Contro la Samp con il doppio trequartista: Mou non cambia, avanti con il 3-4-2-1

15
708

NOTIZIE AS ROMA – Squadra che vince non si cambia. E così domenica alle 18 a Marassi la Roma dovrebbe tornare a schierarsi con il 3-4-2-1, un modulo che ha permesso ai giallorossi di fare faville nel derby.

Mourinho dunque non sembra intenzionato a riproporre il sistema a due punte, quello formato dal tandem Zaniolo-Abraham. Si continuerà a giocare con il doppio trequartista alle spalle del centravanti inglese, un sistema che ha permesso a Tammy di essere più servito in zona gol.

Contro la Samp dunque dovrebbe essere confermato in blocco l’undici che ha trionfato nel derby: in difesa Ibanez dovrebbe essere preferito a Kumbulla, a centrocampo Oliveira farà coppia con Cristante, mentre Mkhitaryan e Pellegrini si sdoppieranno tra lavoro di copertura e quello di ricamo.

Nicolò Zaniolo dunque partirà ancora una volta dalla panchina: anche ieri il giovane talento giallorosso non ha brillato con la maglia della nazionale, confermando di non attraversare uno straordinario momento di forma psico-fisica.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteMou riparte dal suo “settebello”: nella lista degli intoccabili non c’è Zaniolo
Articolo successivoRoma, tre occasioni a parametro zero

15 Commenti

  1. Visto che funziona, perché cambiare? Per far giocare per forza Zaniolo? Se funziona, senza di lui, la società ne prenda atto in sessione nel prossimo mercato…

    • Miki quanto può giocare ancora a questi livelli? E comunque certo se l’offerta È veramente interessante la cessione di Zaniolo sì può prendere in considerazione

    • Veramente le due punte (con le quali abbiamo battuto due volte l’Atalanta) sono state messe da Mou perché la squadra con una punta non funzionava… Poi il derby … e tutto si dimentica. L’importante è giocare con grinta e convinzione (quella che ad oggi manca a Zaniolo, travolto dagli eventi… ma resta il nostro giocatore più forte insieme ad Abraham). Forza Roma sempre

    • Già, ha funzionato anche contro l’ Atalanta, due volte, e Zaniolo c’era ed è stato un protagonista.
      E ha funzionato anche ad Empoli, e Zaniolo c’era.
      Adesso abbiamo trovato la quadra? Si diceva anche dopo le partite suddette.
      Ma sembra che il male della Roma sia diventato Zaniolo, ma sì, continuiamo a farci del male e ad abboccare alle porcate dei servi delle strisciate.

    • E già, a ogni partita vinta abbiamo trovato la formula magica, tranne poi fare precipitosa retromarcia al primo intoppo.
      Come già detto da chi mi ha preceduto, in alcune delle migliori partite giocate quest’anno Zaniolo c’era e ha dato pure il suo bel contributo.
      Non si può semplicemente prendere atto che ci sono momenti e momenti della stagione e che la forma dei giocatori non è sempre la stessa? E che una rosa deve essere sufficientemente ampia anche per supplire a queste contingenze?
      Se Zaniolo non giocherà a Genova è perché non è nel suo migliore momento, e di partite ne ha giocate anche più di quelle che avrei previsto a inizio stagione, considerati i problemi da cui veniva.
      Per cui se si farà qualche partita in panca ci sta tutto, perché andarsi a complicare la vita?

  2. La partita di ieri sera della Nazionale ha confermato quello che sostengo da tempo.
    Cristante è un giocatore versatile , ma i ruoli che meglio gli si addicono sono il regista o trequartista come giocava a bergamo.
    sicuramente sarà meno roccioso di Xaka, meno propenso alla fase difensiva, ma coi piedi è più bravo e anche ieri sera ha fatto vedere delle doti davvero niente male.

    stessa cosa non si può di dire di zaniolo, tanta foga, tanto impegno, ma siamo anni luce dallo zaniolo che abbiamo conosciuto a inizio carriera.
    se lo juve è disposta a spendere 50 milioni per lui, io lo cederei anche per 40

  3. Quindi anche zaniolo pui tranquillamente andare via che non serve a questa Roma per poi mangiarsi le mani come e capitato spesso ?

  4. Più alternative ci sono e meglio è, sarà il mister di partita in partita a scegliere moduli e interpreti migliori per affrontare gli avversari. Ogni partita è a se stante e viene preparata in modo diverso, tutte queste polemiche lasciano il tempo che trovano…

  5. Penso che dare continuità al modulo che ha fatto vedere grandi cose contro la Lazio sia corretto, andiamo avanti percorrendo questa strada già tracciata e vediamo cosa tiriamo fuori in questo finale di stagione.

    Riguardo a Zaniolo direi che c’è sempre modo e tempo per entrare durante il match e spaccare la partita, magari quando ha tanto campo da percorrere di fronte se il match è stato già sbloccato. Le riflessioni su una sua permanenza o cessione rimandiamole a fine anno, adesso c’è una stagione da portare a termine nel migliore dei modi.

    Forza Roma!

  6. la formula magica per me nn esiste, ci si adatta ad ogni partita una volta con 2 punte altre volte con 2 trequartisti…sono i giornalisti che nn sanno che scrivere

  7. Ragazzi va bene che abbiamo schiantato la Lazio,ma il 3 sarà una partita diversa e Mourinho dovrà prepararla a sufficienza,questo per dire che non è nemmeno sicuro che sarà un successo contro la Samp,ne tantomeno facile…anzi,molto dura prevedo. Perciò si a questo modulo,ma solo se tatticamente avremo la meglio

  8. Due articoli fonte Gazzetta Sportiva del Nord a fare la formazione e troppi a dar retta, a mio avviso.
    Come sull’altro articolo ( sulle rivelazioni tra mister e Veretout) firmato Maida, aspetto, sulla riva del fiume, la conferenza stampa di Mou.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome