Calciomercato Roma, da domani Dybala può svincolarsi a 13 milioni di euro

62
1713

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO ROMA – Da domani 1 gennaio tornerà operativa la clausola che potrebbe portare Paulo Dybala a svincolarsi dalla Roma per 13 milioni di euro (e non 20).

Una cifra molto bassa considerando il livello del giocatore, ma ci sono due punti da considerare sul tema. Anzitutto servirà il consenso del giocatore, che ora vuole fermamente restare a Roma, in più la clausola vale per le squadre estere, mentre per i club italiani può essere annullata dal club giallorosso con il pagamento di bonus al ragazzo, quantificabile in alcuni milioni di euro.

Ora come ora l’argentino è concentrato sul raggiungimento degli obiettivi di squadra. Dall’Arabia Saudita sono tornati alla carica, in particolare l’Al Nassr, ma la Joya ha declinato le offerte.

Molto dipenderà dal futuro di Mourinho, dalle ambizioni giallorosse e dal contratto dell’argentino, non ancora rinnovato. Paulo si aspettava un segnale che ancora non è arrivato.

Fonte: Gazzetta.it

Articolo precedenteCoppa Italia, ROMA-CREMONESE: arbitra Pairetto, Meraviglia al VAR
Articolo successivoBuon 2024 a tutti i lettori di Giallorossi.net!

62 Commenti

    • “Il 24 settembre 1989 i commenti sulle pagine sportive dei giornali di Manchester erano univoci. Il tempo per l’allenatore dello United era scaduto. Non si poteva dar torto ai commentatori dopo che i Red Devils erano stati demoliti dal City nel derby a Maine Road per 5-1.
      Il signor Alex Ferguson arrivato dalla Scozia per riportare all’Old Trafford un titolo che mancava dal 1967, in tre stagioni non aveva vinto neppure lo straccio di un trofeo e avrebbe chiuso quel campionato in una disastrosa tredicesima posizione, appena cinque punti in più del retrocesso Sheffield Wednesday. In tutta la parte rossa di Manchester c’era una sola persona disposta a difendere il lavoro dello scozzese a dispetto dei risultati.
      L’unica che contava.
      Il presidente Martin Edwards”
      Quella sconfitta contro il City era stata preceduta da una serie di otto partite con due pareggi e sei sconfitte.
      La frase più diffusa dalle parti dell’Old Trafford era:
      “Tre anni di scuse ed è sempre una schifezza”
      Spesso seguita da “Lo United non è l’Aberdeen”.
      Come se fosse facile con l’Aberdeen interrompere il duopolio Celtic-Rangers.
      Come se fosse uno scherzo portare l’Aberdeen ad un clamoroso trionfo in Coppa delle Coppe superando in finale il Real Madrid.
      Eppure, per fortuna del Manchester United, di Alex Ferguson e anche di quei tifosi scontenti, il presidente Edwards diede altro tempo al tecnico scozzese.
      Da lì a pochi mesi, i tre anni di delusioni sarebbero stati oscurati da più di venti anni di trionfi.
      (N. Roggero)

    • Anto, bella la storia che hai raccontato. Ma non si potrebbe applicare a Pellegrini? Ah, no. Lui non regala magliette e biglietti ai radiolari e ai giornalisti.

    • Si Anto, ma questa storia non e’ pertinente.
      Era un Ferguson con fame con una carriera davanti. Un Ferguson che lascio’ con classe dopo aver vinto la premier e che capi’ quando fosse il momento di fermarsi.
      Io non vedo similarita’ con la situazione di Mou, che e’ ai titoli di coda, secondo me.

      Tifoso giallorosso, non so cosa Pellegrini o chi per lui regali a radiolari e giornalisti ma sono certo che qualche tornaconto molti di loro hanno, soldi, regali o favori di altro tipo, per parlarne bene.
      E’ un giocatore la cui forza e’ stata costruita a chiacchiere proprio in questo modo qua. E questa sua forza nelle chiacchiere riamane, a parte cortissimi periodi di relativamente buona vena che comunque confermano una regola avvilente e non giustificano lo stipendio da top che prende.

    • Tifoso,
      ma per me si può applicare a chiunque, e me lo auguro pure!
      A Zalevski, Belotti, ma pure a Sanches e Aouar guarda!
      E stai tranquillo,
      tra un anno Pellegrini sarà ancora a Trigoria.
      A me basterebbe che quando non è in forma si sieda in panchina.

      Buon anno!

    • Ale,
      lo dicevano pure di Ancelotti dopo l’Everton e di Spalletti dopo l’Inter…
      Se a Mou dai giocatori decenti, ne riparliamo.

    • Bell’articolo peccato che sia stato un bel pò romanzato per rendere tutto più epico, perchè numeri alla mano
      1986/1987 11 da subentrato
      1987/1988 2
      1988/1989 11
      1989/1990 13, vincitore FA CUP
      1990/1991 6, supercoppa d’inghilterra, coppa delle coppe
      1991/1992 2 supercoppa uefa
      e poi tutti primi e secondi posti e titoli europei e nazionali.

      Questo per dire che ferguson al manchester untited tranne che nella prima e nella terza stagione quando non si piazzava degnamente almeno un titolo a casa lo portava, partenza stentata ma lontano dall’esonero

    • Anto… chi lo diceva? Non io…
      In ogni caso, anche se qualcuno pensava fossero finiti, Ancelotti e Spalletti poi sono stati cercati da altri grandi clubs a grandi livelli…
      Domandati perche’ Mou sta si sta quasi calando le braghe per rimanere a Roma altrimenti deve andare in Arabia… Se e’ questo mostro a cui basta dare giocatori bravi, dove sono le grandi squadre a litigarselo? Sono tutti stupidi?
      Io dico che i motivi sono chiari e risiedono oltre che nel calcio che non e’ calcio anche negli annessi e connessi dell’avere Mou, personalita’ totalmente autoreferenziale e tossica.
      Mi allargo fino a dire poi, sempre con il rispetto dei titoli vinti, che per i mezzi che gli sono stati messi a disposizione ai tempi del Chelsea, il numero dei trofei vinti non e’ poi nemmeno cosi’ stratosferico.
      Ripeto poi, che la storia di Ferguson sull’orlo dell’esonero non e’ paragonabile ben poco con quella di Mou.

    • Bella storiella, racconta pure i fior di giocatori che hanno militato nelle squadre di Ferguson: Giggs, Scholes, Beckham per dirne tre a caso…

    • Anche con la vita e la famiglia devono sempre lavorare.
      Essere sinceri o no farà sempre parte del ruolo del giornalista.
      Se è vero, come credo, che da oggi il cartellino di Dybala vale 13 milioni all’estero e per l’Italia la Roma deve pagare un indennizzo, non vedo dove sta il la notizia falsa di questo giornalista, che in ogni caso il 31 dicembre deve scrivere un articolo.

  1. sarò molto diretto, nessuno si presenterà per versare 13 milioni nelle casse della Roma per poi darne a lui più dei 6 che prende qui.
    Il calciatore è sopraffino, una delizia per gli occhi, a paletti il giocatore tecnicamente più forte di tutta la rosa.
    L’atleta è però purtroppo in disarmo, un delicato cristallo che per due o tre partite in cui ti fa godere passa un altro paio di mesi in infermeria e a recuperare una forma accettabile.
    In mancanza di offerte esotiche non ci sono pericoli di sorta, sempre che vogliamo considerarli pericoli.

    • Acrarus sei diretto ma dici il giusto.
      Dybala è un diamante assoluto. Giocatore di classe infinita. Un piede che ricorda persino Messi
      Ma fisicamente purtroppo di una fragilità assoluta, ed il fatto di giocare una partita su 3 alla fine condiziona anche quella che gioca. Perché gli viene a mancare la continuità…. Il calcio è uno sport per atleti.

    • Tornato da Torino, senza di lui il buio assoluto. La nostra dimensione. Appesi a un filo. Incastrati.
      Il giogo del capitale.
      In attesa.
      Le briciole.
      Grazie Friedikin.

    • Dedicato agli adoratori:
      ….Glielo diceva già Carosone tantissimo tempo fa e non saprei fare di meglio:
      Puorte ‘e calzune cu nu stemma arreto
      Na cuppulella cu ‘a visiera aizata
      Passa scampanianno pe’ Tuledo
      Comm’a nu guappo, pe’ te fa’ guardà

  2. con tutto il bene che gli voglio, in questo momento non mi pare che Dybala meriti un ulteriore dimenticato di un contratto che, per gli standard italiani, è molto più che buono.

    vorrei vederlo ancora con noi, ma soprattutto vorrei vederlo giocare spesso e bene.

  3. Con il massimo affetto, giocatore che puo’ raggiungere picchi sublimi ma una grande squadra, come io vorrei la mia Roma fosse, non puo’ basarsi su un giocatore che salta i 2/3 delle partite e qualle che gioca spesso non puo’ essere al massimo della condizione, perche’ rientra da un infortunio, con quello che ne consegue, o deve centellinare le energie per no rischiare di rompersi…
    Ecco perche’ la juve lo ha lasciato e nessuna grande lo ha preso o lo prende.
    C’e’ bisogno di affidabilita’, altrimenti sono solo chiacchiere.
    Spesso non e’ decisivo nelle partite contro le grandi ma tende a regredire in quelle situazioni perche’ non e’ un cuor di leone.
    Con le piccole sara’ anche decisivo, ma contro le piccole puo’ essere altrettanto decisivo un gioco sviluppato da 11 giocatori giovani grintosi e vogliosi (combinati ad qualcuno di piu’ esperienza ma non ex giocatori…), che corrono come degli atleti devono correre, guidati da un allenatore che da un’idea di gioco precisa.

    • non ricordo? l’altr’anno in finale di uefa chi ha segnato?
      il gol decisivo contro il feyenord che ci aveva praticamente buttato fuori,chi l’ha inventato dal nulla quasi al novantesimo?
      salisburgo,perso all’andata,servivano due al ritorno,chi ha fatto il secondo?
      Contro l’Inter nella vittoria dell’altr’anno,chi ha fatto un super gol al volo??
      assist assurdo ad abraham contro la juve in rovesciata,partita già persa fino a pochi minuti prima

      con la juve,doppietta barcellona?
      totthenham ,prima gol higuain..il gol vittoria chi lo fa?
      contro il manchester?
      il gol alla lazio al 94 ?( uno dei più belli della storia)
      il gol celebre all’inter che ha significato un altro scudetto?

      non c’è l’ho con te assolutamente ma con i giornalisti,pennivendoli , menestrelli che come ha specificato il primo utente pubblicano articoli per dividere i tifosi.Ma non dobbiamo cascarci..Basta rispondergli con i fatti,numeri,partite…

      e questi sono RES ..NON VERBA!!!

    • As Roma, sono le eccezioni che confermanop la regola.
      Se calcoli il grande numero di partite che ha disputato contro grandi squadre in tutta la sua carriera fino ad ora, il numero di quelle in cui ha lasciato un segno e’ irrisorio.
      Questi sono i fatti, poi se dobbiamo vogliamo ragionare con il fegato allora e’ un altro paio di maniche.

    • Vs ac Milan: 23 = 8gol e 5 assist
      Vs Inter 19= 5 gol e 1 assist
      Vs Barcellona: 6 = 2 gol
      Vs totthenham: 1 = 1 gol e 1 assist
      Vs Bayern monaco: 1 partita 1 gol
      Vs porto : 2 = 1 gol
      Manchester: 2 = 1 gol
      Real: 2 partite = 0 gol
      Atletico: 4 partite= 1 gol

      quasi tutti o molti determinano scudetti o passaggi turno in champions,in un caso addirittura l’accesso alla finale di champions (non ho inserito il gol in finale di uefa perché non considero il Siviglia una big) ,ripeto non rispondo ad opinione ma solo a numeri..la colpa purtroppo è solo dei giornalisti che sono i primi a non conoscere un dato..
      Ultima considerazione,dybala è un fantasista e segna tantissimo…potrei confrontarti i tuoi nomi con altri fantasisti big della storia del calcio e sai quanti hanno statistiche peggiori in termini di decisività? . . molti ,tra cui anche nomi intoccabili

  4. Io auspico una rifondazione totale. Servono bravi scouts, un dg estremamente competente e un allenatore che faccia giocare la squadra. Non serve nulla di cervellotico a livello di gioco, il calcio e’ una cosa semplice, ma ci devono essere idee chiare e correre tanto. Io vedo quasi tutti mangiarci in testa atleticamente.

    • Tipo Pallirchio Sabatini Spalletti?
      Lo abbiamo fatto, trofei vinti 0
      Ma quando cresciamo?
      Gente che auspica a rifare cose gia fatte e riviste anni fa…
      la compravendita i Friedkin non la fanno
      State sottovalutando questa proprietà

    • 7, L’ultima volta che ho controllato veramente Spalletti ha vinto uno scudetto mangiandoti in testa…
      A dimostrazione che se metti un buon allenatore nelle condizioni di competere comprando giocatori relativamente bravi ed adatti a quello che vuole fare, si puo’ arrivare anche lontano.
      Competenza della dirigenza, giocatori scelti con cognizione – specialmente in un mercato dove il livellamento in basso del valore tecnico e caratteriale dei giocatori a livello mondiale e’ evidente – che devono stari muti, correre e disciplinatamente fare senza un fiato cio’ che viene richiesto da un allenatore capace che deve avere il pieno appoggio della societa’.
      Non rimpiango Pallotta, ma tu devi considerare, quando sproloqui, che il trofeo lo hai vinto in una competizione contro squadre mediocri in cui eri tra i favoriti.
      Quando cominci a competere con continuita’ in Champions, non ti puoi aspettare di vincere trofei, che significherebbe vincere la Champions. La soddisfazione e’ anche stare a certi livelli con continuita’ e vedere grandi partite, sapendo che il piu’ delle volte non puoi arrivare in fondo ma che puoi prenderti delle soddisfazioni se lavori bene.
      Ai tempi di Pallotta facevamo la Champions sempre e abbiamo fatto anche belle cose, ma non puoi paragonare le due situazioni. Anche li comunque qualche arbitraggio ci fu contro altrimenti avremmo potuto ora parlare di una finale di Champions raggiunta.
      Alla fine vince solo uno ed e’ difficile farlo.
      Cosa dovrebbero dire allora fior di squadre che hanno speso 10 volte quello ha speso la Roma che sono anni che pur partecipando non arrivano a vincere? A me sta cosa del riempirsi la bocca di rutti sui “tituli” non va proprio a genio e la trovo abbastanza becera, fermo restando che vincere, ovviamente, mi piacerebbe.
      Ma non mi dispiace nemmeno essere presentenel calcio ai livelli piu’ alti e quando si alza il livello, come in Champions, l’esserci quasi fino alla fine e’ quasi un trofeo…. Poi capita la volta che arrivi fino alla fine.
      Non che non sia contento della Conference vinta ma, per quanto piacevole, e’ sempre una coppa che a me non da da tutte queste sensazioni forti, che molti allenatori avrebbero vinto al posto di Mou con quella squadra e ricordarla di continuo lo trovo stucchevole e stancante… Guarda i nomi delle squadre che c’erano, dai…
      Il tuo dissenso comunque mi prova ampiamente di essere sulla strada giusta…

    • “la compravendita i Friedkin non la fanno”…pure volendo, con chi la dovrebbero fare?
      I due giocatori più dotati tecnicamente, Dybala e Pellegrini, anche se non proprio lo stesso livello, passano più tempo in infermeria che sul campo e il primo ha pure passato i 30.
      Mancini e Cristante, discreti ma non campioni e comunque coperti da contratti non alla portata di tutti.
      Ibanez e Zaniolo poi non contano, non li abbiamo venduti? Zaniolo, ok, mettiamoci pure le questioni comportamentali ma se l’avesse venduto Pallirchio che avresti detto?
      E Ibanez qual è la scusa invece? Che a quella cifra lo devi vendere? Esattamente come facevano Pallirchio e Sabatini dunque.
      Mettici una pezza se sei capace adesso.

  5. Sull’edizione cartacea l’intervista al sig sacchi, per sminuire la prestazione di ieri. Ora on line questa pseudo notizia: buon anche ai cazzettari, della rosea e in giro…
    SEMPRE FORZA ROMA SEMPRE

  6. Certo… sti americani aspettano i “risultati” … così nn fanno programmazione e la gente (dal mister ai medici sociali) giustamente si guardano in giro. tenendo conto che Pinto sé dimostrato incapace con l’attenuante che in tasca aveva 4 spicci … dov’è la vogliono fare finire sta società? la programmazione va fatta, la riconferma dei Top è urgente (mou in primis..) sennò che fine facciamo?!

  7. Non c’entra con l’articolo, ma avete visto le immagini che girano sul gol della Juve e la truffa che hanno fatto al var fermando il momento del tocco di vlahovic prima, quando rabiot era ancora in gioco?
    Anderbbe chiesto di rifare la partita, ma mi sa che sono tutti consensienti alla grande farsa che è il calcio italiano

  8. L Atalanta ha già preso Hien e comunque in difesa sta meglio di noi numericamente. Quando si dice programmazione. Da adesso in poi abbiamo 2 difensori centrali più Cristante. .. la squadra da Champions

  9. Una cessione a quella cifra, con i risparmi conseguenti sull ingaggio, garantirebbe un paio di acquisti funzionali. Ma chi oggi, alla Roma, è in grado di prendere in un mese difensori e centrocampisti forti, giovani e affamati? Ci sarà pure. Ma in tre anni non è mai successo. Ormai Dybala da’ sempre di meno. Basta sognare. Bisogna ricostruire e da qualche parte si deve partire. Lo venderei anche a costo di non sostituirlo subito. A giugno ci vuole una rivoluzione. Prima si comincia e meglio è. Comunque non avverrà nulla. Nessuno ci darà 13 milioni.

  10. Basta però, ogni cosa non possono cercare di farla diventare uno psicodramma. Qualora decidesse di andarsene, peccato, ma ce ne faremo una ragione. Troveremo altri idoli di cui innamorarci, è la maglia a rendere possibile questa magia

    • Siamo sopravissuti all’addio di Totti e De Rossi e se dovesse andar via Dybala sopravviveremo anche al suo addio

  11. Secondo me lo stand by che caratterizza l’attuale gestione tecnico-societaria della Roma,dai vari contratti di giocatori,allenatore e direttori vari fino al progetto stadio (che è in uno stallo voluto da Friedkin), dipende da trattative in corso per l’imminente cessione della società.
    Dybala è uno dei tanti che è stato congelato, in attesa di un sì o no da parte degli acquirenti.

    • ma tutto sto circo da parte dei Friedkin per guadagnare cosa? Se dobbiamo prestare fede a quanto dicono il loro investimento è attualmente poco inferiore al miliardo di euro e quanto credi possa valere il club senza neanche il progetto definitivo dello stadio?
      Ma chi te lo dà più di un miliardo per la Roma adesso? Gli arabi sono ricchi, non scemi, e se proprio volessero sbarcare in Italia farebbero prima e meglio a prendersi un Sassuolo coi conti sani e uno stadio di proprietà già fatto. O l’Udinese, l’Atalanta.
      A loro del nome e prestigio del club non frega niente, si sono presi club che non contavano una mazza come City, Newcastle, PSG, gli interessa solo avere le mani libere e Roma è l’ultimo posto al mondo in cui possono averle.

    • È una possibilità Zenone, che giustificherebbe tante cose.
      Poi bisognerebbe capire chi sarebbe il fantomatico compratore.
      Qualcuno dalle parti di Ryiad?
      Un Pallotta bis 😉?

    • Certo, il patto del settlement agreement che ci impedisce di crescere lo hanno stipulato per la vendita dellasocietà

      SSSSSSSSSSSSSI
      Ciueeeertoh

  12. per me, grande giocatore fuoriclasse, ma ogni due partite ne salta tre, a noi servono atleti veri ed orrimi giocatori, io ieri non lo avrei fatto giocare, non era allenato non era in forma..avevamonio gallo in fortissima migliore in campo col Napoli, Dybala poteva entrare l’ultima mezz’ora..Non lo so, non vedo coraggio in Mou sta’ ad aspettare di perdere, e quando cambia la partita e’finita..forza Roma per me va’rifobdato tutto…

  13. senza il decreto crescita tutto può succedere….
    anche dalle parti di formello, visto che il panzone gongola sulle nostre disgrazie…. mal comune mezzo gaudio? io direi ridimensionamento pesante generale, altro che gaudio…… c’è poco da ridere…..

    • Chiunque caccia pinto é il benvenuto. I Friedkin hanno scelto pinto con lo stesso metodo con cui pinto sceglie i calciatori. Un metodo fallimentare. Mou è stato scelto con un altro metodo e si vede la differenza.

  14. sarà ma questo non segna contro le squadre di vertice nemmeno a porta spalancata.
    è un grande giocatore e questo non si discute ma chi lo ha eletto pari a Totti, come ho sentito al suo arrivo, cambi spacciatore.
    W Paulo ho perso Balbo,non mi stacco le @@ se andasse via lui a fine anno.
    tutto sta a chi arriva al suo posto, ovviamente.

    • Il mercato lo fa pinto. Se va via Dybala ritorna shomurodov che è invendibile ed è l’acquisto per cui pinto si è dato 7,5 come voto al calciomercato!

    • bravo Alda, hai centrato il problema. siamo obbligati a pregare che restino quelli poco più che decenti che abbiamo, poiché sappiamo già che al loro posto prenderebbe qualche altro scassone

    • i gol contro le grandi li ha fatti tutti e solo lui:
      -Finale di uefa contro il sevilla
      -contro l’inter sinistro fenomenale al volo su cross di spina
      -Feyenord praticamente buttati fuori in semifinale ,inventa dal nulla uno dei gol più belli di sempre.
      -contro il salisburgo perso all’andata uno a zero..il due a zero che vale il passaggio chi lo fa?
      -assist ad abraham pazzesco in rovesciata contro la juve (oramai quasi persa senza quella super giocata)
      -potrei andare avanti all’infinito se mettiamo dentro i gol decisivi con la juve e sono fatti,non chiacchiere di pseudo addetti ai lavori che non ricordano dati e partite..
      RES NON VERBA!!!!!!!!!!!!!!

      paragonare Balbo (ottimo attaccante e realizzatore) a Dybala è come paragonare Vespa a Montanelli

    • as Roma, Balbo valeva 4 Dybala con pure senza un piede. hai detto 4 dati in croce.
      con l’Inter se l’è buttata in porta Handanovic, con la Juve assist ottimo per Tammy ma è il minimo, direi.
      il Feyenoord vale l’Udinese. almeno tra noi dimoselo.

      quello che faceva alla Juve non mi interessa.
      parlo da quando è qui.

  15. Il contratto che ha è giusto per le sue prestazioni. Il valore del cartellino, tutto sommato, è ad oggi molto basso (data l”età, l”integrità fisica, l’ingaggio alto). Quindi, se ha voglia di restare con noi benissimo, se vuole andare altrove portando 13 milioni c’è ne faremo una ragione…

  16. Oggi parlano tutti sui cadaveri dei leoni ridono le iene. Anche Sacchi parla dicendo che la juve ha meritato rispetto la persona che è anziana ma purtroppo crede di capire di calcio e peggio ancora e’chi gli fa le interviste pensando di parlare con un santone dimenticando facilmente chi gli faceva la formazione o come far giocare il Milan

  17. Te li da sta ceppa per questo titolare de 104 !!!
    Saprà pure gioca’ a calcio ma gli hanno dato il 74% de invalidità fai un po’ tu…….

  18. Buon anno pure a sto fenomeno che scrive un articolo così provocatorio quanto stupido in un giorno di auguri…!
    La chiamano “informazione” loro.
    Io la chiamo “in formazione”…..
    VERGOGNA!!!
    FORZA ROMA

  19. Da quanto ne so i qatarioti che ci sponsorizzarono in passato, tramite quella grossa sponsorizzazione acquisirono una opzione da parte della Qatar Investment Authority,
    il fondo sovrano del Qatar della famiglia Al Thani, che possiede il PSG ma anche tanti asset di società di prestigio internazionali in vari settori, ma la condizione dettata dai qatarioti era di avere il progetto stadio approvato allora che era quello dello Stadio di Tor di Valle (con quelle 3 Torri del Business Park). Ovviamente con il naufragio di quel progetto, ci siamo giocati l’interesse dei qatarioti e purtroppo ogni credibilità con il mondo arabo. Sperare che arrivi un arabo è francamente una ipotesi molto difficile. Come scrive qualcuno loro non vogliono avere paletti di alcun genere. Lo sceicco emiratino Mansour, proprietario del City Group e del Manchester City, quando acquisisce il City volle garanzie per poter realizzare quello che è la loro gigantesca Football City in cui stanno. Lo sceicco che tutti vogliono non si paleserà mai, è gente spesso molto impaziente poi, almeno che non abbiamo un progetto stadio con anche un potenziale area adiacente da poter sviluppare (un progetto come quello di Tor di Valle insomma). Purtroppo allo stato attuale senza progetto stadio, si può palesare solo un’altra proprietà americana che potrebbe avere anche loro il braccino corto, almeno fino a che non ci sia sempre un progetto stadio approvato.

    • nel 2018 le 3 torri erano già state abbattute dal progetto “stadio fatto bene” della stagista in Campidoglio quindi dubito che le cose stessero così.
      Sul resto sono desolatamente d’accordo, qui la gente fantastica su fondi arabi che si nasconderebbero addirittura dietro a un menestrello come Follieri, figuriamoci se ne hanno bisogno, e se fosse sarebbe perché si tratta di “arabi” come lo erano quelli di Zamparini.
      La melma politica di Roma è il terreno in assoluto meno appetibile per gente come quella, prima ci svegliamo e prima evitiamo delusioni cocenti.

  20. per andare dove.il calcio è uno sport traumatico di corsa e di contatto caro pinto se prendi un giocatore rotto già di suo sei inalafede.altrimenti perché?dove dovrebbe andare dybala ? quale squadra di campioni o prima in classifica lo prenderebbe?nessuna solo una squadra di media classifica lo farebbe .sta bene Roma.

  21. Nessuna squadra di blasone verserà quella somma, se volevano lo prendevano gratis dopo la Juve.. Ma nessuno si è presentato… La Juve lo ha mollato per il contratto che chiedeva e gli infortuni continui e alla fine si è accontentato di prenderne la metà a Roma, facciamoci due domande! Con la fragilità fisica che ha passa in infermeria e in recupero il 40 % delle partite, nelle partite che contano spesso non incide per carattere, e in ogni caso deve sempre recuperare una condizione precaria per via degli infortuni… Affidare le sorti di una stagione su di lui è rischioso, per cui starei tranquillo sulla clausula con l estero… Non la pagherà nessuno se non gli arabi ma lui adesso nn vuole andarci…per me sono pure troppi quelli che gli da la roma che purtroppo per via dei noti problemi del FFP non può spendere e si deve accontentare di qst genere di giocatori…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome