Calciomercato Roma, Belotti verso il no al Como: l’affare rischia di saltare

60
1379

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Cominciano i problemi di mercato per la Roma sul fronte cessioni. Sembrava molto vicino il passaggio di Andrea Belotti al Como, ma l’affare rischia di saltare nonostante i due club avessero trovato un’intesa.

I giallorossi erano disposti a cedere l’attaccante alla squadra lombarda in campo dei 5 milioni di euro offerti, cifra su cui i club avevano trovato un accordo. Mancava però il via libera del Gallo, che si era preso un po’ di tempo per pensarci.

Stando a quanto raccontano diverse fonti, sia Sky Sport che ilromanista.it, Belotti avrebbe deciso di rifiutare la proposta del Como: il giocatore vorrebbe giocare ancora le coppe europee e per questo sarebbe sul punto di declinare l’offerta, facendo saltare l’affare. Per Ghisolfi sarebbe una pessima notizia.

Non è una novità che Belotti voglia restare alla Fiorentina, e che stia aspettando una mossa del club viola. Al momento però i toscani non hanno fatto offerte alla Roma, che a questo punto spera di cedere il Gallo a una cifra non inferiore a quella pattuita con il Como. Sullo sfondo c’è il Betis, che ha manifestato interesse per il calciatore: Belotti però preferirebbe restare in Serie A. 

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteCalciomercato Roma, ufficiale: D’Alessio lascia i giallorossi e passa al Cittadella (COMUNICATO)
Articolo successivoCalciomercato Roma, Sangarè è un nuovo giocatore giallorosso: contratto firmato. Al Levante 1,5 milioni più il 10% della rivendita

60 Commenti

    • ma esattamente scuse per chi?
      Per Piemou87?
      Perchè tu pensi che i Friedkin o Ghisolfi si preoccupino di trovare scuse?
      La società è loro e la gestiscono come pensano,
      ma pensate davvero che si sentano in dovere dio giustificarsi con qualcuno????

    • Se la violetta spera di prenderlo a zero il galletto può anche rimanere in panca durante l’EL. Vuole giocare le Coppe, e gioco sia. Forza ROMA sempre.

    • “…La società è loro e la gestiscono come pensano,
      ma pensate davvero che si sentano in dovere di giustificarsi con qualcuno????”

      Questa frase dà l’esatta misura della distanza tra il mio pensiero e quello di altri tifosi-commentatori.
      Io considero i Friedkins alla stregua di amministratori delegati della ASRoma.
      Delegati da chi? Da noi Romanisti, ovviamente, i veri proprietari, quelli senza cui la ASR cesserebbe di esistere.
      Di conseguenza, è a noi che devono dare conto del loro operato.
      Preferiscono non parlare? ‘azzi loro… sono i fatti a parlare per loro, e non proprio bene, ultimamente…
      Se i Muti non cambiano rapidamente registro, prevedo un inizio di stagione un po’ turbolento sotto il cielo di Trigoria…

    • “Io considero i Friedkins alla stregua di amministratori delegati della ASRoma.
      Delegati da chi? Da noi Romanisti, ovviamente, i veri proprietari, ”

      Kawa…. ma che davvero?
      Loro tirano fuori 800 milioni di €,
      e noi siamo i proprietari perchè gli diamo qualche centinaia di € all’anno tra abbonamenti e trasferte?
      Vabè, se volete vivere fuori dalla realtà liberissimi, ci mancherebbe.
      Magari scrivi a Friedkin e digli che aspetti spiegazioni dai, facci sapere che cosa risponde.

    • @kawa che vuoi farci.. questi sembrano tanti ragionier Filini..
      inutile sprecare fiato con alcuni

    • Kawa, i tempi delle contestazioni a Pallotta sono passati, lo stadio è praticamente tutto con i Friedkin, anche se la Roma è arrivata sesta con 5 squadre in Champions, hanno già rinnovato l’abbonamento 32.000 tifosi !!

    • @pogo con la Roma.. nn penso con i friedkin, i tifosi so così.. poi io nn condivido, ma nn giudico, poi fichi i tifosi commercialisti che so usciti da pallotta in poi che se preoccupano de quanto mette il proprietario, ma sticaxxi, a sensi o a viola nessuno gli faceva i conti, anzi, pensate a fa I tifosi…l evoluzione è andare vs la vittoria non vs i 6 posti.

    • Per me sta storia de fa passà i Friedkin come dei benefattori è fori dar mondo. Tramite ASRoma so entrati nel mondo der pallone che ha dato enorme visibilità al loro gruppo ( prima chi li conosceva?). Oggi hanno 3 società de pallone, e quello che investono sono soldi che nun vanno in tasse.
      Poi ve le ricordate le partite a porte chiuse? Non sono solo i sordi che je damo( e nun so pochi). Ma è anche che semo noi tutti parte der prodotto che poi se vende ( tv e pubblicità). Per cui un minimo de rispetto e di empatia col proprio pubblico nun guasterebbe ( vedi Dortmund ma de esempi ce ne stanno).
      E fare una squadra un po’ più competitiva nun se può chiede?

    • @Anto,
      evidentemente abbiamo visioni della vita insanabili, ma non è un problema.

      @Pogo,
      ho già rinnovato il mio abbonamento da un pezzo. Tu?
      Lo stadio è tutto con i Friedkin? Lo vedremo.

    • Il giocatore è libero di rifiutare un trasferimento, ci mancherebbe. Però bisognerebbe essere intransigenti e fagli sapere che andrà in un altra squadra solo e soltanto se porta la medesima cifra pattuita con il Como, altrimenti resta da fuori rosa. Se questa cosa gli venisse garantita di sicuro ci penserebbe bene prima di rifiutare la serie A con il Cono …

    • Premesso che concorrdo con 87Perimou e Kawa credo che il tema che poneva Pier è che ora non iniziamo a mettere in croce Belotti perché non ha accettato.
      Piuttosto mi spiegate come anche con Guidolfi uando compriamo paghiamo 10 e quando vendiamo otteniamo 3. avete presente il film del Marchese del.Grillo con il catbonato che parla con il contabile??
      Dopo Sabatini non siamo più riusciti a vendere benr i nostri

    • I tifosi della Roma, come del resto tutti i loro colleghi italiani e non solo, sono tifosi “clienti”.
      Florentino Perez è un “amministratore delegato del Real Madrid” perché in Spagna è possibile utilizzare lo strumento dell’azionariato popolare.
      I soci hanno tutto il diritto di esautorarlo in regolari elezioni.
      Recentemente mi sembra sia stata data l’approvazione in apposita commissione parlamentare ad una proposta del leghista Molinari per la sua introduzione anche in Italia, ma la strada è ovviamente ancora lunga per la sua adozione e in particolare in serie A.
      Fino a tale data i club professionistici in Italia restano aziende di proprietà privata ed è pura demagogia pensare al tifoso “cliente” che sloggia il legittimo proprietario.
      I formellesi si “godono” il loro Pinguino Bolso da 20 anni, ha passato già varie contestazioni, è andato in giro scortato e sta ancora lì, con la concreta minaccia (speriamo) di altre 10 generazioni di pinguini a succedergli.
      Non ricordo alcun presidente e proprietario della Roma esautorato dalle contestazioni, fosse stato possibile avremmo cacciato pure Sensi che per svariati anni si è preso tanti insulti e ben pochi applausi (né fu risparmiato Dino Viola).
      Persino Pallotta, uno dei più vilipesi, non se ne è certo andato per le contestazioni ma solo perché non voleva/poteva mettere centinaia di milioni per riempire il buco che lui stesso aveva contribuito a scavare.
      Gli unici poteri del tifoso con l’attuale status di “cliente” sono quelli di non acquistare il “prodotto” oppure di contestare nei limiti consentiti dalla legge.
      Il primo sarebbe probabilmente più efficace del secondo, ma mi sembra di capire che l’andazzo non sia quello.

    • Dipende pure dal difensore.
      Quest’anno Ha segnato meno di Mancini, e l’anno prima è riuscito a chiudere a zeru gol.

  1. non solo per Ghisolfi sarebbe una pessima notizia, ma anche per me… Andrea Belotti, detto Gallo, l’ho sempre sostenuto come persona… gentile pacato nei modi e mai una parola fuori posto… adesso però no e soprattutto dopo questo rifiuto. Il sig. Belotti (anche se capisco che è dura da accettare) dovrebbe fare un bell’esame di coscienza e rendersi conto che da almeno un paio di anni a questa parte è in forte declino. Fra Roma e Fiorentina (dove ha fatto veramente pena…) ha avuto diverse opportunità nella quali è emerso tutta la sua involuzione. Una punta deve fare gol, e lui non ne fa più mezzo, tranne qualche sporadica e casuale eccezione…
    Sulle rive del lago potrebbe invece dire ancora la sua…in una società neopromossa, solida, ricca, la quale punterebbe molto su di lui.
    Andrea… damme retta …. lassa perde le coppe…

    • Però va anche detto che quando rifiutava tutti per venire alla Roma era un eroe….
      adesso che fa lo stesso (sempre che sia vera questa cosa del Como,
      e ai 5ML ci credo davvero pochissimo……) è un mercenario. E su.

      Io non lo volevo 2 anni fa, ma adesso giustamente lui pensa a sè.
      Il problema è che la Fiorentina non lo vuole neanche gratis,
      forse dovrebbe ragioanre su questo…
      O immagino che visto lo stipendio che potrà offrirgli il Como vorrà una buonuscita….

    • Hai ragione da vendere Anto, mi ricordo che quando lo presero mi meravigliai perché era già qualche anno che aveva smesso di giocare decentemente.

    • @Anto, quando venne alla Roma era svincolato quindi non ha creato inconvenienti a nrssuna società

  2. Il gallo che canta sulle rive del Lago di Como….il paesaggio è bellissimo e con squadre neopromosse puoi sicuramente metterti in mostra e fare bene….pensaci bene, prima che sfumi l’occasione

  3. le coppe difficilmente riuscirà a giocarle ma almeno potrà giocare, qui a Roma verrà messo fuori rosa…. il comò ha un gran progetto.. altrimenti non gli resta che emigrare e trovare qualcuno in turchia,Belgio o svizzera

  4. C’ha 31 anni ed è in netta fase calante….hai l’opportunità di allungare il contratto e c’hai pure la puzza sotto il naso!? Questo è il caso di fargli fare un anno a Trigoria a lucidare gli scarpini ai compagni!!!

  5. A Roma le sue occasioni le ha avute. In un anno e mezzo ha dimostrato di non saper segnare nemmeno con le mani.
    Alla Fiorentina pure non ha lasciato il segno.
    Me ne frego che “suda la maglia”. È una punta non un facchino.
    Quella col Como è un’occasione ghiotta. Si tratta di una proprietà molto ricca ed ambiziosa.
    Probabilmente nell’arco di un paio d’anni si ritroverebbe a guardare squadre come la Fiorentina (speriamo non la Roma) da pari a pari.
    Peraltro resterebbe in viola a fare il vice Nzola, mentre sul lario sarebbe protagonista assoluto.
    Già mi piaceva poco e niente prima…..

  6. Tutti ad invitare Belotti alla porta, ma a nessuno balena per la testa che il Como possa aver offerto meno soldi di quelli che Belotti prende con l’attuale contratto. È ovvio che a parità di tutto il resto il Como gli offre più opportunità di riscatto in questa fase della carriera, ma i soldi non sono una preoccupazione secondaria per i calciatori professionisti.

    • No, veramente a quanto filtra, il Como gli ha offerto un contratto di 3 anni e uno stipendio più alto di quello che attualmente percepisce con la Roma.

    • Sicuramente; il FFP si applica anche al Como e devono attendere una fase di crescita per accedere a certi ingaggi e, perciò, a certi giocatori.
      Il problema, allora, è avergli fatto, da svincolato, un contratto da 4,4 milioni lordi (2,4 netti) che lo rende automaticamente un po’ ingombrante sul calciomercato italiano. Chi gli ha fatto il contratto, probabilmente in buona fede, lo valutava come una punta italiana vicina al top, ancora (al tempo) nel giro della nazionale. Bisogna però dare atto che, sempre allora, nessuno si aspettava una sterilità sotto porta di questa portata. Va anche detto che le valutazioni tecniche sbagliate (si pensi al rinnovo di Karsdorp a 2,2 netti!) sono state frequenti negli ultimi anni.

  7. Più sono pippe e più accampano pretese.
    Questi sono i piombi che ci ha lasciato il fuggitivo Pinto. Il lavoro di Ghisolfi è improbo, per questo gli auguro buona fortuna.

    • Caro Zenone, questo piombo ce lo ha lasciato il vate Mourinho.
      Belotti è stata una sua specifica richiesta. Lo voleva anche quando allenava in Premier.
      Nelle idee del solipsista di Setubal avrebbe dovuto “spaccare le porte”.
      In effetti oggi lo vedo più come addetto alle demolizioni che come calciatore.

    • 21/08/2022

      José Mourinho in conferenza stampa non usa giri di parole su Belotti: “Non so se arriverà, ma mi piacciono quei giocatori che hanno tanta voglia di venire alla Roma”

  8. Siamo a Giugno è normale che prima di accettare Como preferisca aspettare….magari più avanti lo chiama Fabregas e firma

  9. Belotti non rende più quello che guadagna e la sua dimensione attuale è e sarà, solo quello di attaccante di una squadra come il Como, se ne faccia una ragione o appenda le scarpette al chiodo.

    • lascia sta il povero belotti, la cosa triste e che il como puo spendere 5mln per il gallo, mentre noi non abbiamo soldi.
      Il Como ha soldi, probabile la proprieta piu ricca d’Italia, noi non siamo manco vicini, ci tocca dopo Bologna e Atalanta essere superati dal Como, forse non quest anno,

  10. Belotti è un esempio di senilità precoce: giocatore finito da tre anni, prima dei trenta anni. Tra lui e Ibrahimovic una differenza enorme, due specie umane diverse e coesistenti sullo stesso pianeta.

  11. Capitasse a me di capitalizzare quando non so più “bono” lo farei con lo stile di Alberto Sordi nei “Vitelloni”. .. sperando che non si ferma la macchina. E quando gli ricapita! Ha valutato, come dice qualcuno, che non è più buono a segnare neanche con le mani: voi che fareste? Io come lui, senza che nessuno faccia la morale o s’offenda

  12. Solito balletto: non comprano nessuno perché un giocatore blocca il mercato.. America’, caccia li sordi che ce li hai!!! State rendendo la Roma una concessionaria, una succursale…
    Forza Roma

  13. Belotti ha tutto il diritto di rifiutare il Como, ma temo non abbia la percezione della realtà, ovvero che proprio il Como è la sua attuale dimensione, altro che coppe europee.

  14. tra lui e l’olandese si possono coprire i turni al cancello di Trigoria, tanto tra tutti e due faranno fuoco e fiamme per rimanere.

  15. Belotti dovrebbe anche guardarsi allo specchio e vedere quanti goal ha segnato negli ultimi due anni. Vuole giocare le coppe? Be’, non se le merita.

  16. quando l avidità ti costa cara…e non mi riferisco a Belotti!il Toro poteva vendere il Gallo anni fa ad una cifra importante ma niente..x l ingordigia di poter sperare di spuntare di più!il Napoli l anno scorso con osimeh e kavarskelia dopo la cavalcata scudetto e con le partenze di Giuntoli e Spalletti…poteva incassare almeno 250 milioni e rifarci totalmente la rosa ma niente!ora tra tutti e 2 ci fai la metà poco più.il PSG con Mbappe(vero che loro sono ricchissimi ma sui soldi non ci sputa nessuno)poteva incassare dal Real oltre 200 milioni da reinvestire ed invece lo perdi a zero!..errori gravi che ti costano poi caro!il ferro và battuto quando è caldo

  17. 1000 € per tifoso. 55mila allo stadio, 25mila dinanzi alla TV. Totale 80mila x 1000€ = 80 milioni di €. Allora faresti una discreta campagna acquisti!

  18. Il problema non è il suo, ma di chi gli fa un quadriennale a 4 milioni l’anno. Ci credo che a Roma sta comodo, Pellegrini, Cristante, Elsharawi e Mancini ci si stanno facendo maturare la pensione……fuguramose…..se sto ragazzo avrebbe fatto diversamente dagli intoccabili…..

  19. Va bene se non firma restera’ a Roma vediamo se con altro prospetto di gioco ricomincia a segnare per me ha bisogno di un motivatore psicologo so ormai 3 anni che e’ involuto si vedra’. Riguardo a chi devono rendere conto i Friedkin per me a nessuno…perche’ sugli affari e il rapporto con le Federazioni e quant’altro sono loro che rispondono, pagano persino le multe che noi becchiamo tutte le volte che giochiamo per colpa nostra quindi…Noi tifosi abbiamo un amore sviscerale per la Roma che e’ nostra fino a che viviamo ci accompagna nei momenti vuoti che si vivono nel bene e nel male, loro si possono affezionare ma non sono come noi. Se faranno bene il Mercato non so’ non dico piu’ niente fino alla fine poi guarderemo la faccia di Daniele e capiremo come e’ andata anche con frasi di circostanza si capira’ se contento o no. Adesso attaccare gli americani non serve dobbiamo capire che faranno con noi dal momento che facciamo parte della loro Multisquadre scusate me fa’ ridere sta cosa sembra come la Multiservizi !!!!

  20. Ancora c’è chi crede che Belotti possa risorgere? Sono tre anni che è un ex calciatore , certo ancora si ricorda come si fa e se incontra i difensori che dormono un gol lo riesce a fare pure lui, ma va bene per il Como non per la Roma e credo per nessuna squadra da meta classifica in su. Ma è difficilissimo che un giocatore che ,per regola, ha la testa solo per metterci sopra il cappello, riesca a rendersene conto. Quindi è un problema per la Roma riuscire a darlo via.

  21. andrè… vuoi fa le coppe? ma lassa perde.
    2 anni al como +1 opzionale ma chi te li offre nello stato in cui sei?
    essi bono non sei un giocatore da coppe…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome