C’è il Cagliari, De Rossi pensa a una Roma più equilibrata con il 4-3-2-1

25
1011

AS ROMA NEWS Vigilia di Roma-Cagliari a Trigoria. Dopo l’allenamento di rifinitura mister De Rossi comunicherà l’elenco dei convocati: out di sicuro Smalling e Spinazzola, mentre dovrebbe esserci Renato Sanches. Ma a chiarire i dubbi ci penserà il tecnico stesso nella conferenza stampa di questa mattina (ore 10:30).

I sardi arriveranno all’Olimpico affamati di punti: la classifica per i ragazzi di Ranieri si fa pericolosa, attualmente al penultimo posto in compagnia di Empoli ed Hellas Verona, e davanti solo alla Salernitana. La lotta salvezza sarà lunga e sofferta, gli isolani devono fare punti e ci proveranno anche domani sera.

De Rossi sa di avere davanti una vecchia volpe come Ranieri e non si fida dell’impegno, solo sulla carta agevole per i giallorossi. Per questo il tecnico sta pensando alla possibilità di cambiare qualcosa domani sera, a cominciare dal modulo. Il 4-3-3 arrembante potrebbe essere rivisto con un più prudente 4-3-2-1, che prevederebbe la conferma di Bove a centrocampo con Paredes e Cristante.

A quel punto il redivivo Pellegrini sposterebbe il suo raggio d’azione di qualche metro più avanti, nei due trequartisti alle spalle di Lukaku. L’altra maglia a completare il reparto avanzato spetterebbe ovviamente a Paulo Dybala, con Baldanzi pronto a subentrare dalla panchina.

Questo cambio è stato provato ieri in allenamento insieme però al 4-3-3 con El Shaarawy largo a sinistra. La decisione verrà presa solo oggi, con Faraone che dunque si gioca una maglia da titolare con Bove. 

Fonti: Gazzetta dello Sport / Corriere dello Sport

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

 

Articolo precedenteSlitta l’annuncio del nuovo ds: massimo riserbo dei Friedkin, ora spunta Schmadtke
Articolo successivoRoma, caccia alle plusvalenze: a giugno ne serviranno per oltre 40 milioni

25 Commenti

    • Mi spiace ma se fosse questa la formazione Daniele avrebbe mostrato debolezza verso lo spogliatoio.
      Tutti abbiamo visto come Elsharawy sia l’unico in grado di dare quei cambi di marcia in campo aperto necessari a rendere il nostro attacco più imprevedibile.
      Pellegrini con Dybala non giocano bene insieme.. Pellegrini deve essere il vice Dybala, ma non accetta la panchina (come Mou gli faceva fare da un pò).
      Aver puntato su Baldanzi spero che sia il segnale che a giugno verrà (finalmente) ceduto uno tra Pellegrini e Dybala e sarà preso un vero esterno di attacco destro (che non può essere Zalenski).

    • Con quegli uomini in campo, a seconda dei momenti si può avere 4321, 4312 o 433.
      il modulo non è una disposizione fissa, in fin dei conti è indicativo, poi in campo diventa tante cose, influenzato soprattutto dalle caratteristiche dei giocatori e quale area di campo di solito razzolano di più.

    • Elsha titolare come ala sx.
      Cristante e Paredes aono due doppioni, o l’uno o l’altro, mai farli giocare insieme, sennò torniamo a fare gli stessi errori di Mourinho.
      Come mezz’ala, farei giocare Aouar e sx e Bove a dx, centrale Cristante. PAREDES in panchina

    • Rui

      Kristenen Mancini Llorente Angelino

      Bove Cristante

      Dybala Pellegrini El Sha

      Lukaku

  1. “…sta pensando di cambiare qualcosa..” quindi non sapete nulla come al solito…dove necessariamente inventare un articolo…qualche scrivete da citazioni vere…da oggettive fonti

  2. ma scusatemi… se davvero giocheremo così allora spiegatemi a cosa è servito prende baldanzi visto che se hai pellegrini e dybala titolare e come riserve elsharawy e aouar (se vuoi pure zalewsky) con baldanzi siamo decisamente troppi. Poi scusate sarò io all’antica ma ai miei tempo i più forti giocavano nel loro ruolo gli altri si arrangiavano, ecco in questo caso la roma di forte ha solo l’attacco quindi sarebbe giusto giocare con più attaccanti però vabbè

  3. il problema del 4 3 3 è sempre che dybala non è esterno ma trequartista, così come Baldanzi. Al posto di Dybala infatti avrei preso Orsolini o comunque un esterno d’attacco. Dovrebbe provare anche il 4 2 3 1 De Rossi quando c è da fare più gol ( tipo se in Europa dobbiamo rimontare un risultato al ritorno)

  4. DDR ha già capito che con questi giocatori il 4-3-3 è impraticabile.
    Lo ripeto: con Smalling in campo si tornerà rapidamente alla difesa a 3, con buona pace dei campioni di football manager.

    • La penso come te, ma non col ritorno di Smalling ma già contro squadre più impegnative di quelle incontrate finora e del Cagliari. La difesa a 4 contro l’Inter equivale a prendere un’imbarcata. Non abbiamo Vierchkowod o Samuel in difesa…
      Angelino, da quanto letto, in fase difensiva non fa molto, Karsdorp ha corsa ma sbaglia ancora parecchio. Ergo, secondo me, con l’Inter DDR rimette i tre centrali.

  5. Bove è imprescindibile non scherziamo… almeno fino a quando non rientra a pieno regime Sanches…il mio centrocampo ideale è comunque un regista (Paredes) e due mezzali come Bove e Sanches giocatori di corsa e di inserimento

  6. adesso tutti mister, ma per favore prima nessuno osava parlare adesso che pensate che il Mister sia un creino tt a scrivere numeri.
    Daje Mister Daje Roma

  7. Vedrei meglio Pellegrini in panchina e Dybala-Lukaku come punte con Baldanzi trequartista alle loro spalle. Poi, a centrocampo Paredes in regia con Bove titolare e Cristante da sostituire nella ripresa con Renato Sanches che se dovesse poi recuperare definitivamente, da mettere titolare al posto di Cristante nelle successive partite.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome