Corsport: “Roma ostaggio di Pallotta”

52
2085

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – “Roma ostaggio di Pallotta“. Titola così l’edizione odierna del Corriere dello Sport (G. D’Ubaldo), che racconta come il presidente, dopo il no a Friedkin, stia preparando nuovi tagli che mettono a rischio ridimensionamento la squadra giallorossa. E sì che l’offerta del texano, visti i costi del Coronavirus, poteva essere congrua.

E il tifo romanista si ribella: i primi segnali di insofferenza sono arrivati con due striscioni piazzati sotto l’elegante sede di Viale Tolstoj. La paura che serpeggia è quella di assistere ad altre dolorose cessioni, con il club che dovrà fare i salti mortali per trattenere Zaniolo e Pellegrini.

Molto probabilmente, scrive il giornale sportivo romano, saranno sacrificati Under e Kluivert che rappresentano due importanti plusvalenze. Ora le prospettive per il mercato sono solo un terzino destro, un attaccante e provare a tenere Mkhitaryan e Smalling puntando sulla loro volontà. Ma il rischio di ridimensionamento è forte.

Fonte: Corriere dello Sport

52 Commenti

    • Non soprattutto in questo sito ma solo in questo sito perche nella realtà non esistono. Vi giuro io non ho mai visto nel mondo reale nessuno che ad oggi possa tifare pallotta come su questo sito. I tifosi di pallotta!!! Rendiamoci conto dove siamo arrivati!!!

    • Qui lo difende chi non ha mai messo piede in curva Sud o non ce lo mette da tempo immemore,allo stadio più passa il tempo più ha una tifoseria contro,noi in Sud lo disprezziamo da anni ormai…PALLOTTA VATTENE ROMA TI SCHIFA!!!…FEDAYN ROMA

    • Ma no, si tratta semplicemente di persone pagate da Pallotta, per veicolare il consenso.
      Sono gli stessi indignados che urlavano nelle radio che criticano tanto “prima i campioni e poi gli abbonamenti” a Rossella Sensi, e oggi osannano gli acquisti di Kean, Diawara, Kluivert, Cristante e Mancini – non oso immaginare se la Sensi avesse portato questi calciatori cosa sarebbe accaduto.
      Uno tra Zaniolo e Pellegrini è di troppo. Per farli giocare assieme – la Roma non può permettersi il lusso di metterne uno in panchina, dovresti passare al 4-3-3. Zaniolo può fare un esterno, ma è adattato: una squadra vincente non si costruisce adattando i calciatori. Si costruisce mettendoli nei loro ruoli. Vendere Under sarebbe una follia. E’ quello che potenzialmente può diventare un crack. Ma bisogna dargli continuità.

      Le cessioni con questa proprietà sono inevitabili. Hai un monte ingaggi discreto, ma il problema è che è equilibrato male. Ci sono calciatori che prendono troppo rispetto a quello che valgono: pau lopez, kolarov, fazio, jesus, mancini, cristante, diawara, veretout, kluivert, perotti. Sono giocatori da Fiorentina, che li prenderebbero uno e mezzo al massimo e siccome vengono alla Roma, devono prendere quasi il doppio? Ma non esiste. Poi non parlo dei dinosauri come Pastore e Nzonzi. Escludo i prestiti…perché pure l’armeno (che per mezzo campionato è stato rotto) e Kalinic….

    • il CORRIERE DELLO SPORT ( lo scrivo in maiuscolo per rispetto al giornale che fu , ha avuto grandissime firme come ezio de cesari ) lo ho comprato fino al tempo in cui il direttore è stato mario sconcerti . dopo di lui di male in peggio . prima vocalelli e poi zazzaroni lo hanno tramutato nel corrspork . fine IMMONDA di un ex glorioso punto di riferimento per noi tifosi della ASROMA . comunque non gli auguro di fallire solo per non mettere in difficoltà le famiglie di collaboratori di tale giornale . so perfettamente che i caporioni si salverebbero seguendo l’esempio di z vocalelli . d ‘ ubaldo , zazzaroni e compagnia cantante si trasferirebbero , armi e bagagli , a radio radio di tal ilario di Giovanbattista , noto laziale , che potrebbe aumentare la potenza di fuoco con melli , focolari , renga , mario mattioli e altri personaggi che bazzicano quella radio laziale .

    • “Lo difende chi non ha mai messo piede in curva sud”. E anche se fosse ? IO sono anni che non vado in sud e non mi sento meno Romanista di chi la frequenta abitualmente. Vado allo stadio con frequenza e sono libero di andare dove caxxo mi pare e di dire ciò che voglio. Non mi sento offeso da Pallotta, vorrei che in questi anni avesse portato qualche trofeo, non c’è riuscito, pazienza. Il calcio è cambiato, la sud è cambiata, il tifo è cambiato.
      Sono orgoglioso della strada intrapresa con il Roma Cares, sono schifato dall’amministrazione cittadina che ha fatto di tutto per distruggere il progetto stadio, sono rassegnato dalla pochezza di molti tifosi che non riescono a vedere oltre il proprio naso.

  1. Società ostaggio del suo proprietario, che titolo assurdo, come se un qualunque imprenditore ragionasse nell’ottica di ridimensionare ossia svalutare la sua società, Che poi vorrebbe dire prendere meno soldi a momento di venderla, sa bene Pallotta che per prendere i denari che desidera deve fare una squadra almeno da Champion, diversante anche i 500 milioni di cui tutti parlano potrebbero essere troppi.
    Se non vende reinveste questo è poco ma sicuro, sta poi ai direttori sportivi, in ultimo Petrachi acquistare i profili giusti e non fare danni irreparabili come qualche suo predecessore , che ancor sono a bilancio, per raggiungere gli obiettivi e tenere alto il titolo Roma. Ecco che più che di Pallotta bisogna avere timore che dia carta bianca a chi può fare danni e la memoria di Monchi non è poi così lontana. Iquanto a vincere poi entrano in gioco altri fattori, l’abitudine a farlo, la pressione dell’ambiente gioia e dolore di Roma, una proprietà più presente (e qui Pallotta dovrebbe recitare il mea culpa) , ed un pizzico di fortuna che non guasta mai e con la quale probabilmente uno scudetto questa gestione lo avrebbe portato, si ricordi 3 anni fa il record di punti con Spalletti (87) che in altri anni avrebbe garantito lo scudetto in carrozza…oggi tutto è più difficile perché siamo complessati e delusi. Sempre solo forza Roma.

    • Mr.Pallotta non e’ il proprietario della Roma, semmai e’ il copropietario tradotto: il frontmen di una cordata di una decina di grandi investitori e di decine di più piccoli (quasi tutti americani), tra l’altro alcuni gli hanno fatto pure causa per la gestione. E’ come dire che quando qualche anno fa Montezemolo era presidente della Ferrari (e anche azionista) ne era il proprietario

    • Solo in teoria,l’unico modo per fare plusvalenza è vendere il progetto Tor di Valle con le autorizzazioni,con la società sportiva ulteriormente indebitata,può solo cercare di equilibrare costi e ricavi che saranno più bassi,quindi se non è mai riuscito a far crescere adeguatamente i ricavi pur mantenendo un pachiderma costosissimo al di sopra delle possibilità che è sempre costata non solo più di quanto potesse permettersi,ma anche più di quanto valesse,come potrebbe riuscirci ora che sta sempre più con l’acqua alla gola e sempre meno potrà scegliere chi e a quanto vendere e chi e a quanto comprare? Il progetto è sempre e solo stato uno:Tor di Valle per rivendere la società valorizzata,senza quello ormai sa bene che può solo perdere ulteriormente,ma è abituato a rischiare,è uno speculatore finanziario,poi,con i club di calcio sono tutti in una botte di ferro,avete mai visto un presidente fare bancarotta e subire le stesse conseguenze se a fallire fosse un altro tipo di azienda? La Roma è stata sempre guidata da logiche finanziarie e non imprenditoriali!

  2. Perché quando l’intera curva Nord mostrava striscioni con “Lotito liberaci”, “Libera la lazio” o “Lotito vattene”, tanto che queso girava con la scorta, il Corsport non se ne è mai uscito con un titolo simile?

    • x sciabbolone …..lotito gira ANCORA con la scorta pagata da noi contribuenti . ad alcuni magistrati in lotta con mafia e ndrangheta è stata tolta la scorta in quanto ritenuta superflua.

  3. Ma come si fa a scrivere un articolo simile…

    Neanche sono entrati in merito della trattativa e dell’offerta giustamente rifiutata.

    Scandalose le cose che succedono un questa città…

  4. L’ultima volta che ho comprato il corriere di Formello e’stato dopo ROMA-BARCELLONA 3-0, ma già prima non lo compravo più, Senza gli aiuti statali da un pezzo che era chiuso, scribbacchini da 4 cent

  5. Se i cronisti del Corriere dello Sport si presentassero in diretta TV a baciare mani e piedi a Lotito, diventerebbero senza dubbio più credibili.

  6. il campionato sta ricominciando e la stampa apparecchia il piano per destabilizzare la roma per farle fallire l’obiettivo 4o posto. e ci sta riuscendo ogni giorno arricchendo NON articoli con NON notizie sempre piu’ piene di NON particolari. e, visti gli striscioni delle capre che gli vanno dietro, ci sta riuscendo.

    • Le capre come dici te( vojo vede se non stavi dietro alla tastiera se lo dicevi) sono gli unici che mettono soldi, tempo e passione!!!! Sciacquati la bocca!!!!

    • @One love
      Non ti arrogare diritti che non ti competono.
      Non sono né contro né a favore di Pallotta, ma sono più di 30 anni che metto soldi tempo e passione.
      Non siete gli unici depositari del tifo.

    • io dico cio’ che voglio quando voglio e dove voglio. tu accendi il cervello prima di parlare.
      ps ecco brava capretta metti i tuoi soldi, vai!

  7. Basta con gli attacchi alla Roma. Pallotta è il proprietario e non ha rubato nulla a nessuno. La Roma era un cespite di Unicredit che, dopo averla pignorata alla famiglia Sensi, ha agito tutelando i propri interessi evitandone il fallimento. Gli unici compratori credibili a presentarsi di fronte alla Banca furono questi americani che vennero non tanto perchè testaccini o amanti del calcio ma, in quanto uomini d’affari, per realizzare un investimento. Presero poco più del 50% delle azioni, facendosi anche prestare i soldi dalla stessa Banca (e già questo per un’azienda che vende soldi è un aspetto “molto interessante”) per poi, dopo un paio di anni, rilevare le quote in mano all’istituto di credito durante la prima ricapitalizzazione. Il presidente della Roma in quel momento non era Sensi ma Fiorentino, ossia la banca. L’alternativa era Fioranelli coi suoi complici microfonati ed abbiamo visto bene chi fossero realmente e come andò a finire. Dov’erano all’epoca tutti questi salvatori della patria che oggi fanno i padroni coi soldi degli altri? La Roma oggi è una multinazionale che muove fatturati da centinaia di milioni ed ha una prospettiva di mercato che non è minimamente equivalente al costo di due striscioni o della stesura di un articolo di mexda perchè per guidare una società del genere ci vogliono i milioni, tanti, quelli veri, non le chiacchiere. A tutti quelli che “vojo vince” dico solo che noi negli anni settanta andavamo allo stadio con la Roma a mezza classifica, infarcita di pippe in mezzo al campo, ed uscivamo con le bandiere al vento solo perchè avevamo pareggiato contro gli squadroni del nord. Ma per noi la Roma non si discuteva ma si amava. Sempre.

    • L’Italia ha un problema cronico, e purtroppo il calcio in questo non fa eccezione: la totale mancanza di memoria. Ci fosse una persona a ricordare per quali ragioni la Roma è finita in mano ad un istituto di credito. Io la ricordo sempre: chi era al timone, ha fatto saltare il banco ad ogni trattativa dal 2004 al 2009, nonostante non fosse minimamente nelle condizioni di giocare a rialzo. Riguardo alla seconda parte del tuo discorso, purtroppo va detto che il tifo romano si è imborghesito, e non da poco tempo. Tale fenomeno ha cominciato a manifestarsi a metà degli anni ’80, ed è diventato più evidente alla fine della gestione Sensi. Fra l’altro, il tifoso medio è bravissimo a pontificare e a ragionare con i soldi degli altri, ma scommetto che mai sarebbe in grado di portare avanti una società quotata in borsa e che fattura 200 milioni l’anno… e, a giudicare dalle ultime campagne abbonamenti, non mi sembra che siano neppure così splendidi, ma questo è un discorso a parte.

    • ….. discorso che non fa’ una piega! non ti curare dei pollici versi…. purtroppo i Mariolones non leggono oltre le tre righe…. e capiscono il senso della meta’ delle stesse!
      p.s…. portano soldi alla societa’ anche quelli che fanno abbonamenti alle pay tv e preferiscono stare a casa perche’ c’avranno i [email protected]@i loro ! E so tifosi dd’a’ Rioma pure loro

    • Grande Giulio, ma contro l’ignoranza non c’è dialogo o spiegazioni che tengano. Senza lo stadio voluto da pallotta la Roma non decolla e non solo coi risultati…

    • x Giulio 92 minuti di applausi….Sono stufo di queste teste di gran c. che scrivono su questo sito non hanno memoria o hanno vite misere in cui l’unico scopo è vomitare ogni giorno livore su questa squadra, su chi la gestisce, su chi la possiede, su chi la tifa e basta. Non è questo il tifoso della Roma, non è così che mi hanno cresciuto nell’amore per questi colori mio padre e mio nonno, non è così che cresco mio figlio a cui ho insegnato subito a pensare con la sua testa, a tifare con il suo cuore. Forza Roma

  8. One love,trincerarsi dietro una tastiera o dietro l’ anonimato di striscioni beceri,non mi sembra che ci sia molta differenza! Scommetto che se si volessero identificare gli autori degli striscioni,ci sarebbe il fuggi fuggi generale,o peggio ancora il gioco dello scaricabarile!

    • One Love lascia stare noi sa nemmeno di quali striscioni si tratta, non ci perdete troppo tempo e lo credo che si difendono tra di loro, per farne uno ce ne vogliono 4 ma a trovarli .
      Un saluto e SBALLOTTA GOOO HOME, ora più di prima.

    • Ostaggi de ballotta er perdente de focene? Si.. ma mica da mo….vai a ballooooo plusvalenzate pure e mutande perdente cefalaro, te stanno a pia’ in giro tutti, vergogna e dignita’ zero come del resto i suoi segretari focenensi perdenti come lui, vorrei chiedere al perdente una cosa, per quanti anni ancora dobbiamo subire le tue coppefocene
      ? Ah come dici….447897 anni??!!! E mo chi glielo dice ai focenensi….ahahahahaha che spettacolooooo a ballo’ , sempre forza MAGGICA ROMA

    • Dai Zi bah, oggi sono tutti eccitati perchè il loro Lido ha riaperto ed è pieno di cefali. Un salutone

  9. Sono un tifossimo della nostra amata As Roma…ma sono anche Disgustato dall’attacco quotidiano da parte della stampa contro la societa As Roma dipinta come un armata Brancaleone e una società sull’orlo della catastrofe e del fallimento ogni qual volta si pubblica un bilancio con riferimenti a cessioni dei migliori calciatori della rosa ( come se juve e Inter Milan etc etc non avessero debiti e
    ) solo x la roma viene raccontato questo scenario funesto..tragico…sappiamo tutti quanto il corriere dello sport abbia deciso di seguire una linea editoriale contro la Roma contro l’attuale proprietario…ce anche un giornalaio seguace del marione di turno al nome di Francesco Balzani che non lesina critiche vomitevoli….x non parlare dei vari Lengua . Carina sul messaggero….lancio questo grido di dolore da far arrivare alla società As Roma se il direttore del sito giallorossi.net mi può aiutare a far pervenire questa mio sfogo alla societa….chiudo dicendo che se mettessero questo astio e livore a favore della costruzione dello stadio della Roma a tor di valle ( campagna denigratoria con i soliti slogan ..speculazione… zona non adatta..etc.etc….e qui dovrebbe indagare anche la MAGISTRATURA sui disegni OSCURI di chi OSTACOLA UN INVESTIMENTO PRIVATO DA 1 MILIARDO DI EURO PER LA CITTA’ DI ROMA ) forse ci sarebbero lo sblocco da parte del comune di roma al cantiere…io dico che nn si puo sempre prendere pugni bisogna anche reagire

    • Caro Gian le sue affermazioni sono incontrovertibili. La campagna di denigrazione concentrica nei confronti del ns.Club va avanti perlomeno da sei anni . Tutto ciò è piuttosto evidente. Con l’avvicinarsi del via libera per Tor di Valle l’acredine di alcuni media è aumentata a dismisura e sta tracimando da qualsiasi canale informativo . Ciò che possiamo fare come tifosi romanisti è di evitare accuratamente di acquistare determinati quotidiani di ascoltare certe radio private anzi sostenere tutti coloro che lavorano a Trigoria ma soprattutto evitare di buttare il cervello all’ammasso come vorrebbero i mandanti morali di queste campagne di odio….

    • Zi bah parla pe te che saresti capace pure de critica’la Roma se facesse il triplete. Nun sei proprio attendibile, cambia sito

    • quindi tendenzialmente il tifoso vi fa un po schifo però in alcune situazioni puo far comodo.
      tipo quello di fare pressione sull’opinione pubblica affinche la mega colata di cemento invada tor di valle.
      troppo comodo, troppo semplice.
      per di piu per una cosa che non sarà mai della Roma.

  10. Dèubaldo,colui che impegnò la prima pagina von quel SPALLETTI ARRENDITI che non fece certo il bene della Roma…….

  11. Dalla campagna diffamatoria contro James Pallotta questo quotidiano sta passando addirittura a un tentativo di estorsione vero e proprio. Adesso un misero scribacchino a gettone è arrivato al punto di stabilire egli stesso la congruità di un un’offerta per una transazione da centinaia di milioni di euro e a sindacare il diniego dell’attuale proprietà a cedere il pacchetto di maggioranza del Club .Questa credo sia la fotografia dello stato catatonico in cui versa il giornalismo sportivo e non solo nel ns.Paese….

  12. Caro robbo1..ti ringrazio alla risposta al mio commento….hai colto in pieno…una vera campagna o meglio tentativo di estersione ai danni dell’attuale proprietario..e sia ben chiaro Noi veri tifosi non ce ne frega nulla del signor Pallotta…Noi amiamo fino alla follia la As ROMA…e tutte melma questo fango gettato non fa altro che moltiplicare x 100 le difficoltà di una squadra di calcio …io mi rivolgo a quei tifosi non bimbi minkia che hanno ancora un cervello x ragionare..state facendo il gioco di vuole solo il male della Roma…l’ascia di guerra va sotterrata in attesa di tempi migliori purtroppo la pandemia da covid19 ha causato un danno …anche a me non piace Pallotta e vorrei una proprietà piu ricca e presente.. ma non faccio come il marito che se taglia le palle x far dispetto alla moglie…chi vuol capire capisca..

    • Gian tu sarai pure in buona fede ma credo tu conosca poco il sig. Robbo 1. Per lui prima e su tutto viene Pallotta…..poi il resto. Se tu dici che Pallotta non ti piace…… non ti prende più sul serio, neanche come spalla.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome