“ON AIR!” – MORONI: “Ikonè per Belotti? Lo farei domani”, PIACENTINI: “Il francese è una cosa brutta”, ROSSI: “Senza porte sarebbe da Pallone d’oro”, FERRAZZA: “Ha un caratteraccio, io eviterei”

13
606

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “La Fiorentina è delusa da Nzola, e pensa che Belotti possa risolvergli la situazione. Ma io sono un po’ preoccupato dall’avvento di Ikonè, guardate il gol che si mangia a Monza-Fiorentina: si marca tutti e poi a porta vuota sbaglia clamorosamente…è un Gervinho senza gol…L’atro giorno in Coppa aveva rimediato il rigore, poi ha detto a tutti “lo tiro io” e l’ha calciato alle stelle…è proprio uno che una rapporto controverso con la porta, senza porte sarebbe da Pallone d’oro, perchè nell’uno contro uno è inarrestabile. Magari De Rossi riesce a spingergli il tasto giusto, e gli fa capire che invece di tirare in porta deve passarla a Lukaku. Così potrebbe diventare un giocatore importante, altrimenti rischia di essere un fuffarolo…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “L’anno prossimo Tammy Abraham me lo immagino con la maglia della Roma. Io lo stimo, per me è tutt’altro che un pippone, il primo anno alla Roma ha fatto 27 gol… Lui ha avuto la sfortuna di rompersi quel maledetto crociato all’ultima partita stagionale. Io spero che facendo una buona preparazione estiva, possa tornare a essere un giocatore importante. E’ un patrimonio per la Roma e devi assolutamente recuperarlo.. Ikonè? Ha quella velocità lì, quella capacità di saltare l’uomo che nella Roma manca. Io avrei venduto Dybala, che era uno dei pochi che aveva mercato, per prendere un esterno d’attacco forte con quei soldi…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Scambio Ikoné-Belotti? Non credo che la Roma debba spendere nulla, si parla di scambio di prestiti… Non so se l’affare possa essere vantaggioso, Ikonè è una cosa brutta eh… Vice Dybala per 20 minuti? Se fosse così è un discorso, ma se deve giocare una partita sì e una no, allora è diverso. Ikonè non mi convince, è un Gervinho che non segna, e già Gervinho segnava poco… Io dalla Fiorentina mi andrei a prendere un terzino sinistro, altrimenti mi tengo Belotti. In una squadra che vuole ambire alla Champions, deve tenere Belotti come vice Lukaku…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Ikonè a me piace da morire, seguo la Fiorentina e io questo scambio con Belotti lo farei domani mattina. Lui è un giocatore alla Gervinho, salta l’uomo, accende la scintilla. E’ vero che non vede mai la porta, ma è uno che fa danni… Lasciamo lavorare tutti, dal presidente al magazziniere. Ds straniero? I nomi che si fanno non li conosco, mi devo fidare di loro…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “In questo momento Ryan Friedkin è il faro della Roma, è lui che vive Roma, sa tutto quello che succede qui tra radio, tv, giornali…e poi relaziona papà Dan. Ma è lui il decisionista, è quello che influenza le decisioni del padre. Era Ryan Friedkin uno dei più avvelenati con Mourinho, io lo sapevo già, ma ora è certificato anche dai giornali. Ha visto che Mou era troppo esaltato dal pubblico, e questa cosa non gli piaceva. Lui e Dan frequentano la Roma dei salotti, che a me non piace tantissimo, ma perchè è la Roma del “basta con questo popolo che urla: Mourinho, Mourinho!“. Però poi ti dicono che è per i risultati, e i risultati, al di là delle due finali, per tanti giustamente non bastavano…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “Ikoné? Da quello che mi dicono dei colleghi che seguono la Fiorentina è un ragazzo molto presuntuoso, ha un carattere molto particolare, per cui eviterei visto che abbiamo anche uno spogliatoio particolare, non con grandissime personalità. Non mi sembra un elemento di quelli aggreganti. Fosse un fenomeno, direi “vabbè, allora che ce ne frega“, ma non è nemmeno uno che fa la differenza, e allora eviterei…”

Giampiero Maini (Radio Manà Manà Sport): “Quella contro la Salernitana è una partita insidiosa, non può permettersi di perdere se non vuole perdere contatto da quelle che le stanno davanti, e ha giocatori insidiosi come Simy e Candreva. La Roma deve crescere sotto il profilo della condizione, dopo 65 minuti la squadra mi sembrava sulle gambe. Oliveras al posto di Spinazzola? Non penso che possa esordire, l’inserimento avviene sempre per gradi. Il mister non può fare esperimenti, ma i giovani andranno contestualizzati in prima squadra perchè sono giovani di valore e di avvenire…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “Terzino o esterno d’attacco? Per il momento la priorità è il terzino sinistro. Oggi leggo di Bakker, è un giocatore di gran fisico, veloce, può essere interessante e lo prenderei in prestito. E’ uno dei giocatori in lizza. Ndicka terzino? E’ una possibilità, ma non è detto che torni, anzi da quello che vedo negli altri gironi è probabile che la Costa d’Avorio vada avanti…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteIl vice Spinazzola? La Roma ce l’ha in casa: De Rossi prepara l’esordio di Oliveras
Articolo successivoBoniek: “Cacciare Mourinho scelta intelligente, il matrimonio non funzionava più. Aouar e Sanches non sarebbero mai dovuti venire qui”

13 Commenti

  1. “Io avrei venduto Dybala, che era uno dei pochi che aveva mercato, per prendere un esterno d’attacco forte con quei soldi…”
    E con 13ML ne prendi a mazzi di esterni d’attacco forti eh…..

  2. Hanno praticamente già ammazzato Ikonè, che poi se viene o no non me ne frega niente, ma quando poi dicono “l’ambiente Roma” sono le radio il vero problema sono loro. Corsi, credo che sia lui che le persone vicine a lui, abbiano sottovalutato la sua salute mentale.

  3. Ad avercelo oggi un Gervinho… Non sono mai stato d’accordo con la sua cessione (tra l’altro anche al Parma poi fece molto bene). Comunque sia, ripeto, mi dispiacerebbe dare Belotti alla fiorentina però è pur vero che a noi uno che salta l’uomo serve come il pane. Lo scambio di prestiti ci potrebbe stare.

  4. Al gran giogo del profeta Italiano che non segna manco dal fornaio cosa manca? Un centravanti.
    E noi cosa gli dovremmo dare? Un centravanti.
    Poi non ci lamentiamo se arrivano prima di noi.

    • Belotti è scarso, nella Fiorentina farebbe la panchina a Beltran. Ikoné alla Roma come esterno può giocare

  5. non paragonate quello scarso di Ikonè con Gervinho!
    aveva i piedi al contrario ma sfiancava le difese, non permetteva agli avversari di salire tutti insieme per paura della sua velocità e ne saltava 4 alla volta.
    ha procurato rigori a palate e aperto spazi per Edin e altri che non se ne contavano più.
    Gervinho in serie A era un fuoriclasse, per cortesia.
    non scambiamo un giocatore VERO con uno che al massimo corre il doppio di Matic

    • Non un furiclasse, per carità, ma un calciatore molto funzionale a Garcia.

      Il migliore allenatore della Roma americana.

      Ikonè è na mezza xxxa

    • Confesso che ho sempre avuto un debole per Gervinho, per il suo modo di stare in campo, per le sue rocambolesche sgroppate palla al piede che serviva il replay per capire cosa era successo.
      Mi manca.

    • mi è dispiaciuto più per lui che per Salah.
      che alla Roma era un altro giocatore, su 10 tiri, a malapena ne faceva due in porta.
      al Liverpool è andato il fratello fuoriclasse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome