Coppa Italia, trionfa l’Inter: battuta la Fiorentina 2 a 1 all’Olimpico

65
2229

ALTRE NOTIZIE – E’ l’Inter di Simone Inzaghi ad aggiudicarsi la Coppa Italia 2022-2023 dopo aver battuto la Fiorentina di Italiano in finale.

Partono meglio i viola, che sbloccano subito il match dopo appena due minuti con Nico Gonzalez.

Ma prima dell’intervallo i nerazzurri ribaltano il risultato grazie a una doppietta di Lautaro Martinez.

Nella ripresa la Fiorentina ha diverse palle gol per trovare la rete del pareggio, ma l’imprecisione degli attaccanti e Handanovic permettono all’Inter di portarsi a casa la coppa.

Giallorossi.net – F. Turacciolo

Articolo precedenteSiviglia-Roma, la Puskas Arena si prepara alla finale: nell’impianto risuona l’inno giallorosso (VIDEO)
Articolo successivoFascia sinistra in cerca d’autore: Spinazzola resta senza rinnovo, Vina di ritorno a Trigoria

65 Commenti

  1. ehhh ma era gioco….ehhhhh Er gioco…ehhhh tiè pigliate sto due di bastoni…😂😂😂 italiano ha vinte pure a coppa Italia..

    • Stasera ci siamo divertiti da spettatori neutrali e abbiamo visto come non va giocata una finale.

    • come ridevi di Spalletti pioli e Conte che poi hanno vinto lo scudetto. lo sai perché quello che dici é sempre pietoso? tu non segui nessuna regola, se avesse perso l’Inter avresti parlato malebdi Inzaghi. In tutto ciò porti proprio male alla Roma. vattene a nanna per una settimana va.

    • Sh Gaeta’, dindondan porta jella pure se non lo provochi 😂😂😂figurate se lo perculi 😱aspe’ aspe’ 🆘🤘🤘🤘🤘🤘🤘🌶🌶🌶🌶🌶🌶
      Forza Roma

    • Naturalmente il bel gioco degli insegnanti di calcio fanno miracoli non servono per carità i giocatori di livello per vincere sicuro e ottenere risultati continui per carità che sia mai.

    • Non ho capito che c’hai da ride…ha perso contro la finalista di Champions e “cor gioco” è arrivato in due finali con una squadra di medio valore, effettivamente un cretino.
      Stasera mi è toccato tifare Culoncino per motivi prettamente utilitaristici, ma già provo un senso di nausea…

    • ah vedi come rosica Nando…cuccu’..qua si tifa, non stiamo su ww.saggi e saccenti .net

    • Zio Dan vediamo un attimo i tecnici col bel gioco perciò sono ugualmente giustificati pure se perdono o hanno una rosa da metà classifica, mentre invece i tecnici di un certo calibro dove non hanno magari una squadra da vertice come gli era stato promesso vanno massacrati ugualmente nonostante abbiamo vinto qualcosa al loro primo anno in panchina e con il secondo anno di fila ti riporta in finale europea ammazza che coerenza mi sembra giusto. E naturalmente se stai 1-0 il primo pensiero non è quello di difendere il risultato in una finale no per carità è imporre il proprio gioco si è proprio furbi.
      Alla fine perciò avere i giocatori buoni per vincere sicuro non servono per carità abbiamo gli insegnanti di calcio che fanno miracoli senza i giocatori validi.

    • Alessandro, ti inviterei a dare una rivisitata a tutti gli articoli usciti prima dell’inizio della stagione e, perché no, anche a dare una guardata a queste pagine per vedere cosa si diceva sulla Roma e la sua rosa.
      Scoprirai che praticamente TUTTI la mettevano sullo stesso piano delle primissime, magari dietro la Juve e l’Inter, sicuramente sullo stesso livello del Milan, e addirittura sopra il Napoli. Ripeto, TUTTI. Strada facendo abbiamo invece scoperto che abbiamo fatto un “mercatino” delle pulci (perché i ricchi ingaggi ai parametri zero non contano) e che dovevamo considerare un miracolo arrivare nelle prime quattro (ovviamente miracolo da attribuire nient’altri che a Lui).
      Così come il merito di essere arrivati in finale di EL non va minimamente diviso tra le altre componenti (evidentemente così scarsi non eravamo) ma va solo attribuito a “colui che divide le acque del Mar Rosso”).
      La conclusione è che arriveremo sesti o settimi in campionato, inclusa figura da peracottari in Coppa Italia, per l’inadeguatezza della rosa e invece in finale (mi fermo scaramanticamente qui) di EL per merito di uno solo.
      Proprio non vi accorgete che c’è qualcosa che non fila nel discorso?

    • Perculare Italiano per aver perso una finale di coppa italia, quando noi siamo stati eliminati da una Cremonese che non vinceva dal ’78 mi sembra oltremisura ridicolo.
      Inoltre, lo stesso Italiano rischia di vincere quella stessa Conference per cui abbiamo festeggiato una settimana.
      Capisco che la coerenza sia una mera astrazione del pensar tifando, ma col “ber giogo” come lo chiamate voi, c’è gente che vince gli scudetti e domina in Europa da 10 anni.
      Qualcuno lo fa con rose normali, altri lo fanno imbottiti di campioni.

    • Zio Dan, quello che non fila nel discorso è nel non seguire il filo di Mourinho. Tutto ciò che dice Mou ha un secondo fine, ogni volta che respira vuole arrivare a qualcosa che fortunatamente i più non percepiscono. Il motivo per cui Mou è inarrivabile è questo, il motivo per cui una squadra di buon livello che non disputava una finale Europea da 31 anni, ne fa addirittura 2 in 2 anni è che in panchina hai un SIgnore che si chiama JOSE’ MOURINHO. Me ne strafotto di quello che dice o non dice il Portoghese, me ne strafotto di arrivare 10° in campionato ed uscire per mano della Cremonese se poi arrivo a disputare una finale Europea. Tra 6 giorni ci andiamo a giocare la storia e questo merito va attribuito al 90 % al portoghese, il resto sono chiacchiere. I demeriti del campionato e coppa sono annullati se arrivi a giocarti una finale Europea. Daje Roma facci godere.

    • Le risposte che alcuni danno qui sono risposte da perdenti.
      Ho perso, però ho visto i colpi di tacco, le belle giocate, le triangolazioni.
      Ma poi sono gli altri che alzano i trofei. Penso che di profeti del calcio ne abbiamo visti tanti qua a Trigoria e che sia giunto (fortunatamente) il momento di riaprire la bacheca.
      Si dice, in Europa si domina anche con il bel calcio, si certo, ma con quali rose? Non certo la nostra.
      Io mi tengo stretto Mourinho, e la Roma farebbe bene a fare altrettanto.

    • Gaetà, tu er cazzinostrismo nun sai nemmeno che d’è. E’ na cosa che andrebbe sempre praticata, soprattutto in vista de na finale. Ma te attiri er malocchio come n’cassamortaro…

      Ubbifò, ma spiegace sto feticismo pe Itajano. E’ n’partito preso o c’hai pe davero er poster de Vincenzone in camera?

    • Nico, pardon, quale feticismo? Non ne ho per nessuno, tanto meno per Italiano, neanche per Mourinho d’altronde.
      Se proprio ne ho sofferto in passato è stato per Liedholm, quando tutti, e ripeto tutti, andavamo orgogliosi di una Roma che offriva un calcio moderno e offensivo per i tempi, contrapposta a una Juve di Trapattoni che, con sette campioni del mondo, più Boniek e Platini, giocava come la Roma di Mourinho adesso.
      Però oggi sembra che il concetto si sia ribaltato e la vergogna diventa proporre un calcio che non sia solo elmetto e baionetta davanti la propria porta. Curioso, no?

    • Zio Dan infatti ci capiscono ammazza che fenomeni ma dai non diciamo assurdità pari di cosa che dei quattro nuovi acquisti giusto due si salvano, con il terzo praticamente mai utilizzato ad inizio stagione e il quarto da metà classifica.
      Che grandi intenditori

    • A fuffa,
      magari ce ne fossero una caterva di Gaetani non solo a Sarno ma in tutta Italia. Invece siamo pieni di “haters” contro i Friedkins, Pinto, Mou etc…, tutti religiosamente camuffati da supertifosi giallorossi, che hanno la tessera dal 1925; vanno allo stadio con papa’ e zio Spartaco dai tempi belli che Pinelli immortalo’; si ricordano gli sfilatini del muratore con frittate da 8 uova e il fiasco di Frascati; gli abbracci e le goliardate con i napoletani e le fraterne pacche sulle spalle cogli alassiesi al derby.
      C’e’ urgentissimo bisogno di una “wake up call” .

  2. unica nota positiva che con questo risultato anche l’anno prossimo giocheremo in Europa, avesse vinto la fiorentina, arrivando settimi si era fuori da tutto.

    • Ma perché avevi dei dubbi che l’Inter non vincesse, ma la differenza di organico l’avete notata oppure no tra le due squadre oppure si pensa davvero che senza i giocatori forti e solo con il bel gioco si vince lo stesso.
      La Fiorentina l’unica possibilità che ha per andare in Europa League è vincere la conference league e non attraverso la coppa Italia dove aveva meno possibilità di vincerla.

    • In teoria la juve ( SOLO in teoria pero’, perchè poi ci saranno penalizzazioni “Italiane” e “Europee” ) potrebbe ancora superarci nelle 2 ultime giornate.

      Ma ripeto, da piu’ parti si parla dei gobbi comunque fuori dalle coppe il prossimo anno ( MAGARA pure un altra bella retrocessione in B … dio volesse …), quindi, noi siamo praticamente sicuri almeno del 6° posto, che vuol dire Europa League, anche perdendo entrambe le ultime 2 … ( vincendole invece, avremmo ancora una piccolissima possibilità, di andare in Champions tramite campionato se milan e atalanta non superano quota 65 … ) insomma, con l’attuale classifica… ROMA e bergamaschi in Europa League … le altre sopra in Champions.

      Poi c’è la Finale del 31 maggio …ma questa è un altra storia …

      P.S.
      L’unica cosa che ancora pero’ non ho capito, è quella della “Conference” e cioè … se la fiorentina la vince và direttamente in EL … ma se la perde è fuori da tutto … giusto ???
      E comunque, delle Italiane ( escludendo i gobbi ) chi la giocherà il prossimo anno ???

      Detto cio’ …
      – 6 gg

      Sempre Forza ROMA !!!

    • @Idealista
      in realtà no.
      il massimo di squadre che possono andare in Europa è 7.
      per cui se la Fiorentina vince l’Europa League non essendo tra le prime sette in campionato va di diritto in Europa League ed estromette la settima del campionato. in quel caso nessuna italiana andrebbe in conference league.
      al momento la settima è la Juve, su cui hai solo un punto di vantaggio.
      ci fosse la certezza che la Juve verrà squalificata dalla UEFA, allora si, sarebbe già matematica la partecipazione ad una coppa (che potrebbe anche essere la conference, però).

  3. Magari l’ho vista distrattamente io, ma la Fiorentina ha giocato una gran bella finale e meritava quantomeno i supplementari.
    Certo che se una ha Lautaro e l’altra Jovic (che da noi sarebbegrasso che cola!)…..
    Se poi Handanovic, che per tutta la partita pareva incerto, alla fine … se apre …

    P.S. Una volta cera un certo Santillana, mo esiste “er bucio de Simonetta”…!
    FORZA ROMA

    • Il bel gioco non porta niente, il mio allenatore preferito e’ Zeman , che ha vinto?? Se stasera vinceva Italiano i risiconi tipo Nando sai come ce le facevano??? a Cubetti cubicu’…

  4. Non servono i giocatori di un certo livello per vincere per carità si fa tutto con il bel gioco degli insegnanti di calcio che ti fanno mago Merlino in panchina.

    • Mi sa che non l’ hai vista la partita.
      La fiorenzuola meritava il pareggio e ha giocato decisamente meglio dell’ inter, che deve ringraziare Handanovic.
      Eh si, c’ è una bella differenza di valori in campo tra le 2 squadre. Per fortuna si può sopperire con tattica E(maiuscolo) gioco di squadra.
      Tu vedi tra fiorentina e inter la stessa differenza di forza che c’ era tra noi e il Bayer, o che ci sarà tra noi e il Siviglia ? [spoiler: siamo di poco superiori ad entrambe, bayer in particolare]

      Se fossimo sicuri di avere almeno l’ 80% di possibilità di vincere difendendo sempre ad oltranza, stai tranquillo che a nessuno importerebbe del bel gioco e del numero di occasioni create.

      Le imprese impossibili sono Inter-City, dove non c’ è storia su tutti i fronti.

    • Alex la partita è finita 2-1 per l’Inter, a prescindere se meritava il pari la Fiorentina ti dico già da subito che la stessa Fiorentina era in vantaggio anziché difendersi ha preferito imporsi col bel gioco contro una squadra più forte di te sul piano dell’organico il tutto in una finale di Coppa Italia.
      Da questo già si dice tutto

  5. e a qualcuno sopra non gli e’ piaciuto…col GIOCO ci fate Er brodo…
    ehhh ma italiano…ehh ma mamma ma’…

    • Maddai due anni fa lottavano per non retrocedere ora di giocano due finali in due anni. Se questo non è un gran lavoro non so cosa lo sia. Meritavano il pari Jovic sé magnato due cioccolatini niente male

    • Che dici mai Sonni, vuoi mettere la sana e italianissima minestrina di Iachini con la quale la Viola languiva nelle ultime posizioni della classifica?

  6. comunque non mi è sembrata una brutta partita… è che so/semo cattivi… chi non ha goduto per quel tiro in curva de Palo??
    FRS ❤ 💛❤ 💛 🐺🐺

  7. Itagliano non ha vinto la Coppa Itaglia!
    giusto per dire…er bel gioco…
    poi vabbè…per noi forse è meglio cosi, però pure dire di essere contento che ha vinto l’Inter non è che proprio…
    Già quando vedo giacare le finali all’Olimpico e non c’e la Roma mi rode parecchio. Poi l’Inter oggi giocava con la maglia biancoceleste e i tifosi in curva nord !! ..ce mancava solo a quaglia..

    • Trust ever Italiano è un buon allenatore che sicuramente farà il suo in carriera, ma quando sei in una semifinale o finale di un trofeo e vai in vantaggio all’inizio il primo pensiero è quello di difendere il risultato, specie se hai una squadra contro di te più forte, non invece impuntarti a fare il bel gioco e lasciare spazi agli avversari.

  8. Se la juve viene estromessa dall’uefa (e arriva quinta o sesta) la settima fa l’Europa League e l’ottava la conference

    • no non prendiamo per il culio nessuno.. . aspettiamo l’anno del mai , però quando si tratta di prendere per il culio a noi, dobbiamo subire in silenzio,.
      Qui stiamo parlando der gioco, quando vinci 1-0, e giochi contro una formazione più forte di te, o più veloce di te, ti devi chiedere e fare te i contropiedi e non subirli.
      Ecco di che stiamo parlando.
      E nessuno e’ convinto di aver già vinto.

  9. Questa implicita contrapposizione tra il gioco vs i grandi giocatori mi sembra un po’ fuorviante. Ci sono squadre che grazie all’organizzazione di gioco hanno ottenuto risultati superiori a quelli che sarebbe stato lecito attendersi con la rosa che avevamo a disposizione (a volte vincendo pure qualche cosa) ; d’altra parte ci sono state squadre con grandi campioni in rosa ma senza uno straccio di gioco che hanno ottenuto successi (ma non sempre). Poi ci sono le squadre che hanno avuto il gioco E i grandi giocatori e guarda caso sono quelle che hanno fatto la storia del calcio.

  10. Un saluto ad una grande donna, la leonessa del rock Tina Turner.
    Ho avuto il privilegio di conoscerla oltre 30 anni fa quando sbarcavo il lunario come cameriere a Londra per pagarmi gli studi.
    Ricordo una risata contagiosa, un’energia prorompente, una grande umanità e un sex appeal sconcertante per una “ragazza” che aveva già passato la cinquantina.
    Grazie ancora per i biglietti…

  11. Con questo risultato la Roma è quindi matematicamente in Europa anche per la prossima stagione.
    Comunque da notare il fatto che i tifosi della Fiorentina in Sud hanno lasciato vuoto il muretto storico dei Fedayn.

  12. premettendo che qualunque squadra diversa dalla Roma che alza una coppa, soprattutto a casa nostra, mi fa rosicare…
    ma vedere vincere una strisciata è sempre brutto, anche se ci fa comodo…
    ridursi a sperare che l’Inter vinca una coppa non mi piace per niente.
    onore al merito di Italiano, gran bell’allenatore che con una squadra mediocre è arrivato ad un passo dalla vittoria.
    certo, Mourinho che passa in vantaggio in finale ti dà più garanzie, ma non mi sento affatto di ridicolizzare Italiano. semmai avrebbe avuto senso sbeffeggiare Inzaghi se con lo squadrone che si ritrova avesse perso

    • Alessio la Fiorentina ha un buon allenatore, il problema è che è un integralista con la solita stessa tattica di sempre il bel gioco obbligatorio, questo errore italiano l’ha commesso sia all’andata di semifinale con il Basilea e l’ha di nuovo commesso ieri in finale di Coppa Italia contro l’inter con una squadra più forte della tua in partenza.
      Quando parti in vantaggio in una finale tra l’altro il primo pensiero è quello di difenderti non invece di imporre gioco obbligatoriamente lasciando spazi.
      Inoltre la Fiorentina non ha fatto niente di speciale quest’anno rispetto all’anno scorso, se si va a vedere il campionato ha perso due posizioni, si può considerare la finale di conference League ok ma questo dimostra che i doppi impegni incidono sul cammino del campionato, ma sulla Coppa Italia aveva praticamente la strada spianata per la finale visto che siamo stati co…oni noi a farci buttare fuori dalla cremonese per errori banali sia difensivi che offensivi sentendocela calla.

  13. Italiano ha fatto l’opposto di quello che avrebbe fatto Mou:

    con una rosa nettamente inferiore se l’è giocata a viso aperto… e ovviamente se l’è presa nel KULØ.

    Mou insegna.

    ❤️🧡💛

  14. Il rammarico è che la nostra Roma avrebbe potuto giocare la finale se ci fosse stata maggiore concentrazione specie con la Cremonese. Comunque ora testa e cuore a Budapest

  15. Unica considerazione che mi viene in mente dopo questa finale è che quella che prima sembrava un’occasione persa (eliminazione dalla Cremonese) ora mi sembra una figura di melma evitata. Come avrebbe giocato la Roma questa finale ad una settimana da Budapest? Con Tahirovic e Missori? Oppure avremmo avuto un altro paio di infortuni muscolari? Probabilmente e verosimilmente avremmo spianato la vittoria all’Inter molto di più di quanto fatto dall’ottima Fiorentina

  16. Quando in altri post parlavo di mentalità vincente mi riferivo proprio a questo. Compiacersi di essere usciti dalla Coppa Italia per evitare figuracce altrove piuttosto che rammaricarsi di non avere la chance di vincere due trofei. Ma dove vogliamo andare!!! Gioco, campioni mezze pippe. Prendete ad esempio il Real Madrid, non una a caso. Quando faceva collezione di figurine non ha vinto così tanto come invece avrebbe dovuto e potuto. Poi è arrivato Zidane che ha dato anche un gioco ed hanno conquistato 3 CL di fila. Perché? Perché con le figurine e senza gioco non vai da nessuna parte. Vale anche il viceversa. Potrai pure fare singole prestazioni da paura con i campioni ma alla lunga non vinci ciò che potresti/dovresti vincere. Ripeto ancora una volta, sino alla nausea se serve: mentalità vincente. L’ingrediente (segreto manco troppo) per poter arrivare lontano. Anzi… OVUNQUE.

    • vincent, ieri sera esce zdeko entra lukaku esce lautaro entra correa esce di marco entra gosens esce bastoni entra devry te basta questa come considerazione del perche non si potevano giocare due finali in 7 giorni con un altra partita tra due giorni e un altra tra 4 .

    • No. Ma il punto non è questo. Non ho capito se concordi con chi ha scritto che in fin dei conti è stato meglio uscire dalla Coppa Italia oppure no. La motivazione addotta era di evitare una brutta figura dovendo giocare con i rincalzi per evitare infortuni muscolari. Ora, partendo dall’assunto che non è scritto da nessuna parte che se uno gioca si fa male per forza, ma ricade sempre nelle probabilità, dobbiamo continuare a pensarla così? Io non ci sto. Avrei voluto giocarmela comunque. Spero di essere stato chiaro.

  17. Già Vincent, ma noi il gioco lo abbiamo fatto in questi anni, Luis Enrique faceva gioco, stava sempre nella metà campo avversaria , e pure prendevano dei contropiedi meravigliosi,. Di Francesco e Fonseca facevano gioco , e sono stati massacrati.
    E mai possibile che non teniamo mai niente di buono?
    Chico per esempio ha ragione, lui ha fatto una giusta considerazione, in questo momento, se avessimo fatto la finale di Coppa Italia, avremmo solo compromesso definitivamente anche la finale di EL, già difficile di suo, perché lo sappiamo tutti che il Siviglia e’una squadra forte e ostica.
    Non sto dicendo che abbiamo fatto bene ad uscire dalla coppa Italia. Ma che dobbiamo prendere il solo lato positivo di quella eliminazione, cioè ad oggi non eravamo in grado di poter affrontare Inter, fiorentina e Siviglia in 8 giorni.

  18. sento tante belle chiacchere allison szczesny, rudiger jesus fazio mario palmieri manolas rui florenzi vermaelen, derossi strotman naingolan paredes , totti perotti salah dzeko elsharawy
    Bhe abbiamo vinto una emerita cicca lippa col bel gioco, questa squadra in mano a mourinho il 31 mi presentavo in campo con la sdraia e gli occhiali
    ancora sto bel gioco

  19. quando uscimmo dalla coppa italia ero furioso, ma ragionando a mente fredda dei lati positivi ci sono stati
    primo, considerando che al posto della Fiorentina ieri potevamo esserci noi, l’inter ci avrebbe massacrato, come ha già fatto del resto
    secondo, per arrivare alla finale di ieri avremmo avuto due partite in più sul groppone, che sembrano poche ma per come siamo messi noi pesano eccome
    Terzo, più partite giochi, più aumenta la probabilità di infortuni, e vista la nostra
    “predisposizione” naturale, avremmo rischiato di arrivare a fine maggio ancora più azzoppati
    Quarto, quasi sicuramente non saremmo arrivati in finale di EL
    A questo punto non escluderei che sia stata una scelta premeditata del mister quella di sacrificare la Coppa Italia, sapendo di avere una rosa limitata non in grado di competere su tre fronti, ma a malapena su due
    dovendo scegliere tra la coppa italia e la EL, scelgo ovviamente la seconda, manco a dirlo

    • Scusa, ma hai aspettato il 25 maggio per accorgerti di quello che era ovvio anche ai pischelletti, che Mou ha DELIBERATAMENTE scartato la CI in favore del 4o posto e la EL?
      SFR

    • Cioè ha rinunciato a un trofeo per risparmiare due partite con la Fiorentina ? Non mi pare una grande scelta strategia, e infatti i viola hanno raggiunto tutte e due le finali.

    • Sop la fiorentina non aveva di mezzo la lotta per un posto champions in campionato come la Roma, tant’è che rispetto all’anno scorso la fiorentina ha perso due posizioni del campionato pur di mantenersi la coppa italia e conference league.
      Anche a me sarebbe piaciuto arrivare in finale di coppa italia e giocarmela con l’inter, ma purtroppo non ci siamo arrivati e non è perchè Mourinho l’abbia completamente scartata la coppa italia, ma si è persa proprio perchè ci sono stati degli errori individuali di diversi giocatori tra cui alcuni titolari e ricambi di panchina.
      Il problema però qui non è la questione di bel gioco o meno, ma di giocatori validi a disposizione per competere su più fronti, la Roma purtroppo non ha questa gran rosa di giocatori per competere su più fronti alcuni sono impresentabili o da piccola media squadra, per vincere o competere su più fronti servono giocatori validi più ne hai e più hai possibilità di vincere e ottenere risultati non invece il pensare di poter vincere solo col bel gioco obbligatorio di determinati tecnici integralisti senza avere a disposizione dei calciatori validi.

  20. Quante certezze che avete!!! Beati voi. Ad ogni buon conto il mio post aveva come contenuto – ma pare che non sia stato colto – quello che occorre SEMPRE la mentalità vincente e cercare di coniugare gioco e giocatori.

    • no Vincent, qua le certezze non le ha nessuno. Se però vuoi lottare su tutti i fronti, devi essere anche attrezzato per farlo, la mentalità vincente è solo una parte del lavoro. Io credo che Mou ci stia in qualche modo provando a darcela, ma oltre a questo, serve gente giovane e fisicamente forte, in grado di reggere 50/60 partite. Cristante è stato spesso criticato, tutto gli si può dire ma non si infortuna quasi mai, Ibanez pure anche se coi suoi limiti caratteriali, Mancini idem; tolti Dybala e Matic di cui già si sapeva e che comunque hanno sempre fatto il loro, c’è pure gente che come casca per terra sta fuori 20 giorni o si rompe in maniera tragicomica, il problema è là
      Se hai 50 partite da giocare, un giocatore che ti sta fuori 20 giorni può saltare anche 4/5 partite, e diventa un problema serio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome