Belotti scalpita, Camara si candida: tutte le ultime su Udinese-Roma

25
1449

AS ROMA NEWS –  Oggi alle 15, orario in cui comincerà questo interessantissimo sabato di campionato, Josè Mourinho tornerà a parlare in conferenza stampa per presentare la sfida di domani sera alla Dacia Arena contro l’Udinese.

Una partita ostica per i giallorossi: i friulani sono partiti con il piede giusto in campionato, già a quota 7 punti. Dopo il primo ko esterno contro il Milan all’esordio, la squadra di Sottil è andata in crescendo: 0 a 0 contro la Salernitana, poi 2 a 1 sul campo del Monza e il più recente 1-0 con cui ha superato la Fiorentina.

Beto, centravanti dal fisico poderoso, è senza dubbio il giocatore più temibile davanti: per lui già due reti in campionato. Sarà il brasiliano a guidare il reparto avanzato in tandem con Deulofeu, ormai un veterano della Serie A. Nei friulani mancherà solo Masina per infortunio. Per il resto Sottil ha tutti a disposizione.

Nella Roma invece la lista degli indisponibili si allunga: dopo Wijnaldum e Zaniolo, Mourinho perde anche Kumbulla ed El Shaarawy. Ma il portoghese potrà contare su Belotti che scalpita e su Mady Camara, pronto a esordire in giallorosso.

La formazione iniziale però non dovrebbe prevedere sorprese: in porta giocherà Rui Patricio, in difesa rientra Smalling, sulle fasce Spinazzola e Karsdorp dovrebbero riprendersi una maglia da titolare, mentre Cristante e Matic formeranno ancora la coppia di centrocampo, con Pellegrini a dargli supporto. A Dybala e Abraham il compito di scardinare la difesa bianconera.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

Articolo precedenteChe giornata di campionato: la Roma osserva gli scontri diretti e prepara la fuga
Articolo successivoRoma, Zagadou o Denayer se partono Coric e Bianda

25 Commenti

    • Però non tanto MATIC, che è entrato dalla panchina in un paio di occasioni e pure per brevi tratti di gara, ma BRYAN CRISTANTE (ieri in conferenza stampa, alla domanda sui rinnovi, è pure descritto da Tiago come giocatore che nelle intenzioni passerà tanti anni a Roma) ha giocato tutte le gare ad oggi da titolare e mai sostituito, come forse solo Patricio.
      Con 3 cambi alla prima, poi 4, poi 5 e 5.
      Segnando il goal dell’1 a 0 vs la Salernitana.
      Vedremo se con MADY a regime, con BOVE si spera più minuti, e in futuro col rientro di GINI, cosa succederà in futuro.
      E meno male che per costituzione fisica dovrebbe entrare in forma più tardi di altri compagni…

    • MOU è un incompetente .
      Cristante sempre in campo titolare.
      Va contro gli ” esperti calcistici” di Roma :
      Mancini Cristante Ibanez = ” sega ” pippe” etc etc
      Titolari della squadra che , in 4 partite 1 gol , subito su punizione poi.

      Ora Ibanez comincia ad essere apprezzato , giustificati dal ” è cresciuto tanto ultimamente ” come a dire ” non ho sbagliato giudizio , è cresciuto lui…”.
      In compenso gli stessi : ” Zaniolo campione ” , sperando che lo dimostri in campo , non con Venditti .
      Ps
      Chissà perché Pinto ha come urgenza il rinnovo di Cristante.
      2 incompetenti Mou e Pinto .

  1. Questa è la giusta mentalità… Averla così, fino alla fine, remare tutti dalla stessa parte si conquistano, mari e oceani…DAJEEE ROMA DAJEEE! 💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • @Basta Ca55ate, ho letto che era lui la prima scelta di Spalletti, poi hanno virato su Anguissa perché era più economico. Speriamo bene, io tifo per questo ragazzo. Forza Roma 🟡🔴

  2. Io schiererei Zalewski e farei subentrare Spinazzola nel secondo tempo… Il ragazzo non deve perdere forma e soprattutto fiducia, mentre Spinazzola, bisogna preservarlo e non spomparlo… È solo un mio pensiero ovviamente… A prescindere comunque, sono due titolari!

  3. Karsdorp non mi sembra meriti il posto da titolare se può giocare Celik.
    contro l’Udinese non te la cavi allo stesso modo in cui hai ridicolizzato lo scarso Monza.
    E giocavano Celik e Zalewsky; in questo momento a sinistra Spinazzola già mostra segni di ripresa, la staffetta con Zalewsky ci sta, per non farlo stancare troppo.
    La difesa a tre non mi pare il massimo per affrontare ina squadra che ti può mettere molto sotto pressione a centrocampo.
    Vedremo.

  4. Sono andato a vedere:
    Il 12 gennaio arriva OLIVEIRA e debutta il 16 gennaio vs il Cagliari decidendo la gara su rigore (1-0).
    Il 7 gennaio arriva AMN e gioca, titolare, il 9 gennaio la partita persa vs la Roma.
    Arrivi di gennaio e no giugno, vero, a campionato in corso. Però quest’anno il mercato si fa con addirittura 4 gare già giocate…
    per dire che il mister, se serve e non sono proprio fermi, non si è mai fatto problemi nel buttarli in campo subito.
    Né vs una squadra medio bassa, ne contro la Juve…

  5. …un esempio invece del mercato di giugno ? il 17 Agosto Tammy Abraham é a Roma e il 22 esordisce nella gara vinta 3 a 1 con la Fiorentina facendo 2 assist…
    e questo arrivava da Londra.
    MOU non si mette il problema, gli bastano pochi giorni per buttar dentro chi ritiene utile e (nel caso di ABRAHAM) chi reputa fondamentale e non esce in pratica più se appena sta’ in piedi…

  6. L’Udinese è un ostacolo serio, forse più in trasferta (per me) che al Friuli.
    Ha un 3-5-2 storico di tipo mourinhiano, tutti coperti e pronti a schizzare in ripartenza veloce.
    SOTTIL preferisce da sempre giocare a 4 dietro, ma si é adeguato. Anche se gioca un 3-5-2 talvolta “mascherato”, più simile al suo modulo preferito, in campo…
    Col Milan il risultato è bugiardo. Prendono, alla prima di A, un “rigorino”, i milanisti, su CALABRIA quando sono sotto e che probabilmente non c’era, tipo 25% si dà 75% no…, neanche 24 h dopo le dichiarazioni pubbliche programmatiche di ROCCHI che assicurava:”quest’anno BASTA RIGORINI!…” 😂😂😂

    • …la SALERNITANA l’abbiamo visto quanto vale quest’anno. Fa soffrire chiunque.
      A Monza vabbè, e con i Viola (nonostante il tipico esagerato possesso palla di Italiano, circa 76%… mi sembra) hanno sicuramente sfruttato la minor lucidità loro post spareggio COL, e l’ampio turnover dei viola stessi.
      Ma non hanno solo BETO, pure ancora non in grande forma. Qualche nuovo da inserire, ma UDOGIE già ben pagato dal TOTTENHAM e rimasto a UDINE, MAKENGO… DELOFEU il più pericoloso già in forma (giocatore da squadra importante), SILVESTRI mi pare tra i pali, il buono é che ceduto MOLINA al MADRID il sostituto é indisponibile, infortunato contro i viola stessi, e pure SOPPY e a BERGAMO…
      Con GHERSINI al VAR, quello che ho visto io altro che “inglese”, di più!, mi aspetto che chiami MAI su dubbi da scontri di difesa dura, e sappiamo chi é il bravuomo a diriger la gara…

  7. Nessun turn over oggi, in campo la miglior formazione possibile il campionato ad oggi è la priorità poi in coppa si vedrà chi schierare per riproporre di nuovo domenica i migliori in campo.
    Obbiettivo arrivare all’Atalanta con 6 punti per giocarcela senza aver spompato nessuno e poi ci sarà la sosta ad aiutare, l’EL devi essere bravo a gestirla puntando a superare il girone con minima spesa e massima resa.

  8. Karsdorp si è tirato una stagione partita dopo partita facendo sali e scendi su quella fascia come un forsennato forse un attimo di tempo per riprendere e tornerà prepotentemente di nuovo al suo posto e poi ben venga Celik anche lui ottimo giocatore però ricordiamoci quanto fatto dal terzino olandese

  9. Ma scusate, che mentalità ha certa gente? Deve giocare Celik e Zalewski perché così ci difendiamo meglio? Ma noi dobbiamo attaccare e vincere , non difenderci , dobbiamo fare 3/4 gol , forse non avete capito

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome