Calciomercato Roma, dal Brasile: pronta un’offerta ufficiale per il giovane William Gomes

30
1137

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Dopo l’arrivo di Seck dalla Pro Vercelli e Zefi dall’Inter, la Roma continua a guardare al futuro e a cercare in giro per il mondo talenti da far crescere nella Primavera.

Come riportato infatti dal portale brasiliano UOL, i giallorossi avrebbero messo nel mirino William Gomes, stellina classe 2006 del San Paolo. Tra le due società ci sarebbero stati già diversi contatti e nelle prossime settimane da Trigoria potrebbe partire un’offerta ufficiale per strapparlo alla concorrenza.

Il 17enne, esterno d’attacco di piede sinistro, ha già esordito in prima squadra lo scorso anno ed è considerato uno degli astri nascenti del settore giovanile del club paulista.

Fonte: UOL

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteDagospia: “Friedkin in trattativa con gli arabi per la cessione della Roma”. Ma il club smentisce: “Notizia priva di fondamento”
Articolo successivoZeman: “De Rossi inesperto, scelta che non mi aspettavo dalla Roma. Mourinho? Un altro sarebbe stato esonerato prima”

30 Commenti

    • FriedkinOut!
      e non spariamo cazziate!
      I giocatori servono adesso per essere competitivi o provare la qualificazione!
      Vergognatevi purciari!

    • prestito con diritto che diventa obbligo in caso della costruzione doo stadio nel 2027, oppure in caso di vittoria Champions nel 2033 a 8 milioni, una proposta irrinunciabile,
      Friedkin vattene

    • gli americani avrebbero voluto inserire Celik o qualche fenomeno che abbiamo in rosa….il S. Paolo ha rifiutato 🙂

    • esatto, grande friedkin presidente…aooo ma qui lavorate quasi tutti per gli americani o siete della lazie?

    • La Roma è la Roma, il Sassuolo è tutt’altra dimensione calcistica. Se la Roma imposta un progetto di rilancio basato sui giovani lo fa da Roma. Lo vedo nel mio piccolo qui in Bezirksliga. Ci sono progetti e programmi basati sullo scouting a diversi livelli. È un po’ lungo da spiegare, ma posso riassumere dicendo che, quando si muove una squadra di un certo livello, anche il livello dei giovani osservati è corretto. Ovviamente è una semplificazione. Per quanto riguarda questa operazione staremo a vedere. Comunque l’idea di partire da uno scouting dei giovani fatto ad ampio respiro è una novità rispetto al lavoro svolto in ambito locale nell’ ultimo periodo. Fino ad adesso l’ impatto sulla prima squadra è stato importante; sono molti i giovani della primavera della Roma che ruotano attorno anche alla Seniorenmannschaft. Ma certo non si può dire che fino ad adesso si era impostato un discorso così: cioè con giocatori più lontani e però più pronti ad un eventuale salto dalle giovanili. Sarei d’accordo con un progetto di questo tipo. FR

  1. Quelli che non credono nel progetto giovani è meglio che si guardino intorno e cambino squadra, il futuro della ROMA e di molte altre squadre sono i settori giovanili. Un esempio per tutte il Barcellona, sapete chi sono i giocatori usciti dalla cantera catalana? Faccio qualche nome: Guardiola, de la Penà, Xavi, Fabregas, Busquets, Pedro, Iniesta e alte decine di campioni, in quel periodo il Barcellona dominava in lungo e in largo, quindi avanti coi giovani. FORZA MAGICA.

    • Questa è una cosa giusta con la differenza però che il Barça B gioca nella serie B spagnola, comunque in una serie cadetta tra i professionisti ed i canterani di 17 anni si misurano contro giocatori più grandi e più esperti.
      I nostri fin quando non si farà un’Under23 da far giocare in serie C, saranno costretti sempre a fare match tra giovani di pari età e non professionisti.

    • Marco informatevi prima su chi sia sto ragazzo, poi ne riparliamo. Sarebbe un gran bel prospetto ma dubito che arrivi. Vi son club blasonati che stanno facendo a gara per acquistarlo

  2. Scommetto che chi sbeffeggia non ha la minima idea di chi sia sto ragazzo. Visionando qualche video, mi ha fatto un ottima impressione. Dotato di gran classe e ottima tecnica di base, viene considerato tra i migliori emergenti. Ama giocare sulle fasce e riesce ad inserirsi negli spazi con gran facilità. Non ha problemi a saltare gl’avversari ed è anche un ottimo uomo-assist. Cosa che nella Roma, manca anche ai giocatori piu’ esperti. Sano e dotato di una buona muscolatura, fa della velocità la sua arma migliore. Ha discrete abilità realizzative sotto porta e ama tirare dalla distanza Le premesse ci sarebbero tutte e lo considererei un buon acquisto da far crescere nel nostro vivavio. Però a ste notizie ci credo poco

  3. Allora William Gomes non è malvagio ma molto dipende dal prezzo e le condizioni richieste dal Sao Paulo, bottega mai economica. Ad esempio io più o meno due anni fa consigliavo di prendere sebbene giovanissimo il 2005 jolly offensivo norvegese di origini nigeriane che gioca su entrambe le fasce Antonio Nusa, aveva 16 anni e sarebbe potuto costare veramente poco, giocava nelle giovanili del Club Bruges ma già faceva vedere capacità superiori ad esempio all’attuale William Gomes (cioè il Nusa di 16 anni è di tutt’un altro livello al Gomes di 17 anni) di cui ricopre i medesimi ruoli. Io scrissi che era da prendere ma sebbene aveva solo 16 anni, di integrarlo e farlo allenare con la prima squadra perché questo è un talento di livello superiore (uno da A++ mentre Gomes ha un rating molto inferiore). Nusa purtroppo anche se ha solo 18 anni è emerso ed ora diversi club di Premier League stanno cercando di prenderselo ma servono offerte dai €30M in su ora. Se Gomes costa poco okay, ma posso dirvi che di giovani esterni d’attacco c’è ne sono molti buoni e vorrei vedere DDR dare più possibilità al nostro giovane portoghese Joao Costa ma anche a Zefi o anche posizionare sull’out sinistro Zalewski. Dopo l’arrivo di Zefi, almeno che non scovi un giovane delle potenzialità di un Nusa, francamente dovremmo ricercare dei giovani terzini di alte potenzialità, anche tra i 15-16 anni piuttosto (e vi posso garantire ci possono essere anche dei 15enni di livello internazionale che potrebbero giocare anche come terzini titolari nella Primavera pure).

  4. Non verra’ per la Primavera non e’ il modus operandi della Roma si sa’ solo quando il ragazzo sta a Roma e viene presentato possibile ste notizie cosi…scrivono senza riflettere se e’ un fenomeno il mister lo mette in 1 squadra allora cambia il sistema.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome