Capello: “Zaniolo ha dei colpi di genio come il mio Savicevic”

28
674

AS ROMA NOTIZIE – Fabio Capello, ex allenatore della Roma che in giallorosso vinse l’ultimo scudetto della storia del club capitolino, è stato intervistato oggi dal Corriere dello Sport.

L’ex tecnico ha avuto modo di parlare anche di Nicolò Zaniolo. Questo il suo pensiero sul 22 giallorosso: “Zaniolo deve partire dalla fascia, sprigionare tutta la sua forza fisica, come faceva Savicevic nel mio Milan.

Il paragone tra i due non mi sembra azzardato, purché chiaramente Zaniolo torni quello che era prima degli infortuni. Anche lui ha dei colpi di classe e di genio come Dejan“. 

Articolo precedentePinto ora va a caccia anche di un difensore. E Ibanez si prepara agli straordinari
Articolo successivoPinto si muove, partito l’assalto a Zakaria. La strategia della Roma per averlo a gennaio

28 Commenti

    • ma infatti!!! questo mi sa che apre bocca solo per far vedere che ancora esiste, non si spiega altrimenti sta minchiata, sono due giocatori con caratteristiche totalmente diverse, se Savicevic avesse avuto la potenza esplosiva di Zaniolo sarebbe stato il giocatore più forte della storia, altro che Pelè o Maradona…

    • Mica sempre, quando stava in forma, ma la classe pure è diversa, Nicolò è meno appariscente ma più concreto, con tanta tigna. Sceglierei sempre Zaniolo…. 💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️

    • La differenza è enorme, Savicevic era il classico 10 il cui soprannome era “Genio” mentre Zaniolo è una mezzala/trequartista con uno strapotere fisico enorme.
      Imparagonabili.

    • Giocatori diversi: savicevic era molto più tecnico in un calcio meno fisico; zaniolo è più potente in un calcio muscolare.
      Credo che capello alludesse agli strappi e alla mancanza di continuità di entrambi i giocatori.

    • Leggendo questi commenti, dall’alto della mia ignoranza, mi verrebbe da dire che Mister Capello sia un giocatore di bocce e voi tutti allenatori di spessore mondiale… Complimenti a voi signori !

    • Non mi sembra abbia parlato di caratteristiche, ma di colpi di genio. Quindi se addirittura, come sottolineate Savicevic era soprannominato GENIO, a me sembra che abbia fatto un gran complimento a Zaniolo.
      Ma forse voi nel 2001 dovevate ancora nascere. E ancora prima ne ha fatte di cose egregie il mister. Io ho un età che può permettermi di dire che era anche un signor giocatore!!!

    • Egregio signor Iron Man mi scusi, non sapevo che bisogna essere Pep Guardiola o Jurgen Klopp per capire che Savicevic pur essendo un bel fuoriclasse tutto aveva tranne che la potenza fisica che dimostra Zaniolo, un comune mortale non può certo capire questa differenza.
      per quanto riguarda il suo allenatore di spessore mondiale è vero si che ha vinto molto e pur tralasciando il fatto che aveva sempre squadroni pazzeschi, è quel tecnico che a Liverpool schierò Assuncao sulla fascia, cioè il giocatore più lento della storia da quando l’omo inventò er calcio…

    • Olandese volante, ti sei risposto da solo, non bisogna essere “chissà chi” per sapere che avevano caratteristiche diverse. Quindi mi pare davvero strano che chi è veramente “chissà chi” non lo sappia.
      Se io affermo che un centimetro della mia fronte è uguale a quella di brad pitt, non ho detto che sono uguale a brad pitt.
      Se parla di genio, non parla di fisico, non parla di aspetto, non parla di nazionalità ecc

    • Si, ZANIOLO forse deve partire dalla fascia, dove trova inizialmente meno ostacoli in marcatura, a meno che gli avversari non sguarniscano pericolosamente il centro del campo e la 3quarti difensiva per arrestarne la progressione… lasciando campo “libero” ai suoi compagni. Ma solo partire… per me NICOLÒ non va rinchiuso ma lasciato libero di giocare con tanto campo davanti, un po’ come PELLEGRINI, più di chiunque altro…
      Però, mister, se di Savicevic si poteva parlare di “colpi di genio, di fantasia”, la caratteristica principale del 22 giallorosso dovrebbe ricordare soprattutto l’esuberanza fisica e l’atletismo… almeno per adesso. Vedremo in futuro.

  1. A Capello la tinta che penetra gli accelera la demenza senile 🤨
    Fortuna che lo SpecialOne conosce le controindicazioni.

    Rende più centralmente, difatti Nicolò (sotto indicazione di Mou) quando deve è accentrato

  2. Grande Mister, tu lhai allenati tutti.. Dal vero Ronaldo a quello farlocco , da Batistuta a Zidane, Thuram, Viera, Ibra, Totti …
    Mi fanno piacere queste parole verso ZAN10RO..
    Potresti spendere anche qualche parola per il nostro capitano però Mister, sta facendo quasi un gol a partita (e che gol aggiungerei!!!) , una media da fuoriclasse… Da VERO fuoriclasse.

    • Ricordiamoci anche quando disse a Esposito mi pare? Di non prendere la strada di Zaniolo, uscita assolutamente fuori contesto e senza motivazione, totalmente gratuita… tanto che Condo’ con la faccia esterrefatta gli rispose “perché Zaniolo cosa ha fatto?” A capello riporta la Mazda

  3. Savicevic forse era più un trequartista e basta, a me Zaniolo ricorda più Zbigniew Boniek parte da fermo e ha una accelerazione spaventosa, potrebbe giocare esterno, potrebbe stare in mezzo, potrebbe, fare l’attaccante, potrebbe fare il terzino è un multi ruolo come Zibi che ha finito la carriera facendo il libero.
    Le gambe le cosce sono quelle di Boniek, lo prende proprio.
    Zaniolo sembra il figlio di Boniek

    • Concordo, Boniek calza a pennello come paragone..venendo a tempi più recenti a me delle volte ha ricordato Kakà. Con quest’ ultimo un po’ più elegante, ma zaniolo ancora più potente.. comunque sia è un giocatore che spacca le partite con le sue progressioni e i suoi colpi!

    • Boniek era una seconda punta che giocava nella parte opposta di Zaniolo, era un’ala sinistra ma proprio di ruolo e non adattato come Zaniolo che per caratteristiche di corsa è stato messo come esterno destro quando in realtà nasceva come centrocampista, diciamo come mezzala ma quel ruolo nella Roma è occupato da Pellegrini, adesso Zaniolo è un esterno destro d’attacco e Boniek era un esterno sinistro d’attacco, il paragone tra i due è giusto per le caratteristiche di gran corsa.
      Savicevic era il genio in sregolatezza, un altro tipo di giocatore, diciamo un numero 10 e comunque Capello paragonando Zaniolo a Savivevic ha voluto fare un gran bel complimento a Nicolò.

  4. Capello : Donnarumma e’un irriconoscente.
    Donnarumma??
    E te che sei scappato di notte?
    Pusillanime..

  5. Forse sto invecchiando,
    ma da quello che ricordo di Savicevic il paragone con Zaniolo è incomprensibile.
    Non so, paragonarlo a Toni Kukoc allora?

  6. Se proprio si vuole fare un paragone con un ex giocatore del milan a me zaniolo nelle giocate ricorda più kakà per gli strappi e la progressione. Ovviamente zaniolo più fisico, kakà più tecnico

  7. A Cape’…🤦
    Zaniolo simile a Savicevic…??
    Perché no a Angelo Colombo..??
    Dai su’, fai il bravo…!!

    Forza Roma, sempre …😉

  8. E spesso partiva in progressione.. c’è YouTube ragazzi.. basta andare a vedere..che poi siano giocatori diversi nessuno lo mette in dubbio.

  9. Savicevic rimbalzata Maldini nei contrasti (parole di Maldini), ma non ha mai fatto della potenza fisica la sua arte.
    Lui era tecnica allo stato puro, Zaniolo non ha lo stelo livello tecnico, così come Savicevic non aveva quello strapotere fisico.
    Savicevic dominava la scena, Zaniolo si impone alla scena.
    Savicevic era più uomo assist, Zaniolo è più per la conclusione.
    Ma Savicevic era del Milan, ZANIORO È TUTTO NOSTRO!!!
    Due fenomeni, il 1° conclamato, il 2° ha appena iniziato….
    FORZA ROMA

  10. Zaniolo è paragonabile solo alla dinamite!
    oppure a un treno in corsa ad alta velocità…
    savicevic era una lumaca a confronto….
    mangiare molto pesce e un bel checkup della vista da un eccellente optometrista per l’ex mister….. evidentemente ne ha visti troppi e si confonde…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome