Candela: “Dybala va coccolato. E Lukaku deve restare a ogni costo. Roma leggermente favorita col Milan”

8
260

NOTIZIE AS ROMA – Vincent Candela, campione del mondo (1998) e d’Italia (2001), francese trapiantato nella Capitale, parla al Corriere della Sera e ha le idee chiare su come dovrebbe essere il futuro giallorosso. Che sia romanista fino al midollo non ci sono dubbi. “su questo, come si dice qui, “me la sento calda”.

In che senso, scusi?
“Nel senso che vivo a Roma da 27 anni e ne sono fiero. Provo a restituire qualcosa al popolo giallorosso che mi ha dato tanto. Tolti i romani, non c’è uno straniero che abbia una storia come la mia in questa città: mia moglie è romana, i miei quattro figli sono nati qui”.

Per questo che i tifosi la amano e quando la incontrano la fermano ancora per foto e autografi?
“Io mi fermavo fuori da Trigoria anche quando giocavo, figuriamoci adesso. E bello sentirsi amati: quando vado allo stadio vedo lo spettacolo della curva. In passato ho anche assistito ad una partita in Sud, la gara si vede poco ma è stato fantastico”.

Si aspettava che il suo amico De Rossi fosse così bravo?
“In due mesi lui ha fatto capire le sue potenzialità, e anche se deve dimostrare ancora tanto io gli rinnoverei il contratto per cinque anni. La proprietà parla poco ma agisce: hanno fatto un bel percorso con Mourinho, ora spero che ne facciano uno con lui”.

Cinque anni sono tanti.
“Daniele ha giocato una vita a Roma, conosce l’ambiente, diventerà un grande allenatore in campo e fuori: questo fa la forza di una società rispetto a chi cambia ogni due o tre anni, e servirà anche una figura importante a livello dirigenziale”.

In molti sognano l’accoppiata con Totti, che però qualche giorno fa ha detto che non si vede nella Roma con questa proprietà.
“Sarebbe meraviglioso se si formasse di nuovo la coppia. Fino ad oggi non lo hanno chiamato, ma non è detto che non succeda. È impossibile trovare un altro che rappresenti la Roma nel mondo come Francesco. Con lui sono stato ovunque”.

Sempre Totti, qualche giorno fa, ha detto che da tifoso reputa Dybala il più forte della rosa ma se fosse dirigente rifletterebbe sul rinnovo del contratto.
“Io penso che Dybala vada coccolato, è il calciatore migliore della Roma e per me del campionato. Lo terrei per molti anni, naturalmente tenendo conto delle sue difficoltà fisiche. Alcune società, parlo in generale, non si prendono cura dei loro campioni. Ricordo che il mio grande presidente Sensi, al quale devo tutto, lascio andare Cafu che pol fece le fortune del Milan. Recentemente è successo con Dzeko, e prima ancora con Samuel. Alcuni calciatori vanno tenuti perché sono delle colonne portanti”.

Vale anche per Smalling?
“Per lui il discorso è un po’ diverso perché è fermo praticamente da dodici mesi, ha 35 anni e bisogna capire come sta. Ha dato tanto alla Roma, ha ancora un anno di contratto ed è necessario vedere che succede. Lui, certo, ha esperienza e ha salvato tante partite”.

Si dovrà decidere anche il futuro di Lukaku.
“Io non ho dubbi: farei di tutto per tenerlo perché è un centravanti da Champions League, fa reparto da solo e gioca per la squadra”.

Da Mourinho a De Rossi una cosa non è cambiata: ci sono sempre tanti infortuni.
“In poche settimane non si può cambiare la storia clinica di un calciatore, ma ci si può lavorare. Sicuramente se si fanno male sempre gli stessi il problema è più in loro che nei metodi”.

In Europa League sarà derby italiano: la Roma dovrà fare un’impresa?
“Secondo me le percentuali sono 51% Roma e 49% Milan. Il gioco di De Rossi può mettere in difficoltà Pioli: il Milan sta meglio in classifica, ha giocatori che possono fare la differenza ma l’ambiente non è così sereno e bisogna approfittarne”.

Fonte: Corriere della Sera

Articolo precedenteSexygate, la Roma si difende in Procura: “Si vuole destabilizzare il club. Il Primavera? Non sono emersi elementi di accusa”
Articolo successivoLa Roma perde Azmoun ma ritrova Abraham e spera in Dybala

8 Commenti

  1. Basta con questa storia che siamo legfermente favoriti…Portate iella. Mi gratto. Siete peggio dei gatti neri. Il Milan in questi ultimi anni ci ha sempre battuto… Il turno è difficile. Bisogna stare molto concentrati, sfruttare le occasioni che possono capitare e fare molta attenzione in difesa, soprattutto sulle palle aeree.. e sulle fasce… Mi auguro di recuperare al meglio Dybala e Lukaku… Sono scaramantico per natura e m’infastidisce molto leggere i commenti che ci danno per favoriti… Sempre Forza Magggggica Roma…

  2. Gran signore. Proprio come me lo ricordavo. Allo stadio, vederlo scorrazzare sulla fascia sx – con Cafu sulla dx – era una goduria. Concetti molto condivisibili a parte il 51% perché la vedo al contrario data la maggior esperienza dell’avversario. Persone che “profumano” Roma fanno bene … alla Roma. Daje!!!

  3. negli ultimi 6 incontri, ci hanno ammazzati 5 volte.

    Certo, soprattutto grazie alle giacchette nere ma sul campo meritavano di vincere 5 a 0.

    mettici che non abbiamo un terzino degno di 1/5 di te, favoriti quando? dove? in che galassia?

    se tanto mi dà tanto, il Milan la chiude già a Milano

  4. tutto bello, d’accordo su tutto ma, non siamo favoriti e nemmeno leggermente .. l’UEFA sente il valore del Milan e gli arbitri hanno sempre un occhio di riguardo per quelli che considerano piu’ blasonati, ed il Milan lo e’ ..
    non saranno due gare facili ..
    ma un po’ di giustizia divina, prima o poi, ci dovra’ pur arrivare e .. confido in DDR ..
    daje Roma ..
    e sempre grande Candela’ ..

  5. Candela e Cafu sulle fasce!!!
    Che ricordi!
    Che momenti!
    La partita PURTROPPO è troppo sbilanciata a loro favore sulla fascia di Leao….
    È l’unica cosa che mi toglie davvero il sonno.
    Su tutte le altre questioni di campo sono sereno di giocarmela, con una percentuale maggiore per noi nel reparto avanzato.
    Io spero Smalling sia recuperato!
    Perché se le fasce non le blocchi, magari i cross li intercetti.
    E quel Giroud mi preoccupa sempre di testa…
    FORZA ROMA

  6. Se avesse detto 51 Milan, vi sareste lamentati e gliene avreste dette di tutti i colori… Fare pace con il cervello no eh

  7. Che calciatore fenomenale che eri…
    A Bergamo, una volta, partisti dalla difesa nostra con palla incollata al collo del piede (era così che la toccavi) e testa alta. Arrivasti sotto porta loro sfiorando un goal dopo esserti dribblato un botto di gente tra avversari, arbitro, guardialinee e un paio di invasori di campo…
    Per quanto mi riguarda, il numero da te indossato sulla maglia era 3 + 2!

  8. Su Dybala e Lukaku sono d’accordo con Candela.
    E sulla fascia, magari poter avere un giocatore come Candela visto come siamo messi con i terzini e le 2 fasce sono i reparti dove la Roma ha più limiti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome