INZAGHI: “Risultato bugiardo. Abbiamo giocato alla pari e tirato dieci volte in porta”

34
3193

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Filippo Inzaghi, allenatore del Benevento, commenta a fine gara la prova dei suoi ragazzi nel match di campionato che si è appena giocato allo stadio Olimpico contro la Roma. Ecco le dichiarazioni del tecnico dei campani ai microfoni di Sky Sport:

Risultato troppo pesante?
Venire a Roma e fare dieci tiri in porta non è facile, la squadra è stata molto brava. Abbiamo avuto occasioni importanti anche per provare a vincere, il risultato è bugiardo. Poi ovviamente in contropiede abbiamo rischiato tanto, ma mi tengo la prestazione. Se continuiamo a giocare così a comandare a volte il gioco per me sarà una grande soddisfazione.

Abbiamo visto una squadra che sa stare in Serie A…
Alcuni sono inesperti, c’è da tenerlo in considerazione. Venire qui e giocare a pallone in un campo difficile, non arrendersi mai è ciò che voglio. Qui 99 su 100 perdi, preferisco quindi che la squadra se la giochi. Giocando così possiamo puntare alla salvezza.

Dove può migliorare il Benevento?
Sulle ingenuità. Sul 2 a 2 non possiamo prendere un contropiede su palla nostra.

Sul rigore…
Vorrei rivederlo perché alcuni dicono che non ci sia. Il portiere dice che ha preso la palla. L’unica cosa che non capisco è perché l’arbitro non sia andato a rivederla, è ovvio che da così lontano l’arbitro non può aver visto il tocco del portiere. Sinceramente non capisco che cosa deve fare il portiere oltre a prendere la palla. Non so se doveva dare o meno il nostro, ma questo secondo me non è rigore. (Gli mostrano le immagini anche del rigore in favore del Benevento, ndr) Devo essere onesto, sono abbastanza simili. Secondo me se uno colpisce prima la palla non va mai dato il rigore. Sono episodi, alcune volte si potrebbe andare a rivederli.

Pensi di essere cambiato rispetto alle tue precedenti esperienze in panchine?
No, io credo di adattarmi in base alle qualità dei miei giocatori. Ci si ricorda spesso del Bologna, ma non ci si ricorda del Venezia, del Benevento dell’anno scorso. Io non ho mai cambiato. Ho una squadra che può far gol. Se mi difendo dentro l’area il gol contro Dzeko e Lukaku lo prendo sempre. Cerco di allenare questa mentalità, perché è l’unica speranza per provare a salvarci. Oggi per 70 minuti la mia squadra è stata al pari della Roma. È chiaro poi che contro questi giocatori è normale subire, noi dobbiamo cercare di sopperire con il gioco, con la convinzione e con la voglia.

34 Commenti

  1. Mr. Inzaghi, con rispetto parlando, ma il patentino l’hai preso con i punti o ti sei preso altro?
    Diciamo che sei stato in partita per un autogol, un rigore assurdo a tuo favore e un paio di errori in uscita/posizionamento della Roma.

    • il suo commento è sempre uguale a quello del fratello: le loro squadre possono anche non aver toccato palla ma loro hanno sempre meritato di vincere o giocato alla pari e quando perdono il risultato non è mai giusto

    • Secondo me la regola per un regole deve essere aut-aut: o è rigore o è simulazione, i casi dubbi devono ricadere in una di queste scelte. In questo caso il portiere arriva a valanga, che abbia toccato per primo la palla non importa, rigore lampante come il sole.

    • Aho! Lasciatemi perdere Pippo che voi non avete la benché minima idea della gavetta ingrata e immane che abbia dovuto fare per diventare allenatore…
      Pensate che il povero Pippo con “un’applicazione” tenace e giornaliera… di faldine di cotone leggermente imbevute d’acqua calda sul patentino taroccato del fratello, è riuscito a scollare, ad uno ad uno, per mesi, i sacri bollini della COOP, pazientemente raccolti da Simone, per poi rincollarli tutti di sana pianta sul proprio patentino.

  2. Azz, è proprio il fratello di Spiaze, stesso modo di parlare dopo una sconfitta. Comunque, se la matematica non è un’opinione, tu puoi tirare pure dieci volte in porta, ma se gli altri di tiri ne fanno trenta…

  3. 10 tiri in porta li ha visti solo lui. Il Benevento ha sicuramente avuto diverse volte il pallino del gioco in mano, e mostrato ottime qualità di palleggio, ma in fin dei conti, i gol la Roma se li è segnati da sola (sfortuna a parte nell’1-0), mentre per il resto, di occasioni pulite dei sanniti, me ne ricordo davvero poche. E non mi sento neanche di dire che il 5-2 è stato un risultato esagerato, perché sulle fasce la Roma sfondava sistematicamente, e fra l’altro, si è divorata almeno un paio di gol.

  4. Diciamo che il gioco di inzaghi non mi dispiace ma nella prima mezz’ora é più il demerito nostro di essere partiti male poi anche la vostra fortuna sul goal di caprari a partita appena iniziata ha inciso.. Credo cmq vi salverete

  5. Com’è che li chiamavano? Gemelli del goal? Beh, pure sul lagnarsi non scherzano…
    Comunque, a parte lo sfottò che ci sta, complimenti a Inzaghi per aver fatto giocare il Benevento con la schiena dritta.

  6. Almeno ha avuto l’onestà intellettuale di dire che o non c’erano entrambi i rigori o lo erano tutti e due, anzi dicendo che per lui se tocchi la palla prima non è rigore ( e io su questo sarei d’accordo con lui) allora il vantaggio lo hanno avuto loro visto che il rigore di Veretout lo hanno dato prima.

    • Veramente quello su Pedro è rigore perchè Pedro ha spostato la palla e Il portiere lo ha investito !! Quello di Veretout è quantomeno discutibile, perchè è stata toccata prima la palla e poi il piede di Caprari(?) è finito sotto quello di Veretout

    • Premesso che non me ne frega niente, per me è più rigore quello dei campani, perché pure se Veretout sfiora la palla, questa rimane nella disponibilità di Ionita prima del pestone.
      Invece nel caso del nostro, il pallone cambia piuttosto nettamente direzione, e Pedro è lanciato in avanti. E il portiere non può smaterializzarsi dopo averlo toccato.
      Chi ha qualche anno in più sa che questi rigori non si davano mai una volta.
      Anzi, l’attaccante tendeva quasi sempre a saltare il portiere. Oggi invece si va a cercare sempre l’impatto con quest’ultimo.
      Non mi piace questo modo di penalizzare il portiere, ma vale per tutti.

    • Scusa UB40 ma che partita hai visto? Veretout stoppa male, ma poi recupera e passa la palla ad un’altro della Roma, dove sarebbe la disponibilità del pallone che sta ad almeno 5 metri dalla zona del pestone ed in possesso di un altro giocatore della Roma?
      Io la penso come Inzaghi, nessuno dei due è rigore, ma purtroppo penso che il regolamento dica altro, a prescindere da dove sta il pallone o se lo tocchi, se travolgi un avversario è sempre fallo (o gli dai un pestone), regolamento che non condivido.

    • Intendo che la palla rimane comunque nella direzione di corsa dell’attaccante che può come minimo andare a contendere. Comunque, non fraintendermi, io non avrei dato nessuno dei due. Rigore per me deve essere rigore, niente pallone e fallo netto.

  7. A casa mammoletta…avete preso schiaffi tutta la partita .Onore comunque per esserti giocato la partita, o almeno diciamo meglio, averci provato..sempre forza Roma.!.

  8. Secondo le statistiche il Benevento ha tirato 10 volte in porta con 4 nello specchio.
    La Roma 20 tiri in porta con 7 nello specchio. Quindi e’ evidente che Inzaghi ha visto un’ altra partita!

  9. Due gocce d’acqua. Per un istante ho creduto di leggere il commento del fratello sulla partita di sabato sera…

    (Fate ‘na cosa: fateve intervista’ ‘na settimana l’uno e ‘na settimana l’altro, così almeno ce toccherà senti’ la stessa cazzata ‘na sola volta).

  10. Mister diciamo che guardando la partita, non ho mai avuto la sensazione che potessimo perderla o pareggiarla.

  11. Siete piagnoni proprio di famiglia…hai preso 5 gol e potevano essere di più…e ancora parli….che ipocrisia e poca sportività……a piagnone sul rigore mi pare strano che non l’hai visto e pure il portiere è bugiardo…vattelo a rivedere la tv ce l’hai a casa………..

  12. Con un bel catenaccione ci avrebbe complicato molto di più la vita, specie sullo 0-1, forse avrebbe portato anche a casa un pareggio. Ma fa bene a portare avanti la sua idea di calcio offensiva, gli ha permesso di dominare la B e gli permetterà di salvarsi.

  13. Sig. Inzaghi, lei è fortunato che alla Roma mancassero Smalling e Zaniolo, altrimenti ne prendeva dieci e lo dico senza esagerare-

  14. Certo che è davvero incredibile, Inzaghi Senior che si lamenta del rigore concesso alla Roma … quello concesso al Benevento è sempòicemnte ridicolo quello su Pedro è netto . Commenti da chi in carriera ha simulato, provocato etc etc è singolare. E’ stato un grandissimo attaccante, non c’è dubbio, ma mai sincero e leale

  15. ti hanno regalato 1 rigore l’altro e autogol
    10 tiri in porta? ma quando ?sei rimasto in partita grazie alle nostre amnesie ed ad un cambio di modulo che non concepisco
    In una situazione normale manco uscivi dall area di rigore solo che a noi piace esaltare anche le squadrette.Risultato positivo ma ragazzi miei per me Fonseca sta in confusione totale.
    Al netto del fatto che i 2 goal loro sono casuali
    ma ste partite se portano a casa passeggiando.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome