Caccia al terzino: De Rossi chiama Di Lorenzo, Bellanova l’alternativa. Gendray e Diakihité i piani C e D

47
909

NOTIZIE ROMA CALCIOMERCATO – La rottura tra il Napoli e Giovanni Di Lorenzo è diventata ufficiale e nemmeno l’imminente arrivo di Antonio Conte sulla panchina degli azzurri sembra in grado di ricomporre la frattura.

La Roma, in netta difficoltà sulla fascia destra, si è fatta subito avanti con il terzino. De Rossi, appena venuto a conoscenza che il giocatore era sul mercato, lo ha chiamato con discrezione per capire se ci fosse apertura a un possibile trasferimento nella Capitale. L’esterno non si è detto contrario, il vero problema però è l’offerta economica da presentare a De Laurentiis che vorrebbe incassare almeno 20 milioni dalla sua cessione.

Ghisolfi sta cercando un’alternativa che il tecnico ha indicato in Raul Bellanova, esterno destro del Torino classe 2000. Anche in questo caso l’investimento sarebbe importante per le casse giallorosse: il terzino è quotato circa 20 milioni, ma con la convocazione di Spalletti e l’Europeo, il suo cartellino potrebbe impennarsi. Per questo motivo a Trigoria si monitora con interesse anche il profilo di Diakhité del Lilla e di Gendray del Lecce: si tratterebbe dei cosiddetti piani “C e D” di cui parlava ieri l’allenatore giallorosso.

Fonti: Il Messaggero / Leggo

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRoma, Chiesa e David più lontani senza Champions. Per l’attacco obiettivi Pavlidis e Kalimuendo
Articolo successivo“ON AIR!” – CARINA: “De Rossi ha chiesto sette titolari, serve il coraggio di cambiare”, LO MONACO: “Questo è l’anno zero di un nuovo progetto”, AGRESTI: “Poche squadre in Italia possono permettersi Cristante e Paredes”,

47 Commenti

    • ma si facciamo anche i piani E / F / G/ H non si sa mai .
      hai visto mai qualche giocatore potrebbe scappare …. almeno sapremo cosa fare e non ci troveremo spiazzati!!!

    • infatti, è inutile continuare a parlare di ciò che non si può avere o di obbiettivi che ci snobbano

    • Il terzino del Lecce è peggio di celik, in più a differenza del turco non ha giocato nemmeno in buone squadre ed in competizioni europee Sedetevi davanti alla tv non dietro.
      Dire che c e d sono meglio di A e B è pari pari da quelli che hanno detto che Lukaku non serve.

    • Me so annato a vedè un po’ de partite del Lecce pe visionamme Gendray e Dorgu. Uno peggio dell’artro. Er francese non c’ha nessuna qualità in particolare, c’ha 24. Me ricorda Karsdorp, soprattutto quanno retropassa. Er danese c’ha 19, quindi potenzialmente c’ha più margini de crescita. Ma che deve cresce nun se sa’. Nun j’ho visto nessuno spunto nella corsa, atleticamente è normalissimo, ner breve e nell’allungo. Nun è dotato de na particolare velocità. Tecnicamente scialbo, nessun dribbling, nessuna capacità de sartà l’avversario. Nun so come se possa dì che DDR sia rimasto corpito da sto pischello….

    • piano A 1,2,3,4 posto piano B 5,6 posto ……piano D sopra la Lazio. per come la vedo io sarà dura…allenatore un incognita ( con tutto il rispetto per Daniele) così come il Ds. un’altra cosa che mi lascia perplesso e che da quando sono i proprietari al 100% hanno cambiato non so quanti dirigenti….e abbiamo tutti novelli….. sarà ma la vedo dura

  1. quindi a parità di costo, 20M, la prima scelta è un prossimo 32enne con annesso importante stipendio, praticamente all’ultimo contratto della sua carriera e poi invendibile sul mercato,
    mentre un giovane 24enne in rampa di lancio che ha fatto benissimo negli ultimi campionati e con lo stipendio sicuramente più abbordabile e sicuramente rivendibile in futuro sul mercato, è solamente la seconda scelta.

    ipotesi (visto che notizie non sono) prive di ogni logica credibilità e attendibilità

    • tutte chiacchiere ragazzi perche non commentiamo piu fino al 31 agosto e vediamo che squadra viene fuori tanto fino al 31 agosto e tutta na presa per culo

  2. per il prossimo mercato estivo è obbligo dare piena fiducia alle scelte di DDR, poi, valuteremo la sua Prima stagione in assoluto con l’ as Roma

  3. Tranquilli che non prendiamo di certo i piani A. Andiamo incontro a stagioni senza poter coltivare almeno l’illusione di Mou di essere competitivi. DDR avrà un compito molto arduo e rischia non poco.

    • Personalmente delle illusioni me ne sbatto.
      Sogno da bravo tifoso ma non ho le bende agli occhi.

    • ma lo capite che un terzino ” vero…pronto…e non sopra i 30 ” costerebbe minimo 30 cucuzze e 3/4 di ingaggio ????O inventi .. scopri….e speri….oppure smettiamo

  4. Boh c’è qualcosa che mi sfugge! I giocatori nostri che, a dispetto di tutto, disputano finali o semi-finalu europee non valgono un fico secco mentre quelli di club che arrivano 3 o 4 posizioni sotto un campionato valgono 3 volte di più, magari anche con la ferma volontà di lasciare il club di appartenenza.

  5. Vi dirò……secondo me Diakhitè dovrebbe essere il piano A….. ma in realtà credo che i discorsi DiLorenzo e Bellanova siano pura fantasia

  6. Credo che il tesoretto verrà investito in gran parte su centrocampo e attacco.
    Detto questo, De Rossi ha già più volte delineato il profilo dei giocatori da prendere.
    Giovani, di talento, con certe caratteristiche fisiche (velocità, capacità di saltare l’uomo), già pronti o futuribili, che costituiscano un asset per la società. Non ci credo abbia chiesto come piano A Di Lorenzo.

    • Infatti è proprio la proprietà che ha delineato il profilo dei giocatori da prendere, DDR ha fatto da portavoce.
      Tra le caratteristiche hai dimenticato di enumerari le più fondamentali: che costino poco e guadagnino meno.
      Il resto sono dettagli.

  7. Gendray più che un piano C o D , mi sembra un pino Z .A meno che non si voglia puntare ad una salvezza tranquilla .Se proprio volete sparare nomi a caso , fateli di giocatori degni della nostra maglia .

  8. Bellanova mi piacerebbe, anche se va visto con la difesa a 4 e per acquistarlo forse non bastano i 20 milioni di cui si discute.
    Di Lorenzo costa troppo in proporzione all’età. Va bene per chi vuole allestire un istant team per vincere subito, ma temo non sia il nostro caso.
    Gendray spero proprio di no. Giocatore discreto, adatto ad una provinciale, ma non ad una squadra che punta a competere tra le migliori.
    Diakite è un nome che circola perché attualmente in forza alla ex squadra del nostro Ds, ma credo si possa trovare di meglio.
    Del resto il nuovo Ds è stato preso proprio per scovare giocatori forti ed in crescita ma ancora a prezzi accessibili.
    A me piace molto il terzino destro della nazionale giapponese in forza all’AZ Alkamar, stessa squadra di Pavlidis. Sagawara è in scadenza 2025 e può essere acquistato per una decina di milioni. Si tratta di un terzino completo, veloce ma anche solido nei contrasti, tecnico e duttile con grandi margini di miglioramento, trattandosi di un coetaneo di Bellanova.

    • Io per motivi di lavoro non posso più scrivere di talenti emergenti nelle aree Asia Orientale/Australiasia, però profili come Yukinari Sugawara, che ho menzionato tempo fa, è okay. Vi rompevo le scatole soprattutto con profili di vari nipponici e sudcoreani, tra cui anche Sugawara. Il problema ora è che Sugawara interessa molto questa finestra di mercato a diversi club, di cui 3 in Italia che sono l’Inda (venderà Dumfries e considera Sugawara una opzione per sostituire l’olandese), il Napule (il nipponico sarebbe visto come sostituto di Di Lorenzo) ed i Formellesi, anche se i favoriti a prenderselo è il Liverpool che dopo l’impatto molto positivo di Endo (altro mio pallino da tanto tempo), i Reds sono interessati a Sugawara anche loro. Se arrivasse da noi uno come lui, ovviamente sarebbe un grande upgrade come terzino destro tenendo Celik come riserva.

  9. Speriamo di portare a Roma, Bellanova! Sarebbe il primo dei grandi acquisti che andrebbero fatti per costruire una squadra ambiziosa

  10. Di Lorenzo e Bellanova non possono essere piano A e piano B già per il semplice fatto che uno è per la difesa a quattro e l’altro va bene per quella a tre.
    E tralasciando che non arriverà sicuramente nessuno dei due.

    • Sarà pure vero.
      Ma noi, da tifosi, non dovremmo parlare di casse.
      Questa è la dimostrazione di quanto nel corso degli anni ci abbiano decontestualizzato plasmandoci a loro piacimento (proprietà americane….).
      Noi dovremmo discutere di quali giocatori vorremmo arrivassero al posto di quelli inadeguati che ci ritroviamo grazie ad anni di pessima gestione e programmazione.

  11. A ragà ma che paxxe! Ieri e finito il campionato e già iniziamo?
    Tanto è palese che magari ci sarà una lista di 40 nomi tra preferiti, sostituti, seconda scelta e via discorrendo e ne circoleranno 200 di nomi.
    La cosa positiva è che il nuovo DS è ancora più riservato e quindi di notizie vere ne usciranno poche, per la gioia dei giornalisti che scriveranno nomi uno dietro l’altro e nel mucchio qualcosa azzeccheranno!
    Io mi auguro solo che facciano scelte coerenti con gli obbiettivi da raggiungere.
    Vorrei evitare la prossima stagione gente che fa l’attaccante e non riesce a segnare manco sottoporta, gente che sulle fasce non riesce a fare un cross decente o spingere come si deve, un centrocampo che costruisce azioni una tantum e difese che come cambi modulo se perdono.

  12. Non si sa il baget ma vedo una stampa ostile dove si scrive che 30 milioni per Thurman non si possono spendere e anche questi sono messi per farci capire che siamo una società di pulciari .i voglio augurare che non sia così che mettono sul piatto 50 brande e vendessero Pellegrini,cristante,eccc.

    • Per Uma Thurman,pure se non e’piu’ croccantissima,du’spicci li caccerei..

  13. Francamente se devo andare a spendere oltre €20M per un terzino, vorrei uno di livello TOP assoluto ed allora farei uno sforzo per cercare di prendermi a tutti i costi Ferdi Kadioglu, terzino ambidestro turco classe 1999 del Fenerbahce (andava sinceramente preso almeno 2 anni fa e forse ne ho accennato lui una volta 2 anni fa quando i costi erano bassi mi pare con Boey del Galatasaray sulla destra (quando ne parlai costava ancora poco, poi lo scorso inverno è passato al Bayern Monaco per addirittura €30M) e Kadioglu sulla sinistra per avere due fasce con due giocatori capaci di ricoprire l’intera fascia e saltare l’avversario). Kadioglu però costerà sui €25M (con forse anche una percentuale sulla futura rivendita da inserire), ma ha qualità offensive anche migliori per me di Theo Hernandez ma a differenza del bilanista, Kadioglu è anche fortissimo a livello difensivo e nel vincere i duelli, ha un rapporto passaggi riusciti per un terzino molto elevato, ha uno scatto bruciante e fa scorribande lungo le fasce come un indemoniato, e riesce farlo giocando benissimo sia come terzino destro, sia come terzino sinistro pure ma anche se serve alzare la sua posizione come ala ed anche operare come una mezzala, anche se come terzino è dove appare più devastante. Prenderlo ora non è semplice, da tempo c’è l’Arsenal su di lui che però non ha chiuso per Kadioglu. Se devo investire una cifra importante per risolvere in modo definitivo il problema del terzino, lo farei puntando su uno come Kadioglu che in Serie A ma vi dico anche in Europa, questo farebbe vedere sorci verdi a tutti e per me sarebbe un acquisto da assoluto TOP perché per me li manca solo di fare vedere anche solo il 50% di quello che sa farlo consacrare uno dei migliori terzini al mondo.

    • @ Saverio: leggo con interesse i tuoi commenti e sono impressionato dalla tuo conoscienza (sono sincero, non ironico). Ma da dove viene tutta questa conoscienza sui mercati asiatiche, etc.?

    • Quando incominciai a scrivere diverso tempo addietro ero sempre stato un appassionato con abbastanza buon occhio interessato al talent scouting ma solo come hobby, ma poi parlando ed interagendo con questa persona in Olanda che è diventato un po’ come il mio migliore amico nel frattempo, ho compreso che potevo intraprendere una carriera da scout anche se c’era molto da fare e che non sapevo, ma grazie alle indicazioni di questo amico, che mi ha fatto conoscere anche diverse persone del settore importanti (facendomi capire sia le strade buone che i tranelli pure), io poi ho dovuto investire per trasformare questa passione in qualcosa che volevo fare, ma con moltissime cose da dover apprendere che non immaginavo ma di cui lo scouting moderno richiede al giorno d’oggi e non basta più essere solo uno scout che osserva partite e scrive rapporti, ma devi essere capace ad utilizzare piattaforme informatiche varie, leggere dati e diagrammi vari di partite e dei singoli calciatori e trarre una lettura guardando partite registrate su cui tali dati si basano. Questa è una metodologia standard in alcuni club che lavorano con uno scouting di prima fascia e che basano la loro sopravvivenza proprio sullo scouting, e quindi ci investono ed oggi collaboro con due club tedeschi per l’osservazione ed il monitoraggio di calciatori nell’emisfero Asia Orientale ed Australasia. Non è stato facile ed ho anche imparato tanto ma ancora devo imparare tanto ma ho elaborato forse uno dei Database più dettagliati proprio specializzandomi su calciatori asiatici, perché poca gente lo ha fatto ed i calciatori di quelle aree oramai hanno raggiunto un livello molto elevato ed hanno costi molto bassi. Diciamo che un buon nipponico e sudcoreano che già mostrano buone potenzialità, possono costare tra i €50mila fino a €400mila (i migliori calciatori in quei campionati li puoi anche acquistare da €500mila fino ad un massimo di €3M), di cui dopo un periodo di ambientamento diventata di recente anche più rapido nel calcio Europeo, il valore di tali calciatori aumenta dopo 1 sola stagione da 5 fino a 20 volte quanto investito. Sono anche una tipologia di calciatori che ti possono portare sponsorizzazioni varie una volta che giocano con regolarità (perché oramai in Europa tranne in Italia, gli sponsor principali sono in maggioranza sponsor asiatici), oltre a vendite sul merchandising ed operazioni commerciali che se azzecchi e valorizzi il calciatore giusto, l’impatto in termini di vendite può superare quelli di Neymar ed essere secondari solo a Messi e CR7. Per questi motivi ed altri ho puntato su questa area di calciatori ma ovviamente devi avere una buona cognizione anche su tanti talenti che stanno in giro per il mondo pure.

  14. Non faccio più nomi ma se si vuole risparmiare qualcosa sulle fasce per puntare a 2-3 TOP su cui investire di più, consiglierei allora di prendere in considerazione due terzini asiatici di cui Giappone e Sud Corea hanno sempre prodotto tanti terzini/terzini fluidificanti di grande corsa e dinamicità. Può bastare un budget tra €5-6M compresi commissioni ed ingaggi anche tra €200-800mila per prendere due dei migliori terzini laggiù. I nipponici tendono ad avere maggiore rapidità nel breve, sono terzini molto tecnici ed hanno caratteristiche ideali per velocizzare molto il gioco quando in possesso palla e tatticamente molto disciplinati (una volta ambientati diventano quasi come degli allenatori in campo e sanno eseguire tutti i compiti tattici dettati dal proprio allenatore). I sudcoreani invece hanno più forza fisica (alcuni sono anche molto irruenti e vanno un po’ domati perché prenderebbero rossi qui da noi e causerebbero tanti infortuni agli avversari), resistenza e corrono come dannati per tutto l’arco di una partita sfiancando gli avversari. Io suggerirei un terzino destro nipponico ed uno sinistro sudcoreano (ce ne sono però alcuni anche in grado di giocare su ambedue le due fasce), considerando la riconferma di Celik ed Angelino. Dovessimo passare anche ad un modulo del tipo una difesa a 3 con allora bisogno di Wingback piuttosto di terzini in una difesa a 4, i terzini asiatici non hanno problemi di alcun tipo a fare questa transizione e di poter ricoprire da soli l’intera fascia.

    • Ciao Saverio, magari Itakura della nazionale giapponese, 27 anni ed ai mondiali mi aveva fatto una buona impressione, in Bundesliga ha anche segnato 3 gol col Borussia M.

  15. prima di scendere in spiaggia da piccolo compravo il corriere e sognavo grandi nomi per la mia Roma……quando si compravano i pruzzo i Falcao i Prati non vedevo l’ora di tornare all’Olimpico per vederli oggi sparano certi nomi che me fanno piagne…..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome