Capello: “Zaniolo è un predestinato. Non deve preoccuparsi del futuro: gioca già in una grande squadra”

45
818

NOTIZIE AS ROMA – Fabio Capello è stato intervistato da Il Messaggero. L’ex allenatore della Roma ha parlato anche di Nicolò Zaniolo e della sua situazione, ma anche dei risultati ottenuti da Mourinho al suo primo anno in giallorosso. Questo uno stralcio delle sue parole:

Zaniolo sta vivendo una strada estate, tra i contatti con la Roma e gli interessamenti di Milan e Juventus.
“Auguro a Zaniolo la salute. È la cosa più importante. È un predestinato e non deve preoccuparsi del futuro. Gioca nella Roma, in una grande squadra”.

Gli allenatori dell’anno?
“Pioli e Mourinho. Il primo ha riportato il Milan al successo, il secondo si è riconfermato allenatore di dimensione internazionale. José ha ottenuto un successo molto importante”.

La Lega dice: la nostra Serie A sta riscuotendo consensi.
“A livello calcistico qualche risultato negli ultimi tempi lo abbiamo ottenuto. Siamo stati campioni d’Europa, anche se poi abbiamo mancato la qualificazione al mondiale per la seconda vola di fila. Con la Roma abbiamo vinto una coppa ed è un segnale importante. A chi afferma che è la terza manifestazione europea, rispondo: sull’albo d’oro ci sarà scritto per sempre Roma, Italia”.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteCelik, c’è la frenata per le richieste del Lille. Ma la Roma spera di chiudere entro domani
Articolo successivoSuggestione CR7, i giornali si dividono. Il Tempo: “Allucinazione collettiva”, La Repubblica: “La Roma ci sta pensando”

45 Commenti

    • A leggere i suoi commenti su Zaniolo e sulla Roma di sette otto mesi fa sembra aver capito e cambiato idea…
      Sarà….
      Ma a me sa di opportunismo in questo momento…..

    • Si che sia un fio de na mign.otta se sa…
      Si sta attaccando a tutto pur di rimanere nel mondo del calcio

  1. Boh non capisco.
    Questo per anni e’ stato un massacratore regolare della Roma adesso si spertica in complimenti e apprezzamenti. Strano

    • In realta non e mai stato massacratore come crediamo, il piu delle volte sono i giornali che come al solito giocano con le parole.
      Quando poi vai a leggere quello che aveva detto, le cose stavano un tantino diverse.

    • Ci puo’ stare anche che, per uno come Capello l’unica cosa che conta sono le vittorie, non un decennio di piazzamenti. Quando arrivano quelle, apparentemente cambia idea pure lui.
      Succede.

  2. Strana sta detta da te… Con uno squadrone che hai avuto, solo no scudo hai vinto… 💛🧡❤️🐺🐺🐺🏆

    • 1)Ha avuto uno squadrone solo per una stagione. Ha VINTO contro 6 squadre fortissime(le famose sette sorelle)
      2) Dopo lo scudetto chiedeva Buffon e Cannavaro si e ritrovato con cufre e pelizzoli.

      3)Dopo una falsa partenza anche per l’ammutinamento della squadra guidata da Batigol per la questione premi con Sensi, siamo arrivati secondi ad un punto.

      4)Abbiamo perso punti nelle ultime partite in quella stagione anche perche abbiamo giocato senza il nostro miglior giocatore TOTTI(che tu non poi sentire) infortunato in una partita della nazionale, lasciato in campo dal Trap infortunato, per non avere problemi con gobbi etc
      5)Il 4 anno di capello praticamente non e stato fatto nessun mercato solo Guardiola.
      6)L’ultima stagione ha trovato davanti un Milan che ha fatto record di punti grazie a furti arbitrali, e nonstante questo quella Roma e stata una delle piu belle. Il tutto mentre la societa collassava con sensi costretto a scendere a patti con Capitalia, vicenda nafta etc

      Il tuo ragiomento e come al solito pieno di pregiudizi te la prendi sempre con chi ha fatto la storia della Roma, Vedi quello che scrivi di Totti. Sei il classico esempio di un tifoso ingrato.

      Capello non e certo un simpaticone, pero cerca di essere UNA VOLTA obbiettivo

      PS- Anche Liedholm aveva uno squadrone, ha vinto un solo Scudetto, non aveva sei squadre forti contro ma solo i gobbi, che te la prendi pure con lui?

    • Sicuramente grazie a Capello per lo scudetto (e la Supercoppa), ma con quella squadra qualcosina in più ci si poteva aspettare. In un confronto con Liedholm va detto che quest’ultimo ha vinto un solo scudetto, ma ha raggiunto una finale di Coppa Campioni, persa solo per sfortuna. E ha vinto 3 Coppe Italia. Per il vincere il secondo scudetto, nel 2002, a Capello sarebbe bastato, ad esempio, vincere la partita pareggiata con il Venezia già retrocesso (vecchia abitudine ahimè).

    • Romamaggica

      Certamente si poteva vincere qualcosa in piu, pero ci sono anche i perche.
      La partita contro il venezia e stata giocata senza Totti, mi dirai c’era bisogno del capitano per vincere contro il venezia? No, ma avrebbe aumentato le chance di vincere del 40%. Il danno fatto alla Roma dal Trap con la nazionale dove Totti andava sostituto perche infortunato, e invece e stato lasciato in campo, e enorme!!

      Poi sono stra sicuro che la lazie mai e poi mai avrebbe vinto contro l’inter se la Roma avesse avuto la chance di vincere lo scudetto.

      Purtroppo la Roma che ha vinto lo scudetto aveva bisogno di un portiere e un centrale, allora tutti sognavamo l’acquisto di Buffon e cannavaro. Con quei due quella squadra avrebbe vinto altri due scudetti certamente. Ma Sensi non poteva permettersi quei giocatori. Allora non era evidente, i guai sono venuti fuori due anni dopo, quando la Roma e l’impero di Sensi erano sommersi dai debiti.

      C’e anche da dire la stagione 2004 abbiamo perso lo scudetto contro un Milan che faceva parte del sistema calciopoli. Il Milan ha dovuto fare record di punti per vincere quello scudo, grazie anche dei furti in pieno giorno.

      Il paragone con Liedholm ovvio che non ci sta, due epoche diverse. Liedholm ha dovuto portare la mentalita vincente in una societa che non vinceva nulla da 40anni. E arrivato in finale champions, pero per onesta delle cose quella champions era ben diversa dalla champions League giocata da capello, spalletti etc.

  3. Ehi, incredibile! Due commenti positivi sulla Roma, in un’unica intervista di capello, è roba rarissima, troppa grazia. Facciamo subito un paio di interviste, una a Zeman e l’altra Cassano

  4. Finalmente un degno commento di Don Fabio..
    Non deve osannarci, ma neanche a rimarcare sempre cose negative che pure ci sono.
    Per rimarcare le negatività e le destabilizzazioni ci sono già le TV, i giornali del nord…e della capitale..

  5. L’estensore dell’articolo dopo la pubblicazione di questa intervista è stato ricoverato per un crollo nervoso e tutta la redazione ha chiuso per protesta e seguiranno giorni di sciopero.
    Le motivazioni a quanto pare sono legate al fatto che è inconcepibile parlare bene della AS Roma per un giornale nato con la funzione di 5colonna delle squadre del nord.

  6. Se non erro, l’anno dopo lo scudetto, ci fecero partire ad handicap (vero aia?) che culminò in venezia – ROMA (2 a 2) con un gol del loro centravanti nettamente irregolare (vero aia?), tanto che alla fine la fecero così grossa che ci dissero che la Roma era stata danneggiata in qualche arbitraggio (ovviamente in buona fede, vero aia?). senza parlare del gol regolare di Turone, annullato (rubentus – aia); dei campionati, rubati da ladri nerazzurri, di Spalletti e Ranieri. Questo per dire che il cosidetto Don Fabio, senza i magheggi di aia e lega, avrebbe vinto anche il secondo scudo…

    • l’anno dopo lo scudetto siamo partiti con un handicap per via di un ammutinamento della squadra guidato da Batigol, per via dei premi scudetto con Sensi.

      L’Ultime partite di quella stagione abbiamo giocato senza Totti, che s’infortuno in una amichevole della nazionale. Il trap per evitare polemiche con i gobbi, inter etc ha lasciato Totti in campo. Un danno enorme alla Roma, che si e ritrovata nella volata scudetto senza il suo giocatore migliore.

  7. Un pò di tempo fa aveva pubblicamente consigliato a Zaniolo di cambiare aria perchè a Roma l’ambiente lo stava soffocando. Ora il buon Capello ha fatto una virata da esperto velista,a 360°. Quale sarà la versione vera?
    A me sinceramente non me ne freca niente.

    • La virata è una manovra che serve a cambiare direzione; se fai un girotondo di 360° ti ritrovi sulla stessa rotta di partenza e, quindi, non hai combinato un kaiser… Esattamente ciò che ha fatto Capello… e non solo lui. ✋

    • Kawa ,al giro di boa delle regate si vira di 360° per tornare al punto di partenza.
      Fatte servì,ho fatto vela agonistica a Punta Ala,categoria Iole.
      In vita mia ho praticato 18 sport differenti (finora…)

    • No zenò… pure io faccio vela… è la verità alla boa è di 180°.

      Poi è semplice geometria, non serve comunque essere velisti😅😅😅

    • A Zeno te mancano le Bocce se passi per ostia antica se famo na partita da veri professionisti io sboccio te vai a punto 🤪😂

    • a Zenò nel percorso a bastone se alla boa fai un 360° continui sulla rotta con cui sei arrivato in boa. Cioè, se stavi di bolina e fai un 360° poi ti ritrovi ancora di bolina, quando invece, passata la boa di bolina devi dirigere verso la boa di poppa, perciò il cambio di direzione sarà di 180°.
      Fortuna che hai fatto vela a Punta Ala… io invece ho fatto una decina di campionati invernali su barche dai 35 ai 50 piedi ad Anzio, Nettuno e Riva di Traiano, e qualche Coppa Italia in IMS, a suo tempo…

    • Zenone er Velista è un tajo, comunque. Meriterebbe una serie in TV, interpretata da Alvaro Vitali. Peccato che Bombolo è morto, perché sarebbe stato il top…

  8. Se uno come Capello fa certe dichisrazioni, e’ la conferma che Friedkin ha fatto assumere alla Roma una dimensione per essere e rimanere in prima fascia, oltre a ribadire la grandezza di Mourinho, questa dichiarazioni oltre a rbadire l’evidenza ed il buon lavoro sin qui svolto sono un monito per chi denigra ancora e sminuisce il lavoro altrui, sull’albo ci sara’ scritto ROMA !!!

    • Non sappiamo e non sapremo mai quali sono state le suggestioni di Capello.
      Mi piacerebbe se si interpretassero come una risposta ai Di Maria e agli Zuzzerelloni, che persistono nel ritenere le “grandi squadre” nel campionato italiano come una sorta di club privè.
      Ma ovviamente, è possibile che cronologicamente l’intervista a Capello preceda le dichiarazioni di quei due sciagurati.
      Comunque sia, ben venga.

  9. Se non altro ha dato un consiglio a Zaniolo che forse ne ha molto bisogno visto il procuratore che si ritrova. Tutta sta menata su Zaniolo secondo me parte dal fatto che per spingere la Roma a rinnovare il contratto di Nick s’è inventato l’interessamento concreto di Giùve e Milan che invece sarebbero disposte a “rapinarlo” per un piatto di lenticchie.

  10. Ah Fabio, Fabio…
    Classico metodo meschino, collaudato e praticato da sempre..!!
    Un giocatore se va ‘ ad una strisciata è un fenomeno ..🤷
    Semmai Zaniolo lascerà la Roma, meglio cominciare a lisciarsi il pelo…
    Falso come na lapide..!!!
    💪🧡❤️

    • Aaveva spesso ragione, non per niente non abbiamo vinto nulla per 14anni. Ora parla bene perche le cose sono cambiate in meglio. Che doveva dire prima che la Roma faceva bene ad essere un supermarket.

  11. Dice semplicemente quello che pensa, ha raggiunto un’età e un’indipendenza fuori da influenze esterne, se pure caratterialmente ne ha mai avute.
    Poi si può condividere o meno.

  12. Mi pare una cosa positiva: non che Capello pensi questo, ma che Capello dica questo publicamente, di solito lui è uno che “annusa” l’aria che tira quando fa dichiarazioni pubbliche, magari alcune cose a livello politico stanno cambiando, negli ultimi anni aveva sempre parlato abbastanza male della Roma, almeno aveva sempre inserito dei dubbi, ora invece apertamente dice “grande squadra” e sottolinea l’importanza dela coppa “per il calcio italiano”. Insomma su questa cosa ci vedo un segnale MOLTO positivo. p.s. quando andà via dalla Roma, più che il “tradimento” temevo quello che poi successe: stavano per farla pagare molto cara a Sensi, e lui ovviamente aveva compreso come stavano per andare le cose e corse “dal più forte”. Non l’ho mai sopportato, anche quando era qui, la sua “statura morale”, MA neanche mai ne ho messo in dubbio l’intelligenza. Quando dice publicamente una cosa non lo fa MAI a caso.

  13. Se vendiamo zaniolo nn saremo una squadra predestinata restiamo da capo a 12 anche se penso positivo e ho molta fiducia nel nostro presidente e poca fiducia dei giornalisti che investono cavolate

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome