BOLOGNA-ROMA: le ultime dai campi, le probabili formazioni e il meteo del match

22
682

AS ROMA NEWSSpinazzola, Mancini e Azmoun in campo anche nell’allenamento di rifinitura: tutti e tre dunque saranno a disposizione di Josè Mourinho per la partita di domani. Resta però da capire se tutti e tre partiranno dal primo minuto.

Sicuro di una maglia solo il difensore centrale, che completerà il terzetto formato da Llorente e Ndicka. Dovrebbe giocare dal primo minuto anche Spinazzola, vista l’assenza per squalifica di Zalewksi, mentre a destra Kristensen è leggermente in vantaggio su Karsdorp.

A centrocampo sicuri di una maglia solo Paredes e Cristante, mentre Bove dovrebbe giocare dal primo minuto, specie se Mou sceglierà di schierare Pellegrini dietro Belotti unica punta. Altrimenti ballottaggio aperto tra i due, con uno tra El Shaarawy e Azmoun a completare il reparto avanzato.

QUI BOLOGNA – Thiago Motta convoca De Silvestri ma è costretto a lasciare a casa Orsolini e Karlsson, oltre a Soumaro. In porta l’ex Skorupski, in difesa chance per Calafiori, in ballottaggio con Lucumì e Beukema per una maglia da centrale. Sulle fasce c’è Posch a destra, mentre sulla corsia opposta Kristiansen è in leggero vantaggio su Lykogiannis.

A centrocampo spazio a Aebischer dal minuto al fianco dell’ex atalantino Freuler. La trequarti sarà composta Saelemaekers, Ferguson e Ndoye, mentre tutto l’attacco sarà sulle spalle della rivelazione Zirkzee, centravanti olandese che sta disputando un grande campionato.

IL METEO DEL MATCHFreddo ma bello il tempo previsto per domani a Bologna. Al Dall’Ara si giocherà con una temperatura che oscillerà tra i 4 e i 3 gradi.

LE PROBABILI FORMAZIONI – Queste dunque le probabili formazioni di Bologna-Roma, gara in programma domenica 17 dicembre ore 18, con diretta TV su DAZN:

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Posch; Beukema, Calafiori, Kristiansen; Freuler, Abischer; Ndoye, Ferguson, Saelemaekers; Zirkzee. All.: Thiago Motta

Roma (3-5-1-1): Rui Patricio; Mancini, Llorente, Ndicka; Kristensen, Cristante, Paredes, Bove, Spinazzola; Pellegrini, Belotti. All.: Mourinho.

Giallorossi.net – A. Fiorini

Articolo precedenteCalciomercato Roma, Hincapie e Buongiorno nel mirino di Pinto
Articolo successivoAouar, lesione muscolare all’adduttore sinistro: torna in campo nel 2024

22 Commenti

    • pellegrini invece ha bisogno di competizione. gioca moscio perché tanto sa che alla fine il posto Mou glielo darà sempre e questo abbassa la guardia. Nessuno dovrebbe essere sicuro del posto e lottare per averlo.

    • ma sicuro che Mou è uno che ti dà il posto anche se non lo meriti? a me non sembra qyel tipo di allenatore.

  1. Chi lo sa se Pellegrini spostato più avanti potrebbe fare come Giannini nel 1987-88, se non sbaglio, quando fece 11 gol in campionato giocando alla Francescoli (Enzo trequartista e capitano dell’Uruguay negli anni ’90…per i più giovani).
    Cmq io per non rischiare metterei solo quelli più sani e in forma. Rui Patricio, Celik, Ndika, Cristante, Llorente, Kristensen, Paredes, Bove, ElSha, Belotti e, obbligatoriamente uno tra Pellegrini e Azmoun che non sono, né sani né in forma.

    • E perché non ci ha mai giocato? L’anno scorso il modulo di elezione era il 3-4-2-1 e Pellegrini, quando c’era, spesso stava dietro la punta assieme a Dybala, pure lui quando c’era.
      I risultati non sono stati esaltanti, né in termini di assist né in quelli di gol segnati.
      Sono sette anni che si discute se Pellegrini debba stare 10 mt più avanti o più indietro, più a destra o a sinistra.
      Se sta bene non sfigura da nessuna parte, ma sta bene due mesi l’anno quando tutta va per il verso giusto.

    • nota a margine:

      per i più giovani, aggiungo:

      non c’è bisogno di cercare su internet il nome di Francescoli per capire se ricordate la faccia.
      basta che pensiate a Diego Milito.
      la faccia è veramente identica ed entrambi hanno giocato con una maglia rossoblu

  2. Quanto mi piacerebbe che Lollo mettesse tutti a tacere, sciacalli e incompetenti che approfittando di un momento difficile negano e dimenticano tutte le qualità già viste
    Mourinho ha messo fuori squadra fior di campioni e si intruglierebbe in una bettegata di spogliatoio? Non avete capito l’uomo oltreche il coach.
    Forza Roma

  3. Davanti dovrebbero giocare Belotti ed Azmoun, 2 punte e Pellegrini a fare le ragnatele in panchina perché ormai è pressoché il giocatore più inutile di tutti con un’involuzione iniziata da una stagione e mezza.

  4. Una cosa è certa. Al di là del risultato di oggi, leggendo le probabili formazioni, la classifica, le differenze tecniche ed i rispettivi monte ingaggi, Thiago Motta stà dimostrando di essere uno dei migliori prospetti di allenatore, assieme a Palladino, del campionato Italiano (non quello pseudofenomeno sopravvalutato di Italiano, incapace con 15 minuti a disposizione 11 vs 9 è stato incapace contro la Roma nemmeno di creare un occasione da gol!). Detto questo sono convinto che in una piazza difficile come Roma l’unico che la può “governare” è Mou. Quindi spero che sia confermato dai Friedkin, obtorto collo, qualsiasi altro allenatore, tranne Nils Liedholm, Fabio Capello e Luciano Spalletti, sono stati massacrati da stampa, radio, social, e tifosi!

    • Io invece spero che a giugno ci sia un cambio allenatore . Basta con gli illusionisti milionari. Siccome Spalletti non puo’ tornare, allora sotto con un allenatore innovatore( Motta , De Zerbi ,Palladino , che ci fa godere vedendo la NOSTRA Roma e non stringere le chiappe anche con squadre insignificani.

  5. Non volendomi addentrare sulla prestazione dei singoli non sottovaluterei il Bologna. Mi piacerebbe tanto vedere una partita giocata con grinta e accortezza dal primo all’ultimo minuto. Farei attenzione alla fase difensiva. Nell’attimo in cui veniamo pressati dall’avversario, subiamo troppi gol in maniera stupida. Menefreghismo e disattenzione sono i nostri peggior difetti. Infine (nonostante alcuni precedenti non promettano nulla di buono) confido in un arbitraggio quanto meno “onesto”. Non vorrei che venissero prese decisioni “spiacevoli” nei nostri confronti nell’attimo in cui dovessimo andare a segno. (Già accaduto!)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome