CELIK: “Ho imparato tanto con Mou, sono felice. Europa League? Manca un rigore, ci riproveremo l’anno prossimo”

11
863

NOTIZIE ROMA CALCIO – Prima dell’allenamento disputato ieri dalla Turchia, il difensore della Roma nonché della nazionale biancorossa, Mehmet Zeki Celik, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai cronisti presenti, riportate dalla testata turca Fanatik. Queste le sue parole:

“Vogliamo partecipare agli Europei perché penso che abbiamo la forza e l’esperienza necessarie per farlo. Il gruppo in cui ci giocheremo la qualificazione è adatto a noi. La prossima partita con la Lettonia sarà molto critica, perché dobbiamo assolutamente portare a casa 3 punti. Poi giocheremo la partita contro il Galles a Samsun. Vogliamo vincere. Credo con tutto il cuore che parteciperemo all’Europeo. Abbiamo incontrato il Galles 3-4 anni fa. La nostra squadra è ovviamente cambiata da quel giorno. Questo vale anche per loro. Vogliamo pensare partita per partita. Ecco perché vogliamo dedicare tutta la nostra attenzione alla sfida con la Lettonia”.

Sulla competizione in difesa.
“È positiva all’interno della squadra. Un ambiente competitivo è sempre un buon segno, faremo del nostro meglio per essere utili alla nazionale”.

Sulla finale di Europa League persa contro il Siviglia.
“Ovviamente siamo tristi per aver perso la finale di Europa League, ma questo è il calcio. Non ci hanno dato un rigore, ma non c’è niente che possiamo fare. L’anno prossimo saremo di nuovo in Europa League. Il nostro obiettivo è di nuovo quello di andare in finale e vincere la coppa”.

Sulla sua prima stagione alla Roma.
“È stato un grande onore per me giocare la finale di Europa League dopo essere diventato campione di Francia. Penso di aver fatto una buona stagione anche in Italia. Mourinho? Ho imparato molto da lui, sono molto felice”.

Fonte: fanatik.com.tr

Articolo precedenteCalciomercato Roma, pronta un’offerta di 10-12 milioni al Trabzonspor per Cakir
Articolo successivoCalciomercato Roma, Kluivert verso il Bournemouth a titolo definitivo: trattativa in stato avanzato

11 Commenti

  1. Nonostante qualche topica commessa ( ma chi non l’ha fatta nella difesa della Roma?) ,Celik ha fatto una discreta stagione,distinguendosi in fase difensiva più che propositiva,anche se ha fatto un bellissimo assist ad Abraham nella partita contro il milan all’Olimpico.
    Sono sicuro che verrà riconfermato,anche perchè talvolta si è adattato a fare il centrale di destra nella difesa a 3 ,dimostrando una buona duttilità d’impiego.
    Bravo Celik !

    • Non potrei essere più d’accordo di così, caro Zen: certamente non è Cafù ma difende con grandissimo impegno e quando ha la palla sembra sempre concentrato (che è una qualità fondamentale) e cerca di fare il meglio che può (coi mezzi che ha).

      Altrimenti col cavolo che Mourinho lo farebbe giocare titolare in quel ruolo…

    • Zenone lucido…da brividi… Si concordo, Celik è un combattente vero, mette gamba e quantità, certe volte anche qualità nelle giocate, ci prova e non ha paura, lo terrei a prescindere… Già dalle parole lo pronto per la prossima stagione…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

  2. Modulo preferito da. MOU ?
    4 2 3 1.
    Con esterni come Spinazzola Zalewski Karsdorp El Shaarawy obbligato a giocare a 3.
    serviva dare loro copertura.
    Celik unico vero difensore laterale , che
    non permette cross che risultano velenosi alla difesa.
    Spinazzola ( in forma) importantissimo per creare superiorità , ma concede TROPPO in fase difensiva.
    Spina non in forma ? Problema per la difesa.
    ingaggio 3 mln netti = 5,5 lordi+bonus .
    tenuta fisica ? Da valutare tutto bene
    Ps
    4 difensori che sanno difendere
    2 centrocampisti difensivi
    3 centrocampisti offensivi
    1 centravanti

  3. Celik va bene in fase difensiva ma poco bene in fase offensiva, va comunque tenuto perché la prima cosa che deve saper fare un terzino è difendere e lui lo sa fare discretamente.
    Tuttavia servirebbe un terzino dx più forte di lui, di un certo livello come titolarissimo e Celik a disposizione come seconda linea.

  4. Comunque non manca solo un rigore in quella finale, pure 2 gialli a testa a Gudelj ed Ocampos col Siviglia che doveva giocare già in inferiorità numerica sull’1-0 per noi.
    Poi, capitolo successivo i supplementari che nemmeno sarebbero stati disputati se ci fosse stato appunto un arbitraggio corretto, manca un altro rigore su Ibanez intorno al 120° minuto ed un rosso diretto a Lamela.

  5. e stato un peccato perdere la coppa per l’arbitro ma vergognoso uscire dalla coppa italia detto questo celik buona riserva e spero arrivi l’esplosione di nik quest anno.. mi piacerebbe un centrocampo cristante bove frattesi pellegrini un bel rombo con l’attacco dybala morata titolari scamacca belotti riserve

  6. Non stravedo per Celik che sa più difendere che offendere, ma il mercato non offre molto per le casse attuali della Roma.
    E bene trovare comunque un altro terzino dx, viste le condizione di Karsdoop e che forse, dico forse, per soldi bisognerà sacrificare Zalensky.
    Oltre al rigore, netto, della finale è stato un arbitraggio a senso unico dell’inglese a favore degli spagnoli (ammonizioni, falli contro di noi, ecc), spero di non vederlo più e menomale che anche a livello europeo si non resi conto del pessimo arbitraggio e lo sospenderanno.
    Oltre a Frattesi, dobbiamo prendere un buon numero 9 e cedere qualche giocatore per fare cassa.
    Aspetto fiducioso, con la permanenza di Mourinho e Dybala.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome