Calciomercato Roma, nella lista di Pinto c’è nche Pirola: la Salernitana ha fissato il prezzo

23
753

ULTIME NOTIZIE AS ROMATiago Pinto continua a scandagliare il mercato per regalare a José Mourinho dei rinforzi in difesa in grado di migliorare la rosa a sua disposizione.

Un nome gradito a Trigoria e che il gm sta tenendo sott’occhio è quello di Lorenzo Pirola, difensore della Salernitana di 21 anni, cresciuto nel settore giovanile dell’Inter.

Il presidente del club campano ha fissato il prezzo per il trasferimento del difensore centrale e chiede una cifra di circa 8-10 milioni di euro per lasciarlo andare. Sul calciatore c’è stato anche un sondaggio del Torino.

Fonte: Tmw.com

Articolo precedenteAg. Zapata: “Voleva andare alla Roma, ma l’Atalanta non ha voluto cederlo ai giallorossi”
Articolo successivoCIES, Cristante lo stakanovista: è primo tra i calciatori in Serie A ad aver giocato di più nel 2023

23 Commenti

  1. Questi sono i profili di cui puntare, anche se non credo che il prezzo sia proprio quello. Ovviamente sono giocatori che vanno aspettati, affiancandoli ad altri più esperti.

  2. Se è giovane e pure sano non fa per noi li vogliamo infortunati e con un eta superiore ai 30 anni quindi non interessa a Tiago Pinto

    • Pure a me quando l’ho visto anche nell’under non mi è proprio piaciuto: lento e fuori tempo in fase difensiva, impreciso anche nei gesti tecnici più semplici in fase offensiva.

  3. tiago pinto che spende bene i soldi?
    deve essere un film di fantascienza con il Cap. Kirk e il Dr. Spock

    invoco il doppio controllo segreto al Ds, stile John Belushi Delta di Animal House

  4. Un giovane difensore centrale per esprimere le sue potenzialita’ ha necessita’ di giocare con continuita’ per acquisire esperienza, ma rimane sempre un giovane con tutti i rischi del caso.

    A questo punto preferirei (e credo che sia della stessa opinione abche Mourinho) ingaggiare un calciatore pronto con esperienza, a Roma Pirola non avrebbe spazio per emergere, lo abbiamo visto con Kumbulla, nonostante Mourinho intraveda in lui buone qualita’, e’ stato sempre utilizzato con parsimonia, a questo punto promoverei in prima squadra Keramitsis se proprio devo inserire un giovane, cosi non spendo nulla e valorizzo un calciatore di proprieta’ e poi non dimentichiamo che Kumbulla a gennaio 2024, sara’ utile e convocabile.

    Se invece devo puntare su un calciatore preferirei puntare su un calciatore pronto con esperienza, c’e’ (Milenkovic che e’ nel pieno della sua maturita’ calcistica sa giocare a 5 a 4 e’ molto forte in elevaziine e’ cattivo quanto basta ed e’ in scadenza, quindi su di lui a gennaio ci sara’ un’asta per accaparrarselo, a meno che non ha gia’ accordi sottobanco con un’importante top club).

    La Fiorentina poi e’ alla ricerca di una prima punta esperta, quindi Pinto, se se sta bene anche a Mourinho, potrebbe tentare uno scambio alla pari con Belotti visto l’imminente rientro in prima squadra di Habraham che e’ sempre una ottima prima punta e inserire Azomun in lista uefa

  5. È un giocatore sempre di Beppe Riso, si vede che ai giornalai piace molto mangiare tante ciotole di riso visto che molti giocatori accostati, tra cui anche l’allenatore Palladino, tutte le strade portano a Riso insomma.

    • Niente affatto, l’ho anche criticato a volte e mosso le critiche anche su chi di dovere diverse volte. Per me vanno recisi sempre quello che non funziona e chi ha responsabilità pesanti. Ci sono anche altri reparti che non funzionano ed andrebbero cambiate certe persone perché anche se arrivasse un nuovo DS come alcuni di auspicano, non è che le cose andrebbero meglio, ci verrebbero sempre affibbiati diversi calciatori ritenuti da molti qui scarsi e come detto io vedo più problematiche nel nostro reparto scouting dove qualcosa va cambiato perché chi deve giudicare qualsiasi calciatore a livello preliminare e trovare talenti a poco, è questo reparto qui. Pinto ha sempre lavorato al Benfica, come Rui Costa seguendo le opinioni ed il giudizio del loro Capo Scout Ferreira di cui i calciatori venivano valutati da questa figura. Quindi pensate che all’improvviso Pinto sia diventato così stupido da mettersi ad osservare calciatori e giudicarli mentre non lo ha mai fatto in carriera? Infatti io l’ho nominato più volte ma qualcuno sa chi è il nostro capo scout portoghese?

  6. Posto che, come sempre, si tratta di notizie inventate. In due anni e mezzo la gestione Pinto ci ha fatto capire con chiarezza una cosa: non parla con la stampa e le operazioni di calciomercato sono conseguentemente totalmente ignote alla stessa. Detto ciò, sarebbe un acquisto che non mi convince. Deve crescere troppo per poter essere da Roma. Dato che non credo sia acquistabile Buongiorno, andrei su un profilo di calciatore giovane straniero (con sufficiente esperienza internazionale e struttura fisica).

    • Infatti molti nomi sono messi in giro da pennivendoli che fanno favori ad agenti vari, tipo in questo caso i calciatori della scuderia di Beppe Riso di cui sembra che abbiamo trattato una buona parte dei suoi assistiti insomma. Di difensori centrali stranieri ce ne sono anche tanti ma se alcuni di voi seguono il campionato belga, sta impressionando molto fortemente il difensore centrale nipponico mancino Koki Machida, 190cm, classe 1997 dell’Union Saint Gilloise, è stato riscattato lo scorso Luglio per €1M dopo un prestito al club siglato nel 2022, ma che ora lo vuole il Tottenham ma l’USG ora spara €15M. Posso dirvi che in Giappone attualmente per me ci sono 3 giovani difensori giapponesi potenzialmente molto più forti di Machida e che in inverno possono essere presi anche con formule di prestito e diritti di riscatto anche tra i €500mila e €1M in tutto.

  7. In risposta a @Daniele, il problema è che Buongiorno, che piace molto anche a me, è pur sempre un calciatore scuderia Beppe Riso pure lui. Non sarei sorpreso che venisse accostato anche il suo nome a questo punto. Il problema è che per come funziona il calcio qui, si considera perlopiù i calciatori in base a chi li rappresenta e gestisce e se il giocatore appartiene a gente come Riso, beh le commissioni saranno un salasso (mi pare che dopo la dipartita di Raiola ora Riso sia l’agente che prende le più alti commissioni in Italia) e per firmare i giocatori di una scuderia specifica, devi innanzitutto trovare prima un compromesso con l’agente anche prima del club (anche se in via ufficiale sarebbe scorretto ed illegale contattare i calciatori tesserati da un club se non aver prima avuto l’okay del club, francamente quasi tutti se ne infischiano tanto i contatti avvengono spesso tramite agenti o intermediari vari) che può essere un pesante rinnovo se l’agente ha già un assistito suo nel tuo club, un secondo affare di calciomercato che è il calciatore “stecca” che può essere anche un calciatore scarso ma che devi accettare come compromesso per prenderti uno buono (può anche essere due scarsi per uno buono), o anche firmare mandati vincolanti dove garantisci l’affare e tot livello di commissioni garantiti all’agente ed il calciatore futuro da portare lo sceglie l’agente insomma. Con gli agenti ed intermediari TOP italiani funziona così, mi è stato detto non da uno, due, tre o quattro ma bensì oltre una dozzina di persone che opera nel settore, con DS compiacenti perché comunque una bella fetta della commissione spetta anche a loro ovviamente, per questo c’è un forte legame tra quasi tutti i DS italiani con vari intermediari ed agenti. Come scritto in passato, forse per garantirti tipo un Buongiorno e Baldanzi a condizioni favorevoli con molteplici rateizzazioni, poi un Riso ti vuole imporre se Mou lascia che arrivi un Palladino come nuovo allenatore e come altro baratto anche due mandati firmati così lui può scegliere due altri suoi calciatori (ma anche di un amico procuratore suo) da piazzare da noi perché ad esempio non ha mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome