Cessione Roma, legale Friedkin Group: “Siamo fiduciosi, l’accordo può arrivare prima del nuovo anno”

41
6274

AS ROMA NEWS “Suppongo che avremo raggiunto l’accordo finale prima del nuovo anno. Da parte nostra, siamo fiduciosi che questo possa accadere”, sono le parole di un legale del Gruppo Friedkin a Roma Press sulla cessione del club giallorosso dalle mani di James Pallotta a quelle del texano Dan Friedkin.

Il consorzio con sede a Houston è stato coinvolti in colloqui con il tycoon di Boston per oltre un mese per l’acquisizione della società capitolina e le parti si stanno avvicinando ad un accordo.

La differenza tra la richiesta di Pallotta e l’offerta di Friedkin si sta riducendo, mentre le trattative continuano in modo serrato. ‘Mr Toyota’ è rimasto a Long Beach, in California, nei giorni scorsi e sta aspettando il ‘via libera’ finale del suo team legale prima di volare a Roma per completare l’affare.

Fonte: Roma Press

Articolo precedenteLo Stadio c’è, Friedkin quasi
Articolo successivoStadio della Roma, il Comune smentisce l’esistenza di un comunicato sul progetto

41 Commenti

  1. Se fosse vera questa cosa onore a chi cede che comunque bene ha fatto per rilanciare una società che era rimasta ferma ad una Roma pasta e fagioli e benvenuto a chi entra che mi pare abbia tutti i mezzi per fare non bene ma benissimo.
    L’importante è che la Roma non finisca nelle mani di strani consorzi romani, no a Marione, no a Totti, no a Malago, no alle reginette Sensi, no ai viperetta e ai lotirchietti del caso o dell’ultimo momento.
    W La Roma made in USA

    • Ma certo Luca.
      Indietro non si torna.

      entro 3 mesi dall’insediamento di Friedkin, una volta appurato che i “negozietti” nun riaprono, si ricomincerà con le solite amenità inutili “Friedkin Go Home” “er posteggiatore de Houston” “Friedkin nun capisce Roma e i Romanisssi” “a Friedkin je’nteressa solo er bisnes” “No allo Stadio de Friedkin” e via così per altri 10 anni…..

    • magari prova anche a vincere…..o meglio competere….
      dieci anni fa stavano tutti come noi……poi il calcio è cambiato con le cifre astronomiche dei diritti tv…..per anni non abbiamo avuto uno sponsor decente…cambiato allenatori come mutande….
      pallotta pussa via…..

    • La Roma di Pallotta verrà ricordata per la più grande onta subita nella nostra storia, dopo la retrocessione: il 26 maggio. E 0 titoli. E mille bugie. Champions in 5 anni. Scudetto in 5 anni. Alisson rimane, Ruediger rimane, Strootman rimane, Benatia rimane, Pjanic rimane, Salah rimane, Nainggolan rimane (dopo averlo scelto come immagine per la campagna abbonamenti).
      Queste, alcune bugie del poro James, presidente senza portafoglio.

      Ribadisco…se davvero credete in quello che dite, abbiate il coraggio di andare in Sud ed esporre uno striscione pro pallotta.

      Ma credo che non siate abbastanza uomini per farlo.

    • La Roma pasta e fagioli aveva perso per due punti lo scudetto contro l’Inter ricolma di soldi solo due anni prima e vinto due coppe Italia e una supercoppa (non tengo manco conto dello scudetto vinto da Sensi). La grande Roma del fruttarolo ha vinto il mitico trofeo bonsai con il Real Madrid. Totti è il più grande giocatore della storia della Roma, ma credo che sia questo che fa impazzire i formellesi che danno spettacolo su questo forum.

  2. Se accade, bisognerebbe aggiungere una quarto re magio al presepe: quello che porta una nuova proprietà alla Roma (sempre USA ma più funzionale e utile ad un progetto che deve essere ambizioso)…. magari cavalcando una Toyota anziché un cammello spelacchiato. Forza Roma!

  3. Hai ragione Step dietro non si torna, noi ci godremo una Roma sempre più bella più forte, più internazionale, loro rimpiangeranno i tempi quando il biglietto non se pagava, peggio per loro

    • Ma veramente pensate che Pallotta viene contestato solo da quelli che non prendono più prosciutti?
      Non posso pensare ad orizzonti mentali così limitati. Provate ad andare oltre. Provate a valutare se c’è qualcos’altro di cui essere delusi. Forza, non è difficile

  4. Io attendo fiducioso, quale che sia il finale andrà più che bene! Sia che resti Pallotta sia che arrivi tal Friedkin, la strada è stata ben tracciata da Pallotta! Di sicuro il viatico è verso il meglio e non il peggio. E di questo mi si provi a smentire che non sia merito di Pallotta!!! E che i bimbocci che blaterano è ora comincino ad esprimere un concetto di senso compiuto al riguardo… Forza Roma

  5. Via pallotta un sogno che si puo veramente realizzare…mamma mia ….e sono sicuro che se accadesse questo miracolo a gennaio Friedkin rafforzerà anche la prima squadra.

  6. Dajeeeeeee mio Presidente o mio Presidente Mr FRIEDKIN ❤️❤️ che bellooooooo siamo una svolta romanisti ❤️❤️ciao a ballooooooo ma tu Pensa se al primo anno di Friedkin già vincemo na coppa❤️🤣💪, cosa che a ballotta er perdente de focene non gli è riuscita manco pe sbajo, forzaaaa romaaaaaaa forzaaaa curva sud

  7. Ao ve li ricordate quelli che:
    Pallotta resta qua, chi crede al texano è un boccalone….spariti tutti eh.
    Lo sapete a chi mi riferisco,vero?
    Ma non manca qualcuno in questo topic?
    Non esultate voi? Strano….
    Daje regà, un bello spargimento di cenere e Forza asRoma for ever.

    • ma questi ti dicono che tra un po contesteremo anche questo……certo che si……se avrà le stesse ambizioni e stessi risultati del precedente….

    • Le contestazioni non c’entrano un fico secco coi risultati.

      infatti il Presidente più amato e difeso dalla Sud è stato Ciarrapico, detto “er Sor Peppino”😀

  8. Non capisco veramente questa estrema ed ostinata difesa di PALLOTTA !!! Ma non è che i prosciutti tanto nominati da CESARONI stanno finendo per voi??? Domandare è lecito rispondere cortesia …

  9. L’hanno già detto che il legale del gruppo Friedkin è un seguace di mariolone che spala sulla Roma? No?
    Mi sa che c’ho preso, ballotta qui non si farà più vedere. Mi pare il minimo.
    Buon 2020 senza ballotta, AS Roma mi risorgi!

  10. A Roma si dice “morto un Papa se ne fa un altro”.
    Si dice anche “il re è morto, viva il re”.
    Ma più di tutto si è detto “mai schiavi del risultato”
    Ora, detto che in Sud non ci vado, ma per esempio sarò in Monte Mario per la ripresa col Torino, trovo alquanto singolare tacciare qualcuno di non essere stato coerente con le proprie uscire verbali quando “verba volant, sed scripta manent”.
    Ciò detto auspico la soluzione più redditizia e funzionale al bene della Roma, senza fare distinguo tra Boston e Huston.
    Va però riconosciuto che l’attuale presidenza ha ottenuto risultati assolutamente tangibili. Trovo inappropriato fare un paragone tra presidenze cambiando i momenti storici in cui si sono presentate. Il mio grazie va, a prescindere, a chi ha messo le sue capacità al servizio della Roma. Purtroppo gli errori si fanno e li fanno tutti, e mai come nello sport, il secondo è il primo degli sconfitti. Auguro comunque il meglio a chi ci lascia e a chi eventualmente verrà, contando però che la base di partenza per chi dovesse arrivare sarà certamente più solida rispetto a come fu trovata da chi c’è adesso. Questo è un dato di fatto.
    Ad maiora.

    • Quando sono arrivati gli americani, la Juve ancora non era nessuno e aveva un fatturato trascurabile, l’Inter era in crisi con Gasperini e poi Benitez, c’era solo il colpo di coda del Milan Berlusconiano. In questo nulla siamo riusciti nell’impresa di non qualificarci nemmeno per l’Europa league

    • Dajje friedchinne nostro grande preside facci sogniare!

  11. pollotto… go usa…. pollottiani, (ma inside cazziali..😏) fuori i fazzoletti, è il momento delle lacrime… (oppure, se per voi la separazione risulterà insopportabile, potete seguirlo nei suoi prossimi INSUCCESSI… non penso che l a.s. ROMA si fascera’ la testa per l addio di tifosi “acquisiti”, “pseudo”, “mascherati”, “blasfemi” ecc ecc. ) bye bye…🤣😂🙋‍♂️

  12. Ehi, step… o bisinness, o ssstadio, i followeerese, o brandy sono TUTTE le minchiate ascrivibili a voi pollottiani neh… al romanista medio sarebbe bastata una sola parola enunciata dal magnate 😏bostoniano… TRASPARENZA. I miracoli non li fa NESSUNO, QUESTO ce l avemo SEMPRE saputo… ma farci passare 9 anni da fessacchiotti NO eh… questo rimane, quello nun se vende, quell’ artro arriva… scudetti, Champions, triplete… (altroché, o bingo facimme…😏) c è mancato poco che dopo il simbolo ce cambiava pure l inno in “born in the usa”… (oddio, per i 13 pollottiani sarebbe stato MERAVIGLIOSO, SOPRATTUTTO pe’ QUELLI 😨 CHE LA tifano fori le mura…😏) Ah belliiìii, pure pe’ VOI “esto è il momiento”…. THE END, go home.

  13. Vedete cari adoratori di friedkin come lo eravate 10anni fa di Pallotta e soci esultando allo stesso modo qndo passò di mano dalla bistrattata Sensi… Il problema vostro è che non avete mezze misure od equilibrio! Tra, qlche anno se anche col texano non avremo vinto niente e magari sarà partita anche con lui qlche cessione illustre… Starete qui a fare i soliti discorsi di adesso.. Con zi bah che scrive.. “Mr Freddy l inconcludente di fregene”.. Friedkin go home.. Il mercante di auto ecc ecc…. Io non ho dato addosso a Pallotta come non lo darò a friedkin a differenza vostra.. Mi limito solo ad osservare i fatti in corso. Di certo chi si aspetta campagne faraoniche stile psg o real mi sa che resterà deluso!x noi la notizia più bella deve essere l approvazione dello stadio. Xche è da lì che inizia tutto chiunque poi diventi il proprietario della Roma.

  14. L’ostracismo ha Pallotta sa di muffa; contestiamo un Presidente che ci ha tolto dalle sabbie mobili; gli americani sono persone serie, e se la Roma è a posto con i propri conti , lo dobbiamo solo a lui… pensate, se potete, a quanto valeva e a quanto vale oggi; basta questo per ringraziarlo, anche se non abbiamo vinto nulla… ma non è la prima volta che non si vince….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome