Calafiori: “Senza quell’infortunio ora non sarei così forte. La Roma? Una partita come le altre, ma non rinnego il passato”

34
1295

AS ROMA NOTIZIE – Riccardo Calafiori, tra i protagonisti del Bologna di Tiago Motta, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport a pochi giorni dalla sfida contro la sua ex Roma. Questo uno stralcio delle sue parole:

Quanto è sogno e quanto realtà?
«Non è che ci poniamo obiettivi alla lunga. Guardiamo partita per partita. Questa con la Roma è fondamentale perché, per forza di cose, è uno scontro diretto».

La Roma, poi, è la sua prima vita.
«Non rinnego il passato, ma la devo preparare come una partita come le altre».

Perché dalla Roma escono tutti questi giocatori forti?
“Negli ultimi vent’anni anni il settore giovanile della Roma, insieme a quello dell’Atalanta, ha sfornato più talenti degli altri. Si lavora bene. Fino alla prima squadra si arriva in tanti, dopo diventa tutto più complicato. E poi Roma è una città grande, un bacino d’utenza più ampio”

Quell’infortunio, da molto giovane, in cosa l’ha cambiata?
«Mi ha cambiato in tutto, e penso che senza quello non sarei diventato così forte».

Domenica mancheranno Dybala e Lukaku. È una Roma più facile da battere?
«Sono assenze importanti, non possiamo negarlo. A me non cambia nulla. Certo, giocare contro Lukaku è un’altra cosa. Cambia proprio la partita. Però se la Roma è lì, come noi, ha una squadra importante, è una big del campionato. Dovremo avere tanta pazienza».

Lei ha avuto Motta e Mou. In cosa proprio non si assomigliano?
«Non lo so, sono diversi. Ti danno cose diverse ma cose molto importanti. Motta mi dà tranquillità, ma allo stesso tempo non sto mai in punta di piedi. Mi fa capire che se sbaglio allenamenti non è detto che gioco la domenica».

Mou quanto è stato importante?
«A livello di carisma. Luì è molto forte. Mi ha fatto migliorare dal punto di vista mentale. Anche lui è stato fondamentale. L’anno scorso spesso mi scriveva dopo le partite. Anche a Basilea».

Terzino o centra le, lei cosa preferisce?
«Sono due ruoli diversi. Quello che sto facendo da centrale non è una cosa da niente. Va bene tutto. Basta che giochi».

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteZeman, addio alle sigarette dopo il malore. Il medico: “Divieto assoluto, anche se il mister non è d’accordo”
Articolo successivo“ON AIR!” – FOCOLARI: “Goleada con lo Sheriff? La Roma non ci crede”, PRUZZO: “Partita che servirà a capire su chi puoi contare e chi no”, ROSSI: “Da Mou decisione definitiva su Smalling”

34 Commenti

  1. la Roma è talmente ridotta male che si sente dire che ti si rimpiange perché ora sei un buon difensore centrale.
    uno che ha giocato massimo 10 partite, e poi risenti criticare il difensore ivoriano che l’anno scorso in Germania è stato un colosso.
    vai a capirli.
    per me stai bene dove stai

    • sta bene dove sta perche è una sega ,l ho visto con l under 21 dove essere il piu forte in campo l hanno sostituito dalla disperazione

    • No, semplicemente perché a volte anche Mou sbaglia.
      Punto.
      Questo, in questa dannata città, non si può dire.
      Mou, ad esempio, mandò via Salah dal Chelsea: fu una scelta corretta? No, non credo.

      Il ragazzo poteva e doveva giocare di più, ma gli è stato preferito Spinazzola, quello che si infortuna dormendo – ho detto tutto.

      Lui se la prende sempre con 2-3 calciatori, che sono i responsabili degli scivoloni della squadra.

      Che Calafiori fosse un calciatore in rampa, era chiaro a chi mastica calcio: qui invece vi piace puntare il dito sempre sui soliti noti. Anche perché, il ragazzo dice una cosa giustissima su Motta “Mi fa capire che se sbaglio allenamenti non è detto che gioco la domenica”. Questo alla Roma accade per Pellegrini, Aouar, El Shaarawy. Ma non per Dybala, Lukaku, Paredes, Mancini.

    • tifoso, Calafiori è uno che gioca una partita si e 5 no.
      muscolarmente è poca roba, per questo l’hanno tolto dalla fascia e messo fisso al centro della difesa.
      avessimo tenuto Calafiori per fare il terzino, avrebbe giocato 10 partite su 100.

    • Picchiasebino, tutti possono avere un’opinione. La validità della stessa, sta nella sua realtà.
      Calafiori ha 21 anni, ha iniziato a giocare con la Roma quando aveva 17 anni, e non era muscolarmente pronto.
      Se tu pensi che un ragazzino possa salire in prima squadra senza accusar ciò fisicamente (diversità di intensità di allenamento) e mentalmente (maggior pressione) vuol dire non capire nulla di calcio – e a questo punto ti consiglierei di guardare tiro con l’arco.

      Con il Basilea ha giocato, lo scorso anno, 34 partite stagionali.
      Con il Bologna, ha disputato 13 partite – ma ne aveva già giocate tre con il Basilea, poiché in svizzera il campionato inizia prima.

      Quindi, perché parli per spot di radiolari? Di gente che non capisce nulla di pallone? di gente che parla “tanto per”?

      Parliamo di un calciatore di 21 anni.

      Complimenti a chi lo ha fatto partire – e non è Thiago Pinto.

  2. E questa la dice tutta… Mourinho ti fa crescere a livello mentale… E il gioco? La tattica? La tecnica? Personalmente spero che passi presto quest’incubo “portoghese” e che a Roma si torni a respirare il calcio… No la psicologa! Ovvio che poi sono i giocatori a scendere in campo ma li devi anche sapere usare! Non sono tutti “Lukaku” che già vanno da soli… Anche senza una tattica!

    • io ci farei una lettera con questo scritto e la manderei a mourinho sono sicuro che la incornicia , firmati “Me so svejato o no”

    • siete 4 gatti ma vi date un da fare… dieci nick al giorno per sembrare tanti ma siete sempre i soliti sfigati

    • sottoscrivo e aggiungo: da quando c’e’ Mou, quanti giocatori sono migliorati tecnicamente e tatticamente?

  3. Sempre creduto in questo ragazzo, che reputavo più forte di Vina e per questo ho criticato aspramente in passato la sua cessione.
    La dimostrazione che il 40% sulla rivendita (formula Pinto) che qualcuno ingenuamente pensava potesse essere un assicurazione per riportarlo a casa in realtà era solo un modo per far cassa e racimolare qualche euro.
    Anche la rosea la scorsa giornata ha scritto che il ragazzo meriterebbe la nazionale maggiore.

    • ma l hai visto giocare?? io gli ho visto fare un paio di strafalcioni con il bologna poi mi sono visto tutta l under 21 il peggiore in campo per distacco , basta sparare su pinto e la roma e tutti buoni tra un po scriverete che rimpiangete villar al posto di paredes

    • Da Centrale sta facendo un Ottimo campionato con il Bologna…speriamo continui così tranne….domenica…..
      Sicuramente non è una ” sega” come qualcuno vorrebbe far credere , si è ritagliato un occasione in questo nuovo ruolo e son contento per lui….
      Seguo sempre con piacere i giovani del vivaio Giallorosso anche se non giocano più per noi….Buona Carriera !!!!

    • Ciao Vege, secondo me nei prox anni Calafiori è da riportare a casa.

      Sta facendo un ottimo anno al bologna DA CENTRALE, non da esterno, MA DA CENTRALE.

      Ottimo fisico, buona tecnica per essere un centrale e una grande pofessionalità e serietà.

      Lato bologna c’è chi gia fa grandi paragoni per stile e modo di giocare.

      Secondo me calafiori è una grande toppa di mourinho, non di pinto.

      Poi ripeto, nella roma avrebbe fatto una brutta fine, in altre parti dove si valorizzano i giocatori, sta uscendo fuori un difensore CENTRALE di grandi qualità.

    • calafiori può far il centrale, e se la cava diciamo, ma non è il suo ruolo… Zalewsky però sbaglia Mou a metterlo esterno perchè non è il suo ruolo…
      ma quindi in serie a bisogna esser forti o imparare a giocare a calcio?? chiedo per un amico che di calcio non ne sa

    • Ciao Lory.
      Sicuramente Motta sta dimostrando di saper valorizzare il giocatore meglio di quanto abbia fatto Mou, ma va detto che anche l’anno passato in Svizzera ha contribuito a “formare” il giocatore e quindi il giocatore visto a Roma non è forse lo stesso giocatore rientrato in Italia.
      Ma dal momento che anche al sottoscritto che è un semplice appassionato era parso chiaro che Calafiori avesse più talento di Vina, mi chiedo perchè un allenatore esperto come Mou lasciò partire lui tenendo Vina, perché un GM fiore all’occhiello del Benfica lo cedette a titolo definitivo e perché gli scout della Roma avallarono queste scelte.
      Se la Roma avesse avuto una squadra Under 23 Calafiori sarebbe ancora un giocatore della Roma, e ora non avremo nemmeno bisogno di rimpiazzare Smalling o N’Ndicka.
      La Under 23 serve proprio a questo, a far sbocciare i giovani talenti giallorossi togliendo a scout inutili, dirigenti poco competenti ed allenatori distratti la responsabilità di dover decidere il futuro dei ragazzi quando sono ancora troppo acerbi perché si comprendano le loro potenzialità.

  4. Io non capirò mai perché ci sia gente che sembra esistere solo per vomitare odio su qualcuno senza alcuna evidenza che quel qualcuno gli abbia fatto qualcosa.

    Sto ragazzo ha avuto un infortunio spaventoso, era una promessa della Roma.
    Si è ripreso e ha provato a fare il possibile per giocare nella Roma. Mi ricordo il gol all’esordio in EL era raggiante.

    E’ stato deciso di farci cassa. Giusto o sbagliato che fosse, non ha detto una parola e si è messo a testa bassa a lavorare.
    E’ andato bene al Basilea e ora sta andando bene al Bologna.

    Ma che c… ve dice er cervello che gli sputate mer.a addosso?

    Ma siete malati!

    • quindi non posso dire che per me è un bravissimo ragazzo ma è una sega calcisticamente parlando??
      Ma perche vi arrogate sto diritto di patenti agli altri , se parli male porello ecc ecc

    • nando mericoni tu puoi dire quello che ti pare, io non discuto se sia o meno un buon giocatore, peraltro nel bologna non l’ho mai visto giocare..

      io ce l’ho solo con quelli che ogni giocatore uscito dal nostro vivaio sembra sia qualcuno che è andato via rubando l’argenteria… e gliene dicono di tutti i colori, sempre, per principio.

      Calafiori è solo uno dei tanti.

    • condivido totalmente

      inoltre il calcio dal 1900 a oggi è pieno di giocatori che hanno cambiato passo cambiando ruolo; per citarne uno Daniele Massaro una carriera da anonima mezzala a 35 anni si è ritrovato a fare la punta per necessità diventando micidiale… ed ha giocato fino a 40 anni

      alcuni sono fuori ruolo e altri invece trovano il loro ruolo. Spero che questo sia il caso di Calafiori a cui auguro il meglio

    • A mericó semplicemente non sei credibile perché per funziona sempre tutto ed è marcio tutto ciò che sta oltre trigoria. Questo non è nemmeno tifo , è ai limiti del troll talmente è la tua abitudine di esprimere concetti non realistici e sgangherati.

  5. Qua ce stanno pure l’orfani de Calafiori… non ce se crede!
    AH dimenticavo: col gran “Joco” de Pioli (AVECCELI: Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez), er Milan è retrocesso dalla Champions all’Europa League… ma voi mette quanto se so’ “divertiti”… ma proprio lacrime de gioia!!!

    • Quindi augurare il meglio ad un giovane che è passato nella Roma vuol dire …Aoooo qua’ ce stanno pure gli orfani de Calafiori Aoooo…..ma fa na cosa….lassa perde va…..

    • qui si rimpiangono Riccardi, Felix, Calafiori, Antonucci, Missori, Volpato, thairovic..
      insomma uno squadrone a detta di tanti

    • Noto ‘na cosa, non sempre eh, non vojo di tutti, ma spesso anzi molto spesso, quelli de cui dubiti che so’ tifosi della Roma ce trovi “Roma” nel nome oppure dopo un post non proprio a favore della Roma t’assestano un “bel” Forza Roma in fondo. A me ‘sta storia nun m’incanta mica; ve tano comunque!

    • A gennaio vorrei vedè che succede se Pinto va da Mou e je dice sto a trattà Calafiori come centrale…

  6. Pinto è stato glorificato dagli Abbocconi perchè si è venduto tutta la Primavera della Roma per un piatto di lenticchie.
    Calafiori è soltanto il primo di una lunga serie di giocatori che saranno rimpianti.
    Basta dare tempo al tempo…

  7. Se lui stesso ti dice che Mourinho lo chiamava anche al Basilea dopo le partite….nn credo lo abbia bocciato….ma che è costretto ad accettare un certo tipo di situazione economica…e comunque Calafiori aveva necessità di andare a giocare con continuità…

  8. Io a suo tempo non lo avrei regalato! Lo avrei dato in prwatito( come fanno la Rubentus e altre), poi se non mi serve lo posso sempre usare come contropartita. Però’ che non è’ scarso si e’ visto sempre! No. E’ un fenomeno ma poteva stare in rosa ed ora poteva essere utile!Di queste fesserie ne abbiamo fatte tante! E gli altri godono!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome