Zeman: “De Rossi inesperto, scelta che non mi aspettavo dalla Roma. Mourinho? Un altro sarebbe stato esonerato prima”

31
998

NOTIZIE AS ROMAZdenek Zeman, allenatore del Pescara ed ex tecnico della Roma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Arezzo e ha commentato il cambio sulla panchina giallorossa.

De Rossi è stata una sorpresa a Roma. È uno molto stimato, ma non è esperto. Pensavo che una squadra grande come la Roma prendesse qualcuno con più esperienza, ma gli auguro di fare bene.

Mourinho era bravo a coinvolgere la gente, ma se al suo posto ci fosse stato un altro tecnico, con quegli stessi risultati sarebbe stato esonerato prima. Poi tutti gli allenatori sono in discussione, anche io lo sono sempre. Dipende anche da quello che chiede la società”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteCalciomercato Roma, dal Brasile: pronta un’offerta ufficiale per il giovane William Gomes
Articolo successivoDan e Ryan Friedkin all’Olimpico, i presidenti sul pullman della squadra: fischi dei tifosi e striscione contro i texani (FOTO)

31 Commenti

  1. Zeman ha preso tutti i difetti dell’italiano parla male dei giovani per farsi bello..sappiamo che è un paese di vecchi invidiosi attaccati alla poltrona … Peccato che non abbia vinto una cippa e sia stato e sia… un allenatore qualsiasi.Invece di fare un in bocca al lupo a Daniele…spara ste cavolate.VERGOGNA e rispetto anche per Mourinho che qualcosina in più di lui ha vinto….

    • A parte che ha espresso la sua opinione, come è giusto fare quando ti viene fatta una domanda, e come nel suo stile, dicendo ciò che pensa ed evitando le banalità. Ma comunque non credo quale vergogna dovrebbe avere, ha espresso un concetto oggettivo: ha detto che Mou è bravo ad attirare la gente (e ha fatto 50 sold out), Ha detto che De Rossi è molto stimato ma non esperto (ha 17 panchine di serie B e un esonero all’attivo). ha detto che qualsiasi altro allenatore sarebbe stato esonerato prima con gli stessi risultati alla Roma, ed effettivamente è sempre successo in passato, e non dirmi che se ci fosse stato Italiano o de Zerbi ti sarebbero stati bene 29 punti in 20 partite, quindi non capisco il tuo astio da cosa provenga. Ah, un altra cosa, nel calcio quelli bravi non sono solo quelli che vincono i titoli, se riesci a fare della tua passione una professione che ti permette di vivere in maniera onesta e tranquilla, e hai allenato grandi squadre nella massima serie pur avendo il palazzo contro, sei già un vincente!

    • …come allenatore è stato quello che è stato..ma come al solito ha detto la verità…De Rossi non è esperto come allenatore (ma non vuol dire che sia incapace) Mourinho ha fatto un disastro alla guida della Roma (e doveva essere cacciato prima …)

    • Giò
      Zeman ha fatto le squadre con degli sconosciuti

      e in alcuni casi ha messo 8n ridicolo squadre blasonate

      nel suo piccolo è stato grande

    • Certo detto da uno che è stato l unico allenatore a far fare le panchine a De rossi di che te sta sul c… o da, sempre fai più bella figura e poi con te avemo vinto qualcosa??

  2. Che De Rossi sia inesperto ci può anche stare, ma, soprattutto da un esperto come lui un ” buona fortuna” o” in bocca al lupo” ci stava ancora di più….. Mi ha deluso.

    • “…..ma gli auguro di fare bene.” Certo che pur di essere contrario manco se capisce quello che c’è scritto..incredibile

  3. ha ragione ZEMAN.
    la Roma non è degna di Mourinho perché non ha il blasone del Real Madrid o Bayern Monaco. ma nemmeno è un Sassuolo che deve affidarsi ad un neofita. la Roma è diventata un asilo nido da troppi anni.

  4. peccato che il Boemo spari addosso a chi come lui è stato tartassato dal sistema per aver detto delle verità. Mi spiace molto pensare che Zeman sia così invecchiato da dire cattiverie dettate da gelosie.

  5. Si è tolto un “sassolino” dalla scarpa…
    Chi la fa’ l’aspetti (Mou lo attaccò …) vale per tutti..
    Detto questo, Zeman con la sua “filosofia” è un “maestro del calcio…”

  6. Zeman avrà tanti difetti, ma di certo non le manda a dire. In un mondo ipocrita come quello del calcio, la sua onestà intellettuale rifulge di luce propria. C’è ne fossero di persone così!

  7. non mi è simpatico e non l’ho mai rimpianto, ma ha espresso più o meno quello che penso, certo un augurio a Daniele sarebbe stato gradito, ma vabbè l’empatia non è mai stata il suo forte

  8. Alla fine cosa ha detto di così oltraggioso su De Rossi? Ha detto è inesperto, perché non è così? Poi questo non vuol dire che sia incapace, vediamo cosa riuscirà a fare. Su Mourinho ha detto la pura verità, coinvolge la piazza, la porta dalla sua parte e gode dell’indulgenza della stessa. Un altro allenatore senza un’identità di gioco e con questi risultati non sarebbe mai e poi mai arrivato a sedere sulla panchina per 2 anni e 5 mesi.
    Ancora ci sono tanti che piangono e sperano nel ritorno di Mourinho, è veramente un grande comunicatore, sotto questo aspetto è capace di fare credere che sia tutto oro quello che luccica.

    • Non ho problemi a dire che come allenatore non mi piace, non è in grado di creare un gioco, è buono solo ad fomentare i propri giocatori, aizzando la piazza dove vuole lui, non si è mai assunto le sue responsabilità, lui non sbaglia mai. A me piacciono gli allenatori che sanno creare gioco, che fanno crescere la squadra e i singoli. Solo così si può arrivare ad avere risultati per merito e non per sola fortuna.

  9. Allora intanto fu Zeman ad attaccare Mou che gli ha risposto a modo suo.Tanto per chiarire gli ha chiesto solo che ha vinto in serie B ? Zeman e’ e rimane un innovatore del Calcio e un grande preparatore, odia le pasticche o le flebo nel calcio vedi Juve. L’allenamento dei gradoni e le bistecche sono il suo credo. Persona pulita…. a Torino e non solo e’ odiato in particolare da Moggi e anche Conte,dispiace che dice se vero che Mou doveva essere cacciato prima. spero che qualcuno gli ricordi che in 2 anni 2 finali e che non ci fossero stati arbitri e intrallazzi che lui ben conosce in Campionato se la sarebbe giocata fino alla fine. Con Daniele ci sono stati dissapori per come metteva la squadra e lo lasciava spesso in panchina insomma caratterialmente non si prendevano. Diciamo che l’eta’ non lo calma, ah su Daniele , si deve ricordare dove ha cominciato perche’ lui era il secondo dello zio Wicpalec nome difficile da scrivere allenatore della Juve tanti anni fa’ e lui voleva da giovane partire da li’ proprio come DDR.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome