Camara, un assist e tanta voglia di provare a convincere Mou

43
1795

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Finalmente in campo per più di qualche manciata di secondi. Mady Camara ha avuto la sua occasione ieri sera al Benito Villamarin di Siviglia, quando è entrato a inizio del secondo tempo per cambiare le sorti di una partita fondamentale per il cammino europeo della Roma.

Quarantacinque minuti, tolto il recupero, per dimostrare di essere molto di più di un semplice gregario, una riserva da ultimi scampoli di partita. Camara il suo dovere lo ha fatto: gli sono bastati appena otto primi per inserirsi in area (evento sconosciuto agli altri centrocampisti) e servire una palla a Belotti solo da spingere in rete.

Un guizzo decisivo, seguito poi da qualche imprecisione di troppo (un cross completamente sballato e un retropassaggio di sponda da dimenticare) e tanta voglia di mettersi in mostra. La prestazione nel complesso resta positiva: il guineano è apparso un po’ caciarone, tecnicamente rivedibile, ma comunque in grado dare un contributo importante alla causa romanista con la sua imprevedibilità.

Se sarà bastata la prova di ieri a convincere Mourinho, restio fino ad ora a consegnargli le chiavi del centrocampo, lo scopriremo solo vivendo. Già lunedì sera contro la Sampdoria il guineano spera di avere una seconda occasione, magari partendo titolare al fianco di Cristante, e con Pellegrini a dargli una mano in mediana. Camara il suo, nel bene o nel male, l’ha fatto. Ora la palla passa a Mou, che anche quest’anno deve fare i conti con una mediana ancora in affanno.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

 

Articolo precedenteDybala, Romero lo mette già out: “Non farà il Mondiale, deve stare molto male”
Articolo successivoViaggio a Pietralata: “Ma quale stadio? Questa è casa nostra, da qui non ce ne andiamo”

43 Commenti

  1. ha sbagliato un cross quando era in fuorigioco e giocava defilato rispetto al suo passato calcistico.
    A questa roma serve corre e cambia marcia molto meglio dei due lentoni.
    è stato bravo.

    • @Maggiora
      non è un fenomeno assolutamente. lo paragonerei piuttosto a Lima. I due Lentini giocano perché, causa infortuni, a centrocampo siamo corti, altrimenti uno in alternativa all’altro. Camara può dare corsa e dinamismo in alcune fasi o partite. a centrocampo abbiamo bisogno dell’olandese.
      Questa è la verità!!!

    • Nella pochezza fisica del nostro centrocampo Camara è un gigante (lo dice chi ha criticato il suo acquisto) sebbene tecnicamente erano più forti Veretout o Mikytarian.
      Non deve essere Camara a convincere Mou, ma Mou che deve decidere se mantenere i suoi protetti anche se non in forma con il rischio di mancare gli obiettivi stagionali.
      La Roma gioca peggio dell’anno scorso e (posto che a Roma è passato un certo Spalletti) non è accettabile se non porti almeno i risultati (come fece Capello)..

    • Tra i due lentoni c’è un tale che si chiama cristante, terzo per km percorsi in serie A, a differenza di altri che vengono osannati qui.
      Camara è un buon giocatore, ma ci sarà un motivo per il quale il mister si affida sempre a Cristante? O pensate che Mou sia un povero scemo? Può essere che magari voi, che siete commessi, contabili, commercialisti, pulitori, facchini, possiate capire meno di pallone di un certo José Mourinho?

      Quando parlate vedete di farlo con cognizione di causa.

    • Guardate l ho detto anche ieri sera dopo la partita con camara in campo ha giocato meglio anche cristante con anticipi e potendo servire meglio la palla invece di avere 3 giorcatori vicini perche matic sta a 3 metri da lui

    • Ancora co’ sti Km percorsi? Non se ne può più. Il bello è che dice di parlare con cognizione di causa chi confonde il calcio con la maratona.
      Alla mia veneranda età faccio 10 Km al giorno (ne farei pure di più se avessi tempo) in circa 50 minuti su terreno non pianeggiante.
      Pensi che potrei andar bene su un campo di calcio oppure mi passerebbero tutti a velocità tripla? Il calcio è uno sport fatto di scatti, accelerazioni, progressioni cambi di direzione.
      Cristante è un passista, così come Matic: può fare anche 20 Km a partita, ma li fa tutti allo stesso passo e ci mette un quarto d’ora per fare box to box.
      Se deve rincorrere un qualsiasi avversario è perso praticamente contro chiunque e quindi è logico che giochi di posizione e corra prevalentemente in orizzontale.
      A proposito, i Km percorsi da Pellegrini li hai contati invece?

    • i 2 lentoni hanno leggermente più tecnica e piede anche per fare un lancio di 40m

    • TG questa leggenda dei km percorsi onestamente è stancante. Andasse a fare la corsa campestre, per giocare a calcio serve altro. È un giocatore lento, lento fisicamente ma lento soprattutto a pensare, che può avere anche buone doti d’impostazione ma solo se non è pressato e può permettersi di perdere tempi di gioco su tempi di gioco per fare un lancio, non si inserisce neanche più, metà di sti km se li fa all’indietro schiacciandosi sulla linea dei difensori e facendoci prendere lo stesso tiro da fuori una volta a partita. È un doppione di Matic, solo che è inferiore a lui nell’intelligenza tattica, nella gestione palla nello stretto, in impostazione, e al contrario di Nemanja non è capace di saltare il pressing. Ci sta come riserva, stesso ruolo che ha in nazionale. Nessuno gli ha mai imputato di passeggiare, ma non è che se corri tanto allora automaticamente sei forte

    • ma come al solito noi ci eravamo arrivati presto a dirlo e ora se n’è accorto mourinho, meglio tardi che mai

    • Giornalisti ridicoli, criticare Camarà perché sembra disordinato nella corsa ? Ricordiamo Toninho Cerezo soprannominato Cha cha cha. Per favore tacete

    • Basterebbe almeno provare: difesa a 4, centrocampo a 3, matic mediano e ai lati cristante e camarà. Se proprio i lentoni devono giocare basta fare così. Pellegrini dietro zaniolo abrham/belotti. Poi quando torna dybala rimetti pellegrini a centrocampo al posto di uno dei 3.
      Ma chi ci guida vive della sua sagoma

    • infatti perché qualcuno bistratta sto giocatore,a me sembra uno che ha le idee chiare corre contrasta e ha dell’altro ,lo vedo un ottimo calciatore più gioca e più io con lui mi sento meglio che con altri personaggi .

  2. Calma. Non ripetiamo gli errori del passato, dove abbiamo incensato calciatori per mezza partita giocata benino. A me questo Camara non mi ha convinto molto, volenteroso sì, ma tatticamente e tecnicamente molto approssimativo. Spero di sbagliarmi, ma per quanto sia più rapido di Cristante mi sembra un giocatore anni luce meno preparato per giocare in Serie A. Detto questo, parliamo di impressioni dopo 45 minuti giocati. Forse mi sbaglio io, o forse vi sbagliate voi. In ogni caso, invito alla calma e a non dare patenti dopo mezza partita.

    • Nessuno esalta Camara… Qui stiamo abbassando i due lentoni… Cristante e Matic si girano con la stessa velocità con cui farei la manovra di un Tir… È assurdo che Cristante sia ancora il titolare della Roma… È bravo solo a passare all’indietro

    • Per don.

      è chiaro che l’olandese è altra cosa. ma, al momento, dobbiamo provare camara che ha un cambio di passo diverso.
      per b.r.s. nessuna patente ma ieri è entrato bene va provato i due che giocano sempre sono monomarcia.

    • tecnicamente passivo? senti tutti i pareri sono leciti ma questo è uno che ha tecnica più di altri ,esclusi naturalmente Dybala,pellegrini ,Matic zaniolo e il faraone Abraham nn lo metto perché la tecnica l’ha lasciata nell’armadietto.

  3. Ha fatto uno o due errorini e dimostrato anche lui una velocità limitata (ricordo una rincorsa in cui era abbastanza in affanno nel seguire un avversario non poi così veloce), ma nulla che non abbiano già fatto i suoi compagni di reparto. Di contro almeno ci ha provato a fare cose e non si è limitato a passaggi orizzontali o al solito pretenzioso lancio sballato alle punte, che puntualmente finisce in bocca ai difensori avversari.
    Propositività, inserimenti, fame di mettersi in mostra, per me queste sono 3 ottime ragioni per dargli altre chance, al di là dell’assist di ieri che comunque è ottimo.

    • A parte la prestazione un po’ (ma non del tutto) opaca di ieri di Matic, – che pure ci sta in un giocatore di circa 35 anni impiegato continuamente -, questi è elemento ben differente dal volenteroso ma limitato Cristante; la cifra tecnica di Matic gli consente di alzare la testa e di indovinare spesso il “corridoio” verticale e sveltire la manovra (puntualmente vanificato dal Pellegrini di turno che fa giocate improbabili di prima senza controllare la posizione degli avversari oppure la passa all’indietro; od anche dall’Abraham “tornante” che sbaglia i controlli più elementari e pare, oggi come oggi, incapace i difendere la palla).

      E con questo non mi permetto di denigrare Cristante integralmente; è un diesel, dalla quantità (non qualità) di corsa generosa, e ha il senso degli inserimenti…e qualche volta azzecca bei tiri dal limite (il che ne fa una mezzalona “pesante”, comunque di livello tecnico da panchina e da “subentrante”, certamente utile in ciò).

      Il vero equivoco è proprio che non può fare il mediano nel centrocampo a due, che esige ben altra velocità, e senso della posizione, nella chiusura delle linee e nei recuperi, PRIMA che il centrocampista avversario sia arrivato al limite dell’area). Ed anche una ben maggiore padronanza del palleggio per innescare la fase di ripartenza.

      Matic, nel complesso, ha dimostrato di non avere questi limiti; il fatto è che non può giocare accanto a Cristante in un centrocampo a due, perché da solo NESSUN giocatore può dare copertura, rilanci e inserimenti, non potendo contare su un compagno con doti diverse e complementari.
      In sintesi: non diamo addosso a Matic che ha finora dato un buon contributo e dimostrato di essere un centrocampista di qualità che, nel ruolo, a Roma mancava da tempo.

  4. Non potevamo aspettarci chissà cosa da Camara: i curricula hanno un senso, e il suo non faceva prevedere di potersi trovare di fronte a un nuovo Gerrard.
    D’altronde è stato un rimedio di emergenza alla tegola Wijnaldum.
    Penso di poter prevedere già da adesso che non sarà riscattato, men che mai a 12 mln.
    Il problema da inquadrare è però quello della funzionalità di un elemento in una squadra, anche a prescindere dal suo valore tecnico. Cristante e Matic potranno anche essere più pronti e sicuramente anche più dotati a livello tecnico, ma il livello complessivo della squadra con loro due contemporaneamente in campo diminuisce.
    Perché il loro scarso dinamismo allunga la squadra: sono giocatori di posizione, consci del fatto che sono lenti e macchinosi. Non si buttano mai dentro l’area avversaria perché sanno che non avrebbero il tempo di recuperare l’avversario.
    Sono lenti a uscire per chiudere sull’avversario che tira da fuori, restano schiacciati e non fanno salire i difensori di conseguenza.
    Insomma, se ne può vedere solo uno di loro, e soprattutto in un centrocampo a tre.
    Non importa chi abbiano vicino, l’importante è che siano dinamici. Andavano bene pure gli Zaniolo e Pellegrini delle primissime partite.

    • io continuo a dire che per me specialmente ora che non ce dibala la roma deve giocare con 4 dietro e tre centrocampisti matic cristante camara con pellegrini zaniolo abraham

    • Ho espresso, in modo forse più analitico (ma per non lasciare spazio a continui equivoci sulla pretesa assimilabilità, se non altro di livello, di Cristante e Matic), poco sopra lo stesso concetto.
      Se trovo ingiusto dare addosso “a prescindere” a Cristante, il cui impegno non è discussione (per lo più, non sempre), è del pari ingiusto stigmatizzare Matic.
      Inutile dire che il programma tecnico emerso dalla campagna acquisti non fosse questo…ma…hic Rodhus hic salta (e questa vale anche per Mou).

  5. A servire serve eccome se non altro perché si muove in verticale, ma se è per questo lo fa anche Bove che però è tecnicamente superiore. Madi però ha un gran tiro da fuori e vista la penuria di tiratori è una qualità da non sottovalutare.

  6. Fa due cose che gli altri non fanno,
    entra in area e pressa fuori dalla lunetta,
    non sempre bene ma le fa.

    Ps: ok il retropassaggio sbagliato, ma vogliamo contare le palle perse da Cristante a centrocampo?

  7. Ma se Camara è il giocatore che abbiamo visto ieri diventa una risorsa altro che gregario
    Abbiamo un centrocampo statico, prevedibile, passaggi lenti e scontati, lui ti dà lo sprint il cambio di marcia e se gioca con una certa regolarità può migliorare anche tecnicamente

  8. Quando ho letto il centrocampo a 3 ho gioito con la sicurezza che avrei visto una squadra più compatta e dinamica. Già dopo qualche minuto dal fischio d’inizio ho capito di aver sbagliato, di aver sostenuto una tesi sbagliata e che alla fine, soltanto il mister sa cosa è più giusto fare. E’ inutile stare lì a dire è meglio la difesa a 4 invece che a 3, oppure che serve l’uomo in più a centrocampo. Il fatto è che questi giocano così, con tutti i limiti che hanno. Possiamo mettere anche 5 centrocampisti ma il risultato non cambierebbe. Sono tutti uno più scarso dell’altro a centrocampo. Ed ecco allora perché il Mister ne mette solo 2 e prova a vincere giocando con 4/5 giocatori offensivi e lasciando il resto dietro la linea del pallone. Il fatto è che l’unica alternativa che aveva era Gini, ma tolto lui, il livello è davvero basso. Come sempre, il Mister ha sempre ragione ed è chiaro che serva un centrocampista a gennaio.

  9. una cosa ho capito, forse si vuole usare camara col contagocce per non avere obbligo di riscatto. ha fatto un paio di errori su passaggi degni di diawara.
    ergo….adesso ci può servire, ma non lo riscatterei e su questo darei ragione a mourinho se scatta l’obbligo di riscatto dopo un tot di minutaggio

  10. Camara è arrivato poco più di un mese fa, fuori forma, da un campionato completamente diverso e con la barriera linguistica rispetto ai compagni che non conosceva.
    Credo che il suo limite ora sia di comunicazione e di conoscenza dei compagni, degli avversari e del calcio di Mou, più che tecnico.
    Prima c’era anche un gap atletico che ora sembra colmato.
    Non è Ginny ma credo che nelle 8 partite tra campionato e EL che mancano alla sosta x il mondiale troverà spazio e non solo da subentrante.
    Dopodiché da gennaio lui sarà l’alternativa a Winaldjum, così come nell’altro slot di centrocampo si alterneranno Bryan e Matic.
    Comunque la cazzimma mi sembra quella giusta.

  11. L’ultimo mercato estivo che la proprietà ha stabilito si chiudesse in saldo positivo per migliorare il bilancio non ha permesso investimenti a centrocampo.
    Sono arrivati due giocatori di qualità come Matic e Gini (rimpiazzato poi da Mady Camara) e sono usciti Miki, Diawara, Veretout e Sergio Oliveira.
    Era chiaro da subito che non ci eravamo rinforzati nel settore anche perché l’infortunio di Gini ci aveva privato dell’elemento migliore.
    Ma la situazione attuale non è figlia della sfortuna ma di mercati mal condotti.
    Se la Roma dei Friedkin ha sbagliato le prime 3 sessioni di mercato (3 su 5) di cosa vogliamo parlare?
    Se Pinto e Mou un’anno fa avessero investito a centrocampo invece di inseguire vanamente Xhaka ora non ci troveremo in questa situazione.
    E non serviva spendere una fortuna.
    Anguissa un’anno fa si prendeva a 14 ml, lo stesso prezzo di Koopmeiners.
    A cifre inferiori si prendevano Boubacar Kamara e Zakaria. Mohamed Camara è stato ceduto al Monaco a 15 ml questa estate.
    Insomma non abbiamo saputo cogliere in passato occasioni importanti.
    Il timore è che a parte importanti parametri zero (vedi Dybala) o giocatori in prestito (Gini), non ci sia la competenza per prendere giovani di qualità.
    Se Mady Camara dall’Olympiakos è il massimo che sono riusciti a scovare i nostri fenomenali scout allora ben venga un DS nostrano pur con tutti i suoi inciuci ma con competenze che a Trigoria evidentemente latitano.

    • Suvvia…Camara l’hai dovuto scovare in fretta e furia, e certamente hanno inciso di più le condizioni per l’acquisto (prestito con diritto) piuttosto che pure considerazioni tecnico tattiche.
      Quale scouting vuoi che ci sia stato di mezzo?
      Proprio non ce la fai a liberarti da questa ossessione del DS nostrano, col pelo sullo stomaco, vecchio marpione che non si fa rubare le caramelle da nessuno, eh?
      Tipo Sartori, adesso al Bologna e non al City, dove mi sembra abbiano già cacciato l’allenatore…

  12. Ha corso e non si è risparmiato, dando dinamismo non solo al reparto. Tutta questa scarsità non l’ho vista, anzi merita fiducia….ma decide lo Special One che sa come fare.

  13. Con Camara + Bove, almeno ieri, dal primo minuto la partita si vinceva.
    Mi ripeterò il Betis è inferiore all’Udinese, è una squadra che se giochi in velocità ne prende 3/4 a partita, con il Napoli di questo periodo ci voleva il pallottoliere

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome