Boniek: “Cacciare Mourinho scelta intelligente, il matrimonio non funzionava più. Aouar e Sanches non sarebbero mai dovuti venire qui”

56
1504

AS ROMA NEWS – “Mourinho ha fatto tanto per i colori giallorossi, è stato bravo anche per me. Quello che ho scritto su Twitter lo rivendico: cacciare Mourinho è una scelta coraggiosa e impopolare, perché tutti eravamo innamorati del suo modo di fare. Ho scritto che è anche una scelta intelligente, perché il matrimonio non funzionava più.

Solo le parole che questa mattina Zibì Boniek ha pronunciato ai microfoni di Tele Radio Stereo, nel corso della trasmissione radiofonica Te la do io Tokyo, passata da pochi giorni sulle nuove frequenze.

L’ex attaccante giallorosso ha proseguito: “Mourinho lasciava i messaggi sul futuro, sul rinnovo. E nessuno rispondeva. Visti anche i risultati, a malincuore, era meglio farlo oggi che arrivare a giugno. Josè è un leader, un leone ma senza certezza sul futuro la sua posizione si stava indebolendo e i giocatori lo avevano capito. Lo spogliatoio queste cose le sente, e qualcuno aveva cambiato atteggiamento anche in partita. Io sono il primo a voler bene a Mourinho, ma ha fatto 1,70 punti in 138 partite di campionato. A questo punto è meglio interrompere le strade. Le tre partite facili? L’anno scorso abbiamo fatto 4 punti con le stesse squadre”.

Boniek ha poi parlato delle scelte fatte in sede di mercato: Sanches e Aouar non sarebbero mai dovuti venire qui, si conoscevano i loro problemi fisici. Se io avessi voce in capitolo lo avrei detto ai Friedkin. Bove è meglio di Sanches, l’ho detto dall’inizio. La Roma è una grande società, ma manca un’organizzazione sportiva e tecnica. Dicono che la Roma è Dybala dipendente? Abbiamo vinto la Conference senza di lui, conta lo spirito di squadra e questo era merito di Mourinho. Così come l’anno scorso a Budapest dove è successo quello che è successo. Però vi chiedo: siamo da nono posto? Ma come fate a dire che la Roma è scarsa? Detto ciò so che ci sono cose che non funzionano, nessuno dei centrocampisti presi messi in estate insieme fa un Matic ad esempio”.

Infine su De Rossi: “Scelta intelligente, lo ribadisco. Era l’unico che poteva dare respiro a società e tifoseria, mi auguro che vada bene e resti a lungo. Cinque anni fa dissi che Daniele sarebbe diventato un grande allenatore, ha voglia e aveva doti già da calciatore. Io penso possa fare bene, ma deve fare le scelte giuste. Anche a Ferrara ne parlavano bene, poi è ovvio che la differenza la fanno i grandi giocatori. Guardando la partita col Verona la Roma sembrava liberata da una cappa psicologica. Non mi sembravano tristi, anzi li vedevo liberi di giocare un calcio più divertente. Nei primi venti minuti la Roma ha fatto accademia, poi dopo il gol loro che forse era da annullare è cambiato tutto”.

Fonte: Tele Radio Stereo

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedente“ON AIR!” – MORONI: “Ikonè per Belotti? Lo farei domani”, PIACENTINI: “Il francese è una cosa brutta”, ROSSI: “Senza porte sarebbe da Pallone d’oro”, FERRAZZA: “Ha un caratteraccio, io eviterei”
Articolo successivoULTIME DA TRIGORIA – Allenamento prima della partenza per l’Arabia: Dybala, Mancini e Huijsen non convocati. De Rossi alla squadra: “E’ questo che voglio!” (VIDEO)

56 Commenti

  1. In parte so’ d’accordo co Zibì. A me Mourinho m’è scaduto quanno è annato a elemosinà er rinnovo. Lì ho capito proprio che era arivato ar capolinea, che l’aria de Roma l’aveva rammollito e che nun poteva da più n’casso a la Magica. Poi quanno s’è spinto a chiede er rinnovo cor progetto giovani, lì me so’ proprio cappottato. Difatti, come ho già scritto in passato, l’urtima conferenza stampa è stata troppo emblematica. L’occhi abbottati, gonfio da morì, se vedeva che aveva perso appeal. In du anni e mezzo avrà preso 10 kg a forza de cacio e pepe, segno de rilassatezza. Poi in Coppa na spada de samurai, su le partite secche imbattibile, ma in campionato er na via crucis. In Italia l’allenatori, tutti, so maestri de tattica. Je la incartavano in parecchi. La partita de Coppa Italia contro la Cremo è stata l’apice. Annà a vince a strappacore contro a’ quinta de serie B. A fine partita s’è esurtato come Rocky co l’occhi pesti che strillava “Adriana!”, er problema è che nun aveva messo giù Apollo Creed, ma a’ signora Ciccotti der quinto piano. M’è roduto er qulo de l’esonero, solo perché ero convinto che in Euro League poteva fa er tris. Mentre invece mo so convinto der contrario. Nun credo che DDR voja annà avanti in Coppa…

    • Diciamo che Boniek sono anni che sta spingendo per un posto in società..
      Evidente che non può parlar male della dirigenza e quindi si unisce, nella migliore tradizione italica, al gioco del trova il capro espiatorio, per cui è tutta colpa di Mourinho della situazione di crisi che viviamo (modello capitano Schettino, ecc…)
      Come insegna la vicenda del Napoli, dell’Atalanta e del Bologna le fortune delle società (non ricche) partono dall’avere degli ottimi dirigenti e scouting che sappiano individuare i giocatori prima che esplodano, li sappiano valorizzare e rivendere per comprarne altri.
      Con Sabatini ci riuscivamo ma con l’arrivo di Monchi abbiamo ceduto senza comprare validi sostituti e siamo precipitati.
      Poi devi avere degli allenatori bravi a valutare i giovani (e sicuramente non lo era Mourinho) come Gasperini, Motta e Spalletti.
      La Roma ha preso DDR non certo per la sua bravura nel lavorare con i giovani (Lui stesso lo ha ammesso da persona intelligente), ma solo come icona giallorossa.
      Quindi ad oggi ha pagato solo Mourinho e non c’è alcun segnale di inversione di tendenza..
      Se tu poni come obiettivo per la conferma come allenatore la qualificazione al 4 posto (che tanto sai non raggiungerà soprattutto se gli prendi Ikone come rinforzo) è chiaro che ai Friedkin (non a DDR) frega il giusto della EL.
      #FriedkinOut

    • No, non c’è segnale de inversione de tendenza, anzi pare proprio che se vada incontro a la mediocrità totale. Pe sto motivo nun c’ha senso tenè Mourinho, te serve n’coach che faccia n’collettivo che va a nasconne le pippe in rosa. Er Chievo de Del Neri, na manica de seghe organizzate, che arivò quarta in campionato. Se rimangono Father&Son, nun ce so’ alternative. Giovani de prospettiva, co quarche vecchia gloria che siano stra allenate in un collettivo organizzato. Na tristezza infinita…

    • Forse spingeva per il rinnovo perché aveva annusato l’aria. Qualche giocatore non lo seguiva più come prima, tanto erano gli ultimi mesi. Succede spesso che ci sia un allontanamento in questa circostanze se la società non si fa sentire. FRS

    • Ciao Giraldi Nico…
      perdonami non sono d’accordo con te…io invece faccio il ragionamento inverso rispetto a quello che fai tu….
      Ho pensato …..guarda ….pur di rimanere alla Roma …lui che è stato abituato ad Allenare Grandi Campioni (con tutto il rispetto nella rosa attuale ce ne sono pochi ) è disposto come dici tu ad umiliarsi e ad elemosinare un contratto e per fare ciò….pur di rimanere…anche ad andare avanti con i giovani…..
      Per me era un Grande Atto d’ Amore 💛❤️ e non l’ho mai visto come un elemosinare un qualcosa come dici tu……Punti di Vista naturalmente……
      Adesso c’è Daniele e Viva Daniele…e ci auguriamo tutti che possa portare la nostra Amata Roma 💛ancora piu’ in alto….ma il mio ringraziamento e il mio affetto per Mou rimarrà tale

    • L’analisi Boniek la fa lucida, chi se legge l’intervista se rende conto che è assolutamente coerente co quello che se dice da tempo: la colpa nun è de Mourinho, ma è soprattutto della società, in come essa è strutturata e in come è stata costruita la squadra. A centrocampo tutto gli acquisti messi insieme nun fanno Matic ( se lo dice Boniek va bene no?). Dire che sta squadra è da quarto posto è follia. Se ci arrivi ( e ce devi arrivare) è tutt’ora un miracolo. Poi io aggiungo che serve gratitudine per Mourinho: Bove lo ha lanciato lui. E ha lanciato altri 13 giovani su cui la Roma ha fatto cassa. Per cui io con un Grazie mister l’avrei chiusa.

  2. Sbaglierò, ma personalmente vedrei molto bene Boniek nella Roma con incarichi operativi importanti, perché è un uomo intelligente e competente. E ama la nostra squadra del cuore.

    • Zibì grande intenditore del gioco del pallone con cuore giallorosso farebbe comodo in questa Roma

  3. “Nei primi venti minuti la Roma ha fatto accademia, poi dopo il gol loro che forse era da annullare è cambiato tutto”.
    E cambiato che è uscito Dybala, che anche giocando male e su una gamba da profondità alla squadra, e che quasi tutti avevano le gambe molli come se avessero corso 4 ore.
    E perchè?
    Perchè in effetti per 45 minuti DDR li aveva fatti correre.
    Ma anche spompare.
    Quindi c’è andata bene ed evviva evviva, ma abbiamo anche rischiato di fare la file delle squadre di Zeman….

    Se è solo un discorso di allenamento, andrà meglio tra una settimana.
    Se sono proprio finiti atleticamente di loro, no.
    Speriamo la prima,
    perchè una squadra media ce ne avrebbe fatti 4 nell’ultima mezzora.

    • tu non hai mai fatto sport, di nessun tipo, se pensi che un giocatore che appare fuori forma (per me non lo sono, i motivi del calo sono altri) in una settimana di allenamento si riprende.

  4. alla fine vale sempre il concetto che chi più spende meno spende. Così come quando prendi un prodotto a due soldi rischi di prendere la fregatura o cmq due soldi vale, se prendi qualcosa di meglio ti dura di più. Ed è un concetto applicabile anche al calcio.
    La Roma non sta più investendo e cerca di risparmiare magari spaventata dall’enorme debito da cui si cerca di rientrare o perchè stanno provando a vendere la proprietà. Certamente continuare ad investire zero porterà la squadra a livello zero.
    Qualsiasi business senza investimento è destinato ad implodere su se stesso.

  5. Noto con piacere come un grande giocatore e sicuramente notevole esperto di calcio sia poi della stessa opinione mia,di Zenone, di Alessandro, di Asterix e tanti altri riguardo agli sciagurati arrivi di Aouar e Sancghes (e diversi altri ) che oltre ad essere costati tra ingaggi, commissioni, spese mediche ed altro oltre 15 milioni, non hanno offerto alcun contributo e occupato indebitamente ben due posti nella famosa lista A non permettendo di fare neanche in questa sessione uno straccio di mercato. Ancora estimatori del grande mago PINTO o è un antisocietario che non capisce nulla di calcio anche Boniek???????

    • Bravo vaglielo a spiegare che tesserare giocatori da ricostruire o infortunati da anni è un’ idiozia immane specie se poi gli devi fare ricchi contratti più pagargli le commissioni procuratori, con poi ritrovarti a non utilizzarli per tutta la stagione o per infortunio o carenza dello stesso giocatore a livello tecnico, ma la cosa imbarazzante è che la proprietà pretende lo stesso i risultati di alta classifica.

    • Ma non puo’ essere che il Sanchez e altri sono arrivati perche’ qualcuno batteva i piedi per avere giocatori pronti e non “bambini”? Salvo voltafaccia penoso al fotofinish quando gli franava la terra sotto i piedi.
      Ma poi davvero, sul serio ce lo vedevate uno cosi’ ad allenare “bambini”? L’anticalcio proprio, il re delle macerie.

  6. Lucido e impeccabile come sempre, Boniek!
    Quando lo capiranno i Friedkin che abbiamo un bisogno disperato di una figura professionale come la sua, in grado raccordare squadra, ds e società ma, soprattutto, di rappresentare adeguatamente la Roma nelle sedi istituzionali italiane ed europee?
    Il grande limite di questa società, finora, è stato sbagliare la scelta di tutti gli elementi dirigenziali, arrivo a dire persino di Mourinho perché, secondo me, non era l’allenatore adatto per una squadra che deve fare i conti col FFP e SA. Mou (come Conte, Ancelotti ecc…) lo prendi se hai un squadra pronta per vincere.

  7. Zibi, hai centrato il problema. Alcuni giocatori ormai non lo seguivano più,smalling, kardsdosp, auar, spinazxola ed altri che non comparivano prima matic
    L’aria di Roma per José era diventata pesante. troppi giocatori non adatti che dovrebbero fare la panchina. una domanda perché ha accettato di rimanere per il terzo anno se aveva altre proposte? La società è gestita male,non ci dono romanisti o intenditori di calcio. Il nuovo ds come si presenterà se le risorse economiche non ci sono e non abbiamo giocatori importanti o richiesti? che mercato farà? speriamo che abbia degli osservatori e che punti a portare dei promettenti giovani.

  8. Zibi gli allenatori non li mandi via a metà stagione specie se hai ancora tutto in gioco con il serio rischio di ritrovarti peggio di prima a meno che non stai proprio per retrocedere.
    Se il matrimonio non funzionava già da tempo allora l’ allenatore andava mandato via dopo Budapest o al massimo a inizio settembre non invece ripeto a metà stagione e sostituirlo un ex bandiera che praticamente non ha mai allenato con il serio rischio di essere bruciato per mancanza di risultati.

    • Purtroppo su questo me devo ricredere.
      Er Mister non aveva più er controllo dello spogliatoio, ne aveva persi troppi, troppi mercenari e procuratori in mezzo. Er problema è stato far incancrenire sta situazione lasciando il mister solo( de la serie noi te pagamo un botto arrangiate). Quando i Friedkin hanno aperto l’occhio er patatrac era bell’e fatto. L’esonero a quel punto era l’unica cosa fattibile.

  9. che il Ds fosse un incapace ce ne eravamo accorti, e su questo il grande ZiBi ha messo il sigillo. amen . arriva il il 3 febbraio , e il ds sara’ un nome che verra’ a malapena ricordato.

  10. Grande Zibi, però Aouar prima di bollarlo definitivamente, lo voglio vedere come mezz’ala nel gioco di De Rossi. Certo che se è quello visto fino ad ora allora a Giugno ci si può fare qualche spicciolo, visto che è arrivato a zero.

  11. Bravo Zibì l’ho sempre sentito fare dei bei discorsi…ma da opinionista, quando sei dentro ad una società bisogna vedere se ti ascoltano…purtroppo dico perchè ha delle belle idee.

  12. Su sanches sono totalmente d’accordo. Meno su Aouar. Quest’ultimo è talentuosissimo (anche Guardiola del resto lo ha elogiato), come sanches, ma è meno fracico. Credo e spero che col nuovo modo di giocare si possa rivitalizzare. Del resto è un giocatore che ha bisogno di avere la palla tra i piedi, è ovvio che non è in grado di esprimersi al meglio se uno con la sua tecnica è costretto quasi solamente a difendere. Qualche sprazzo qua e là ce lo ha fatto vedere… E poi ricordiamoci che è tutt’altro che vecchio. Per esempio (con il dovuto rispetto e la dovuta proporzione) alla stessa età, modric fu definito come peggiore acquisto della liga della stagione 2012/13. Se Luka Modric ha avuto bisogno di un anno di ambientamento non vedo il motivo per il quale non bisogni concederlo ad Aoaur.

    • Peraltro non è stato infortunato tutto sto tempo, si tende a confondere la situazione di Aouar (escluso per scelta tecnica in molte partite) e Sanches (infortunato cronico).
      Tempo fa mi chiedevo se lo scarso rendimento di Aouar e Pellegrini non fosse dettato dal sistema di gioco che “distrugge” proprio coloro che ricoprono quel ruolo.

    • @h.p.l Esattamente. Oltretutto a parte la scorsa stagione non è che abbia una storia così tanto piena di infortuni. Su Pellegrini e Aouar tendo a essere d’accordo con te, però vediamo e speriamo bene.

  13. io gli avrei pure domandato se secondo lui una società che vuole arrivare in Champions investe zero e gennaio prende ikone’ e il ragazzino della Juve

  14. Boniek: Detto ciò so che ci sono cose che non funzionano, nessuno dei centrocampisti presi messi in estate insieme fa un Matic ad esempio” 🔔🔔🔔🔔

    Ci voleva Boniek per capire che il vero problema della Roma è il centrocampo, oltre a Bove non abbiamo giocatori all’altezza di ricoprire quel ruolo, ci manca un incontrista, uno che smista le palle, uno che salta l’uomo, uno che spesso e volentieri vede pure la porta avversaria…al momento abbiamo solo vagabondi che fanno il solito compitino di fermare il gioco e passare la palla all’indietro 👏👏👏 Mkitarian, Zaniolo e Matic non hanno avuto dei buoni sostituti, stesso discorso per Smalling e Ibanez. Correre ai ripari prima che sia troppo tardi, questo campionato di può ancora salvare, servono rinforzi. 💪

    • Capisco tutti ma Zaniolo…. giusto perchè la tattica del santo era quello di lanciarlo come un cavallo pazzo ma ha combinato davvero poco.
      Matice e Militarian , per quanto forti, hanno scelto di andarsene. Matic anche in malo modo, come nella successiva squadra che ha scelto. Sta bene do non sta. XD

    • H.p.i. tutto quello che vuoi su Zaniolo, fermo restando titolare in naqzionale con Spoalletti e buone presenze in Premier League con una vsquadravsecondav in classifica e voluto da un certon Hemery ma, come Ibanez, NON SOSTITUITI!

  15. diciamo che non mi è piaciuta la tempistica.
    o cambi Prima della stagione, o alla fine.
    anche perché Mourinho ha senso se la proprietà può comprare Gente importante, se deve fare l’allenatore di ragazzi sconosciuti, non è per lui.
    e a quel punto quel RESTO ANCHE CON PROGETTO NUOVO, allora serve davvero un Italiano qualsiasi ti valorizzi qualcuno da vendere in due anni.
    insomma siamo tornati al punto di sperare che tra qualche anno arrivi da noi un Mourinho.
    altro che progresso, siamo tornati a 5 anni fa.
    che co…noi!

  16. Ma quand’è che Father & Son (commissà prendo in prestito il nomignolo) capiscono che uno come lui SERVE COME IL PANE? Anzi no, non uno come lui … PROPRIO LUI!!!!! Secondo me sono anche molto mal consigliati considerando che anche la CEO è straniera come il DS/GM (per fortuna ancora per poco). Anche se Boniek ha notorietà internazionale certe dinamiche devono essere favorite dall’interno da coloro che hanno masticato di AsRoma. Svegliaaaaa.

  17. Per carità ,Boniek è un grandissimo dirigente ma si apertamente schierato con affermazioni che non aveva fatto in precedenza ,tipo Aouar e Renato facile dirlo adesso,come ha omesso che il Verona in questo momento è una squadra piccolissima e la Roma ha fatto (stastiche alla mano) 2 tiri nello specchio della porta contro il Verona

  18. aouar giocatore tecnico da uno -due co mou non ci azzecca nulla come il.pellegrini che deve giocare a tutto campo ed andare togliere pressione tra le linee. . mou lancio.lungo e pedalare poteva andare bene con super Inter anni 90. . united grande agonismo, Chelsea super squadra comunque esonerato varie volte ..dopo un po’ lui rompe le balle a tutti…fa il.piacione crea i clan nella squadra ,scarica responsabilita’.. conviene liberarsene..

  19. Zibi’ è un altro della combriccola UEFA e chiedete al Lecce se ascolterebbe i suoi consigli.
    Come allenatore è un fallito e non dovrebbe neanche provare a giudicare persino Ballardini.
    Forza Roma

    • Onestamente non mi aspettavo un simile commento da te Prohaska.
      Zibì è un tifoso della Roma che fino a ieri godeva della stima di tutti.
      Ricordo che in tantissimi (tipo Kawa) si auguravano addirittura una sua entrata in società.
      Francamente mi sembra che abbia detto cose condivisibili.
      Se poi il non aver difeso pubblicamente Mou ad oltranza lo fa passare automaticamente tra i cattivi, allora veramente mi interrogo su quanto il tecnico portoghese sia riuscito ad entrare profondamente nelle teste e nei cuori di qualche tifoso.
      Invece di demolire Boniek, descrivendolo come un allenatore fallito ed uno che fa parte della combriccola anti Roma, perché non argomenti su quello che ha dichiarato?
      Io penso che invece il polacco abbia ben inquadrato le dinamiche di spogliatoio che hanno portato all’esonero di Mou.
      Un saluto 👋

    • @Vegemite
      Non pensi che dalla sua postazione non abbia saputo della porcata di Taylor? Sennò sei un benpensante o se sbagli un ingenuo e io un becero complottisti. Evito di urtarti. Che invece sia un allenatore fallito lo dimostrano i risultati e che ha smesso. Che invece Kawasaki lo stimava me lo ricordo dipende ora che ne pensa, nonostante rispetto il suo ruolo nel tifo romanista, io ho le mie idee, e fortunatamente non devo spiegare a nessuno perché solo il Gruppo Quadraro ha esposto uno striscione contro i Friedkin.
      Forza Roma

    • Onestamente ti saresti aspettato che il capitano della Roma che non si reggeva in piedi facesse la partita di domenica e Karsdorp?e il rientro di Smalling? Non mi pare onesto.
      Poi pensala come vuoi. Ciò che ha detto Boniek in campo non si è mai visto. I giocatori possono essere anche validi ma se giocano.
      Ciao

    • Queste le dichiarazioni di Boniek dopo Budapest.Non sono dichiarazioni al vetriolo ma nemmeno quelle di uno che intende coprire un arbitraggio vergognoso. Non penso che Zibì fosse al corrente di manovre anti-Roma. Non ne posso avere le prove, ma mi sembra inverosimile e non serve essere benpensanti o complottisti per pensarlo. Questa l’intervista a Boniek dopo la finale.

      I rapporti tra Mourinho e Uefa non sono dei migliori adesso.
      “Lui si è un po’ risentito dopo la partita contro il Siviglia. Forse ha anche ragione. Al di là di tutto, siamo tutti un po’ tifosi, la Roma dopo 20 minuti aveva 4 ammoniti e questo è stato lo sbaglio più grande di Taylor. Se dopo così poco tempo ammonisci così tanti calciatori significa che li hai un po’ bloccati anche mentalmente perché qualsiasi fallo potrebbe farli giocare in inferiorità numerica. Poi il rigore. Penso però, e non mi riferisco a Budapest, che questo nervosismo dimostrato in campo dai calciatori e da qualcuno dello staff non aiuti la squadra”.

      Detto questo che Boniek come allenatore fosse mediocre lo testimonia la sua carriera. E aggiungo che anche come commentatore RAI faceva piuttosto pena. Forse anche nel suo ruolo di rappresentanza nell’UEFA non è particolarmente brillante. Ma tutte queste cose non sono rilevanti per giudicare nel merito i giudizi espressi su Mourinho.

  20. Niente da ridire, ha detto la verità senza se e senza ma, magari uno come lui venisse da noi per fare il Direttore Generale, ma forse il suo carattere non piacerebbe ai Friedkin che si aspettano profili più “yes-man”, anche se secondo me questa gente va professionalmente sedotta per guadagnarsi la sua fiducia/libertà di movimenti.
    A DDR bisogna lasciargli il tempo di rimettere in sella i ragazzi sia sul piano fisico che emozionale dopodiché potremo giudicarne l’opera effettuata, secondo me bisognerà aspettare marzo-aprile per vedere risultati positivi, prima ci sarà da sudare tanto anche noi tifosi, tanto quelli che hanno la fortuna di vivere a Roma ed andare allo stadio, quanto quelli che vivono lontano. Forza Roma per sempre!

  21. chissà se si può dire che non condivido la prima parte sull’allenatore, il danno principale alla squadra è la tempistica, se dopo la finale avevi deciso dovevi farlo allora, mentre condivido la seconda su Sanches e Aouar, dove in molti si dimentica l’infortuni e la quasi metà delle partite giocate, ma lui stesso disse che aveva paura di farsi male e credo a quel punto qualsiasi allenatore lo metterebbe in panchina…
    premesso questo, magari ad avercelo un vero dirigente di calcio, che conosce e sa parlare di calcio…
    diciamo che un’esonero di Mou fatto da Boniek avrebbe tutt’altro spessore rispetto a quello fatto da Ryan con un”liberare immediatamente gli armadietti”…

  22. Scelta intelligente?

    Una scelta presa da due presidenti americani che non comprendono il peso di fare due finali europee in due anni in una società come le Roma che ne ha fatte 5 in totale in 97 anni di storia.

    Il calcio attuale esige per ragioni economiche l’accesso alla Champions League, ma non comprendere che il nono posto attuale era solamente transitorio visto il difficile calendario, il quale ora con tre piccole da affrontare avrebbe riportato anche Mourinho sulla media del sosto posto, è grave. Sesto posto che è il leit motiv per questa Roma dal 2019 e non dall’arrivo dello Special One.

    A Mourinho andava concesso di terminare la stagione e giocarsi l’eliminatoria di Europa League, non avendo mai toppato nelle coppe tra l’altro e successivamente non rinnovargli il contratto se proprio volevi prendere un’altra strada. Non essere trattato come un Giampaolo qualsiasi, avessimo la storia del Manchester United poi…

    e ciò in parte per riconoscenza visto che come detto NON SIAMO SOLITI ARRIVARE DUE VOLTE DI FILA IN FINALE, e in parte per la lungimiranza di affidare un’altra partita da dentro/fuori ad uno che difficilmente le sbaglia.

    Non rischiando di mettere Daniele a rischio di bruciarsi col subdolo interesse di pararsi il fondoschiena.

    Boniek è un altro sopravvalutato “so tutto io”, ma poi non ricordo grandi esperienze dirigenziali eccetto la nazionale polacca…

  23. dopo ste dichiarazioni, da ti vogliamo in società, sti americani nn lo vogliono che pipponi, Zibi xever dg, solo lui ci può salvare, a che dilettante a perso un occasione pe sta zitto ecc. …. è stato un attimo!
    🤔🤔🤔

  24. @Vegemite
    Non pensi che dalla sua postazione non abbia saputo della porcata di Taylor? Sennò sei un benpensante o se sbagli un ingenuo e io un becero complottisti. Evito di urtarti. Che invece sia un allenatore fallito lo dimostrano i risultati e che ha smesso. Che invece Kawasaki lo stimava me lo ricordo dipende ora che ne pensa, nonostante rispetto il suo ruolo nel tifo romanista V, io ho le mie idee, e fortunatamente non devo spiegare a nessuno perché solo il Gruppo Quadraro ha esposto uno striscione contro i Friedkin.
    Forza Roma
    Uno

  25. Anche se e’ successo cosi Zibi ha detto “cacciato” Mou, sta cosa mi da’ fastidio….ha parte si dice esonerato ma al di la’ delle parole si poteva trovare una strada diversa sia per dignita’ che per il rispetto che si doveva, si aspettava la fine stagione e si salutava avrebbero fatto buona figura tutte le parti. Adesso ci saranno sempre tante incognite aspettiamo a dare giudizi su DDR nel buono e nel cattivo. Da Giugno la Roma sara’ Anno Zero dai “presidenti” fino al magazziniere si vedra’ !

  26. Anch’io ho notato la stessa cosa notata da Boniek, i giocatori hanno giocato con meno ansia addosso, con maggior serenità e scioltezza, hanno ritrovato il piacere di giocare a calcio con De Rossi mentre con Mourinho quando dovevano scendere in campo sembrava come se dovessero andare al patibolo ed in ogni partita si creava un clima di esasperazione, poi il non gioco e la mancanza di schemi impediva di giocare veramente a pallone ed era più un rincorrere gli avversari e per i calciatori credo che stare in campo in quel modo era tutt’altro che divertente e piacevole, tra l’altro alcuni venivano schierati anche fuori ruolo oppure ad avere un compito doppio o triplo, da ognuno si pretendeva facesse per 2 o per 3.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome