Conidi: “Tifare Roma significa amarla senza ritegno. Friedkin illuminati, e con Mou mi sento al sicuro”

35
1675

NOTIZIE AS ROMA – Marco Conidi ha raccontato l’amore per i colori giallorossi in un’intervista pubblicata oggi da Il Messaggero (G. Legua). L’attore e cantante, autore di “Mai sola mai”, canzone dedicata alla Roma e presente in questa stagione nei pre partita dell’Olimpico, ha spiegato cosa significhi essere romanisti. Conidi ha poi parlato di José Mourinho e dei Friedkin. Queste le sue parole

Essere tifoso della Roma significa accontentarsi?
No. Essere tifoso della Roma significa amare la propria squadra. Avere un sentimento che va oltre qualsiasi cosa.

Quindi Lotito sbaglia?
Preferisco non parlare di dirigenti o presidenti di altre squadre. Io commento solo quello che dicono il presidente e i dirigenti della Roma.

La Roma non si discute si ama. Cosa significa questa frase per lei?
Ci si innamora senza sapere il prezzo che si pagherà. Senza ritegno e in maniera spregiudicata e totale. Quando ci si innamora è come quando ci si innamora di una donna, non metti in conto quante sofferenze e gioie avrai, e questo è bellissimo”

Ma quindi il tifoso romanista è diverso dagli altri?
Chi è innamorato e tifoso della Roma non lo ha mai fatto perché ha una bacheca piena di trofei o perché tutti gli anni vince qualcosa. Sono altre le squadre che possono vantare questo. Siamo innamorati perché quel senso di appartenenza ci fa guardare negli occhi con milioni di persone e sentirci fratelli, amici e parenti. La nostra famiglia. Questo vale molto di più.

Lei ha scritto Mai sola mai, un inno all’amore?
Ricevo complimenti anche da tifosi di altre squadre perché parla di quel sentimento che è talmente chiaro a chi lo prova, ma è difficile da spiegare. Ho cercato le immagini di quando ero bambino, di Agostino Di Bartolomei, i viaggi per andare allo stadio. Lo stadio è l’unica occasione in cui si prova un’empatia fortissima con un estraneo. Non conta la classe sociale o l’ideologia politica: quello è un appuntamento con l’amore.

Come è accaduto all’Olimpico durante la finale di Tirana?
Sì, c’erano 50mila persone in uno stadio dove non si giocava una partita. Non vi sembra un gesto d’amore? Io ero lì, ho cantato prima della partita e mi sono emozionato. Ritrovarsi in così tanti allo stadio, rivederci e abbracciarsi è una sensazione che auguro anche ad altre squadre.

Friedkin ha riportato l’empatia tra club e tifosi?
È una dirigenza illuminata e preparata. Che ha a cuore il tifoso dopo anni in cui la gestione precedente quasi condannava la romanità, il romanismo e il senso di appartenenza. Loro ne hanno fatto una priorità e i numeri dicono che hanno avuto ragione. In più c’è un condottiero meraviglioso: schietto e diretto, in un mondo in cui tutti hanno dieci facce lui ne ha una.

Mourinho ha contribuito a fare la differenza?
È una sicurezza che ci deve essere tra la squadra e la città, finché ci sarà lui sulla panchina mi sento al sicuro.

Cosa si aspetta dal prossimo anno?
Dopo questa stagione suggellata da una vittoria, abbiamo tutti l’aspirazione a fare qualcosa di più. Anche se il mio lavoro è fare il tifoso perché è un ruolo molto importante. Qualche punto in più la squadra lo ha ottenuto grazie a noi, alla spinta e all’amore del popolo.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteCALCIOMERCATO ROMA LIVE – Tutto il mercato giallorosso minuto per minuto
Articolo successivoSolbakken slitta. Guedes rompe col Valencia: testa a testa Roma-Wolverhampton

35 Commenti

    • AGOSTINO e i viaggi allo stadio… MOMENTI UNICI! TUTTA LA MIA VITA! 💛🧡❤️🐺🐺🐺🏆 ho riprovato quelle senzazioni, io 56 anni a novembre e mio figlio 20 a dicembre, nella notte di TIRANA! Credo che con MOU, questi momenti ci saranno di nuovo! La conquista dell’ Europa, è più bella, quella dell’ Italia è sempre decisa…

  1. Amare la Roma vuol dire amare incondizionatamente..
    Vedere il proprio amore come fosse essenziale..
    Difendere il tuo grande amore da tutti. ❤️❤️

    • Beh, per l’originalità ci sei te, no?
      Prego, accomodati. Restiamo in trepida attesa di un tuo messaggio pregno di contenuti.

    • ….è poi arrivato?
      Vabbè dai mi accontento di un pò di cannonau.
      Grazie Marco,
      Hai anche dato il la al rebranding mai sola.
      ….(Ma che lo dico a fare?)
      Mannaggia i caciottari oh. Poi dici siamo diversi. Eh diversi si.

  2. Il suo inno è fantastico, quasi più dell’inarrivabile di Venditti…
    Diciamo che il nostro amore è viscerale, anche i tifosi delle altre squadre sono passionali, ma sinceramente quello nostro va oltre il calcio..
    Ho avuto la fortuna di assistere a una partita all’Anfiel Road, sold out..tifo pazzesco, cori e partecipazione totale…ma finisce là, due tre birre e poi al pub a ubriacarsi, fine della storia.
    La AS Roma è Roma…unica.

    • Perdonami…concordo con quasi tutto ma… Roma Roma Roma di Antonello Nun se tocca.
      Daje Magggica Roma Dajeeee

    • Abbiamo tre inni uno più bello dell’altro (chiedo venia al grande Lando Fiorini, ma il suo non mi ha mai preso più di tanto), caso più unico che raro nel mondo.
      Ma io riesco ad emozionarmi pure quando sento le note della gloriosa “Canzona di Testaccio”, da ritmo e testo ovviamente lontani anni luce da noi, ma che sicuramente anche allora doveva essere il top tra i brani dedicati ad una squadra: “Cor core acceso da ‘na passione, undici atleti Roma chiamò”…era già stato detto tutto 90 anni fa!

    • Vale’, su quella de Fiorini nun me trovi d accordo… quanno la senti canta’ da tutto lo stadio (vedi le ultime 7/8 partite tra campionato e coppa) diventa na figata pazzesca…. io, personalmente, ho la registrazione di ROMA-bodo… brividi, brividi, brividi.

    • La canzone “campo Testaccio” in realtà non era un inno della Roma perchè fu composta per essere inserita nel film “Cinque a zero” ,realizzato per immortalare la stupefacente vittoria della Roma contro la capolista Juventus del 15 marzo 1931.
      La musica della canzone non era originale,ma era ripresa da un tango argentino molto diffuso a quel tempo,come ad es. è stato in seguito per “Tedesco vola” dedicato a Voeller, adattato da “La notte vola” della Cuccarini.
      Il film “Cinque a zero” mio padre lo vide a quei tempi ,ma nessuno ha potuto farlo ai nostri giorni perchè le pellicole sono andate distrutte durante la 2a guerra mondiale.

      (Scusa,UBà….ahahahahahah 😆)

    • Zeno’, nun me devi insegnà niente. Io possiedo ancora il volume dedicato da Sandro Ciotti ai 50 anni della Roma (“La Roma racconta”) nel quale compariva l’incisione di Vittorio Lombardi della Canzona, poiché quella dell’ideatore Toto Castellucci (che riprendeva le note di Guitarrita, appunto un tango argentino) non venne mai incisa né il suo testo trascritto.
      Si narra che Ciotti si presentò da Lombardi con alcuni vecchi tifosi reduci del glorioso Campo Testaccio che conoscevano a menadito la Canzona.
      E’ grazie alla meritoria opera di questi due personaggi se la Canzona, patrimonio del popolo giallorosso, non è andata perduta e oggi è più in auge che mai.
      Paolo invece mi deve scusare ma io l’inno di Lando purtroppo lo metto ben dietro a tutti gli altri, dalla Canzona a quello di Conidi, passando per i due capolavori di Venditti.
      Non mi appassionano né musica, troppo sul ritmo della marcetta, né il testo che ritengo abbastanza banale. E non sono mai riuscito a digerire il “se vinci o perdi nun cambia gnente perché…”. Cambia, cambia, avoja se cambia carissimo Lando…

    • UBà, a me nun me servono volumi e volumetti,di questo o quello,per sapere quello che è successo a Campo Testaccio ,perchè io l’ho vissuto atraverso gli occhi di papà.
      Salutame Itagliano,dato che ci stai,,,ahahahahah 😱

  3. Secondo noialtri leoni, la Società deve mirare all’internazionalità della tifoseria, perché farsi conoscere e amare fuori dei confini dell’Urbe ci rafforza.
    Ma sempre – sempre – si deve salvaguardare il valore di Roma e della romanità.
    A differenza di Dan & Ryan, Jimbo aveva capito l’importanza del primo passaggio, ma non del secondo.
    Peraltro, mi piace un sacco questa complementarietà fra Friedkins e Mourinho: tanto silenti e composti i primi (ma comunque presenti, e capaci di parlare con i fatti), quanto empatico e battagliero il secondo.

    • Assolutamente.
      Anche perchè la tifoseria contribuisce molto più di quello che si pensa a farsi conoscere: lo spettacolo del nostro stadio in europa ha fatto il giro del mondo ed è un attimo innamorarsi di tifosi tanto straordinari e voler essere, in qualche modo, uno di loro.
      Solo un povero demente completamente idiota poteva non capire il valore di una risorsa tanto straordinaria e rara al mondo e cercare di debellarla.
      Io è per questo che lo odio e non lo perdono, per nient’altro. L’aver cercato di debellarmi: non glielo perdono, non glielo perdonerò mai.

  4. Ha descritto il sentimento che ci unisce in una gran bella canzone…..

    Personalmente l’adoro 💛❤️

    Mai sola mai 💛❤️…

    Cmq solo noi della magggica ROMA 💛❤️abbiamo una ventina di canzoni che possiamo cantare come inni alla magggica 💛❤️e tutte bellissime……

  5. Giusto, noi in 50.000 in uno stadio in cui non si giocava, quegli altri, come ha detto ieri il loro presidente “Vinta la Supercoppa, il giorno dopo lo stadio era vuoto”.
    Noi facciamo il tutto esaurito anche con il Venezia o la Salernitana.
    Ecco chi siamo

    • Anche perché Salvini è meglio di Fregoli, o di Zelig: lui dove va, “assimila”, e poi si trasforma. In Catalogna e in Irlanda del Nord fa il secessionista, a Londra ci va con la bombetta e l’accento very british, a Mosca col colbacco e la stella rossa, a Milano se la prende coi terroni e con “Roma ladrona”, mentre a Napoli suona il mandolino e c’ha la pizza infilata nelle recchie, e a Roma eccotelo così, travestito da Marco Conidi e ingrassato a forza de ingurgita’ rigatoni co’ la pajata… Si chiama “disturbo da personalità multipla”.

  6. Io metterei anche “che c’è” che descrive i sentimenti dietro all’essere tifoso , come tra l’altro “mai sola mai”. Certo Roma Roma Roma è qualcosa che ci invidiano, cantata anche fuori dall’Italia alla pari di ” you ‘ll never walk alone”. La AS Roma suscita grandi sentimenti ed amore , abbiamo grandi pezzi a testimoniarlo.

    FRS

    • La differenza è che you ‘ll never walk alone” è una canzone scritta negli anni 40 per un musical e parla sostanzialmente della morte del compagno della protagonista,
      i nostri inni sono scritti per LA MAGICA.

      Poi io quando sento Grazie Roma mi fermo dovunque sono, è un inno.

  7. Frase piu’ bella e piu’ VERA non poteva dire per spiegare il nostro amore verso la squadra della Capitale … “SENZA RITEGNO” !!!
    Sono contento che questo “ragazzo” finalmente abbia raggiunto il suo sogno …quello di sentir cantare la sua canzone ( per me è piu’ una canzone che un inno …) di amore per la sua/nostra ROMA …è da tanti anni che l’ha fatta, ma mai, che io ricordi, ha avuto il giusto “successo” come questa stagione… grande !!!

    Sicuramente per ogni tifoso, l’inno della propria squadra sarà sempre il piu’ bello del mondo …ma io penso che noi abbiamo 5 Inni/Canzoni ( “Roma Roma Roma” … probabilmente insuperabile …) da fare invidia a tutta Italia e oltre !!!

    Sempre Forza ROMA !!!

  8. Non so se mi commuovono più queste parole o quelle der Sor Lotito di ieri,
    due inni all’essere Romanisti e alla fortuna di non esser stati maltrattati da Madre Natura come quelli là… se semo capiti, quelli brutti, burini….
    GRAZIE ROMA.

  9. Secondo alcune stime, abbonamenti esclusi, la società ha incassato (sia pure nelle limitazioni Covid19 ancora in parte presenti) 15 milioni e passa dai biglietti l’anno scorso, abbonamenti esclusi. Aggiunti al denaro dal market pool Uefa totale, tra biglietti, passaggi turno, la Coppa, si superano abbastanza i 30 milioni di euro.

    Pensavo i giorni scorsi alla finale vissuta all’Olimpico: un caso unico al mondo? di sold out per vedere la Roma giocare dal vivo… a Tirana.
    Non so se sia possibile farlo, oltre che immaginarlo.
    Non so se a Roma ci siano spazi adatti. All’Olimpico giocano gli altri quando siamo in trasferta… il Flaminio ? Il 3 Fontane ? Non vivo a Roma…
    Ma se qualcuno suggerisse l’idea ai Friedkin (che da buoni americani hanno lo show nel sangue, e in più hanno il cinema nelle loro attività) di organizzare la ROMA dal vivo…in trasferta modello Tirana, stile finale di COL, con la vendita di biglietti a 8/10 euro cadauno, e pure con una parte di incasso in beneficienza per OGNI GARA, dalla Cremonese alla Juventus, della prossima stagione 2022/23, in uno spazio (ci fosse) pure da 20mila/30mila posti, sarebbe tanta roba.
    Come incassi globali da reinvestire sul mercato o in altre iniziative, come passione generale, prima e unica squadra di A, potrebbe mettere sulla maglia una sponsorizzazione diretta dal “popolo giallorosso”…
    ci pagheresti subito, minimo, l’ingaggio di Paulo Dybala…😊.
    Io almeno, ci andrei ogni volta che posso

    • L’idea è interessante e sarebbe anche fattibile all’Olimpico quando non c’è contemporaneità con la sagra della porchetta… Mando un wapp a Ryan e ci si ragiona un po’ su. TY

  10. Conidi e’ l’espressione di noi innammorati per sempre della Roma e dell’amore infinito che non sopira’ mai.
    Lo ha scritto e recitato in musica.

  11. Vi devo chiedere scusa. Lacazette, Umtiti, Dembele, Bale,Ronaldo, , Sanches, Luis, neves, ndombele, scusate solo per averli nominati. Vanno benissimo, benissimo, Frattesi, Bellanova, Senesi , mangragora, caprari, solbakken, perche?? Ecco il perche………Chi è innamorato e tifoso della Roma non lo ha mai fatto perché ha una bacheca piena di trofei o perché tutti gli anni vince qualcosa. Sono altre le squadre che possono vantare questo. Siamo innamorati perché quel senso di appartenenza ci fa guardare negli occhi con milioni di persone e sentirci fratelli, amici e parenti. La nostra famiglia. Questo vale molto di più. Molto di piu di una coppa o uno scudetto. La roma e amata il rael no , il real e odiato, solo che il real ha vinto e nel mondo ha 330 mln di tifosi la Roma che non vince ma e amata ne ha 32, tanto a loro basta andare allo stadio a tifare per ls magica.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome