha accettato. Sono davvero contento di questo comportamento. Una grande vittoria contro una squadra da Champions, una squadra con tanta qualità”.

Una vittoria importante per il calcio italiano. Un grande ritorno di Spinazzola.
“Tutte le 4 oggi sono passate. In Champions le tre italiane hanno fatto bene all’andata. È importante per il calcio italiano. Spinazzola è tornato bene nell’ultima partita, oggi ha fatto una partita fantastica. Però è più facile fare bene quando tutta la squadra gioca bene. Oggi ho sofferto solo per il risultato, 2-0 tutta la partita. Però non abbiamo mai rischiato, abbiamo dominato. Noi abbiamo sempre controllato. La gente ha capito la dinamica. Gini sta arrivando, si vede che quando entra la musica è diversa in termini di qualità e esperienza”.

Gli applausi per Belotti?
“Meritatissimi. Ci sono attaccanti che quando non segnano, non fanno nulla. Lui lavora tantissimo per la squadra. Ha fatto una grandissima prestazione. Siamo tutti ultra felici della riconoscenza dello stadio per Belotti”.

JOSE’ MOURINHO IN CONFERENZA STAMPA

Era questo l’Olimpico che si aspettava e come ha fatto Spinazzola a tornare a questi livelli?
“Il mio staff è di altissimo livello. Gli analisti hanno fatto un lavoro fantastico. Ci hanno dato la possibilità di leggere la partita in profondità e prepararla. Se parliamo di Spinazzola, gran lavoro di recupero, di preparazione dei nostri preparatori. E i ragazzi in campo hanno fatto gara fantastica. Bene già in Austria, ma oggi fantastico. In panchina ero in uno stato emotivo di chi sa che un gol poteva cambiare tutto. Al di là di questo, per un allenatore è una gara tranquilla, dal 1′ la squadra ha controllato come voleva controllare. Era difficile giocare 90 minuti con quella intensità. Gran vittoria di gruppo. Non voglio lasciar passare il fatto che El Shaarawy è stato sacrificato, doveva essere il mio piano B. Senza Tammy, senza Solbakken… mi serviva un piano B. Lui è capace a cambiare ritmo. La partita è andata così, non è stato necessario. Ma partita completa. La nostra curva è tornata, la gente dietro di me continua a ‘dormire’, magari è un profilo diverso di gente”.

Ha avuto dubbi sul mettere Dybala?
“Qualcuno sì. Si è allenato con noi mercoledì, ed è un allenamento non di intensità. Ma ha lavorato bene con i preparatori. Questa gente sa lavorare. Mi fido dell’esperienza dei giocatori. Paulo conosce il suo corpo, le sue sensazioni, e mi ha detto di poter giocare. Con Tammy abbiamo provato, con garanzie mediche. Ci mancava di prendere gli occhiali di Davids… Non vedeva benissimo la palla, la coordinazione non era top. Ma qualche minuto poteva farlo in quelle condizioni ed è stato importante”.

Ha ritrovato la Roma di questa estate?
“I ragazzi stanno rispondendo bene, ma non voglio fare i fuochi d’artificio perchè non siamo tanti, i problemi sono problemi. Belotti sta bene, è il suo momento più alto da quando è arrivato. Ha fatto due partite di livello. Wijnaldum sta arrivando, ho dubbi sui 90 minuti ma poteva giocare di più di quello che giocato. Andiamo passo a passo. Ora il campionato, Cremonese e Juve, e dopo torna l’Europa e giochiamo giovedì-domenica e per noi è duro. Ma andiamo avanti. Domani libero”.

Quindi Abraham non può giocare fino a che ha la maschera?
“Il problema è l’adattamento. Quella è una maschera strana, ha una lente trasparente. Ci si deve allenare e vedere come si sente, adattarsi al campo visuale diverso”.

Articolo precedenteBELOTTI: “E’ stata la mia miglior partita da quando sono alla Roma. Se c’è da fare la guerra, io sono pronto”
Articolo successivoEuropa League, oggi alle 12 il sorteggio. Ecco le possibili avversarie della Roma negli ottavi di finale

44 Commenti

    • È così …. Avanti con tutti, credo che alla fine anche Camara avrà il suo spazio, Solbakken lo abbiamo visto e potrà far rifiatare Gallotti, anche con Bove possiamo stare tranquilli, credo che il Faraone si fa tutta la partita con la Cremonese, diciamo che adesso ci sono tutti per arrivare fino in fondo, per quanto ci è rimasto, EL e zona Champion tutto è fattibile, perché abbiamo visto un potenziale fino qui inespresso, il lavoro di MOU e il suo staff sta dando corpo, quello di Pinto anche va riconosciuto. Ecco, vorrei da parte nostra (me ce metto pure io, in testa al gruppo…😂🤣😂) TANTO AMORE E MENO CRITICHE! 💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • Adesso uno si potrebbe levare tante soddisfazioni su Mou e su chi gli va contro e lo gufa.
      Ma non lo faccio. Semplicemente perché sarebbe troppo facile…. mi godo la vittoria e basta.

    • Grande mister oggi tutte le scelte perfette e come avete preparato la squadra sul piano tecnico ed agonistico..perfetti!!
      E le parole dette alla fine per elsharawy fatto entrare solo 2 minuti sono state giuste..nessuno è lasciato dietro..hai recuperato tutti, giochiamo bene, forse ora cominciamo a divertirci..

    • Stasera non ti puoi attaccare a niente e t’attacchi alle 4 parole per lo stadio?
      Vi meritate Serse Cosmi. Lui è tifoso daa Roma.

    • Leggo ora Zenone, mi attacco al fatto che ( prima della conferenza stampa dove ha risaltato la curva) non ha esitato a muovere critiche domenica scorsa, nei confronti di chi ( spesso anch io) c è sempre stato nonostante, nella maggior parte dei casi, abbia assistito a partite ad esser buoni soporifere. Poi che sia bravo, c abbia fatto e vincere nessuno lo nega. Però il pubblico della Roma è inattaccabile. Si chiama coerenza? Ma temo , a rileggere alcuni tuoi commenti, ti sia sconosciuta.

  1. Già adesso Mourinho é il più grande allenatore della storia della Roma. Ha trasformato una banda di scalzacani in una ciurma di guerrieri che sputano l’anima in campo.Alla fine mezza squadra era in prreda ai crampi, cosa che negli anni passati non succedeva mai.
    Se a giugno Mourinho è messo nella condizione di doversene andare, la Roma è finita.
    Pensassero più al suo contratto e meno a comprare alberghi e fare gli stadi in periferia.

    • “Già adesso Mourinho é il più grande allenatore della storia della Roma.”(?????).
      Eh,ma mica l’ha portato Pallotto a Roma…

    • Zeno’ andava tutto bene. A parte l’ultima frase che secondo me c’entrava come la cicoria sulla carbonara. Peccato

    • nun je da retta, hai ragione. Grande Zenone

    • vabbe,’ perché tu non hai mai sentito parlare di un certo nils liedholm.ed è normale che a te non Interessi lo stadio,perché non ci sei mai stato e mai ci andrai a ( non vedere) una partita .devi sapere che le curve dell ‘olimpico sono le più profonde d’Europa e serve un binocolo di alta tecnologia per capire che ca22o succede dall’altra parte del quartiere.continua a dormire.la notte porta consiglio

    • ma secondo te i soldi che mettono nella Roma vengono da soli.
      Ringrazia che oltre a mettere soldi nella Roma investono su Roma creando lavoro e facendo girare l’economia.

    • Quando si parla di “il più grande” bisogna andarci piano.. La storia di Liedholm alla Roma è di gran lunga superiore.. Ovviamente Il barone aveva un squadra nettamente più forte.. Ma ciò che ha costruito lui è qualcosa di grandioso.. Quindi andiamoci piano..

      Per quanto riguarda gli alberghi.. Che poi diventano sponsor della Roma.. E lo stadio.. Che aumenterebbe di gran lunga il fatturato della Roma.. Sono cose ancora più importanti..

      Perché se vuoi tenere José Mourinho.. E se vuoi dare calciatori forti a Mourinho.. Il fatturato deve aumentare.. Non puoi tenere Mourinho e fare una squadra da Mourinho.. Con un fatturato di 150 mln..

      Una società senza ricavi non si può permettere Mourinho.. Il discorso dovrebbe essere molto semplice e chiaro..

      Abbiamo visto svanire.. Liedholm.. Viola.. Falcao.. Bruno Conti.. Voeller.. Franco Sensi… Capello.. Batistuta.. Aldair.. De Rossi.. Samuel.. Salah.. Dzeko.. Francesco Totti.. E tanti, tanti tantissimi grandi personaggi del mondo Roma..

      Eppure la Roma è ancora qui..

      Forza Roma..

  2. bella partita, tutti hanno dato il loro contributo una squadra coesa, forte in tutti i reparti. Questa volta i soliti gufi, i criticoni non avranno motivi su cui sputare. Grazie ROMA.

  3. Grande Mister! Sono sicuro che non era la tua Roma quando abbiamo rimediato magre, tu di certo anche contro la Cremonese avresti voluto una squadra come quella di stasera, la forza non sono gli altri ma la debolezza della nostra testa, chissà perché. Ma sembra che tu ti trovi più a tuo agio nelle vere coppe, quelle europee, dove se c’è da far la guerra la fai fino all’ultimo. Poi tutti i se e i ma con Pinto e Friedkin si rimanderanno a fine anno, ora continua così, siamo tutti uniti, e dai lezioni a tutti coloro che ti danno del bollito!
    P.S.: Per il portiere futuro annota sul taccuino questo 24enne Kohn del Salisburgo. Molto bravo, reattivo, di posizione. Lo vedo davvero un portiere già forte, può migliorare e non costa neanche un patrimonio…

    • Sono d’ accordo con te su Khon . E pensa che il competentissimo Pinci su Repubblica gli dà 5 ( sic)!

  4. Grandissimo er Mister a prepara’ ‘ste gare! Elogia giustamente tutto lo staff e da’ li sacrosanti riconoscimenti a tutti i ragazzi che stasera SO’ STATI FANTASTICI !!! 💪💪💪💛❤️💛❤️💛❤️

    • Ma ando’ sta’, Do’ Sta’ Jose? Quello che Mou e’ un narcisista megagalattico e fa tutto per promuovere se stesso? Se tanto mi da tanto, che si promuovesse su tutte le reti 24h/365.

  5. Quando la Roma gioca con la palla sulle fasce e crossa per gli attaccanti non c’è per nessuno, arrivano i goal. Questo non veniva fatto prima, si giocava con i lanci lunghi preda dei difensori, adesso giochiamo anche in campionato arrivando con la corsa fino in fondo è crossiamo per gli attaccanti si faranno molti goal daje Roma daje💛❤️🇮🇹

  6. Grande prestazione, coi giocatori buoni pure uno scarso come l’allenatore riesce a vincere! Nun c’è se crede che c’è chi dice che è finito, Hahahahhaa!!!
    Tifiamo e lasciamo lavorare lo Special One, grandi stasera grandi!💛❤️💛❤️💛❤️💛

  7. I giocatori allenati da Mourinho danno tutto come i Legionari della Decima Legione per Giulio Cesare.
    Solo i grandi leader ed i grandi condottieri (in qualunque campo) sanno coagulare intorno a loro tutte le forze che occorrono per raggiungere gli obiettivi prefissi. Spesso superando i loro stessi limiti.
    Definirlo semplicemente “un allenatore” è riduttivo. E’ un qualcosa che va molto oltre un “bravo” tecnico. E’ molto ma molto di più.
    FORZA ROMA, FORZA MOU!

  8. Mourinho e’ sempre stato lo stesso, quello che sta combiando e’ una condizione ottimale di tutto il gruppo che beneficia der rendimento individuale di ognuno, Mou e’ solo il collante che mette insieme le anime dei calciatori, il rientro di Spinazzola, Karsdorp, Winaldum, le condizioni psicofisiche che migliorano il rendimento di Belotti, El Saharawi e Matic, augurandoci che anche Pellegrini e Dydala abbiano superato i problemi fisici che si trascinano da inizio stagione, per il sottoscritto questa Roma puo’ insidiare la piazza d’onore del campionato, sono solo 3 i punti che ci distanziano dall’inter.
    Ogni partita e’ una finale da non perdere da qui a fine stagione e questa Roma puo’ ambire ad un risiltato di prestigio.

  9. Ci sarebbero un bel po’ di cose da dire.. Non tanto per questa partita, ma per la crescita generale della Roma..

    La Roma sta ritrovando calciatori che possono cambiare questo finale di stagione..

    Inizierei con Spinazzola.. La sua assenza a questi livelli è pesata terribilmente.. Uno che fa 3 assist in 2 partite e un calciatore fondamentale per qualsiasi squadra..

    Wijnaldum.. Ancora non ha i 90 minuti.. Ma lui è Dybala erano le perle che dovevano far crescere la Roma.. E piano piano, si vede il perché..

    Belotti.. Un ragazzo che è partito male.. Ora è in condizione e si vede.. Ora la Roma ha finalmente un numero 9 che se la può giocare con il titolare..

    Matic.. Inizialmente anche lui ha avuto problemi ad entrare in questa squadra.. Direi che è normale, ci vuole sempre un po’ di tempo.. Ma ora sta crescendo tantissimo..

    Oltre a questi calciatori.. Che avevano dei problemi, chi fisici chi di adattamento.. Ci sono altre cose da dire..

    La Roma dopo anni ha registrato la difesa.. Basterebbe pensare che quest’anno abbiamo subito 19 goal in 23 partite.. Lo scorso anno ne avevamo subiti 30..la differenza è molto alta..

    Potrei continuare con la crescita di Cristante e Mancini.. E qui la speranza è che non sia una cosa passeggera.. Mancini è più pulito.. Sale di più rispetto a prima e si fa trovare poche volte impreparato..

    Cristante sta imparando il ruolo di mediano.. E più sicuro di se, recupera più palloni rispetto agli anni precedenti.. Ancora ha delle lacune.. Ma una crescita ce stata.. Lo dicono i numeri..

    Oltre a tutti questi potrei menzionare Elsha, Bove, il recupero nella rosa di Karsdorp.. E poi Solbakken.. E ancora troppo presto per parlare di lui.. Ma ha iniziato bene..

    Mancano due calciatori.. Abraham e Pellegrini.. Se questi due calciatori si riprendono, ed iniziano a fornire le prestazioni dello scorso anno.. La Roma può dire veramente la sua..

    Per finire.. La partenza di Zaniolo ha fatto bene a tutta la squadra.. Ora la Roma gioca un calcio più fluido.. Sembrano coesi, sembrano veramente una squadra.. Non sto dando tutta la colpa a lui sia chiaro.. Ma inizio a pensare che ci fossero dei problemi anche con i compagni..

    E non sono io a scoprire che il ragazzo teneva eccessivamente il pallone.. Occupando letteralmente una zona di campo..

    Ora anche gli esterni salgono meglio e di più..

    Questo non è un discorso legato a questa partita.. Ma è qualcosa che si vede da un po’..

    Forza Roma..

  10. Ah.. Dimenticavo Mourinho..

    Ho letto tante critiche per le parole che ha detto sul tifo della Roma..

    Ma ragazzi.. Mourinho ha fatto il Mourinho.. Non era un attacco al pubblico.. Ma un modo per scaldare di più l’ambiente..

    In quell’intervista dopo la partita con il Verona.. Mourinho prima ha difeso tutti i suoi calciatori.. Cercando di dare importanza a tutti.. Bove in primis.. Si è preso la squadra in mano..

    Poi si è rivolto alla tifoseria.. E guarda caso.. Prima di una partita di coppa.. Lui ricorda la partita di coppa con il Bodo.. Ricordando che in quella partita la tifoseria ha fatto la differenza..

    Ha cercato semplicemente di stimolare tutto lo stadio.. Con una critica.. Che magari fa arrabbiare il tifoso.. Ma che poi canterà ancora di più.. Fischiando di meno un calciatore per un errore..

    Ha creato ad arte una polemica per ottenere una risposta.. Ed ha anche detto che non si riferiva alla curva.. Perché voleva stimolare gli altri settori.. Non di certo una curva che canta per 95 minuti..

    E sempre stato questo il suo modo di fare comunicazioni.. Bastone e carota con la squadra.. Attaccare calciatori per avere risposte.. Poi difenderli in altri momenti..

    Stavolta ha cercato una risposta anche dallo stadio.. Non dalla curva, ma da tutto lo stadio..

    Io almeno l’ho letta sin da subito così.. L’esempio con il Bodo me lo ha fatto diventare chiaro subito..

    Forza Roma..

    • Irridere così Abraham è un po’ da incompetenti.L’inglese ha solo il difetto di non essere sempre lucido sotto porta, dopodiché è centravanti eccezionale;assai sottovalutato.

  11. Mou non è un allenatore. E’ un grande motivatore. Non ha schemi offensivi e dietro si affida al terzetto da Champions che si ritrova (se solo Ibanez dimenticasse di fare ca..te nei derby!!!).
    Ma la guardate la partita o siete estasiati dalle inquadrature che fanno su Mou? E poi, dire che se Mou va via la Roma è finita vuol dire non capirci proprio niente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome