Belotti rifiuta più soldi dalla Premier per la Roma. Corsa a due per la difesa

54
2164

CALCIOMERCATO ROMA ULTIME NOTIZIE – Il mercato della Roma vive un momento di calma apparente. Dopo l’arrivo di Wijnaldum, ora Tiago Pinto si sta concentrando sulle uscite, prima di tornare a piazzare i colpi finali in entrata.

La pista più calda resta quella di Andrea Belotti: l’attaccante ex Torino ha ricevuto una nuova proposta, stavolta dalla Premier, più ricca di quella offerta dalla Roma. Il Wolvehampton infatti ha messo sul piatto un contratto triennale da 3,5 milioni all’anno, contro i 2,8 dei giallorossi.

La risposta di Belotti però è stata picche: il calciatore ormai vuole solo la Roma, e aspetterà che Tiago Pinto riesca a fargli spazio nella rosa di Mou. Il tempo però stringe, dato che tra una settimana comincerà il campionato.

Shomurodov viene ormai dato a un passo dal Bologna, che sembra disposto a accettare l’obbligo di riscatto. Ma fino a quando l’intesa non sarà totale, Belotti non può vestire la maglia della Roma.

Capitolo difensore: la corsa sembra ormai ridotta a due. Il preferito di Mourinho è Eric Bailly, ma la Roma deve trovare un’intesa con il Manchester United, club poco propenso a fare sconti. L’alternativa è Zagadou, svincolato, ma le sue condizioni fisiche frenano Pinto.

Fonti: Gazzetta dello Sport / Il Messaggero / Il Romanista

Articolo precedenteRoma-Shakhtar, in campo i Fantastici Quattro. Per Wijnaldum esordio nella ripresa
Articolo successivoConte vuole Zaniolo, offerta da 55 milioni. Mou dice no, la Roma resiste

54 Commenti

    • Dopo la liquefazione nell’Emirati Arabi di Bomba sotto il 7 riporto ultimissima ANSA seduto in una spiaggina rigorosamente sotto l’ombrellone con piedi a mollo nell’affluente Marranella(gentilmente si prega evitare battute tipo: “americà facce tarzan”ecc ecc):

      Sono state fissate le visite mediche dell’attaccante “Gallo” la settimana prossima.

      Buon refrigerio a tutti voi dentro il GRA…se lo trovate contattatemi su questa pagina

  1. Sto apprezzando totalmente il gallo… che rifiuta tutto e vuole soltanto la as Roma

    Forza grande Roma ale’

  2. Gallo:. Anni fa lo avrei voluto a Roma..ora lo vedo gia romanista dentro

    Difensori .. io spero e ho il sospetto che arriveranno entrambi e la sensazioni che alla fine Kubmubulla partirà per Torino…forse in prestito

    PS: su kumbulla sono ancora convinto che a Roma non abbiamo visto neanche la metà del suo reale potenziale.. per questo mi piacerebbe la formula del prestito.

    • anche per me, detto più volte, Kumbulla è il migliore dopo Smalling. non gioca per una questione di velocità (Ibanez) e gerarchie (Mancini), ma è validissimo. e a 21 può tranquillamente fare il 4-5o in squadra che fa le coppe

  3. “Ma fino a quando l’intesa non sarà totale, Belotti non può vestire la maglia della Roma.”
    E perche’?
    Misteri della “fede”.

    • Perché se lo prendi subito, il bologna sa che sei costretto a vendere e ti prende per il collo. Invece,adesso, sei nella situazione in cui puoi dire al bologna: “se prendi shomurudov alle mie condizioni bene, altrimenti me lo tengo e non prendo belotti”

    • Per lo stesso motivo per cui la Roma dovrebbe vendere Zaniolo per prendere i parametro zero. Solo caxxate.
      ❤️🧡💛SSFR💛🧡❤️

    • La spiegazione di Furiova è sensata, oltre al fatto che c’è anche la possibilità (direi però remota) che se sfumasse l’opzione Bologna la Roma potrebbe aver difficoltà a cedere il giocatore (anche in prestito) entro il 31 agosto dal momento che ha uno stipendio non proprio light (1.5 ml) per squadre della parte destra della classifica.
      Detto questo non è dato sapere quanto sia saldo l’accordo Belotti Roma.
      Se non fosse blindato mi sembra evidente che ogni giorno che passa c’è la possibilità di un’inserimento di squadre alle quali il Gallo potrebbe non dire NO.

  4. Ho “scoperto” Bailly durante la vittoriosa (per la Costa d’Avorio) Coppa d’Africa del 2015.
    Me ne innamorai subito in quanto era un difensore dalla fisicità straripante, dominante sul malcapitato centravanti di turno e leader della sua area di rigore.
    Per essere il candidato ideale per la nostra difesa gli mancano però piedi educati e il piede mancino, ma se Mou sta cercando un leader in difesa sicuramente meglio lui di Zagadou.
    Se invece si vuole un mancino, magari non necessariamente un titolare, tipo il quinto tra i centrali di difesa, allora si può puntare su Zagadou.

    • Tutto vero. L’unica cosa che mi preoccupa, sia di Bailly sia di Zagadou, è il fatto che negli ultimi anni hanno giocato veramente poco. Bailly (che in linea di principio è quello che mi piace di più dei nomi fatti finora) al MU dal 2016 ha collezionato al massimo 15 presenze annuali in Premier, e ci sono stati anni in cui ne ha fatte anche 4. Per carità, il livello di quel campionato fa sì che seconde o terze file di squadre inglesi qui siano primissime scelte. S’è visto con Smalling, Mkytharian, Abraham e lo stesso Pedro, che comunque qui in Italia trova squadra, e gioca, senza particolari problemi. Però tutti questi giocatori venivano da un anno, massimo due di “appannamento”: Bailly è dal 2016 che stenta, e per ritrovare una sua annata top dobbiamo risalire al Villareal, cioè al 2015. Se però Mourinho lo vuole, avrà fatto i suoi ragionamenti, tanto più validi perché ha già allenato Bailly. E, forse, pensa anche ad una riserva di lusso in difesa, o potenziale titolare, nel senso che nell’immediato i titolari (in una difesa a 3) resterebbero Ibanez, Mancini, Smalling con appunto Bailly e Kumbulla come alternative. Se poi passerà a 4, allora il discorso cambia. Comunque, se Bailly sarà, mi fido di Mourinho anche se personalmente avrei preferito Senesi. Se non altro perché è uno che negli ultimi anni ha giocato sempre, e comunque in una squadra d’élite del calcio olandese, e pur essendo oggettivamente di un livello inferiore a Bailly.

    • Anch’io Dandalo avendone le possibilità avrei preso Senesi perché è uno che avrebbe completato al meglio il terzetto e avrebbe consentito a Mou in certe occasioni di schierare una difesa a 4 con due centrali di piede opposto.
      Senesi inoltre essendo ancora relativamente giovane poteva diventare il leader della nostra difesa e raccogliere l’eredità di Smalling quando l’inglese ci lascerà (è in scadenza il prossimo anno).
      Ma l’impressione è che si cerchi l’occasione in prestito o a parametro zero e da questo punto di vista Bailly e Zagadou sono due tra le poche occasioni ancora percorribili.

  5. Per la difesa io preferirei SARR che a 23 anni è già molto forte e può essere preso alle stesse condizioni di BAILLY con la differenza che è mancino, tignosi ma in più ha una visione di gioco e un lancio eccellente. Con lui a sx saremmo completi al 100%

  6. Il gallo a Roma può (E DEVE) fare bene… è quel tipo di giocatore che se sente l entusiasmo e la passione della gente addosso, quadruplica gli sforzi… e anzi, a dirla tutta, io credo che saranno molto di più le partite che lo vedranno protagonista che quelle viste dalla panchina…🤞✌💣

  7. Un uomo che preferisce inseguire la Gloria in Giallorosso invece che più soldi in banca…
    Primo, è un uomo vero, secondo, è già è il mio idolo.

  8. Bailly,se sarà preso,è per far rifiatare all’occorrenza Smalling,non certo per prendere il posto di Ibanez.
    Ancora non si è capito che per Mourinho Ibanez è inamovibile,sia perchè è l’unico centrale di piede mancino sia perchè sullo scatto breve non ha rivali nei compagni di reparto.
    Vista la sua giovane età ,per me Ibanez in un paio d’anni può arrivare a livelli altissimi nel suo ruolo,certamente più di Mancini e di Kumbulla.

    • Beh ub, dovresti sapere che lui copia incolla e mica segue la Roma.
      Adesso però è pieno di lumachine con lo stesso metodo.
      Più emoji forse. Ma lo stesso spessore culturale.
      Un saluto

    • Niente in paragone alla damigiana che ti sei trangugiato quando hai proclamato ai 4 venti che Itagliano é meglio di Mourinho.
      Poi chi saresti te?
      Il calzolaio d’Ibanez?
      Per me è tutto sinistro e tanto basta, compa ‘😱👈

    • Ma perchè tutto questo astio non lo capisco
      Zenone dice una cosa più che giusta cosa che voi vi ostinate a non capire, la difesa in toto è per Mourinho uno dei punti cardine della squadra e sicuramente finchè cè lui nessuno verrà mai toccata.
      Ibanez nonostante gli errori resta un difensore affidabile, veloce e sicuramente non scarso come volete far credere ma con ampi margini di miglioramento vista l’età, in più sicuramente in caso di necessità giocherebbe lui centrale al posto di Smalling (cosa già successa).

    • Ovviamente non l’ho mai detto (non potrei neanche sotto acido, mentre a te basta un bricco di quello che sai), ma se guardiamo il campionato appena trascorso (e solo quello perché la Viola non era in Europa), Vincenzo Italiano ha totalizzato ben 22 punti in più rispetto al predecessore e ha portato la Fiorentina in Conference.
      Tutto questo perdendo il suo miglior giocatore in assoluto a metà stagione.
      Per cui è stato a paletti il miglior tecnico della passata stagione, quello che ha fatto ottenere alla sua squadra il miglior saldo di punti.
      Fatti…non Tavernello!

    • UB40, ma quando l’hai detta ‘sta cosa di Italiano? Io mi ricordo solo un fugace “innamoramento” di UB40 per Blessin del Genoa, su cui poi abbiamo anche scherzato, ma ‘sta cosa di Italiano (che Zenone gli rinfaccia spesso compiaciuto) non la ricordo. Al povero UB40 ormai gli attribuiscono di tutto e di più: Tifoso Giallorosso gli dà addirittura del “pallottaro” e Azael del fan di Cristante!… L’hashtag è questo, dunque: #sostieniUB40

    • Leggo che ci sono utenze (non utenti) che mettono il bollo sulle patenti di guida e sui diplomi delle serali ( nientepopodimenochè),quando poi si scopre che non sanno guidare e firmano con una X.
      Fateve un chinotto,comparoni 😱👈

    • Ah ah, grazie Dandalo, ma non ne ho bisogno. Er poro Zenone (in fondo gli voglio bene) è un simpatico signore attempato in disperata ricerca di una credibilità dopo aver passato anni a decantare le mirabolanti gesta di un faccendiere/testa di legno di una banca.
      E annaspa provando a tirare giù chi è rimasto in superficie mentre il Titanic del Grande Skipper imbarcava acqua da tutte le parti.
      TG è troppo concentrato su se stesso per fare caso a quello che scrivono gli altri, e Azael, poraccio, aveva puntato le sue fiches sul ronzino Diawara.
      Detto questo, ho sempre confessato che Mourihno non è mai stato il tecnico dei miei sogni da un punto di vista strettamente tattico: credo che nel 2022 si possa e si debba proporre qualcosa di più avvincente senza abdicare a vincere trofei.
      Ovviamente uno come lui non si può solo giudicare dal tipo di calcio che propone, ma anche e soprattutto dal carisma e dalla capacità di tenere unito e dalla stessa parte un gruppo di campioni. Cosa cui né Italiano né Blessin possono al momento neppure sognare.
      Riguardo Blessin, posso solo dire che ho seguito un discreto numero di partite del Genoa e ho visto sempre una squadra molto ben messa in campo, che tentava di mettere in pratica un “gegenpressing” molto vicino ai dettami di Jurgen Klopp.
      Poi la qualità degli interpreti era infima, ed è finita con una retrocessione che però lui ha contribuito a non rendere inevitabile già a dieci giornate dalla fine.
      Con un pizzico di necessaria fortuna, secondo me sarà uno di cui sentiremo parlare.

    • Ha ragione Zenone. Lo danno di piede destro per confonderci, lui sta al gioco e calcia con il destro apposta.

  9. La nuova normativa del codice della strada sull’alcol test non prevede più il palloncino. Ora la polizia ti ferma e ti domanda: Ibanez è mancino? Se rispondi si, ritiro della patente immediata 🤣🤣🤣🤣🤣

  10. Bailly è da considerare un giocatore ormai della Roma, mancano solo dettagli e qualche giocatore in uscita , Belotti non gioca con il Torino , credo che con noi segna di più e comunque se ha rinunciato a quei soldi è un ragazzo che può varcare il cancello di Trigoria

    • Il gallo è svincolato può firmare anche dopo il 31 agosto (la data è fondamentale x le coppe)

  11. Avere in rosa calciatori esperti garantisce equilibrii, cio’ non vuol dire che poi giocheranno gli anziani.
    Zalewsky, Ibanez, Zaniolo, Habrahan, Pellegrini, Bove, Kumbulla, Cristante, sono l’esempio di calciatore giovane pronto e titolare.
    Matic, Spinazzola, Belotti, Dybala, Wynaldum, Smalling, Rui Patricio, Mancini, Karsdorp, Celik, El Shaarawi, oltre a garantire continuita’ garantiscono qualita’, stabilita’, esperienza, maturita’.
    Pertanto, chi arrivera’ sara’ valutato su una base d’equilibrio, obiettivamente io personalmente per il reparto difesa a meno che non sia un’autentico fuoriclasse preferirei sempre potenziare il reparto con un’uomo di esperienza, poi visto che i profili sono due uno giovane a parametro zero e uno maturo esperto li prenderei entrambe, almassimo a gennaio faro’ la scelta di chi mantenere in rosa.
    Io la vedo cosi, non credo che un calciatore in piu’ a Mourinho dispiaccia.

  12. Compà, no..non metto i bolli sulle patenti. Come lavoro metto i bolli sulle forniture per le case di riposo. Se mi dici quella dove stai te ti faccio arrivare un bel televisore nuovo, perchè mi sa che quello che c’avete non è che si vede proprio bene.
    Ibanez mancino!! 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

  13. Secondo me nello svolgimento della manovra era più utile Solbakken anzi spero che ci siano ancora dei margini per concludere l’affare con il Bodo…In realtà a Mourinho serve un ‘attaccante come Belotti solo per il fatto che lì davanti prenda più botte di un somaro sardo,e faccia guadagnare rigori e punizioni.. poi per fare i gol e’ un’altra cosa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome