Camara e Bove, lampi nel buio. E ora in mediana occorre cambiare

53
1972

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Qualche lampo, dei segnali incoraggianti in mezzo al buio di una sconfitta arrivata sul campo indecoroso della Ludorogets Arena.

Stiamo parlando di due centrocampisti subentrati nel corso del match di ieri sera, poi ugualmente perso per 2 a 1: il neo acquisto Mady Camara e il giovane Edoardo Bove.

Il primo ha dimostrato sfrontatezza e voglia di fare, oltre a una buona gamba: nei minuti giocati, il guineano ha messo in campo una verve che serve in mediana, altrimenti troppo compassata e con poco ritmo.

Molto bene anche Bove nei pochi minuti giocati: il ragazzo sembra avere la stoffa, e non è un caso che sia lui a ispirare l’azione che porta al gol di Shomurodov con un lancio illuminante per Pellegrini.

Mourinho per il momento ha preferito affidarsi ancora ai più esperti Cristante e Matic, ma a questa mediana manca terribilmente quel Wijnaldum che sarebbe dovuto servire a dare un volto nuovo al centrocampo. Ora però sarà necessario cambiare, anche considerando le tante partite ravvicinate.

Camara e Bove chiedono spazio, con Mou pronto a darglielo. Già lunedì contro l’Empoli è probabile che qualcosa cambi nella mediana giallorossa. Il guineano è pronto a cominciare dal primo minuto. Ma anche l’under 21 azzurro sembra pronto per la sua occasione.

Giallorossi.net – F. Turacciolo

Articolo precedenteLUDOGORETS-ROMA 2-1, i voti dei quotidiani
Articolo successivoKvaratskhelia, Giuntoli: “Napoli più veloce a prenderlo di Roma e Juve”. Sfuma Vina al Galatasaray

53 Commenti

  1. Spero con tutto il cuore su Edo e mady

    Purtroppo l’infortunio di Gini è stato durissimo…sia per il ragazzo che per il progetto di José…
    Ancora oggi non mi capacito per Giorgino

    Forza grande Roma ale’

    • Siamo qui come ogni giorno da qualche settimana a dire che è arrivato il momento di Bove.
      Che poi puntualmente non arriva per rivedere Matic e Cristante.
      E lì parte il liberatorio “Mourinho ne capisce più di noi”. Verissimo, lapalissiano, però poi il campo ti dà torto, non solo ieri e a Udine, ma anche in qualche partita che hai pareggiato o vinto.
      Tra l’altro pure ieri Edoardo Bove, nel poco che gli è stato concesso, il suo marchio lo ha lasciato. Che deve fare di più per avere la sua vera occasione?

    • Osservazioni condivisibili caro UB.
      Quello che mi colpisce tristemente, peraltro, è che il semplice denunciare delle lacune di impiego dei giocatori, ormai palesi ed oggettive, entro un supposto modulo – (NB: di organizzazione e schemi di gioco, a quanto pare, non se ne può parlare, altrimenti, per i “veri” conoscitori del calcio, il gioco diventa “bello” (?) E QUINDI, per definizione…non si vince. Mah…)-, stiano dando luogo a litigi rabbiosi che dividono la tifoseria in un momento quantomeno inopportuno.

      Sfogare sugli altri la propria (comprensibile) delusione, mediante un’attribuzione generalizzata di disfattismo (filo-lazziese), sembra più una reazione da dittatura, da mazzieri intolleranti e intrisi di fanatica fede (il che tra l’altro è segno di debolezza interiore).

      Mentre invece il dialogo interno a una comunità (che si presume avere una forte identità condivisa), senza insulti personalizzati per ogni divergenza di opinioni, è il senso della democrazia (si può dire?); e, ancor prima, è il senso di questo stesso forum.

      Insomma, un po’ di analisi critica e di dibattito sono naturali e non fanno male (a meno che non si abbia un “pensiero magico”, superstizioso, circa i meccanismi di causa/effetto in una materia così opinabile qual è il calcio).

      Piuttosto, l’aggressività eccessiva, escludente e intimidatoria, contro un certo grado di dissenso verso un allenatore (chiunque esso sia o sia stato), non è propria della tradizione del tifo della Roma.
      La Roma è anzitutto fratellanza.
      Non dimentichiamolo. Non ci sono utopie eterne e tutti passano, giocatori e allenatori, e persino i presidenti (e pure i tifosi, con tanti amici di sempre).

      Un po’ di elasticità e di bonomia nell’accettare le varie legittime opinioni degli altri tifosi, è indispensabile per mantenere coesione e identità, così importanti e belle, nella nostra tifoseria.
      Negli ultimi anni, invece, si è assistito al proliferare di virulente “guerre di religione” intorno alla nostra squadra.
      Non ci fa bene.
      Non meritiamo, oltre alle delusioni del campo, pure questa costante intossicazione dei rapporti umani…

    • Ub 40
      Ti abbraccio forte

      Su Edo…. ti ha risposto Tavano…. José ci crede…e lo sta tutelando per nn bruciarlo…. l’altro anno Nik zaleski… è subentrato in pianta stabile a gennaio febbraio…

      José Mourinho sa cosa deve fare….mica si mette paura per una sconfitta…. altrimenti anche il Liverpool… dovrebbe essere crocifisso come si sta facendo con la as Roma

      Il calcio è ben altra cosa…e se permetti mi affido totalmente a José Mourinho….26 trofei

      Forza grande Roma ale’

    • Come darti torto amico mio? E’ innegabile che nei confronti di Mourinho ci sia una sorta di venerazione con tinte di fanatismo religioso che io francamente non ricordo neanche nei confronti di altri mostri sacri come Liedholm o Capello.
      Andrebbe stabilita un linea di confine tra il disfattismo di becchini che spuntano solo con le sconfitte, le provocazioni di qualche quaglia infiltrata facilmente smascherabile, e le legittime istanze di chi soffre e gioisce per questi colori, sempre e comunque.
      Lo abbiamo sempre fatto, come giustamente fai notare, una volta nei bar, nelle scuole, negli oratori; adesso in questi spazi virtuali che hanno sostituito quelli reali.
      Ci si accapigliava tra diverse fazioni, come era normale che fosse, ma nessuna toglieva all’altra il diritto ad un’opinione.
      Da un anno a questa parte si deve prendere atto della nutrita presenza di guardie dell’ortodossia mourinhana pronte a sparare ad alzo zero contro chiunque osi solo dubitare di ogni pensiero, parola, opera e azione del Messia.
      Anche se lo fa con toni ed espressioni educate e serene. Si vuole anche negare il diritto di gioire per una vittoria della Roma se questa è stata inquinata da un solo pensiero di perplessità nei confronti di Mourinho. Minimo servono un mese di cilicio e 50 Pater Noster al dì per espiare il peccato.
      Come se non fosse stata una vittoria della Roma e di tutti, ma solo del tecnico.
      Ne prendiamo atto, ma è un’atmosfera che non giova ad un sano e consapevole scambio di idee, nella certezza che Mourinho passerà mentre la Roma e i suoi tifosi rimarranno, sempre e comunque.

    • Dico la mia.
      Lo so che quando vieni preso a pallonate 3 partite di fila, ovviamente la colpa di tutti mali non è mai di 1 solo giocatore.
      Voglio fare un discorso generale, che esula dalla partita di ieri, e che rimane valido anche quando la roma gioca bene e vince.

      I gol su azione manovrata sono sempre preceduti da una situazione che ha rotto l’equilibrio tra attacco e difesa. Sempre.
      Fare gol su azione manovrata, con la difesa avversaria schierata è molto difficile, perché le squadre difendono con un numero di uomini maggiore di quello con cui gli avversari attaccano; e allora regna una situazione di equilibrio, l’attacco ha il vantaggio di avere il possesso della palla e decidere cosa fare, ma la difesa ha il vantaggio numerico e così riesce a coprire gli spazi e chiudere all’attacco ogni possibile sbocco verso la porta.
      Ma ogni tanto questo equilibrio viene rotto (l’attaccante supera in dribbling il difensore, oppure il difensore non copre la propria zona, ecc.) si crea superiorità numerica per l’attacco, che si aggiunge al vantaggio del possesso della palla.
      Una volta rotto l’equilibrio, il difensore è in affanno, perché deve coprire la propria zona e anche quella lasciata sguarnita da altri compagni, deve marcare il proprio uomo e anche quello lasciato libero da altri compagni; a quel punto può succedere che il difensore tenti una giocata estrema e fallisca l’intervento, oppure rimane a metà strada in una triangolazione degli attaccanti: l’attacco riesce a trovare il varco verso la porta avversaria e creare un’occasione da gol.
      Quando si subisce un gol su azione manovrata, il colpevole principale non è l’ultimo difensore che è stato saltato dall’attaccante cha ha segnato, ma quello che in precedenza ha permesso la rottura dell’equilibrio.

      Ora guardate il replay del primo gol subito dalla Roma contro il Ludogorets, e ditemi se la colpa di tutto è di Smalling (che viene puntato 1 contro 1, e deve tentare l’intervento, sbagliandolo) oppure di Cristante poco prima (che passeggia a centrocampo e non copre il suo uomo, rompendo l’equilibrio).

      E quando c’è Cristante in campo, questa situazione è una costante.

    • Ah! Quanto nei miei post insistevo sul prendere Barak. Sarebbe stato un affare visto che poi è andato alla Fiorentina……in prestito

    • Caro laziale caciottaro, per me la roma è una fanatica fede, proprio come hai scritto tu! Che ci posso fare??!!
      Ti lascio però anche un semplice percorso logico (al limite sillogistico!) che spiega la grande irritazione che provoca a me, e ai tanti come me, sentire criticare da te, e da quelli come te, le decisioni di un allenatore come Jose’ Mourinho.
      Mourinho è un allenatore che ha vinto più o meno tutto in quantità industriale, fra i migliori al mondo, lavora tutti i giorni con i giocatori e poi fa delle scelte. Voi fate altri mestieri, commentate il calcio su internet, non assistete agli allenamenti, non conoscete i giocatori e venite qui a scrivere che mourinho è un cretino, che è cotto , che sbaglia tutto ecc.
      come pretendete di essere credibili? Date solo molto fastidio con la vostra presunzione e arroganza? Ma non vi rendete conto?
      Se scrivessi qui che Einstein ha sbagliato le formule della relatività e che so io quello giuste ti che mi risponderesti?

    • Ti risponderei che la teoria della relatività è stata dimostrata sperimentalmente, perché questo si fa nell’epistemologia della fisica (e la dimostrazione può essere ripetuta da qualsiasi studente che si inoltri negli esami di fisica).
      Per il lavoro di un allenatore, a sua volta, la dimostrazione sperimentale della correttezza delle sue ipotesi è data dall’esito e, non secondariamente, dall’andamento delle partite.
      Essendo quello dell’allenatore un lavoro applicativo di teorie “indeterminate” (un po’ nel senso di Heisemberg 🙂 ), cioè soggette a variazione nello spazio-tempo, contano, ahimé, le partite che si svolgono nelle competizioni attuali. I risultati passati, di competizioni già svoltesi, per definizione, non possiedono alcun valore confermativo o predittivo della bontà delle concrete “ipotesi” di gioco attuali di un allenatore.

      Comunque ti sbagli, e cerca bene nei commenti passati, se non te ne fossi accorto: non sono fra i detrattori sistematici e radicali di Mourinho, che, nelle circostanze, vedo prevalentemente come un fenomeno positivo (ma non ciecamente). MAI dati giudizi come quelli che citi. Quindi la generalizzazione, che appunto ritenevo intossicante, “quelli come te”, te la rinvio al mittente. In grande amicizia.

      Forse non lo hai notato, ma la questione si limitava alla mantenibilità del duo Cristante-Matic: su cui lo stesso Mou ha ormai ammesso l’incongruenza.

      E, in ogni modo, TUTTI gli allenatori di QUALSIASI squadra sono soggetti a critiche da parte della tifoseria (oggi, anche nelle forme dei forum web, sempre più diffuse): fa parte del “gioco”, in cui dei milionari intrattengono gente che, per motivi affettivi, proiettano una parte più o meno grande di se stessi sulla squadra del cuore.

      Arrogante semmai è quindi la tua vena censoria e la tua mal riposta irritazione: il cui unico presupposto legittimante è “ho una fanatica fede”, tu sei “laziale” e mi “irriti”.

      Ti assicuro che non solo la cosa è reciproca, ma che non hai veramente titolo, se non l’egocentrismo iper-soggettivo, per sindacare la fede e l’amore per questa squadra di altri.

      Ed è proprio questa la questione che sollevano, di minima civiltà e rispetto reciproco ENTRO LA FRATELLANZA DEI TIFOSI DELLA ROMA, (una tifoseria cui appartengo da 60 anni e forse di più).
      Grazie per averla confermata sperimentalmente in modo inoppugnabile.
      Senza rancore. Serenamente.
      Forza Roma (saremmo tutti dalla stessa parte; basta smetterla di “irritarsi” per cose normali dentro una tifoseria; ben altre cose, proprio come tifosi della Roma, dovrebbero irritarci…)

    • Daje Rometta (già il nick non è un granché, perdonami), immagino che tu quando cammini per strada ti imbatti in un sacco di gente che discute di fisica quantistica o del bosone di Higgs, giusto?
      Io invece, da quando sono nato, in ogni angolo vedo gente che discute di calcio, pensa un po’.
      Quindi non mi pare una materia assimilabile alla fisica, né mi sembra appropriato mettere sullo stesso piano Mourinho e Einstein.
      E torniamo al discorso di cui sopra, all’innalzamento di un tecnico, certamente dal curriculum pesantissimo, a entità sovrannaturale.
      No, mi dispiace, di calcio, a torto o ragione, possono parlare da sempre tutti. Nessuno ha mai pensato di negare questo diritto.
      Se a te dà fastidio puoi sempre sorvolare, tapparti occhi e orecchi…

  2. Tanto per partire con cristante e matic è come partire con 2 gol sotto, farei giocare sopratutto Bove che ieri ci metteva veramente il veleno su ogni pallone giocato

  3. Matic e Cristante accanto non si possono vedere, sono 2 doppioni di una lentezza disarmante.

    E non ci voleva il Ludogorets per scoprirlo.

    ❤️🧡💛👊

  4. al momento sono i più affidabili, ma bove deve giocare con continuità.e noto che mou non è mai stato un allenatore da campo , lui è un grande motivatore , tira fuori il 200 da tutti o quasi ..ma una grande squadra è formata da un grande gruppo , dal presidente che è ottimo all autista del bus..Pinto ? bocciato ripeto alla nausea quando ha dovuto metterci del suo ….il buio totale, lui ama rinnovare ,vedi mancini ma avesse mai avuto un intuizione come il Milan o il Napoli o l atalanta..basta topo Gigio

    • massimo, la coppa vinta l’anno scorso, con la squadra che aveva un allenatore con le “intuizioni” l’avrebbe vinta?

      noi quì facciamo le chiacchiere da bar, ma mourinho li vince davvero i trofei, e trofei non li vicni solo perchè motiva!

      poi io ho la mia opinione e penso che matic e cristante insieme non possano giocare, ma tu le sai le motivazioni di mourinho?
      magari camarà è arrivato da poco e non ha ne i minuti ne gli schemi?
      magari matic e cristante, essendo grossi devono giocare per entrare in forma?
      magari bove lo ha visto troppo leggero per un campo di patate come quello di ieri?

      che ne sai che ha pensato mourinho e se pensi alle occasioni avute e i rigori non dati, poteva tranquillamente vincerla e invece di criticare staremmo ad elogiare.

      una partita, due, cinque, non condizionano la considerazione su mourinho. anche l’anno scorso abbiamo avuto periodi neri

    • @furiova
      Saro’ io che non capisco !
      Sento i talebani difendere l’indifendibile.

      Posso dire che e’ stata una partita schifosa ? una partita europea non un amichevole !
      Abbiamo giocato contro nessuno. Un poco di pudore
      Per una partita cosi serve solo vergognarsi
      Dopo non si puo’ salvare nessuno ne l’allenatore ne i giocatori
      periodi neri non puo’ voler dire umilianti

      Speriamo domani , al momento non ci siamo per niente
      FRS

  5. la prima cosa che si poteva notare ieri appena sono entrati è di come Camara si abbassava per prendere palla, bove viaggiava fra le linee degli avversari e si accorciava lo spazio fra centrocampo e attacco.
    quando giocano Matic e cristante sono entrambi SEMPRE sulla stessa linea , si muovono in ugualmodo quando si abbassano si schiacciano sulla difesa e spaccano i reparti ed è difficile così ripartire e allo stesso tempo difendere da fermi mentre gli avversari corrono verso di te

  6. Come si fa a rinunciare al dinamismo di questi due preferendo schierare due elefanti non me lo spiego ancora.
    Va bene che uno è appena arrivato e l’altro è poco più di un primavera ma quando chiamati in causa hanno sempre dimostrato più degli altri.
    Spero comunque anche in un cambio tattico, a due in mezzo si soffre troppo.

    • guarda che se capisci un poco di calcio tra matic e cristante c’è l oceano atlantico lo si vedeva anche ieri quandi parte e con la sua lentezza va in pressing su un giocatore non facendolo girare e rallentando l azione , mai visto farlo a mono passo cristante?? l altro anno poteva andare bene c era solo lui ma potevi essere supportato da veretout quest anno titolare matic e se esce lui entra cristante la mediana della roma doveva essere matic wijnaldum con pellegrini dibala abraham e scambiare giocatori con zaniolo e elsha e poi solbaken a gennaio ora c’è camara giocasse lui e come esce perche ha pochi allenamenti dentro bove

  7. Nom mi sembra una bestemmia far giocare Bovo e Camara insieme ad Empoli….E spero che rientri Abraham perchè anche se non era in splendida forma l’ho rimpianto….

  8. Pur nell’amarezza di una sconfitta impronosticabile come quella di ieri sera,bisogna avere la fede calcistica a trovare segnali d’ottimismo.Per questo plaudo all’articolo del sig. Turacciolo,anche perchè siamo all’inizio della stagione e c’è tempo per rimediare,senza però cullarsi nei sogni di gloria. Testa bassa e pedalare,questa deve essere la parola d’ordine dentro Trigoria. Parto da un concetto : la campagna acquisti è stata fallimentare,nel senso che il reparto che necessitava di maggiori ritocchi in quantità e qualità,il centrocampo,è stato indebolito rispetto all’anno scorso. Io rimpiango Mikhitaryan, Veretout e lo stesso Sergio Oliveira,l’ho scritto a più riprese. L’anno scorso dicevamo tutti che il reparto di centrocampo era incompleto,senza un regista,senza un canaccio che mordesse gli avversari,ebbene che ti combina Pinto? Si lascia scappare o vende 3 centrocampisti e ne compra 2 ,di cui uno è la fotocopia di Cristante in quanto a dinmismo (Matic) e l’altro (Camara) è tuttora uno sconosciuto. Non considero Wijnaldum ,in quanto se fosse stato bene ,non sarebbe stato preso Camara. Non voglio più dilungarmi sull’acquisto bluff di Belotti,perchè ieri abbiamo visto purtroppo quello che ho sempre detto. Il tanto vituperato Shomurodov ha dimostrato di essere 3 spanne sopra di lui. L’unica cosa che spero è che il Gallo non metta insieme 21 ridicole presenze (clausola scellerata!) per essere riconfermato altri 2 anni.
    Ciò premesso,occorre che anche e soprattutto Mourinho cambi registro. In fondo è lui che fa la squadra e i cambi. Il dato inequivocabile di questo inizio di stagione è che occorrono 3 centrocampisti veri in campo, per non regalare questa zona all’avversario come è successo perfino con la Cremonese. Se la coperta diventa corta,bisogna levare un centrale tornando alla difesa a 4 o levare una punta o trequartista che dir si voglia,alternando i giocatori disponibili,sperando che Abraham torni presto a fare il suo mestiere,cioè i gol.
    Infine spero che un fattore imponderabile ,la fortuna, torni a sorridere alla Roma,perchè anche ieri sera fra palo e rigori negati, abbiamo cumulato un ulteriore credito verso la dea bendata.

    • sulle qualità di Shomurodov non avevo e non ho dubbi non sarà Abraham ma è uno che punge
      su Belotti farà il suo specialmente se la squadra acquisterà dinamismo
      Matic e Cristante non possono essere schierati insieme o uno o l’altro o nessuno

      cmq

      – in campionato il ruolino di marcia per il 4° posto è buono malgrado la squadra sia ancora fuori forma e anche condizionata da tante assenze

      – In coppa si può ancora recuperare

      Quindi direi di ritrovare l’ottimismo e pedalare pensando all’ Empoli perchè serve mettere fieno in cascina per arrivare alla sosta con il miglior piazzamento possibile. La squadra penso entrerà in condizione con la ripresa dopo i mondiali e se ci arrviamo in una buona posizione dovremmo essere in grado di mantenerla fino a termine campionato, almeno il 4° posto

    • condivido, amo la Roma, non voglio criticare per criticare, ma, il giusto diciamolo: onde evitare che tra 1 mese stiamo a sparlare di bove e camara, facciamo così: diciamo che quando serve bisogna cambiare schemi e giocare a 3 a centrocampo . se no sono botte da orbi. almeno questo ritardo di cambiamento e comprensione si può imputare a mou ?

    • Sono completamente d’accordo con te. Vendere Varetout, è stata la cosa più assurda che Pinto potesse fare. Certo, ora tutti a dire che non si può comprare senza vendere, mi chiedo, ma quando si farà questo benedetto aumento di capitale di 400 milioni?. No, perché, così è come se nessuno avesse comprato niente, la Roma continua ad avere gli stessi problemi che aveva con Pallotta. Ora i commercialisti di questo sito, diranno che i nuovi proprietari hanno versato milioni di euro. Bruscolini, hanno versato il minimo per poter andare avanti, ma i 400 milioni di debiti, è ancora tutto là,e il F. P. Finanziario non c’entra nulla. La Roma è questi stupendi Tifosi, meritiamo di più.

    • Fino a che non ci libereremo di tutte le zavorre comprate dal broccolaro di Boston ( Cristante e Mancini in primis) non potremo mai competere ad alti livelli. L’opera di depallottizzazione della Roma da parte dei Friedkin è cominciata da appena 2 anni e ci vuole tempo

  9. un vecchio di 80 anni corre piu’ del centrocampo della roma attuale. mister, svegliati. basta con la coppia CRI-MAT senno’ è matematico prendere imbarcate

  10. al netto della squada che piu che correre pascola Mourinho con tutto il rispetto
    ma vedere una squadra che fatica a fare 3 passaggi di fila é veramente troppo tutto
    ha un limite una mediana con giocatori compassati mister sveglia soprattutto a lei
    oerche dare giorni di riposo a una squadra che chi unque incontra basta che alzi il ritmo e noi siamo fregati questa é ripeto con tutto il rispetto colpa sua

  11. Lampi che purtroppo non possono giocare!! A Roma ci sono vacche intoccabili!! Mancini, Cristante e pellegrini farebbero panchina in qualsiasi squadra tra le prime 6 in Europa!! Ma a Roma nonostante il momento negativo non si possono toccare!!!

    • Purtroppo fino ad oggi non avevamo alternative a schierare Cristante. Adesso con Camara e Bove, più Wijnaldum quando tornerà, i tempi sono maturi.

      Per Mancini le alternative non ci sono ancora oggi, ma la soluzione qui sarebbe semplice: passare alla difesa a 4 con Smalling e Ibanez titolari. Un centrale mancino però serviva e onestamente me lo aspettavo come primo rinforzo in estate. Spero ancora in qualche parametro zero.

      Pellegrini tecnicamente è il migliore cc a nostra disposizione, ma ha un grande limite: soffre di protagonismo. Quando inizierà a giocare per la squadra e non a cercare la gloria personale forse diventerà davvero incisivo. Per ora schierarlo è d’obbligo.
      Un centrocampo a 3 Matic Camara Pellegrini potrebbe funzionare bene.

    • Dobbiamo soltanto avere pazienza e fiducia in questa nuova proprietà… purtroppo stiamo ancora ricostruendo dalle macerie dell’era Pallotta…Cristante e Mancini neanche in serie B potrebbero giocare… tutti acquisti sotto Er broccolaro di Boston

  12. Giusto dare segnali di speranza.
    Il centrocampo si è indebolito rispetto all’anno scorso dalle partenze di miky e Veretout. Matic è un onesto centrocampisti ma in coppia con Cristante non funzionano.
    Serve un terzo centrocampista perché abbiamo scoperto che con la difesa a 3 prendiamo ugualmente gol e non riusciamo a ripartire perché i giocatori sulle fasce non sono in condizione (spina, Zalewsky, Kasdrop).
    In attesa del ritorno di Zaniolo che aumenterà il potenziale offensivo abbiamo bisogno di qualcuno dentro.
    Non sarebbe male provare contro l’atalanta un centrocampo muscolare a 3 (senza pellegrini) con dybala dietro Zaniolo ed Abraham/Shomurodov.
    Pet l’Empoli 4-3-1-2 dentro shomurodov, camara e bove dall’inizio. Fuori Belotti e Cristante e Mancini.
    Non mi piace Shomorudov ma è l’unico attaccante in forma che abbiamo. Belotti in quelle condizioni fisiche gli facciamo solo fare brutte figure.
    Due vittorie con Empoli e Atalanta e ripartiamo ma Mourinho deve cambiare schema

  13. Il momento è veramente negativo, e sembra incredibile come ogni volta che sembra che abbiamo una squadra per sognare veniamo colpiti così duramente. Ora si celebra il Napoli…ma nemmeno oso immaginare cosa sarebbe accaduto quest’estate se avessimo venduto il miglior difensore per comprare uno sconosciuto Kim, avessimo fatto partire il capitano in Canada per uno sconosciuto giocatore georgiano. Ora è facile dire che Pinto non è in grado di fare il DS e Giuntoli il re dei DS, ma dobbiamo essere onesti….al momento non è un problema di nomi, ci stiamo tutti accanendo contro Cristante e Matic come se fossero la causa di tutto, addirittura bramiamo al loro posto Bove (20 anni e in primavera fino lo scorso anno) e Camara (sconociuto giocatore del campionato greco)…non per dire che non credo in questi due, ANZI CI CREDO TANTO..ma per dire che quando le cose si fanno negative si pensa che il problema sia cambiare i nomi in campo…invece credo che il problema vero sia il “mood” con cui scendiamo in campo, sembra che tutta la squadra scenda sempre in campo senza le idee chiare, sempre con poca grinta e concentrazione…quì va cambiato questo! Non dò la colpa a Mou, perchè questa cosa l’ho vista accadere con tanti allenatori ormai…non so cosa accada ma sembra sempre che ci siano periodi dell’anno (tutti gli anni) in cui nella Roma si spegne qualcosa e la squadra smette di giocare con grinta e intensità…salvo riprendersi quando ormai è tardi! Comunque….chi tifa roma non perde mai FORZA FORZA FORZA ROMA.

  14. Largo ai giovani motivati come Bove e non come quel bradipo cialtrone demotivato di Cristante, che sul primo gol guardava a terra ancor prima che l’avversario segnasse e che ogni anno ne combina di ogni. Poi mi chiedo la fretta di mandare via Veretout, visto che era l’unico a dare movimento a quel centrocampo

  15. Sempre massima fiducia a Mou, ma se giochiamo a 3 dietro ed uno di questi è Mancini, a sto punto penso valga la pena di almeno provare la difesa a 4 con Smalling e Ibanez centrali, il centrocampo certamente ne gioverebbe.

  16. mi pare evidente che anche il guru di setubal non ci stia capendo niente..a centrocampo metti pellegrini vicino a Matic in attesa di Gini, stop. Sulla fascia destra Karsdrop non lo voglio vedere manco in cartolina, Cristante sempre in panca…

  17. Camara non sembra male corre dappertutto forse a volte un pochino impreciso ma giocatori così sono essenziali in qualunque squadra
    E a Bove poi gli dia la possibilità di giocare una partita da titolare ogni tanto, altrimenti Bove arriva a trenta anni e sarà sempre l’eterna promessa come quelli che sono eterni studenti a sessanta anni vanno ancora alla università.
    Ma il Mago Mourinho ieri non si è accorto che Cristante e Matic non si reggevano in piedi e Belotti era una macchina senza benzina?
    Gioca sempre con gli stessi e non ha un briciolo di schemi è un allenatore sorpassato dai tempi.
    Al momento fa solo del male alla Roma sarebbe da mandarlo via al più presto possibile

  18. Il vero tifoso romanista si vede soprattutto nei momenti di difficoltà. Dajeeee nn possiamo mollare adesso e lo faremo sentire alla squadra dagli spalti dell’Olimpico. Non può piovere per sempre (cit. cinematografica) FRS!!!

  19. Mourinho ancora non ha trovato la quadra in questa squadra ; si sono visti un sacco di esperimenti e moduli diversi. Speriamo che ci arrivi presto perché l’Europa League o il campionato non aspettano Gini

  20. L’unico che ci può salvare è Mourinho. Come ha dimostrato lo scorso anno non guarda in faccia nessuno!!! Spero che abbia dietro la società e faccia delle scelte coraggiose. Mancini, Cristante devono essere i primi 2 ad accomodarsi in panchina…il terzo se non corre deve essere Pellegrini. Purtroppo non puoi permetterti di giocare in 8 ogni partita. E se qualcuno prova a spaccare lo spogliatoio deve essere messo fuori rosa.

  21. Prendiamo Luiz si libera a zero a giugno .Ci sta forte il Milan.Pinto chiuditi in albergo come hai fatto con Dybala ma prendilo.Luiz è giovane e prenderlo a zero o a pochi milioni a gennaio è un affare .Io non spenderei i soldi per un difensore anche a zero ma punterei tutto sul giocatore brasiliano rispia mando sugli ingaggi del nuovo difensore e di Vina e schomurodov.A due mai più Matic Cristante insieme io metterei Matic al primo tempo dicendogli giochi 45 minuti ma devi dare tutto e uscire sfinito e poi farei entrare Cristante A Matic metterei come prima scelta Pellegrini poi uno tra Bove e Camara.Se gli avversari ti mettono sotto punterei su un centrocampo a 3.4321 433 o se vuoi giocare a 3 fai un 352 come faceva Capello

  22. A me Camara per quel poco che si è visto mi è piaciuto. Quello che proprio non deve giocare è Cristante. Poi in attacco checchè se ne dica serve Abraham che almeno è sempre presente in area. Ieri l’area era vuota.

  23. Matic non si tocca , per me Matic Mady sono i titolari della mediana in questo momento , e anche a Edo bisogna dargli minutaggio , senza caricarlo di grosse responsabilità.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome