CARLES PEREZ: “Gol alla Messi? Un onore, ho imparato molto da lui. In attacco c’è una concorrenza bella e leale”

13
2993
Foto Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 18/10/2020 Roma (Italia) Sport Calcio Roma-Benevento Campionato Italiano Serie A TIM 2020/2021 - Stadio Olimpico Nella foto: Paulo Fonseca Photo Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 18/10/2020 Rome (Italy) Sport Soccer Roma-Benevento Italian Football Championship League Serie A Tim 2020/2021 - Olimpic Stadium In the pic: Paulo Fonseca

AS ROMA NEWS – parla a Sky Sport al termine del match giocato contro il Benevento. Ecco le dichiarazioni del calciatore della Roma sulla gara appena conclusa all’Olimpico:

Complimenti per il gol alla Messi
“Sono molto felice, ho imparato molto da lui, l’ho sempre osservato e per me è un grande onore essere paragonato a lui”.

Pedro ti ha fatto i complimenti per il gol
“Vale lo stesso discorso di Messi, è un onore per me. Sono a disposizione della squadra e faccio quello che mi chiede il mister”.

Avere Pedro davanti ti dà più spinta di dare il massimo?
“Credo che chiunque voglia giocare sempre, so chi ho davanti ma sono consapevole dei miei mezzi. Cerco di sfruttare le chance che mi dà il mister. Spero sia sempre una concorrenza bella e leale”.

13 Commenti

    • È la dimostrazione che sei hai garra e un po’ di tecnica nei contropiedi si può e si deve far così

  1. Carles Perez in realtà, mi ricorda il connazionale Pedro, seppur usi solo il piede sinistro. Nel dribbling è molto dotato, ma ciononostante, sa quando cercare di saltare l’uomo e quando invece è opportuno cercare il dialogo con i compagni. Insomma, tutta gente associativa, e mi sembra del tutto normale che un allenatore che desidera il possesso palla e il gioco ragionato, preferisca loro a calciatori che, tolta la progressione e i numeri da circo, hanno un q.i. calcistico pari allo zero spaccato.

  2. Si sapeva che è in giocatore di grande tecnica e velocità per me quando manca 20 minuti un quarto d’ora deve entrare sempre, può essere un arma letale per gli avversari

  3. Insomma finalmente abbiamo messo da parte il calcio fantapsicometereobirratico Brasiliano per una fantastica colonia Ispanica tecnica veloce e collaborativa. Io sono molto molto contento. Perez e il mio mito Pedrito mi fanno gioire, Villar mi fa sognare e ben sperare. Ibanez ci può stare dentro alla grande, Brunetto mi sconvolge ogni volta che lo vedo in campo.

  4. Lui e Villar gli unici due in campo che ancora lottavano sullo 0-2 col Siviglia verso fine gara.
    ‘Sti spagnoli hanno una mentalità di non mollare mai che gran parte degli italiani non hanno più, sarà che nelle cantere c’è una concorrenza mostruosa.

  5. sono proprio contento che abbiamo giocatori che valgono come C.Perez , Mikitarian, Pedro ecc. ecc. così la Proprietà potrà vedere e fare tante plusvalenze !!!! ahahahaha

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome