Boniek: “La Roma non ha campioni, ma non è scarsa: potrebbe fare molto meglio”

46
1586

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – L’ex calciatore giallorosso Zbigniew Boniek ha parlato ai microfoni di Centro Suono Sport nel corso della trasmissione “Te la do io Tokyo”. Questo il suo pensiero sulla Roma e sul campionato:

“La Roma sotto alcuni aspetti sta leggermente deludendo. Ho guardato le ultime tre partite e ci manca un po’ di gioco. Tra tutti i nostri centrocampisti, i migliori mi sembrano Matic e il centrocampista della Primavera. Questo dimostra che quel reparto è il cuore della squadra. Il serbo non può però giocare tutte le partite.

Tra Pellegrini, Dybala, Zaniolo, Abraham e la buona difesa, Mancini, Smalling, anche Ibanez nonostante quell’errore al derby, comunque non ci mancano i giocatori. Non abbiamo i campioni, questo è certo. Non è una squadra scarsa la Roma, sia chiaro, ma ci manca un disegno di gioco”.

Abraham?
“Il problema degli attaccanti è una bella domanda. Abraham è un centravanti particolare. L’anno scorso aveva belle giocate, quest’anno gioca male. Sembra un giocatore diverso. Quando non segnano è un grande problema”.

Belotti?
“Ho la sensazione che l’ex Toro abbia il timore di ricevere la palla. Quest’anno a Roma fa molta fatica, eppure è un nazionale con una grande prospettiva davanti a sé. Dal collo in giù sono tutti giocatori, la differenza è nella testa. Un vero calciatore deve reggere lo stress”.

Come valuta il sorteggio di Europa League?
“Il sorteggio con Salisburgo dipende da che cosa vogliamo fare in competizione. Sono scese squadre dalla Champions. Se la prendi in maniera seria è tosta, si gioca del bel calcio. Devi vincere, c’è poco da fare, non bisogna prenderli sottogamba”.

Il campionato?
“Il Napoli e Milan sicuri in vetta, poi se la giocano Juve, Lazio e Roma. Non sarà facile ma bisogna essere ambiziosi. A Roma-Napoli ero allo stadio. La Roma gioca troppo sulla singola inventiva dei giocatori. Sei in difficoltà quando incontri squadre tattiche e ben organizzate è un problema. Anche le piccole che vengono qui poi alla fine gestiscono palla meglio di noi. La Roma per giocatori e potenzialità si esprime in maniera modesta, potrebbe fare molto meglio. Alcuni singoli dopo vittorie importanti tipo quella di Tirana, dovrebbero guardare più in grande il futuro. Non so come ragionano loro”.

Fonte: Centro Suono Sport

Articolo precedente“ON AIR!” – PUGLIESE: “La Roma cederà Abraham davanti a un’offerta congrua”, FERRAZZA: “Ronaldo verrebbe di corsa”, CORSI: “Qualcuno a Trigoria comincia a chiedersi chi sia Riso”
Articolo successivoSmalling, l’agente chiarisce: “Non c’è nessun rinnovo automatico del club, il suo contratto con la Roma scade nel 2023”

46 Commenti

    • Per sviluppare le idee di MOU, tutto deve essere al proprio posto, è un gioco di tempistica, se si perde l’ attimo e un tempo è obbligatorio ripartire da dietro per stanare l’ avversario, purtroppo è così, per renderlo a pieno, serve intelletto… Purtroppo, abbiamo tanti gregari e pochi campioni…È un gioco più propenso alla verticalizzazione, piuttosto che al possesso palla, ma mancando l’ attimo giusto (Cristante e il suo modo di essere….) non c’è mai questo aspetto, questa finalità….Intervenire sul mercato è giusto, se Pinto prende Aouar è un bel colpo è ciò che serve, cambia tutto.

  1. Molti in questo sito vorrebbero Boniek dirigente nella Roma.
    Ecco, mo ve l’ha detto pure Boniek che la Roma non ha gioco.
    Oh, se è bravo è bravo sempre. Nun famo che siccome ha criticato er totem mo diventa na capre, eh!

    • Non è bravo sempre perché per esempio nella risposta alla domanda sul campionato si è dimenticato l’inter

    • Non solo ha dimenticato l’Inter, ma ha pure definito Belotti “giocatore di prospettiva”…mah.
      Oltre a vedere Zaniolo centravanti…arimah.
      Io francamente non l’ho mai condiviso tutto questo entusiasmo sul buon Zibi, pessimo nella sua breve carriera da allenatore, e nemmeno di gran successo alla guida della federazione polacca, anzi.
      Però poiché molti dei sostenitori fino all’inferno di Mourinho sono anche desiderosi di vederlo con un ruolo nella Roma, allora ha ragione Toro Seduto…

    • Toro seduto non hai letto tutto quello che ha detto Boniek anche lui come tutti del resto hanno affermato che alla Roma mancano dei giocatori di livello a prescindere del gioco o meno.
      Boniek ha detto una cosa che fa riflettere riguardante matic e il primavera che suppongo si riferisca a quello entrato col torino ritenuti per lui i migliori che vuol dire questo? Che il nostro centrocampo è dedito per fare gioco con i vari cristante camara bove oppure no, considerando pure l’infortunio di Winaldjium in teoria il migliore che hai in rosa in mezzo non servirà magari un dannato regista per applicare un disegno di gioco.
      Hai letto bene le affermazioni rilasciate su Belotti e Abraham, sul primo manco mi esprimo perchè veramente definirlo uno di 29 anni di prospettiva ce ne vuole sul secondo invece mi incuriosisce il termine particolare che vorrà dire su questo? E per caso l’anno scorso il caro Abraham non aveva Miky (adattato a regista, guarda caso) che gli dava i palloni e faceva girare meglio la squadra a centrocampo.
      Toro Seduto puoi pure cambiare allenatore domani o tra un mese ma se lasci così la squadra senza determinati giocatori che servono in determinati ruoli risultati ugualmente non li ottieni, specie se li vuoi da vertice.

    • Più che altro ha detto che ci mancano dei buoni centrocampisti che disegnino gioco, e sono daccordo con lui.

    • Ma veramente ha detto che non abbiamo il centrocampo, reparto nevralgico di una squadra, che ha il compito di contenere e ripartire. Da questo reparto nasce il gioco. E ha detto anche che si aspettava che dopo la vittoria di Tirana alcuni giocatori facessero un salto di qualità, che non hanno testa, ma tu se vuoi, vedi delle colpe di Murinho.

  2. Si sono illusi con la coppa in bacheca, ma in verità c’è molto da lavorare, serve una sterzata in allenamento, nella capoccia dei giocatori, che molti stanno già con la pancia piena, non a caso solo i nuovi in queste prime giornate hanno dato l’idea di voler fare.
    Il mercato puo aiutarci!
    Chi non se la sente rimanesse a casa!

  3. Boniek non è Di Canio quello è laziale lui per più della metà è romanista, però dice le stesse cose che dice Di Canio, squadra senza gioco, che si affida solo alle individualità e quando incontra chi è organizzato tatticamente soffre.
    Alla fine qui non si tratta di essere laziali o romanisti quello che si vede però è ciò che descrivono Boniek romanista Di Canio laziale

    • Luca Roma il gioco lo crei avendo gli interpreti giusti l’ha detto Candela l’ha detto Ancelotti l’ha detto pure Boniek se leggi bene anche se ha affermato pure che la Roma non ha un disegno di gioco, ma c’è un punto basilare nelle sue dichiarazioni che fanno riflettere lui ha detto soprattutto a centrocampo, che i migliori per lui sono Matic aggiungendo che non può farle tutte escludendo winaldjium infortunato per un attimo e il primavera che vorrà dire questo? Che a centrocampo stiamo messi bene per fare una affermazione del genere e che si può costruire gioco con dei mediocri a centrocampo che è la base di tutto.

  4. Che ha detto di strano? tutti lo sanno che la Roma nn gioca a calcio ma si basa sulla forza nervosa e sulla giocata del singolo.
    solo i Mourinho Boys fanno finta che nn sia vero.

  5. il mondo del calcio è pieno di opinioni farlocche per riempire le pagine , c’è nulla da fare . La Roma non ha gioco ? ahahaah La Roma ha: un centrocampo con Cristante non in forma da inizio anno e sarebbe un signor sostituto ma non un titolare inamovibile , MAtic che si sta mettendo in forma ora e ha i suoi anni , Pellegrini con una gamba sola da inizio stagione , Zaniolo ancora ingolfato dai due infortuni che prende solo legni , Wijnaldum rotto da quando è arrivato , i vari ragazzini ancora acerbi, Spinazzola che deve ancora riprendersi , KArsdop che è tornato quello di due anni fa . Abraham che ha una sfiga impossibile e Belotti che sembra in pensione . MA la colpa è dell allenatore , che è tra i più vincenti della storia . OK !

  6. Ha diviso le responsabilità tra mr e squadra, nessuno è esente da colpa, la squadra sembra aver perso la sua solidità ma se non riesco a fare 4 passaggi in fila ha colpe pure Mou.. Forza Roma Null e perduto ma serve utilizzare questo tempo per crescere.. Forza Roma!

  7. basta zibi hai detto tutto. io e pochi altri pensiamo le stesse cose.. qui ancora c’è gente che dà retta a sto jose”. per carità .. che voi fa..a certi je piace, sa parla ‘ .si per svalutare i giocatori .. i friedkin tacciono.. peccato.. allo stadio ormai tra un imprecazione e un sospiro noi vecchi tifosi che amiamo questa squadra che e’ poi un sentimento viscerale, ci guardiamo. ormai sconsolati ,a guardare il nulla e poi vedere le altre squadre che giocano a calcio.. grande zibi…

    • Se come dici vieni allo stadio da abbonato dovresti esserti accorti che Mourinho ha l’intero appoggio di tutti i settori (un pò com succedeva ai tempi del Capitano) a parte te ovvio…

      io credo che lui sia un grande allenatore, e le ns carriere qualcosa raccontano di noi, ricordo critiche anche ai tempi dell’inter, e quando vincemmo con Ranieri qui 2 a 1 o vinsero per il rotto della cuffia con la Juve e con il Siena, si visto sicuramente un gioco non zemaniano, ma alla fine alzarono loro i trofei (perché superiori nei singoli)

      Una coppa ce l’ha fatta vincere, chiede giocatori più forti (questi 2 fatti dovrebbero far piacere anche a “un vecchio tifoso che ama la squadra in modo viscerale”), inoltre vuole un regista di centrocampo da 5 campagne acquisti tra estive e invernali..
      Non ha difetti??
      Certo che li ha, ma ad oggi preferisco lui a De Zerbi.. dimmi altrimenti chi vorresti?

    • E chi è che non vorrebbe giocatori più forti? Tutti li vorremmo.
      Però ci sono degli ostacoli innegabili per arrivarci, almeno nel breve periodo.
      Insomma, è chiaro che noi il giocatore da 50/70 mln, quello di 23/25 anni che ha già sfondato e dato conferme, a basso rischio di flop, non possiamo permettercelo, se non vendendone uno dello stesso valore (che peraltro non abbiamo) o due della metà del valore (e fatichiamo a trovare pure quelli).
      Restano i parametri zero, spesso con tante battaglie e cicatrici nei muscoli, e quindi rischiosi, oppure la bravura di arrivare a quelli che saranno i crack nel giro di qualche anno, ancora a basso costo, ma da formare e crescere in un contesto funzionale. Ma non si vedono.
      Poi vedo però che si scommettono cifre importanti sui Cristante e Mancini, peraltro con la sicura benedizione del tecnico, e allora non capisco più chi è che vuole chi e cosa.
      Lo stesso Mourinho in sede di presentazione aveva detto di essere conscio di trovarsi davanti ad una sfida diversa che aveva accettato con consapevolezza. Però poi lo senti lamentare che solo Sampdoria e Lecce spendono meno di noi; lo vedo pescare più o meno a casaccio tra i giovani della primavera, Bove non gioca mai mentre Felix a momenti ha avuto lo spazio di un titolare.
      Intanto 100 mln di investimenti valgono circa la metà, nessuno migliora di una virgola, il minestrone anni 50 che dobbiamo ingurgitare in cambio dei risultati…non dà risultati.
      Ad oggi resta solo la Conference di un anno e mezzo di Mourinho, bellissima dopo tanto digiuno, ma appunto perché non si mangiava niente da 14 anni.
      Qual è il piano? Almeno con Pallotta lo capivo, non mi piaceva, ma lo capivo.

    • Steve, non fare certe domande che poi ti rispondono. De Zerbi, Italiano, Fonseca/Garcia bis, er pelato, Tuchel (che non ha mai allenato una “media” come il Porto). Poi ci sono i vari Gasperini, Pioli, Sarri e, perche no?, Conte e Ancelotti.
      Oltre ai nicknames multipli, qui ci sono anche multipersonalita’. Non sanno neanche loro cosa vogliono. NON vogliono Mou e Zaniolo. Per il resto tutto fa brodo, pure rimpiangere Miki e il contestatissimo Oliveira.

  8. Se potessimo avere 1 fuoriclasse tipo Totti e 4-5 ottimi giocatori tipo Dybala, tutti in perfette condizioni fisiche, avrebbe torto.
    Ma poiché non può essere, almeno quest’anno (e sono ottimista), ha ragione Zibì, insieme a tanti altri che su questo sito hanno chiesto umilmente un po’ di gioco in più.
    Mou dice che sta riflettendo. Buona riflessione, anche perché è sui di lui che continuiamo a puntare.

  9. La Roma ha bisogno di un dirigente nell’area tecnica, Pinto non è sufficiente e Mourinho deve fare soprattutto l’allenatore e non disperdersi su altre cose. Sia Boniek, sia un altro ma questa è una delle principali esigenze della Roma attuale, se veramente vuole crescere.

    • Ed infatti il più auspicabile sarebbe Rudi Voeller, che ad Ottobre stava anche a Roma per presenziare ad un evento, che passerà molto più tempo a Roma, ed ora chi si è ritirato dal Bayer Leverkusen, non avrebbe impedimenti per poter lavorare con noi. Lui per me sarebbe il TOP in assoluto perché ama il club e la città per davvero, le follie per noi lui le ha fatte, grandissimo carisma, grandissimo talent scout, ottimo gestore, ottimo allenatore e nella formazione di giovani, bandiera giallorossa, e lui quasi da solo ci ha portato ad una finale di Coppa UEFA, con una Roma molto limitata e Voeller-dipendente, viene ceduto (e lui prima di essere ceduto ha fatto un proclama alla radio di non voler essere ceduto, mannaggia a Ciarrapico che odio perché Dino Viola promise a Voeller che sarebbe stato l’ultimo giocatore che avrebbe mai ceduto, perché lui voleva chiudere la carriera a Roma, ma contento per lui che ha vinto scudetto e Coppa Campioni con l’Olympique Marsiglia, per dimostrare di essere un grande campione e vincente, mentre noi senza di lui, avevamo fatto un campionato da zona retrocessione). Torna tedesco a volare con noi, con te possiamo costruire un grandissimo settore giovanile ed un futuro con diversi campioni di livello mondiale scoperti, supervisionati e cresciuti da te. 🙂

  10. MOU allenatore =
    in campo essenzialita .
    Buona la difesa ( aldila delle chiacchiere ).
    .Togliendo Udine sono 10 I gol subtil in 14.partite
    NON BENE il centrocampo :
    Pellegrini spesso ha pagato una NON BUONA condizione fisica , non potendo assicurare rientri , appoggi.
    MOU costretto spesso a schierare Matic Cristante insieme quando dovevano alternarsi .
    Mancato Wijnaldum causa infortunio , non acquistato ( ma tanto cercato ) Frattesi che doveva alternarsi con Gini.
    PESSIMO l’ attacco.
    Zaniolo e’ sooravvalutato e si autosopravvaluta
    El Shaarawy in calo mentale dopo la Cina ma anche disorientato dai cambi di ruolo , ora fa non bene sia il difensore che l’ attaccante.
    Abraham ha fermato la crescita , soddisfatto
    ( TROPPO) del tanto impiego e della vittoria della Conference League.
    La coppa doveva essere un
    PUNTO DI INIZIO.
    Troppi festeggiamenti , per alcuni calciatori , l’ ha fatta diventare un PUNTO D’ARRIVO
    __________
    A questo aggiungere Spinazzola ancora indietro
    Dybala spesso mancato ( ma si doveva considerare questa ipotesi )
    MOU che ha trattenuto calciatori per poi impiegarli pochissimo :
    Vina = mondiale ottima vetrina per lui.A Roma ancora sconosciuto il suo valore
    Bove = lodato , osannato ma impiegato ultimi 10 minuti
    Shoumurodov = acquistato per essere centravanti , raramente e pochi minuti impiegato nel ruolo
    Belotti = come Abraham paga i pochi palloni che arrivano.In più NON BUONA preparazione fisica.

  11. Ci sarà un’ altra ROMA a gennaio ?
    CERTAMENTE.
    Magar questi 2 mesi serviranno per riprendere la PIENA CONDIZIONE FISICA e mentale a
    Spina , a Pellegrini , ad Abraham , a Belotti.
    Magari Pinto Friedkin faranno 1/2 regali
    Magari MOU riuscirà a MOTIVARLI e a riprendere il percorso di crescita.
    PS
    Wijnaldum avrà bisogno di tempo
    Solbakken potrà solo essere una sorpresa.
    Per me verrà impiegato pochissimo da MOU.

    • Stai bene, compa’? Ti sei dimenticata la tiritera su Zaniolo nel secondo post. Tutto ok? Strana sensazione, come se zenone non imprecasse contro Pinto quando parla di F1 o di bocce.

  12. Siamo al 18 di novembre 2022! per inizio gennaio 2023 (ripresa del campionato) c’è un eternità di tempo prezioso… per mettere al posto dello scaldapanchine uno che valga…

  13. …ancora co sta storia che Mourinho non sa allenare perché la Roma gioca male.

    Mourinho ha VINTO quello che ha vinto, ma non ha mai fatto un gioco spettacolare.
    Lo sapevamo prima che venisse.

    Idem Capello, Ancellotti ecc.
    Sono allenatori pragmatici che più di altri vincono perché riescono a tirare fuori il massimo da un gruppo fatto in gran parte grandi giocatori.

    Perché per vincere occorre gente di rango e ben assortita.

    Ora la rosa della Roma, specie a centrocampo manca di queste qualità. ( e in attacco stamo li, perché se non segna Dybala, non segnamo manco a porta vuota… vedi Abraham).

    Detto ciò, anche a me non piace come gioca la Roma.

    Cambiando allenatore potremmo pure fare una serie di belle partite., ma per Vincere poi servono sempre i giocatori bravi. Ed il primo che lo sa è José….altro che bollito.

    FRS 💛 ❤️ 🇮🇹

  14. Mou cerca il risultato e porta al limite i suoi giocatori anche sfiancandoli una volta scelti i titolari. Sono convinto che senza mou nn si vinceva il trofeo europeo, poi se vuoi puntare sui giovani non è l’allenatore ideale.. Dzeko il primo anno a Roma era finito, dzeko, anzi ora abraham nel suo secondo anno sta facendo meglio; se varrà quei soldi si vedrà.. Certo che se butti nel dirupo il valore gia basso di certi giocatori ricadrà nelle tasche di friedkin.

  15. Ha detto le stesse cose che penso io sul centrocampo, tuttavia il mio pensiero è ancora più netto..

    Per arrivare al risultato c’è bisogno di un idea, come arrivare a fare goal.. Se siamo a 3 punti dal quarto posto l’idea c’è.. Un idea che può piacere oppure no.. E già so che non piace.. Ed onestamente non piace neanche a me..

    Ma il punto è.. La Roma potrebbe fare gli stessi punti (o magari di più) con un altra idea?.. C’è chi chiede bel gioco.. Ma per giocare bene servono gli interpreti.. Interpreti reattivi è tecnici, rapidi sia di gambe che di pensiero..

    Noi li abbiamo?.. Assolutamente no a mio avviso.. Siamo fisici.. Ma lenti sia di gambe che di pensiero.. I nostri centrocampisti non sono nemmeno reattivi.. Ed in alcuni casi, addirittura poco tecnici..

    Un bel gioco si basa sulla velocità.. Come si fa a fare bel gioco se gli interpreti sono terribilmente lenti ed in alcuni casi poco tecnici?.. E non sto parlando di campioni.. Ma di caratteristiche che può avere anche un giocatore medio..

    Credevamo di essere diventati più forti grazie a Dybala e Wijnaldum.. E con Dybala in campo la Roma i suoi punti li ha fatti.. Ma è mancato il giocatore che ti migliorava il centrocampo.. E non solo..

    Perché senza avere Wijnaldum abbiamo perso Veretout.. Che non era molto tecnico.. Ma almeno era reattivo e veloce.. Ma specialmente Mikitharian.. Che aveva le caratteristiche tecniche che ci stanno mancando.. L’armeno infatti è un giocatore reattivo, veloce di gamba.. Tecnico ed intelligente..

    E per chi si ricorda, anche lo scorso anno, con Miki in campo la Roma, giocava meglio.. Anche se solamente lui non bastava.. Ora invece abbiamo perso anche lui..

    Siamo usciti dalla zona Champions il secondo anno di Di Francesco (quando Monchi ha cambiato tutto il centrocampo).. Con Fonseca siamo arrivati a 20 punti dalla zona Champions.. Ed il secondo anno addirittura settimi a pari punti con il Sassuolo..

    Abbiamo sempre dato la colpa al mister di turno.. Senza andare veramente infondo.. Lo possiamo fare anche ora, cambiare anche ora.. Ma non cambierà nulla.. Bisogna cambiare il centrocampo.. Siamo troppo lenti.. Legati a caratteristiche che non ti permettono di giocare in velocità..

    E quando si arriva sulla trequarti l’unica cosa che resta è.. Tornare indietro.. Provare a ricominciare, tentando di far salire gli avversari..

    Serve una rivoluzione a centrocampo.. Poi si può parlare di tutto il resto.. Di Abraham che toccando 5 palloni a partita non riesce a dare nulla.. Di Zaniolo che quando gli arriva la palla ormai ha 4 uomini addosso.. E di tante altre cose..

    Ma il problema più grande è legato da anni ormai li al centro.. E spesso lo ignoriamo..

    Forza Roma..

    • finalmente uno che ha evidenziato il male storico della Roma degli ultimi anni.
      Dopo il centrocampo fantastico con DDR , Strootman e Ninja , non abbiamo più avuto un centrocampo di quel livello.

  16. Quello che dice Zibi è quello che mi chiedo io da tempo.Io seguo molte partite e non capisco perchè una squadra cmq fatta da nazionali giochi in modo orrendo come noi.
    Posso capire che mancano i giocatori x vincere la CL o lo scudetto ma vedere 300 passaggi orizzontali e una squadra che non ha uno straccio di schema sulla…corsa ,sul palla addosso palla indietro,insomma il minimo indispensabile è una cosa inaccettabile.
    Non amo i tecnici maniaci,quelli che oscurano il talento ma quello che si vede in campo con la Roma l’ho visto ai tempi di Carlos Bianchi…squadre come il Monza,La Salernitana l’udinese il Toro che cha a mala pena 11 giocatori ci ha mischiato il pallone voi capite che non si può accettare.Manca totalmente il lavoro sul campo….poche squadre al mondo possono giocare sulla giocata del singolo 3 forse 4………sicuramente le assenze pesano e l’appannamento di certi giocatori incide….ma non può giustificare la gogna da sopportare in ogni partita.

  17. zibi boniek

    che altro aggiungere…

    Un mito e soprattutto uno che mastica calcio da una vita.

    lui e rudi, gente che ha giocato a pallone fin da bambini, fatto tutta la trafila fino ai livelli più alti in assoluto, da giocatori, allenatori e dirigenti.

    esperti di calcio, di quelli veri. non i finti che fanno i corsi. gente di spogliatoio e di campo.

    quando parlano loro silenzio e ascoltare bene.

  18. ok il problema è Mourinho al suo posto chi? soldi per prendere un allenatore top non ce ne sono soldi per comprare campioni non ce ne sono, quindi? negli ultimi anni abbiamo cambiato un sacco di allenatori l’unico che ha portato un trofeo è Mourinho con una squadra di livello medio-scarso quindi fate un po’ voi

    • quindi? mou va via e te ritorna fonsega,dillo a friedkin che nun cianno li sordi,che poi se famo du risate un conto e’ non averli ,un conto e’ non volerli spendere per il mercato, lo sai a quanto ammonta il patrimonio dei friedkin? informati,forza ROMA

  19. A me Boniek e’ simpatico pero’ segue la corrente negativa mica dice che Mou ha inventato il polacchetto esterno basso 5 a sx che alla Polonia serviva. Mica dice se 2 pareggi erano vittorie poteva stare al 4 posto quindi il gioco ce pero’ gli interpetri sono sotto tono. Comunque ognuno deve sentirsi libero di dire quello che secondo lui sia il miglior calcio per la Roma, io aspetto febbraio Marzo e vediamo come sta’ la Roma in classifica e poi a Giugno tireremo le somme se e’ andata bene gioiremo se e’ andata male si ricomincera’ come tutti gli anni passati con acquisti e vendite con le nostre chiacchiere i nostri giornalisti che raccontano fandonie e che critichiamo Mou che si incacchia e pia’ pizzoni in faccia o Tiago che ha capito che meno si parla e meglio e’, e i nostri presidenti che la faccia ce la mettono ma la lingua no!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome