Benatia: “Occhio alla Roma, c’è anche lei per lo scudetto. Avere un allenatore come Mou è una fortuna incredibile”

5
349

NOTIZIE ROMA CALCIO – Medhi Benatia, ex difensore di Roma e Juventus, ha rilasciato un’intervista a La Repubblica (F. Ferrazza) in vista del big match di domenica sera. Di seguito uno stralcio della stessa:

“La Roma di Mourinho? La vedo molto bene. Purtroppo ha perso il derby, dove forse meritava qualcosa di diverso, ma c’è entusiasmo, la città sappiamo com’è e Mou appena arrivato ha dato qualcosa di importante. Hanno perso Dzeko, un top player, ma Abraham è bravo, Pellegrini sta bene e Zaniolo sta tornando al top. Lui e Chiesa, con Barella, sono i fuoriclasse di questa generazione”.

Diplomazia a parte, Benatia, che partita sarà questo Juve-Roma?
“Non avrà un valore diverso da quello che ha ogni anno. Sarà come sempre una sfida importante tra due piazze importanti d’Italia. La Juve non sta attraversando bel periodo, probabilmente perché riparte da un ciclo nuovo e bisogna dare un po’ di tempo alla squadra e ad Allegri, che conosce bene club e ambiente. Serve pazienza”.

Che sfida sarà tra Mourinho e Allegri?
“Sono due grandi tecnici, in due hanno vinto tantissimo, ma, parliamoci chiaro, non ho mai visto un allenatore segnare al novantatreesimo, mai visto un allenatore fare una scivolata per evitare un gol, quindi alla fine i giocatori sono quelli che vanno in campo. Certo, con due maestri così in panchina, qualcosa in più possono dare”.

Che partita si aspetta?
“Molto offensiva. Uno degli uomini chiave può essere Dybala, se giocherà: è un fuoriclasse assoluto frenato solo da problemi fisici. Ma mi aspetto una gara da protagonista da Chiesa, che crea sempre pericolo, mentre nella Roma dico Pellegrini e Abraham”.

Cosa aggiunge Mourinho alla Roma?
“Mourinho è uno che aggiunge tantissimo, è uno che sa vincere, arriva e porta trofei, è uno degli allenatori al mondo in attività che ha vinto di più, dà qualcosa in più ai giocatori. Anche dopo mille panchine ha ancora l’entusiasmo di un allenatore di 30 anni. Passione infinita. Io ho avuto la fortuna di incontrarlo e di parlarci un po’ in Qatar, e si capisce subito che è un grande allenatore, che respira calcio e per un giocatore trovare un allenatore così è una fortuna incredibile”.

Chi vede favorita per lo scudetto?
“L’Inter sembra avere qualcosa in più, ma la Juventus può sempre tornare e la Roma di Mou è da tenere d’occhio perché se c’è un allenatore che sa come si fa è proprio José”.

Articolo precedenteVERETOUT: “Andiamo allo Stadium per vincere. Mourinho ha trasmesso una nuova mentalità. Rigori? Tutta questione di testa”
Articolo successivoAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto

5 Commenti

  1. Atalanta Napoli Inter Juve
    hanno forse qualcosa in più.
    FORSE.
    2/3 calciatori GIUSTI a gennaio e quel gap può essere colmato.
    ORA servono le palle per restare lì.
    CONCENTRAZIONE cattiveria grinta su ogni singola palla , su ogni singola azione , su ogni singolo match.
    Spesso NON VINCE il più forte ma chi ha più MENTALITÀ e fra allenatori e calciatori FINALMENTE stiamo vedendo la giusta strada :
    Zaniolo Abraham Mancini Veretout Rui Patricio Miky hanno la giusta mentalità , aspettiamo la CRESCITA di altri calciatori
    PS
    sottovoce , in tranquillità aspettiamo ogni SINGOLO MATCH eppoi vediamo la strada fatta

    • Scusate ho dimenticato di citare il
      NUOVO PELLEGRINI..
      DOPO tante critiche ( anche mie) si intravvede un calciatore che ha la VOGLIA di essere DETERMINANTE e non solo bello

    • Pellegrini é stato sempre criticato e denigrato ingiustamente e piú volte avete chiesto di venderlo.Questo é il vero difetto di molti tifosi della Roma che non capiscono un tubo.Prestazioni bellissime sei un campione, ma basta una sconfitta e diventi un brocco, dalle stelle alle stalle!

  2. Niente di meglio che l’intervista a Benatia, uno che dopo una sola stagione con la Roma aveva il mal di pancia e voleva andarsene a tutti i costi come ha poi fatto del resto. Per essere ceduto al Bayern aveva minacciato la società che non si sarebbe messo a disposizione di Garcia se la sua cessione non andava in porto. Poi dal Bayern è finito addirittura alla Juve come un traditore.
    Per me farebbe meglio a non parlare della Roma.
    La Ferrazza colpisce ancora quindi………….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome