BELOTTI: “Ho sempre voluto la Roma. Non cercavo un contratto ma il progetto giusto. Abraham fortissimo, sarà uno stimolo” (VIDEO)

41
1710

AS ROMA NEWS – Andrea Belotti si presenta ai suoi nuovi tifosi dopo l’esordio in maglia giallorossa arrivato l’altra sera contro il Monza.

Il Gallo risponde alle domande dei giornalisti a Trigoria nella conferenza stampa di presentazione organizzata dalla Roma per il suo nuovo attaccante.

Parola al gm Tiago Pinto: “Buonasera a tutti. Siamo qua per fare la presentazione di Andrea, lui ha già giocato col Monza e quasi segnava… Voglio solo dire che portare un giocatore della nazionale italiana ci permette di migliorare la rosa. Ma il modo, l’atteggiamento di Andrea e di chi lavora per lui è stato importante, la sua voglia di venire alla Roma è ormai pubblica. I suoi oltre 100 gol parlano per lui. Per me è molto importante portare giocatori che sentono la maglia e vogliono venire a giocare qui. Andrea sarà felice a Roma”. 

Assogna (Sky Sport): “Dopo sei stagioni in doppia cifra, l’altro anno solo otto gol. Come mai?”
“L’anno scorso rispetto agli altri anni ho avuto una stagione turbolenta. Degli infortuni accidentali, non tanto muscolari. Un calcio sul perone. Poi sì, ho avuto un problema muscolare, poi un pestone alla caviglia. Sono stato fuori più del solito. Non è mai facile quando prendi la condizione per poi fermarti, è stato tutto un saliscendi. Ho giocato meno rispetto al mio standard”.

Maida (Corriere dello Sport): “Arrivi da svincolato in un club dove non hai il posto da titolare. Che estate hai passato? Che sfida è per te?”
“E’ stata un’estate strana, il mercato è iniziato tardi rispetto al solito. Tanti giocatori sono rimasti svincolati per tanto tempo. La mia priorità era venire a Roma, un club con un progetto importante. Non cercavo un contratto, ma un progetto e una situazione sportiva che fosse giusta per me. La Roma era l’opportunità migliore, non sono stato a penarci, la Roma è stata sempre la mia priorità. So che c’è un giocatore forte come Abraham, quando sei in una grande squadra tutti sono forti, per me è uno stimolo a fare meglio”.

Zucchelli (Gazzetta dello Sport): “Come stai fisicamente?”
“Quando ho visto che la cosa andava in avanti, ho preso un preparatore per allenarmi. I precampionato erano iniziati, sapendo che sarei arrivato dopo da qualche parte dovevo farmi trovare subito pronto. Qua ho fatto due allenamenti e poi ho giocato. Fisicamente sono a posto, ci vorrà tempo per affinare i meccanismi, ma sono a disposizione. Devo solo lavorare, lavorare, lavorare”.

Balzani (Leggo): “Si può fare qualcosa in più del quarto posto?”
“E’ vero, è un campionato strano per via del Mondiale. Ma è più un’opportunità per i giocatori che non vanno al Mondiale per rimettersi in condizione. La rosa è ampia e ci sarà bisogno di tutti. L’obiettivo della Roma per me è vincere partita per partita. Io da quando sono qua ho percepito la voglia di vincere anche in allenamento, e questo è un messaggio che deve passare, la Roma può vincere tutte le partite. Poi dove arriveremo lo vedremo alla fine, ma non dobbiamo porci limiti”.

Oddi (Il Romanista): “Quando le è stata prospettata l’ipotesi della Roma? I festeggiamenti della Conference hanno inciso nella sua scelta?”
“C’è stato un contatto a luglio, ma era solo un interesse con il direttore. Ma allo stesso tempo il parco attaccanti era al completo e il matrimonio non si poteva fare. Nell’ultima settimana abbiamo ricevuto una chiamata del direttore, ci ha chiesto se potevamo aspettare 72 ore e io ho dato la mia disponibilità. L’ho sempre ripetuto che la mia priorità era la Roma anche se non c’era stato niente all’inizio. Poi in due o tre giorni è stato fatto tutto. La festa per la Conference, devo essere onesto, l’ho vista. Si è visto l’amore tra Roma e la sua gente ed è stato uno spettacolo fantastico”.

Zotti (Tele Radio Stereo): “Come vivi questa situazione di non essere titolare? La convivenza con Abraham? Alla Roma ritrovi Dybala…”
“Io la vedo come un’opportunità di crescita. So che Abraham è un attaccante di grande livello, ma mi stimola a fare di più. Con Paulo è stato bello ritrovarlo. Le prime parole sono state il percorso che abbiamo fatto, siamo andati via insieme da Palermo, poi siamo andati entrambi a Torino, e ora ci troviamo qua”.

Serafini (Roma Media): “A livello personale l’accoglienze dello stadio che effetto ti ha fatto?”
“Una sensazione magica. E’ stato bello vivere tutto quello che è successo. Fino a quando sono entrati i compagni, io ero in attesa ma sentivo già i tifosi che mi cercavano. Ho sentito l’affetto della gente sulla pelle. Poi quando sono entrato, non mi aspettavo tutta quella gente, sapevo del tutto esaurito, ma un conto è saperlo e un conto è viverlo. E’ stato bellissimo. Poi l’atmosfera, l’inno, il mio ingresso. E’ stato come vivere un sogno. Col gol sarebbe stato perfetto, ma è stata comunque una serata indimenticabile per me”.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

 

Articolo precedente“ON AIR!” – CARINA: “Quella di Kluivert è una storia allucinante”, AGRESTI: “Ma la Roma non ha colpe”, ROSSI: “Al gol di Gabbiadini ho esultato come a quello di Dybala”, FERRETTI: “Zagadou? Tutti lo vogliono ma nessuno se lo piglia”
Articolo successivoCALCIOMERCATO ROMA LIVE – Tutto il mercato giallorosso minuto per minuto

41 Commenti

  1. Sto ragazzo mi ha fatto commuovere…
    Lo amo sempre di più…

    Daje bomber gallo
    Forza grande Roma ale’

    • A rega ‘
      Lo stesso uomo che opera con Tiago… ieri mi aveva detto… Justin lo vendiamo…e Ve l’ho scritto

      Dopo Dybala Gini e il gallo…. anche questo è reale

      La as Roma è potente….e Tiago un fenomeno

      Forza grande Roma ale’

    • La prima domanda subito gentile e accogliente… Il Gallo Belotti avrà capito con che razza di gente avrà a che fare a Roma.

  2. “non cercavo un contratto che mi tutelasse ma un progetto giusto per me”
    Grande Gallo!!! Altra pasta rispetto ai vari inetti che hanno fatto parte della rosa negli ultimi 3/4 anni.

    • Ho visto la conferenza ed ho pensato la stessa cosa…. Fazio, Santon, Kluivert, Diawara, Juan Jesus ecc ecc

  3. Insomma, si è capito tra le righe che da luglio era già tutto più o meno fatto e il Gallo ha atteso pazientemente che si liberasse un benedetto slot per il suo ingresso.
    Le sue parole si coniugano perfettamente con quelli che sono i principi e gli obiettivi della nuova Roma. Sono convinto che sarà molto, ma molto utile…

    • Se sei convinto di una cosa, meglio fare i debiti scongiuri.Stavolta nell’interesse del Gallo.
      🤘

  4. Belotti non sarà un fuoriclasse ma ha molte prerogative del vincente.
    Possiamo stare certi che ogni volta che sarà chiamato in campo vi scenderà per fare una guerra, per dare tutto.
    Sarà di esempio.
    E i suoi gol arriveranno.
    Ottimo acquisto.

  5. Voglio essere obiettivo.
    Fino a 18 mesi fa lo sarei andato a prendere io a Torino a cavacecio,
    anche a 50ML,
    l’ho reputato per anni il sostituto perfetto di Dzeko.
    Poi tra l’arrivo di Abraham e la sua involuzione pre-Europeo e soprattutto post,
    ringraziavo i santi che i dirigenti della Roma ne capissero molto più di me di calcio.

    Però l’umiltà e lo spirito con cui arriva mi fa ben sperare per una sua rinascita con
    i nostri colori, e poi come panchina è tantissima roba dai.

    DAJE GALLO! Purga i gallinacci de fori gra!

  6. Naturalmente, sappiamo che ogni nuovo arrivo dichiara che stravede per la squadra che lo acquista…
    Poi può anche esser vero che Camara da dilettante giocava con la maglia giallorossa, e che l’obiettivo prioritario di Belotti fin dal primo giorno di calciomercato, pur non avendo conferme da Pinto, fosse venire a giocare alla Roma.
    E’ un fatto, in ogni caso, che avrebbe potuto accettare offerte economicamente superiori, ed invece ha scelto noi. Merita perciò tutto il nostro appoggio e rispetto.
    In un commento precedente avevo ipotizzato anche che la tifoseria giallorossa aveva avuto la sua parte di appeal… E nell’intervista la cita in effetti in due punti: quando confessa che ha seguìto i festeggiamenti per la CCL, e quando rivela che stava per esordire all’Olimpico e sentiva che lo stadio chiamava proprio lui.
    Immagino l’emozione (ecco perché non ha segnato… 🙂 ). Ma si rifarà molto presto e molto bene!
    Indelicato, in fondo, da parte dei giornalisti insistere sulla sua non-ritolarità. Il posto fra i primi 11 si conquista coi fatti, l’ha detto anche Mou.

  7. Grande persona : seria grintosa intelligente e umile , grande acquisto e secondo me giocherà tanto , ma tanto , e segnerà più di Abraham

  8. Attaccante sottovalutato, sia nella serie a che nella nazionale italiana di Mancini. Ce ne renderemo conto delle sue qualità. Ne sono sicuro. Tra i suoi goal più belli me ne ricordo quattro uguali, due cost to cost e due semi rovesciate contro il Sassuolo. Avere in squadra un attaccante che già conosce la serie a ed ha segnato più di 100 goal può solo far bene.

    Inoltre per chi lo critica in seguito alle ultime due stagioni, una considerazione. Il gallo ha sempre meritato squadre più forti del Torino ma non è colpa sua se Cairo sancì una clausola da 100 milioni sul suo cartellino. Nessuna squadra era disposta a spendere così tanto. Lo ha praticamente ingabbiato a Torino ed è normale che dopo quattro anni a buoni livelli un calciatore perde stimoli.

    Il Gallo con l’affetto del nostro tifo troverà stimoli e tornerà l’attaccante letale del Palermo e dei primi anni in granata. Bisogna solo dargli fiducia ed è ciò che farò io in primis.

  9. Ormai sono restio a formulare una mia opinione prima di aver sentito cosa dice l’Imperatore di Setubal: ha detto che voleva Belotti? E allora Belotti è ok anche per me.

    Perché so solo che alla prima giornata eravamo in 10 squadre appaiate in testa alla classifica e adesso, alla quarta giornata, ci siamo solo noi o al massimo noi e un’altra.

    Il che secondo me conferma che il suo obiettivo è vincere, sbagliando il meno possibile e lottando per ogni punto (o ogni passaggio di turno). E se pensa che ci serva Belotti, viva Belotti: l’unico insostituibile nell’organigramma, secondo me, è il mister…

    Ciao a tutti 😊.

    • io ci metto anche Zaniolo…..
      dopo aver visto come scappa Dybala se c’è pure Nicolò immagina il terrore delle difese avversarie che le inchioderà dentro l’area di rigore per paura di strappi devastanti, consentendo un netto dominio territoriale del campo avversario….

  10. Questo “RONZINO SCIANCATO” Sarà causa di esplosione di qualche vecchio fegato già messo a dura prova da abuso di tavernello!!!😱😠😂😂

  11. Servono 20 calciatori affamati di vittorie da alternare.
    Gente che giochi PER la squadra , per FARE i gol e per NON subirli .
    Il Galllo Belotti rappresenta perfettamente questo profilo e le sue parole lo testimoniano.
    Ben arrivato Andrea , con l’ Udinese avrai l’ occasione di farci godere.
    PS
    Obbiettivi ?
    16 clean sheets
    25 vittorie.
    Fate meglio eppoi guarderemo la classifica .

  12. Ottimo acquisto anche da un punto di vista morale e non solo da un punto di vista qualitativo inteso come giocatore. Dopo queste parole non vedo come delle persone possano mettergli ancora dei pollici versi.

  13. Le sue parole confermano l’impressione che sia un ragazzo di grandi valori,un innesto importante nello spogliatoio.
    Uno dei pochi casi in cui la frase :”Non ero in cerca di un contratto,ma di un progetto ” è vero! Belotti ha accettato un contratto che lo mette a rischio ,scommette su se stesso alla Roma!

  14. Ma poi mi domando se dopo questa conferenza stampa e dopo quindi le risposte del ragazzo, se questi pennivendoli si sono resi conto di tutte le fake scritte montandoci su una telenovela che non c’è mai stata.
    Le cose sono tranquillamente andate in un modo, una chiacchierata, un contatto informativo a luglio nel quale la Roma si è mostrata interessata a Belotti il quale a sua volta voleva far parte solo della Roma che gli ha dato una possibilità nel caso si liberasse un posto in attacco, reparto che in quel momento era al completo.
    Belotti sapendo che il mercato si sarebbe chiuso il primo settembre ha sfruttato il mese e mezzo a disposizione che mancava aspettando e sperando che gli si liberasse il posto rifiutando qualsiasi squadra lo cercasse ed avendo in testa solo la Roma con la quale comunque non è mai stato in trattativa fino alla settimana del suo arrivo.
    Trattativa che poi è stata imbastita appunto quasi alla fine del calciomercato dove la Roma in procinto di liberare il posto in attacco ha chiesto al ragazzo di aspettare 3 giorni ed il Gallo non ci ha pensato 2 volte aspettando quelle 72 ore e firmando il contratto.
    La questione è durata solo 3 giorni quindi ed addirittura sarebbe potuta durare anche solo un paio di ore al massimo se fosse dipeso esclusivamente da ragazzo per il fatto che la Roma ha chiesto a Belotti di aspettare quel tempo necessario per fargli posto in squadra.

  15. Mi è sempre piaciuto il suo atteggiamento e ora che lo vedo con la maglia della Roma, penso sia un giocatore davvero ottimo con lo spirito gajardo, da condottiero. Benvenuto Gallo, da noi scoprirai un altro livello d’amore. Forza Roma!

  16. Sei un grande Andrea, alla tua prima intervista con la maglia della Roma si vedeva che ti brillavano gli occhi, volevi solo la Roma e hai saputo aspettare, non c’è altro da dire
    Tecnicamente non sarai il top, ma a me piaci tantissimo per la tua grinta e la tua voglia di riscatto. Sono sicuro che farai bene e darai il tuo contributo. Daje

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome