CAGLIARI-ROMA 1-4: le pagelle

41
1768

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La Roma travolge il Cagliari e torna a vincere in trasferta dopo troppo tempo. Lukaku e compagni brillano e la partita non ha storia: finisce 4 a 1, segnano anche Aouar e Belotti, oltre alla doppietta del solito Big Rom.

Queste le pagelle assegnate dalla nostra redazione ai giocatori scesi in campo oggi allo stadio Unipol Domus nel match valido per l’ottava giornata di campionato:

Rui Patricio 6,5 – Bella partita. Bravo su Petagna di testa sullo zero a zero, reattivo sulle uscite.

Mancini 6,5 – Presidia la sua zona con la solita attenzione.

Cristante 6,5 – Prezioso nel ruolo di libero. Sempre attento e ben posizionato, specie sulle palle alte. Piccola macchia quel fallo di mano che causa un rigore ininfluente.

Ndicka 6,5 – Appare in crescita. Gioca con personalità, non sbaglia nulla.

Karsdorp 7 – Mou lo preferisce a Kristensen e lui risponde presente. Pennella un cross teso per il raddoppio di Lukaku. Dal 68′ Kristensen 6 – Entra a partita praticamente chiusa, poteva fare qualcosa di più nelle poche occasioni avute per mettersi in mostra.

Bove 7,5 – Primo tempo super, fatto di qualità oltre che della solita sostanza. Nella ripresa cala leggermente, ma la sua prestazione resta di alto livello.

Paredes 7,5 – Comincia la sua gara con un pizzico di nervosismo di troppo. La sua prestazione però cresce col passare dei minuti. Nella ripresa si esalta, prima pescando benissimo Belotti per il gran gol che chiude il match, e poi offrendo a Lukaku il pallone del poker giallorosso. Dal 79′ Celik sv. 

Aouar 7 – Viaggia ancora a sprazzi, ma la qualità c’è e si vede anche dal gol realizzato oggi che dà il via alla goleada giallorossa. Dal 68′ Pagano 6 – Soffre la velocità di Lovumbo. La cosa migliore la fa quando offre un bel pallone a Kristensen, non sfruttato a dovere dal danese.

Spinazzola 7 – Bella partita, attenta e qualitativamente importante con quell’assist a Aouar che stappa il match.

Dybala 6 – Sfortunatissimo. Non gioca la sua miglior partita, ma è decisivo nell’azione del gol del due a zero. Poi prende una dura botta al ginocchio che lo rimette fuori dai giochi. Incrociamo le dita.  Dal 40′ Belotti 7,5 – Altra grande partita del Gallo: segna un gran gol, entra nell’azione del 4 a 0 di Lukaku. Questo Belotti è molto più di un’alternativa.

Lukaku 8 – Un bomber così erano anni che non lo vedevamo da queste parti. Centravanti gigantesco, che segna con una facilità disarmante.

JOSE’ MOURINHO 7 – La Roma torna a vincere in trasferta, ma anche a convincere. La squadra fa valere finalmente la sua superiorità tecnica e non dà scampo ai sardi. La classifica resta deludente, ma la strada imboccata sembra essere quella giusta.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteRANIERI: “Siamo partiti bene, poi la Roma ha sgasato con un motore che non finisce più. Ora comincia il nostro campionato”
Articolo successivoAOUAR: “Voglio dimostrare di essere importante per la Roma. Le parole di Mou? Vuole sempre di più, e anche io”

41 Commenti

  1. Abbiamo vinto con Empoli e Cagliari due squadre da serie B; speriamo che quando si alza il livello si comincia ad ingranare….basta perdere punti

    • Testaccioviguarda… Nessuno rompe ecc… È solo la realtà! La classifica parla chiaro è si sta delineando! Quest’anno, si lotterà per il sesto posto perché la Roma è una squadra inaffidabile e incoerente, grazie ad un mercato fatto senza spendere nulla con giocatori che teoricamente sono forti ma che si rompono come li guardi! In più c’è il non gioco di Mourinho e la mal gestione dei giocatori stessi… Vogliamo parlare di Capitan nessuno poi? Squadra evidentemente migliore senza lui in campo. Il fatto è che quando è disponibile (quando…), sembra che lo si deve mettere per forza! Comunque, tutto si gioca sulla resistenza/salute scarsissima dei giocatori acquistati… Mourinho? Nonostante tutto non saprei chi potrebbe prendere il suo posto attualmente!

    • vedo che i menagramo del forum iniziano a rosicare, vero ale ?
      siamo a 3 punti dal napoli e a sei dal quarto posto, ma quelle sopr di noi non è che esaltino.
      se la Roma non ha gioco le altre fanno piagne, le uniche squadre decenti sono il Frosinone e forse il Monza, milan e inter vivono di sprazzi individuali e favoritismi.

    • PasquOne, l’unica cosa che condivido con quello che scrivi è che anche le altre fanno piagne! Per il resto rimango d’accordo con Ale (e non perché penso che rosichi) e con il mio pensiero! Se poi volete continuare a non vedere fate pure! Finché ci siete voi, la Società campa… Campa bene e senza sforzi! Se i problemi per voi non esistono, figurati per loro!

  2. Ottima Roma bravi tutti.
    Una menzione per Bove (granitico), per Paredes che non sarà Matic per la calma nel caos ma inizia a far girare la palla con velocità e per Belotti (finalmente sta tornando il giocatore ammirato anni fa).

  3. Sono contento per NDicka, avrà giocato pure contro 3 scarponi, ma ha fatto una bella partita.
    Su Aouar ha ragione Mourinho, a volte sembra non capire la squadra, ma oggi bene anche lui.
    Bravissimo Bove, se fosse piu grosso fisicamente sarebbe già un top.
    Cristante: date una fascia da capitano a quest’uomo.
    Io per Paredes sono gay – già fatto outing – e lo apprezzo in ogni partita, ma quello che mi fa impazzire è come ogni tanto sbrocca, tipo la forbice su NanoDaCircoNandez. Una roba tipo la pallonata che tirò verso la panchina olandese ai mondiali.
    Karsdorp azzecca un cross e controlla bene in difesa, quindi partita perfetta.
    Su Lukaku c’è poco da dire, spero solo si riesca a tenerlo anche per il futuro.

  4. Mi ritengo ampimente soddisfatto per la prova della squadra. Lukaku…. che si può dire per esaltarne la grandezza? Molto contento per N’Dicka, Paredes, Aouar sono giocatori nostri, non in prestito, e vanno sostenuti. Un applauso speciale per il gallo grande, lottatore, e ritrovato bomber. Però stasera veramente bravi tutti.
    Buona serata a tutti i fratelli giallorossi

  5. IO per Paredes non sono gay,ma devo riconoscere che il 16 va acquistando sempre più padronanza in quel famoso ruolo di regista che Mourinho chiedeva di coprire da quando è arrivato a Roma.
    A centrocampo Bove fa tanta legna mentre Aouar ,gol a parte, nemmeno stasera mi ha convinto nelle due fasi di gioco. Spero in un prossimo rientro di Smalling per restituire Cristante nel ruolo in cui ha spopolato nelle prime giornate di campionato,ossia trequartista centrale. A questo punto il terzetto migliore di metà campo è Bove-Paredes-Cristante.
    Se Dybala sarà assente per le prossime settimane,sinceramente non me ne preoccupo più di tanto,perchè Belotti al fianco di Lukaku mi pare sia stato più efficace dell’argentino,almeno in queste ultime partite.
    Per questa squillante vittoria,sono felice soprattutto per Mourinho, che se lo meritava, dopo le infamanti indiscrezioni uscite in questi ultimi 2 giorni.
    Per la ripresa del campionato spero nel rientro di Smalling e Pellegrini ,se non subito almeno per il match clou di Milano contro l’inter.
    Su Cinghialone Sanches e Dybala ormai faccio poco afgfidamento: si rimpono con una facilità sconcertante.

    • Fai poco affidamento su Dybala ma su Pellegrini sì. Tu sei lo zio per caso?
      In quanto a Smalling, boh, avrei quasi una mezza folle idea di non toccare niente dietro.
      Cristante e Paredes permettono l’uscita rapida e pulita del pallone dalla nostra area di rigore, niente snervanti e impotenti giri palla tra i tra i pali difensivi e gli esterni, seguiti puntualmente dal lancione in affanno sul pressing avversario.
      Chiaro che sembra folle l’idea di rinunciare a quello che è stato il tuo miglior difensore l’anno scorso, qualche rischio in più è da preventivare.
      Ma quest’anno hai chi la porta avversaria la inquadra con disarmante semplicità, e un Belotti che non sembra più il “ronzino spompato” e va a cresta alta.
      Tre vittorie così, contro avversari modesti, ma modesti erano pure quelli che ti avevano fatto vedere i sorci verdi prima.

  6. Oggi vedevo Karsdorp e dicevo: ma vedi che due calci in culo ogni tanto fanno crescè

    Bravo anche Bove, si sta facendo trovare pronto

  7. Pagelle senz’altro condivisibili dopo una bella e importante vittoria e poco interessa il livello degli avversari, contano i 3 punti e anche il gioco espresso. Come già postato per un paio di partite precedenti mi continua a piacere sempre di più Paredes, ormai padrone del centrocampo e sempre molto lucido nel cucire e proporre gioco, poi naturalmente Lukaku e ancora Belotti, gran bel goal e sempre impegnatissimo e Bove che ad ogni partita dimostra sempre maggiore utilità sobbarcandosi un lavoro oscuro ma importantissimo. Ovviamente spiace tremendamente per Dybala, mai che si possa solo gioire, speriamo bene!

  8. Su NDicka finora non mi ero mai espresso, perché le difficoltà erano chiare a tutti.
    Però se io vedo uno tecnicamente valido, con un gran fisico, intelligente, mi dico anche che ha per forza buoni margini di miglioramento, basta solo attendere.
    Perché i mezzi ci sono e deve solo imparare.
    E stasera si è visto finalmente quello step nella giusta direzione.
    Certo, davanti aveva il secondo peggiore attacco della serie A, ma appena una settimana fa probabilmente sarebbe andato incontro a qualche crisetta anche contro il Cagliari.
    Invece, attento, pulito, concentrato, non si è mai fatto sorprendere alle sue spalle.
    A mio modesto avviso, complessivamente, le potenzialità di NDicka sono maggiori di quelle di Ibanez.
    Purtroppo il guaio di Dybala ha rovinato una serata potenzialmente perfetta, con una Roma che finalmente fa quello che una grande fa con una piccola, e parecchio piccola.
    Ti lascio sfogare un attimo e ti sferro un uno-due che ti lascia al tappeto, game over.
    Menzione per Paredes, che sembra sempre più a suo agio coi compagni.
    Peccato per quegli interventi vistosi ed evitabili che costano cartellini e squalifiche, anche se in questo caso credo che da regolamento il cartellino non potesse essere comminato perché a gioco fermo.
    Bravissimo il Gallo Belotti, finalmente tornato a segnare gol che non erano più nel suo repertorio da un paio d’anni.
    Credo che l’arrivo di Lukaku gli abbia giovato: arrivato l’anno scorso quale rincalzo di Abraham, ben presto si è trovato a cercare di surrogare anche l’inglese, finendo per soccombere.
    Quest’anno è cosciente di essere ben coperto da Big Rom e gioca molto più sciolto quando gli tocca. Ragazzo d’oro umanamente parlando, sono molto contento per lui.
    Per il resto, conferme da Bove e Karsdorp: hanno limiti entrambi, ma il primo è l’unico che può surrogare Sanches e il secondo, malgrado i numerosi tentativi di scaricarlo nell’umido, resta ancora il migliore interprete in quella posizione.
    Architravi della squadra? Big Rom e Bryan Cristante.

  9. Lukaku è un giocatore mostruoso, in Italia fa la differenza e ci fa partire sempre con 1-2 gol di vantaggio. Speriamo che Smalling rientri presto in modo da registrare pure la difesa e che l’infortunio di Dybala non sia troppo grave (anche se la coppia Lukaku-Belotti mi pare funzioni) e allora ci divertiremo…

  10. Io avrei dato 8 a Mourinho se mi avesse fatto vedere 20 Min di Azmoun, magari al posto di big Rom nel finale, ma la mia è solo curiosità.
    Sono stra contento per il gallo, sta tornando a canta’.

  11. Famose er Monza e poi vediamo di che pasta siamo fatti. occorre vincere scontri diretti. E basta perdere un pezzo a partita, non ne posso più.

  12. il pezzo a partita lo perdi perché gli arbitri lo consentono….ormai gli avversari vanno al fallo sistematico su Dybala in modo da accelerare l’uscita dal campo perché la Roma ha una bella squadra ma c’è un na Roma con Dybala e una senza così come c’è con Lukaku o senza….se tu cacci dal campo chi fa sti falli mirati in campo ci resteranno di piu

  13. un solo appunto:
    il danese voto 4!
    entrato molle da fare skifo e ha regalato due palloni da nemmeno professionista agli avversari. uno dei quali ha scaturito il gol annullato a Prati (gol capolavoro). poi si è ripreso con un paio di chiusure decenti. ma è rimasto a Genova con la testa per come è entrato. Rick è Cafu a confronto. non scherziamo. eppure al Salisburgo ed in nazionale non sembrava male il danese. peccato.

  14. sono preso dall’entusiasmo ma preferisco andarci piano che’ la Roma è volubile. lo è sempre stata. devo ammettere che il centrocampo gira meglio, ma ci vogliono prove contro squadre più convincenti. il Cagliari in attacco non esiste mentre è sufficiente negli altri reparti. Ndika nun me convince pe’ niente!

  15. A me la cosa che ha fatto più piacere è la risposta della squadra alle voci di un distacco verso il Mister in partenza. Fossero state vere, quale migliore occasione per far cadere l’allenatore? Oggi era una prova da dentro o fuori e credo inconfutabilmente la risposta è stata palese. Forse allora nonostante l’indiscutibile differenza di spessore e quindi l’ovvio minor interesse, qualche articoluccio pure su chi ci sta sotto, su un probabile esonero, i fischi dei tifosi, posizioni traballanti meritavano di essere per par condicio, visto che dicono di essere una squadra di Roma, quantomeno ventilate. Di conseguenza viene da pensare di dover dare credito anche alle parole del Mister quando parla di difficoltà e di necessità di tempo per trovare la quadratura e che forse se lasciati lavorare più in pace possibile potranno avere importanti margini di miglioramento per arrivare a giocarcela fino a maggio. Non parlo per trionfalismo, l’avversario di oggi non era tra i più forti in circolazione, ma la squadra ha iniziato a girare con maggiore fluidità e con convinzione. A me questo è sembrato un buon messaggio e fino a dopo la sosta, al lavoro per superare i prossimi. Forza Joya, era dall’inizio della partita che entravano a fare male. In bocca al Lupo

  16. singoli tutti in crescita di forma
    Lukaku come sempre mostruoso ,da solo alza di 10 mt il baricentro della squadra
    Paredes sembra aver trovato la posizione, Bove sempre piu’ sicuro ,Auoar ha giocato benino insieme
    Rui Patricio mi fa sempre paura anche nelle giornate di gioia

  17. Qui si fanno analisi, si lodano giocatori, per poi massacrarli alla prossima partita
    Abbiamo battuto l’ultima in classifica, squadra che ha fatto 2 punti in 8 partite.

    • Per quello che vedo in giro c’è più qualità calcistica nella seconda metà della classifica che nella prima.
      Battere una piccola non è mai così semplice. Il milan con il genoa non è che abbia brillato e l’inter con il bologna meritava di perdere, eppure stai parlando delle prime due squadre contro squadre della seconda metà della classifica.
      Il Cagliari dopo questa partita inizierà a fare punti e si salverà,Ranieri in questo è una garanzia.

  18. Quello che mi fa “paura” è la facilità con cui mezzi giocatori come lovumbo e azzi ci saltano come i birilli e creano sempre pericoli…adesso mi domando, ma quando incontrerai squadre con giocatori più forti??? Te ne fanno 10…?? Questo è un aspetto che non sta cambiando da tre anni…ci saltano come se non ci fossimo in campo…è vero che la Roma stava 4-0 e magari si sono rilassati ma succede troppo spesso…non riusciamo mai a fare opposizione sui cross e ci facciamo saltare troppo ma troppo facilmente sia da una parte che dall altra

    • non è proprio così, altrimenti ieri avremmo perso.
      diciamo che quest’anno giochiamo senza il pullman davanti alla porta e la cosa si nota.

  19. luvumbo è il migliore giocatore del Cagliari e si vede ieri c era pagano su di lui !ottima partita speriamo sia l inizio il test vero sarà contro l Inter li voglio vedere di che stoffa siamo.

  20. Mezzo punto in più a N’Dicka ieri il migliore dei 3 centrali come certificano praticamente tutti gli altri quotidiani.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome