Cafu: “Sono più di vent’anni che la Roma non vince, capisco il tifoso che non ha più pazienza”

25
1183

NOTIZIE AS ROMA – Intervenuto nell’emittente radiofonica “NSL Radio”, Marcos Cafù ha parlato anche del momento della Roma che domenica sfiderà la Lazio in un derby che l’esterno brasiliano conosce bene.

Queste le parole dell’ex terzino giallorosso:

Sulla Roma.
È difficile dare una risposta a questa domanda, non saprei. Quando io sono arrivato erano diciotto anni che la Roma non vinceva uno scudetto e ora sono più di vent’anni. Non so se sia una questione di mentalità o di calciatori, ma sembra sempre che ci sia qualcosa che non va. Dobbiamo cercare in ogni modo di rompere questo tabù. Capello ha trovato una squadra che si conosceva, Mourinho sta insegnando ai ragazzi a giocare insieme.

Non voglio paragonare Mourinho e Capello perché sono diversi, Capello è riuscito a vincere nel secondo anno, ma la squadra giocava insieme già da cinque o sei anni. Mourinho adesso sta cercando di far capire ai ragazzi come stare insieme in campo ma io capisco che il tifoso della Roma, dopo 20 anni, non ha più pazienza.

Sul derby.
Spero che i ragazzi entrino in campo e cerchino di giocare al calcio, senza essere troppo cattivi sportivamente, è giusto mettere la grinta nel gioco ma mi auguro ci sia correttezza in campo. Spero sarà un derby bello da vedere, io lo guarderò qui dal Brasile. Nedved? Una volta l’ho incontrato in spiaggia e mi ha pregato di non fargli più sombreri (ride, ndr) è un ragazzo d’oro.

Articolo precedente“ON AIR!” – PIACENTINI: “Prestazione indecente”, MAGNI: “Ingiusti i fischi a Zaniolo”, CORSI: “Mou sconfitto, a fine stagione andrà via”, DI GIOVAMBATTISTA: “Domenica non c’è partita…”
Articolo successivoRoma, occasione di rivincita: i campioni di Norvegia del Bodo/Glimt di nuovo sulla strada dei giallorossi

25 Commenti

  1. Daje cesaroni, sotto!
    N’altro nemico daa Roma.
    Ora giù insulti.

    • Veramente il buon Cafu è il perfetto Cesaroni, predica pazienza e spiega che ci vuole tempo per vincere. Che sta a di?

    • E già, noi Romanisti siamo proprio degli impazientoni cattivoni.
      Ci vuole tempo per vincere……voglio dire, mica abbiamo aspettato 10 anni ballotta che diceva che entro 5 vincevamo.
      Ora giustamente aspettiamo i friedkin che ogni anno parte il progGgettone triennale e l’anno dopo riparte ma la costante è che i giocatori forti sono fuori dalla loro portata e dalle loro possibilità.
      Però nun parlano, loro, le sciocchezze le fanno raccontare a pinto (sa fare solo quello…). Ecco in cosa sono diversi da ballotta, na svolta.
      Quindi spiegami perché dovrei dare tempo a chi mi prende in giro senza fare una mossa concreta che sia una che mi possa far sperare che l’intenzione di vincere ci sia.
      Direi che i Romanisti hanno già dato in materia di ortofrutta, e ti dico pure che con questi puoi aspettare anche 2483 anni senza vincere una cippa.
      Scommetto quello che vuoi.

    • A caro Ilario, dici che coi Friedkin parte prima un triennale e poi un altro come se stessero qua da 6 o più anni… quando in realtà sono arrivati da tipo un anno o poco più.
      Giusto per rendere l’idea della qualità di ragionamento che utilizzi.
      Come dice Cafù, è comprensibile la voglia di dire a chi dovere di darsi una mossa. Ma in tutto questo bisogna anche dare alla gente il tempo di fare il loro lavoro.

      Se in una realtà parallela domani dovessero approvarci il progetto stadio, non è che possiamo pretendere di averlo pronto ed agibile nel giro di tre giorni solo perché abbiamo aspettato 10 anni per la sua approvazione; per costruire serve tempo, indipendentemente da quando un progetto ha inizio…
      La rabbia (comprensibilissima e condivisa) non deve accecare la capacità di giudizio.

    • Capello aveva Cadu e candela, mourinho vina e karsdop.
      Potrei continuare il paragone con tt i calciatori (ad eccezione de portiere che era peggiore di Rui patricio).
      Certo che capello ha vinto mourinho con quella squadra faceva il triplete

    • Evitiamo di parlare dei top; direi che pure Gurenko sarebbe stato titolare nella Roma di oggi.
      Per non parlare di Rinaldi.
      E sicuramente pure Rosi.
      E Holebas.

  2. Un mostro sacro!!! Uno degli ultimi campioni con la C maiuscola del nostro calcio!!! Onore e gloria a te Gigante della fascia destra!!!

  3. Comunque ho notato che sia Mourinho che Cafù hanno detto la stessa cosa: non si vince da 20 anni, ovvero dallo scudetto. A quanto pare la Coppa Italia non gode di grande considerazione da parte di giocatori e allenatori.

    • sono gli scudetti che restano, anche perchè per vincere la coppa italia basta anche la fortuna

  4. Pazienza???ma se ieri sera c’erano 40mila spettatori per assistere ad una delle partite più orribili della storia della Roma….evidentemente la pazienza e’ ancora tanta…..

    • In primis : Grande Cafu’ …uno dei piu’ grandi giocatori della nostra storia … pemdolino nostro !!!
      Poi …
      allora Luis, con il massimo rispetto eh … riprendo il tuo commento ( con cui sn praticamente quasi del tutto d’accordo ) solo per precisare una cosa …
      ultimamente, sia qui che in giro per l’etere “romano” o semplicemente in giro per la città, sento dire : ” mammamia … ieri ( e non intendo solo ieri ma anche dopo le altre brutte partite fatte in precedenza quest’anno ) ho visto la Roma piu’ brutta o addirittura, MAI vista nella nostra storia…
      allora, con il massimo rispetto per TUTTI, o voi siete ragazzetti intorno ai 15 anni ( in tal caso comunque beati voi ) o avete “resettato” tutta la storia precedente …
      sarà che io superato la 50ina da un po’ e quindi ne avro’ viste deppiu’ … ma vi assicuro che ci sono state squadre ( ROMA ) mooolto peggiori di questa …squadre che per miracolo si sono salvate dalla serie B … e credetemi …anche squadre ( prima che mi si faccia questa osservazione ) che avevano pure meno palle di questa di quest’anno … chi ha piu’ o meno la mia età o superiore, credo possa confermare.

      Detto tutto quello sopra…ovviamente anche io sono deluso e demoralizzato e mi aspettavo di piu’ da tutti …compreso anche l’allenatore .
      Ma da qualche domenica, diciamo che mi sono “adeguato” alla pazienza … agli alti e bassi di questa squadra … so’ già che, salvo miracoli al momento non preventivabili, la Roma lotterà tra il 5° e l’8° posto con i bergamaschi …gli sbiaditi e la fiorentina ( e se l’Atalanta inizia a girare come prima, toglierei anche i 5° ) e poi magari si farà strada in Conference ( fino a che punto non ho la minima idea …).
      Poi pero’ dalla prossima stagione ( iniziando dal mercato ) saro’ molto piu’ “severo” sia con società che soprattutto con l’allenatore …avrebbero tutti meno scusanti a prescindere dal “progetto triennale” ( che io ho deciso di appoggiare ).

      Comunque, come già scritto in altro post ….da adesso …
      SOLO TESTA E CUORE a domenica….stop !!!

      Sempre Forza ROMA !!!

  5. “Non so se sia una questione di mentalità o di calciatori, ma sembra sempre che ci sia qualcosa che non va.”
    Quel che non va è che Roma NON è un polo industriale. No industria = pochi soldi = difficoltà ad allestire squadroni.
    Poi che oggi, in piena quarta rivoluzione industriale, le cose siano cambiate con l’ingresso di proprietà non più legate al territorio, è vero. Ma la base di partenza quella resta.

  6. In parte molti tifosi non si rendono conto che stiamo attuando una “rivoluzione” interna come non fatta da anni vera e propria, e secondo me non tutti remano dalla stessa parte. In parte da chi stava prima nei tempi pallottiani dentro Trigoria, prima per via di un presidente assenteista sempre, giocatori ed altri facevano all’interno come li pareva (es. tipo un Osvaldo che andava in giro per cavoli suoi, un El Sha che faceva il barman perché chi doveva stare al bancone non c’era mai, altre figure dirigenziali mai reperibili, ecc.)
    Non è stata solo una rivoluzione con Mou, ma anche interna alla società che ha fatto molti cambiamenti, e continua a farlo perché anche a livello dirigenziale, eravamo strutturati molto peggio di come si poteva pensare, con pesanti buonuscite da pagare anche per liberarsi di alcuni pesi morti. Per rendersene conto non ci voleva tanto ma la presenza dei proprietari, queste cose non sono andate non notate, mentre invece nella Roma sono sempre esistite in passato anche 2-3 gruppetti che remavano l’uno contro l’altro (ed alcuni spifferi di mercato ovviamente venivano fuori da parte di un gruppetto non felice di certe manovre di mercato, che si pestavano i piedi tra di loro e ci hanno fatto mancare qualche arrivo molto importante perché non poteva arrivare un giocatore troppo “forte” proposto da un’altro gruppetto, che avrebbe oscurato il loro di gruppetto).
    La Roma è purtroppo l’unica società in Italia dove c’è stata fin troppa burocrazia e diciamo come delle correnti politiche interne che bisticciavano tra di loro (tra Rossella Sensi ed il bostoniano).
    Avevamo anche il migliore osservatore e potenziale DS italiano (Massara, che guardate i migliori colpi li ha segnalati lui per noi, compreso Under era stato osservato da lui eppoi preso da Monchi come anche un certo Zaniolo era nei suoi taccuini, così è spuntata l’idea di inserirlo nella trattativa per Nainggolan, ma anche i migliori colpi di Sabatini, tutti segnalati da lui e da quanto ne so era contrario a qualche acquisto di Sabatini che si è poi rivelato essere i colpi peggiori del Saba), ma sempre queste nostre correnti passate lo hanno allontanato da noi.

  7. Questo ragazzo è stato sempre un professionista esemplare e di grande affidamento, perdere un figlio, ti cambia la vita, ti distrugge, tu invece ancora una volta ci stupisci, parli di calcio ancora con il sorriso stampato sul viso, ti auguro tutto il bene possibile 🌹♥️

  8. Cafù grande giocatore e bravissima persona, simpaticissimo e semplice, ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona quando era andato con i figli piccoli al McDonald’s all’Eur dopo quel Roma-Milan 5-0 rifilato da Zeman a Capello nella fase ormai calante del Milan.
    Avercelo oggi un terzino così.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome