Cristian al Frosinone, finisce l’era Totti a Trigoria

29
1585

AS ROMA NOTIZIEFinisce ufficialmente l’era Totti dentro la Roma. Dopo l’addio del Capitano, ora anche il primogenito Cristian lascia il club capitolino per proseguire la sua avventura nel mondo del calcio con la maglia del Frosinone.

Il figlio d’arte, che porta su di sé un’eredità pesantissima, non ha trovato molto spazio con la maglia della Roma U18, da qui la decisione congiunta di salutarsi. Le parole del presidente del Frosinone, Maurizio Stirpe, chiariscono i fatti successivi.

“Conosco bene Francesco da anni e ha chiesto a me e al direttore Angelozzi di dare un’opportunità a suo figlio Cristian e siamo ben felici di farlo. Non ho ancora avuto l’opportunità di conoscere il ragazzo ma non mancherà l’occasione. Gli auguro il meglio a lui e a tutta la nostra squadra Primavera”.

L’addio di Cristian alla maglia della Roma, di cui resta un grande tifoso, segna di fatto la fine dell’era Totti a Trigoria. Magari, prima o poi, sarà proprio Francesco a ritornare: i tempi non sembrano ancora maturi, ma prima o poi succederà. E quando accadrà, ll Capitano lo farà dalla porta principale. Come è giusto che sia.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteMatic e i problemi con lo spogliatoio: il caso resta aperto. Pellegrini: “Stupidaggini che fanno male”
Articolo successivoL’Aston Villa avvia i contatti col Galatasaray per Zaniolo: la Roma può incassare 2 milioni

29 Commenti

    • Purtroppo si sa che i figli maschi “matrizzano”, ossia prendono di più dalla madre. Dobbiamo sperare nella seconda generazione, se Chanel e Isabel un domani avranno figli maschi e se saranno calciatori (servirà la spinta del nonno Francesco? 😅)…

  1. Insomma arriva al Frosinone da raccomandato “ha chiesto a me e al direttore Angelozzi di dare un’opportunità a suo figlio”…

    • fate finta di non sapere come si fa carriera nel calcio? o pensate veramente che tutti quelli che arrivano sono i “migliori”? il ragazzo ha un cognome pesante e, se varrà qualcosa, avrà sicuramente una opportunità in più rispetto al figlio di un Mario Rossi qualsiasi, ma la stessa cosa le vediamo succedere in aziende private ogni giorno, quindi perchè farne un caso solo perchè è il figlio del più grande giocatore che abbia mai indossato la nostra maglia? pensate che i figli di un qualsiasi altro ex campione del mondo, non percorrano strade simili o che se la giochino alla pari con gli altri ragazzini? spero per lui che davvero possa dimostrare di valere qualcosa, al di là del cognome, ma sicuro che di fame questo non morirà mai, manco se andrà a fare lo youtuber come “lavoro”…

    • Per carità, abbiamo visto di tutto, pure il figlio di Gheddafi in serie A… però fossi in lui e la famiglia penserei seriamente a un piano B, perché se a 17 anni hai bisogno della raccomandazione per entrare nella primavera del Frosinone, forse la carriera calcistica non fa per te.

    • @Sop, dipende. Non avrei rifiutato una carriera fra Serie-B e Serie-C per esempio. Non è ovviamente paragonabile alla carriera del padre ma se non puoi arrivare a certi livelli anche quelli più bassi sono interessanti. Basta vedere i figli Zidane…

    • Da capire se la carriera da calciatore la vuole fare il figlio o la vuole il papà, perché molto spesso i genitori spingono per i loro desideri, Francesco si sente ancora calciatore, quando vorrà fare il dirigente immagino che la porta di Trigoria per lui sia sempre aperta.

    • @Ugo: si ci sta, deve esser dura portare quel nome sulle spalle. Ma vale anche per Daniel Maldini e altri.

  2. purtroppo credo che questo ragazzo non abbia ripreso dal padre ,ma dalla madre ,
    mettici anche il cognome che porta e per lui è tutto molto più difficile e complicato
    gli auguro comunque un futuro ricco di soddisfazioni e poi sarà quel che sarà

  3. se non fosse stato il figlio dell immenso ns capitano neanche al Frosinone andava,purtroppo per noi non e’ atto a giocare a pallone

  4. Basta vi prego…. altra figura di… visto che oltretutto è stato raccomandato e non si sono nemmeno presi la briga di farla passare inosservata la cosa, sbandierata ai quattro venti…. mah

    • il padre, a 16 anni, giocava in prima squadra e faceva il suo esordio in serie A. il ragazzo, se non ha avuto neanche l’opportunità nella nostra primavera, evidentemente non ha quelle qualità. spero per lui che maturando migliori

  5. Il figlio di Lippi ha messo su un’agenzia di procuratori per calciatori. Lippi padre avrei piedi per terra e i figli hanno continuato a fare soldi. Totti immenso, non si è mai accorto di essere un umano e pensa come Zeus di aver generato un Totti bis. …. ad avercelo un padre così, che vai a giocà e te campa!

  6. Che tristezza leggere che tuo papà ti ha raccomandato al Frosinone . È nullo come giocatore sta lì solo x il nome che porta xche del 2005 sapete quanti ce ne sono di ragazzi più forti ??!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome