Candela: “Mou colpo geniale. Ora 3 giocatori forti e si lotta per lo scudetto”

8
227

NOTIZIE AS ROMA – “Oggi non mi sento né francese né italiano, sono un cittadino del mondo che ama Roma. I miei quattro figli sono nati a Trastevere, le mie origini sono in Francia“. Sono le parole di Vincent Candela, intervistato oggi da Il Messaggero (A. Angeloni).

Italia-Francia, per chi tifa?
“Non tifo. Io vinco comunque, come nel 2006. Prima del fischio d’inizio era pronto lo Champagne. Comunque”.

Cosa si aspetta da questo Europeo.
“Un ritorno alla bellezza. Al gesto tecnico, alla giocata, al bel gol”.

Perché, pensa che ormai ce ne sia poca?
“Il calcio è cambiato, si arriva più facilmente, e non so dire se sia un bene o un male. I ragazzi fanno in poco tempo quello che noi facevamo in tanti anni di buc…, di fatica insomma. C’è più tatticismo, fisicità. Ecco, mi piacerebbe rivedere Totti e Zidane. La bellezza. O il tocco di Candela, perché no?”.

Il 2000 è l’Europeo del cucchiaio di Totti.
“Guardai la partita contro l’Olanda, incredibile. Francesco ci aveva abituato a certi gesti, anche negli allenamenti con la Roma. Certo, farlo in una partita del genere, ai calci di rigore non è da tutti. Ma lui queste cose le fa per distinguersi. Non mi sorprese”.

Le piace l’Italia di Mancini?
“Sì, ha tanta qualità, ma credo che la vera forza sia il gruppo”. Insigne è uno, come dice lei, da giocata? “Ce l’ha, ma non paragoniamolo a Totti o Zidane. Ripeto: l’Italia è forte nell’insieme. Non ha un campione come Francesco, Del Piero, ci sono tanti bravi calciatori, da Pellegrini a, appunto, Insigne. Che possono, insieme con gli altri, fare la differenza. E la squadra è guidata da un tecnico vincente e intelligente”.

La Francia?
“È la favorita. Ha qualche stella in più, vedi Benzema, o Mbappè”.

Veniamo alle cose nostre: Mourinho.
“Geniale. Geniale lui. Geniale il colpo della Roma. Ha vinto, è uno di personalità. La Roma con lui, quest’anno, sarebbe arrivata terza o seconda, per me il manico conta. Quindi, se arrivano tre o quattro calciatori forti, si può lottare per lo scudetto. Un po’ quello che accadde a Roma nel 2000. Il manico è importante, lo abbiamo visto quest’anno che siamo arrivati a metà classifica”.

Chi serve?
“Portiere, terzino, ho paura che Spinazzola e Karsdorp fatichino in una difesa a quattro ma vediamo come vuole giocare Mou, poi centrocampista e un bomber da affiancare a Dzeko”.

Belotti?
“Andrebbe bene”.

Tra pochi giorni sono vent’anni dallo scudetto della Roma.
“Sì, vero. Ma non c’è da festeggiare. Sono troppi anni che non si vince, la Roma non merita di stare a secco per così tanto”.

Questo però vi consente di rimanere eroi.
“Da una parte è vero, ma non è così, almeno per me. Se vince un altro io sono felice, non conosco l’invidia. La gente mi vuole bene per come sono, per quello che faccio ora, non perché ho vinto lo scudetto. E sarà così anche se dovesse vincere qualcun altro. Guardi la Francia, ha vinto l’ultimo Mondiale, ma la squadra precedente è rimasta nel mito, nei ricordi della gente. È ora di tornare a vincere. Con il gruppo del 2000-2001 stiamo organizzando un pranzo. Non per festeggiare, ma per ricordare. Per stare insieme. Poi se vinceranno altri, festeggeremo. Io con loro”.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteSky Sport: “Paulo Fonseca a un passo dal Tottenham: accordo quasi fatto”
Articolo successivoBruno Conti “talent scout” under 16, De Sanctis confermato vice di Pinto

8 Commenti

  1. Tutti sul carro vincemo tutto Scudetto Coppa dei Campioni tanto non costa niente a dirlo a me piace tira’fori er petto dopo che ho vinto prima e’facile e a Roma specialmente co la fame de risultati che abbiamo e conoscendo i gaggi il gioco e’facile se pompa l’ambiente poi pero’alle prime sveje non vojo vede’i lucciconi agli occhi bisogna fa i seri dateme retta entusiasmo si ma coi piedi per terra piu’te fai grosso e piu’er botto e’grosso e fa rumore quando caschi!!!!

    • Se i tre Forti giocatori se chiamano Rui Patricio Xhaka e Belotti vincemo pure a Champions….a belli mica semo tutti Gaggi qua’!!!!

  2. Sogni de latta oltre agli allenatori forti servono i giocatori vatti a rileggere quelle formazioni e vedi co chi stamo oggi in campo..

  3. Testaccino non hai assolutamente torto? Quello che dico è di aspettare la fine del mercato per trarre le nostre conclusioni. Adesso commentiamo i nomi che si inventano i pennivendoli. Forse l’unico che hanno indovinato è Xhaka… E forse Rui. Patricio… Forse.

  4. Grande, io parlo sempre male dei francesi ma tu sei l’ eccezione, un personaggio uomo non ha niente di loro sei italiano de Roma un Msr vero. Come uomo di calcio hai azzeccato bastano 3-4 acquisti che lo Special fara’ sta Roma vince tutto ne sono convinto. Mentre a Conte ce so voluti 2 anni per vincere uno scudetto.A lui con alcuni ritocchi sulla preparazione e gioco sara’ spavent6osa mai mi sarei immaginato di parlare cosi’ della Roma dopo 56 anni che la vedo. ne sono convitissimo un saluto

  5. David "Special" One 😎 - Rinnegato per la Roma - Mou ce pensi TU ai blablabla 🗣️🗣️🗣️

    A vincè… E statte zitto.. Famme gratta va.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome