Celik, Camara, Bove, Solbakken: ora Mou ha bisogno dei suoi gregari

16
1182

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Da Celik a Camara, da Bove a Solbakken. La Roma si affida alle sue seconde linee per questo decisivo finale di stagione.

Le assenze di diversi titolarissimi, tra infortuni e squalifiche, cominciano a essere pesanti e per questo Josè Mourinho sarà costretto a raschiare il fondo del barile, ricorrendo a una panchina imbottita di Primavera.

Contro il Monza molto dipenderà dalle condizioni di Wijnaldum, l’unico uomo in infermeria prossimo al rientro. Se l’olandese sarà a disposizione di Mou fin da dopodomani, Cristante potrebbe anche arretrare in difesa, altrimenti sarebbe difficile pensare a un centrocampo senza l’azzurro.

Con i tanti titolari ai box, la Roma ha bisogno che le seconde linee facciano la differenza: Celik ha dato segnali di risveglio contro il Milan, risultando tra i migliori in campo. Camara, scomparso dai radar dopo la pausa mondiale, è tornato a giocare e può essere utile in questa serie di gare ravvicinate.

Bove ha dimostrato di saperci fare, Mourinho di lui può fidarsi: il giovane centrocampista dà sempre tutto in campo, ma sa anche farci con la palla tra i piedi. In attacco Solbakken avrà più spazio, considerate le condizioni precarie di Dybala e l’assenza di Belotti fino alla gara di Europa League. Il norvegese può dare più velocità al reparto avanzato, oltre che una certa fisicità.

Fondamentale poi sarà anche El Shaarawy, che dovrà sdoppiarsi nei ruoli di esterno a tutta fascia e trequartista offensivo. Il Faraone, prossimo al rinnovo, è uno di quelli che possono essere decisivi con una giocata. Mou adesso ha bisogno di loro, fin dalla partita di mercoledì contro il Monza: una tappa di trasferimento verso il big match di sabato sera contro l’Inter che nasconde tantissime insidie.

Giallorossi.net – G. Pinoli

 

 

Articolo precedenteCalciomercato Roma, osservatori di United e Psg all’Olimpico per Abraham: per Pinto il prezzo non cambia
Articolo successivoCorsa Champions, ecco i criteri in caso di arrivo a pari punti. E c’è la possibilità che si qualifichino solo le prime tre…

16 Commenti

  1. Fare calcoli lascia il tempo che trova, lo so… ma visto il calendario (niente scontri diretti nel turno infrasettimanale e poi in contemporanea Atalanta – Juve e doppia sfida Roma – Milano nel weekend) vincere a Monza è di importanza capitale.

    Il problema è che il Monza è in forma (nelle ultime 5 partite ha fatto i nostri stessi punti), non ha nulla da perdere e sicuramente non vedrà l’ora di regalare una serata di gioia pazzesca ai propri tifosi (che immagino saranno tutti per metà anche dell’Inter o del Milan…). Senza contare che come tutti sappiamo il nostro punto di forza è la difesa ed è proprio lì che in questo momento siamo in crisi. E all’andata non ci fu partita grazie al Nino Dybala.

    Vincere a Monza sarebbe eccezionalmente buono, in questo mese di Maggio che assomiglia sempre di più alla scalata dell’Everest, alla conquista della Luna, alle 7 fatiche di Ercole…

    Ciao a tutti 😊.

    PS: della formazione non me ne impiccio, visto chi abbiamo come coach…

    • ma a fa’ quelle cosette che ce vo’… me diresti de trova’ parcheggio in centro de sabbato

    • La pensavo così, anche io, noi dobbiamo un Monza che sembra in gran forma, ma che non ha altro da chiedere alla classifica. Mentre vedendo il turno infrasettimanale, notavo che le altre pretendenti hanno tutte scontri con squadre che lottano per la salvezza, quindi non è detto che giovedì mattina ci dovremo svegliare così inc@zzati

    • Sono d’accordo.
      Comunque mi sembra che le fatiche di Ercole fossero 12 e non 7… scusate se mi permetto

  2. col Monza Giocherei con: Rui Patrizio, Mancini, Cristante, Ibanez, Celik, Camarà, Bove, Zalesky, Solbakken, El Shaarawy, Abraham

    • A mio avviso, sei abbastanza fuori strada… Nel reparto di centrocampo deve sempre esserci almeno un costruttore di gioco, un palleggiatore, un regista, chiamalo come ti pare.
      A meno che non rientri Wijnaldum (e non ci credo) toccherà a Cristante ricoprire quel ruolo.
      Viste le defezioni, Mourinho potrebbe scegliere di schierare una difesa a quattro, con Cristante in mediana davanti alla linea difensiva, Bove e Zalewsky intermedi, Pellegrini dietro le punte, Abraham e Solbakken.
      Camara ed Elsha in panchina in mezzo alla pipinara.

  3. Mourinho deve sfoderare il suo proverbiale cinismo. Servirà a Monza una Roma anche brutta ma solida e spietata. Purtroppo incontreremo una squadra che si trova nel suo stato di forma migliore di tutta la stagione.
    Questa situazione sfortunata si è presentata più volte quest’anno specie negli scontri diretti con le avversarie Champions.
    Abbiamo affrontato due giorni fa il Milan nella sua fase di risveglio dal torpore invernale che l’aveva imbrigliato per mesi e all’andata trovammo una squadra in salute la cui crisi iniziò proprio dopo il nostro pareggio.
    Tra poco affronteremo l’Inter tornata ad essere quella squadra schiacciasassi e forte che ad inizio stagione aveva i favori dei pronostici per la vittoria finale del campionato.
    Affrontate sempre nel loro momento migliore Napoli e lazio (sia andata che ritorno) , Atalanta e gobbi (solo ritorno).

  4. io ci credo,col Milan non abbiamo giocato male, centrocampo grintoso,i rincalzi faranno bella figura ne sono convinto, purtroppo l’attacco è il nostro problema i due mettono impegno ma se non la butti dentro la vedo dura,FRS

  5. Parliamo del Monza, dai…si dovranno preoccupare loro ad affrontare la Roma!

    Noi avremo Abraham, ma loro hanno Petagna!

    Non credo che Mourinho non porterà a scuola il loro allenatore .

    Ognuno dei nostri , da loro, sarebbe un fenomeno , vedendo il livello.

    Pesare postivo non fa male.

    Daje

    Battiamo loro e Inter, poi vediamo come siamo messi…

  6. Comunque, chiunque giochi, in questo a Monza sarebbe titolare! Per me vanno bene Camara’, Bove, Solbakken, il Faraone e farei giocare Zalewsky da trequartisti che è’ il suo ruolo e Pellegrini ( troppo importante) lo terrei in panchina! Dopo abbiamo l’Inter e deve esserci!

  7. ……………..Rui Patricio
    ……Ibanez Mancini Spinazzola
    Celik Cristante Camara Zalewski
    ……………..Pellegrini
    …….Solbakken El Shaarwy

  8. Partita di svolta per la corsa ad un posto in CL; una vittoria sarebbe fondamentale per il morale di tutta la ‘famiglia’ giallorossa sia per chi sarà chiamato ad indossare la maglia in vista delle prossime due sfide decisive, in campionato e in EL, ma anche per il morale di chi stà cercando di recuperare dagli infortuni.
    Sempre Forza Roma

  9. Rincalzi che farebbero i titolari con le medie e piccole squadre del nostro campionato, quindi , non ci piangiamo addosso, forza ragazzi!!!

  10. Rincalzi che farebbero i titolari nelle le medie e piccole squadre del nostro campionato, quindi , non ci piangiamo addosso, forza ragazzi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome