Da Tirana al Torino: storia di una Roma che non cresce. E Mou chiede altri acquisti

98
1593

AS ROMA NEWSDa Tirana al Torino. Un viaggio non poi così lungo, ma che consegna a Mourinho una Roma che è rimasta troppo uguale a sé stessa: classifica intatta (sesto posto è stato lo scorso anno, sesta la posizione occupata dai giallorossi alla pausa), soliti vizi e una mancata crescita che preoccupa.

Da Mancini a Cristante, da Spinazzola a Pellegrini, da Zaniolo a Abraham: nessuno dei protagonisti più attesi ha dato le risposte di crescita che tutti si attendevano. La vittoria di una coppa sarebbe dovuta a servire non solo a riempire una bacheca paurosamente vuota, ma anche a far crescere dentro la squadra il germe della famosa “mentalità vincente” che manca a questi ragazzi.

Ma a pochi mesi da trionfo in Conference, la vecchia guardia ha deluso. Nessuno dei “leader” di questo gruppo ha dato segnali di crescita. Anzi: a preoccupare è l’involuzione di quasi tutti i migliori in rosa: Abraham sembra il fratello scarso del calciatore ammirato la scorsa stagione, Pellegrini è tornato sotto il rendimento altissimo dell’anno precedente, Zaniolo fatica a confermare le promesse, Spinazzola è pesantemente limitato dal grave infortunio avuto al tendine d’Achille.

Il tempo per recuperare c’è, non essendo arrivati nemmeno a metà campionato, ma l’involuzione della Roma è sotto gli occhi di tutti. Anche del suo allenatore che ammette come “manca qualcosa di fondamentale rispetto allo scorso anno”. Una spiegazione che non può limitarsi a Dybala sì, Dybala no.

La Roma si è seduta sulla vittoria di Tirana, ai giocatori sembra mancare la voglia di innalzare il proprio livello. Coccolati dai sold out ma bloccati nel vincere di fronte a loro. E l’ingresso in campo di Dybala contro il Torino, più che sottolineare la grandezza dell’argentino, ha acceso i riflettori sulla pochezza degli altri.

Mourinho questo lo ha capito e ha iniziato a mettere i calciatori di fronte alle loro responsabilità. Ma come si migliora un qualcosa che è uguale da quattro anni? Per il tecnico portoghese la risposta è semplice: comprando grandi calciatori come Dybala e Wijnaldum, due giocatori che la Roma spera di riavere al 100% a gennaio. Difficile però che Pinto possa regalare un altro acquisto di quel livello nel mercato di riparazione che sta per cominciare.

Fonti: Il Tempo / Il Messaggero / La Repubblica / Corriere dello Sport

Articolo precedenteSabatini: “Mourinho è l’oppio dei poveri, come allenatore mi lascia indifferente”
Articolo successivoAbraham non è più intoccabile: già da gennaio può finire sul mercato

98 Commenti

  1. Se i giocatori si siedono è perché a Roma i tifosi festeggiano le coppette come fossero Champions.. riempiono lo stadio solo perché c’è Mourinho in panchina. La prima colpa è la loro. Li fate sentire come fossero tutti fenomeni invece a parte 2/3 elementi che salvo il resto sono tutti giocatori mediocri da settimo posto. Da coppe da settimo posto…

    • Andrea hai descritto in maniera, inequivocabile la situazione. E aggiungo, basta guardare i commenti su Solbakken, li leggi e ti chiedi.”ma che per caso torna Salah?”.

    • Perché , senza investimenti massicci dovresti e potresti vincere la champions??? Ora è colpa dei tifosi ? Che danno soldi e passione a questi milionari senza palle ?
      Dai, su, non dire assurdità

      Sostengono la squadra, fanno bene… vai in mezzo alla Sud a dirlo a loro, che è colpa loro …ti vedrei bene

      L articolo è centratissimo . L unico vero punto dove Mourinho ha fallito, per ora , è questo… creare mentalità vincente

      Ed infatti quanti ne stanno cacciando?

      I tre acquisti di quest’anno dovevano dare un boost, in tal senso … poi la sfiga ha colpito .

      Poi, in verità è ancge successo che uomini senza palle si nascondano dietro a Dybala od addirittura lo soffrano

      Il problema, lo dico da sempre, sono le palle… ed alla Roma le hanno in pochi…

      Ma non possiamo dare la colpa ai tifosi, quello no

      Forza Roma

    • Andrea quanta ragione ti dò…….io lo stò dicendo da due anni e tutti con il pollice verso….hai colto nel segno , ma tanti non capiscono quello che stà succedendo….giocatori mediocri portati come fenomeni…un allenatore che ha vinto solo perche era carico di campioni, ma se qualcuno ha memoria , neanche allora aveva in gioco.Il calcio è diventato tristezza.

    • Tu sei il classico individuo che con l’As Roma non centra nulla, i ragionamenti che fai sono a livello di un bambino di 8 anni di quando probabilmente hai scelto la squadra sbagliata, da come ragioni ti si addice più una juve o le milanesi, Ci hai svelato un segreto! Lo stadio pieno farebbe sentire fenomeni i giocatori ! quindi seguendo il tuo pensierino che ti è balenato in testa basta svuotare lo stadio e vinciamo tutto no? Te lo spiego in modo semplice così che anche tu possa capire é semplicemente un amore incondizionato per questi colori al di là del risultato, vabbè ma tu non puoi capire.

    • Certo, certo… La colpa è di chi festeggia una vittoria attesa più di vent’anni e di chi va allo stadio ogni maledetta domenica… Cioè, secondo Andrea e i seguaci del suo pensiero, i colpevoli dell’attuale crisi di risultati sono i Romanisti (da cui prendono, giustamente, le distanze). Pensa un po’, a me (e non solo, per fortuna) era sembrato il contrario, cioè che i tifosi fossero l’unica componente realmente all’altezza e meritevole di una Roma al vertice nazionale ed europeo… Siamo precipitati nel metaverso, è chiaro.

    • Andrea mi trovi d’accordo, perché si gioisce in maniera enfatica davanti a “piccoli successi, si divinizzano allenatori e giocatori in maniera fideistica, si fanno “pacchianate” come alla presentazione all’Eur di Dybala e tutto questo impedisce di avere una visione obiettiva della situazione. Se trovi il coraggio di muovere appunti a Mourinho sei un infiltrato “lazziese”, se dici che forse non è più lo stesso ribadiscono dei titoli acquisiti negli anni, attaccano e demoliscono giocatori con una volubilità impressionante. Chiarissimo che la situazione attuale non dipende dai tifosi ma essere supertifosi a prescindere non aiuta a crescere, anzi

    • Noi li facciamo sentire come fenomeni o è la società che ha rinnovato mancini e karsdorp e si appresta a rinnovare bradipo cristante?A cifre assurde peraltro

    • Ma tra Andrea e gio (senza accento) due tra i più anti società, anti tifosi, anti Mou 💛♥️ del forum insieme a qualcun’altro saccente…. Mi viene spontaneo chiedere……

      Ma un’altra squadra, un’altro forum, di qualsiasi longitudine planetaria, non riuscite a trovarlo?!?!?
      Chiedo per tutti quei tifosi che vanno allo stadio, che pagano, che si fanno interminabili trasferte

      Ma voi per chi tifate?!?!? Misteri dei social…

    • @gio guarda che il Porto di Mou vinse una coppa Uefa e l’anno dopo la Champions e giocavano benissimo, una squadra che incantava e c’era anche il nostro scarto Alenichev. Con Fonseca era più piacevole vedere le partite? onestamente sì. Se però mi parli di risultati sempre in quelle posizioni di classifica siamo arrivati. Hanno preso due grandi giocatori questa stagione, la prossima ne prenderanno altri due e così si crea una squadra, non si può pretendere di avere tutto e subito.

    • In parte quello che dice Andrea è vero. Lo scorso anno sembrava di aver vinto uno scudetto.
      Tutti sapevamo però che quest’anno il livello dovevi alzarlo perché quella dello scorso anno era una squadra che aveva vinto un torneo di livello comunque non eccelso. Quando ti cali nell’europa league o devi competere per il quarto posto serve alzare il livello della squadra. La società ha cercato di farlo e per me lo ha fatto anche bene considerando le difficoltà del bilancio.
      Poi però se ci sono gli infortuni tutto è vanificato e in questo momento giochiamo con la squadra dello scorso anno. La classifica lo dice chiaramente.

    • Caro Andrea e company statemvi seduti in salotto,pagate dazn e non rompete, che a tifare Roma ci pensiamo noi jn casa e fuori.
      Anzi andate a trollare sul vostro .net che qui date solo fastidio👋👋👋

    • Quindi è colpa dei tifosi? Lasciami sorridete. Solo in Inghilterra ci sono squadre improponibili seguite dai propri tifosi come se ogni anno vincessero la Champions. Dai su, ma che stiamo dicendo. Quando non c’è progetto anzi l’unico progetto è quello economico vedi stadio questo è il risultato. Mou è stato il contentino per placare gli animi e il risultato si sta vedendo chiaro. Pinto è un signor nessuno nel suo ambito e il risultato si sta vedendo. Non si può pensare di prendere vecchie glorie a fine carriera o promesse tipo Abramo che possono solamente sculare una stagione ma poi ritornano ad essere quello che sono. Ci vuole la fame e qua a Roma con gli ingaggi che pagano la fame non ce l’ha nessuno. Zaniolo è stato bruciato dai giornalisti (fenomeno)… ancora lo stiamo aspettando. Fra un po’ c’ha 30 anni. Umiltà, fame e giocatori giusti pagati il giusto. Ma chi ce l’ha una tifoseria bella come quella nostra? daje su.

    • Vabbè sei della lazie ti capisco da voi il soldout allo stadio si aggira sui 12 mila spettatori…che arrivano con i zeppieri a piazza Vittorio!!!!
      La pazienza non è dei tifosi ma speriamo che il nuovo anno porti qualcosa di buono seno ritorna Ranieri con affianco Daniele ….e magari qualche infortunio in meno che quest’anno ci costa almeno 5 punti….e staremo a parlare di Champions più vicino.
      Speriamo almeno in una coppa del nonno….non buttiamo niente e a differenza della lazie sappiamo anche accontentare di un po’di aglietto.e comunque a parte L’Aquila…quello vero ,non ha niente di buono!!!!
      Che la Lupa sia con noi!!!!!

    • Andrea purtroppo hai pestato un bel merdone, pur con una considerazione che parte da una osservazione corretta: passano presidenti, allenatori, giocatori, ma non cambiano mai i vizi di questa squadra…se andiamo ad esaminare cosa è rimasto immutato in tutta la nostra storia, è solo l’amore di noi tifosi da essere sempre enorme, a volte anche spropositato, ma se ci togli questo, cosa ci rimane? 3 scudetti in quasi 100 anni di storia? e possibile che l’amore e la passione che noi regaliamo, praticamente gratis, anzi pagando noi, siano la causa dell’adagiarsi di tutti i giocatori che passano di qua? può darsi che sia Roma che offre troppe distrazioni? ma allora come si spiega che a Milano, città ugualmente distraente e con uno stadio ugualmente pieno, le cose vadano diversamente? Forse l’Inter di Moratti era un po’ come noi…e si che di soldi ne ha spesi una valanga prima di vincere, quindi anche la questione dei campioni vale, ma fino a un certo punto. Fu Mou a rendere vincente quel gruppo, e altrettanto avremmo sperato facesse da noi…in parte ci è riuscito, ma ora confermarsi sembra meno facile…forse perchè un uomo solo non può stravolgere le cose, ma può dare una strada da seguire, e io spero che la società abbia recepito quale sia la direzione. Però chiunque si esibisce su un qualsiasi palcoscenico, si nutre degli applausi e dell’amore del suo pubblico, e non può essere colpa nostra se questo amore viene mal utilizzato…se ci si adagia anzichè galvanizzarsi…

    • chi NON festeggia un trofeo Europeo trovandosi poi a scrivere tutto il disamore nel popolo romanista su un sito romanista, ha solo una spiegazione; È tutto (strisciato, sbiadito vesuviano…)meno che romanista… è poca roba!

    • Concordo Andrea, specialmente il gruppo Riso e Spinazzola, la lista dei partenti è lunga…

    • Oh my Mou quindi se uno non po anda allo stadio non po tifa perche non conta un caz… e non è romanista ,te se so scontrati i due pesci che girano nella nuca e se so affogati??praticamente se sei in carrozzella non sei romanista perche non vai allo stadio FENOMENO

    • In realtà il post di Andrea no vuole dire che i tifosi sbagliano a fare i tifosi, vuole solo dire che gli attuali giocatori della Roma si galvanizzano persino per un pareggio col Sassuolo o per una palla in fallo laterale, segno di zero mentalità. In tutto questo Mourinho mi pare sia capace solo di lamentarsi invece che di trovare soluzioni efficaci quindi è parte del problema. E’ evidente che i tifosi non saranno mai un peso per la Roma o un fattore negativo, ci mancherebbe, ma ma è anche evidente che dopo un certo segno qualche contestazione per me, da tifoso, sarebbe più che legittima…la Roma no si discute, si ama a volte mi sembra un po’ uno slogan da lavaggio del cervello e lobotomia volontaria…

    • quindi Kawa…
      fino a qualche anno fà se non si vinceva la colpa era dei tifosi che non andavano allo Stadio e criticavano calciatori e società…
      oggi se non si vince la colpa rimane dei tifosi che vanno allo Stadio e non criticano tutti i calciatori e la società…
      cioè, la colpa non è mai dei proprietari della ASRoma che non riescono ad attrezzare una squadra da vertice o dei calciatori che vengono pagati dalla società, la colpa è di chi paga per poter vedere la ASRoma…

    • criPtico ti sbagli parzialmente sull’affermazione che Mourinho rese vincente l’Inter di Moratti. In realtà, da calciopoli in poi, quell’Inter guidata da Roberto Mancini aveva già fatto incetta di titoli nazionali, ma in Champions si infrangeva regolarmente agli ottavi e forse una volta ai quarti.
      Tra l’altro ci scippò pure il campionato 2007-08, quello del loro centenario, con una lunga serie di decisioni arbitrali oserei dire controverse.
      Moratti aveva però la fissa di ripercorrere i fasti del padre vincendo la Champions, e quindi si affidò a Mourinho. Lui stesso fece flop nella massima competizione europea il primo anno fermandosi agli ottavi, per poi vincerla l’anno successivo dopo essere andato a otto minuti dall’eliminazione nei gironi in quel di Kiev.
      Ma dire che avesse preso un gruppo di sfollati ai quali lui inculcò la sua mitica mentalità vincente, è quanto mai lontano dalla realtà. Era già una grandissima squadra.

    • rispondo al mio omonimo che in buona parte ha ragione. Ma ciò fa’parte del nostro DNA di romani: o polvere o altare. Da un lato hai ragione, dall’altro, però, quella esagerazione di cui parli ci porta ad essere anche una tifoseria “sui generis” , da molti invidiata. L’esagerazione è sicuramente un motivo di instabilità x i calciatori, che passano da dei a brocchi in un anno, ma non è l’ unico fattore ostativo alla vittoria: i problemi principali sono i soldi ed il fatturato che non ci sono; chi ha massicciamente investito x vincere è poi fallito. A questo aggiungici il “potere” mediatico/politico latitante da anni. Infine il gufaggio de sto poracci che da quando hanno visto mou e Dybala se so messi de impegno 😀Un saluto e sfr

    • Ma se la squadra, dall’anno scorso non è cresciuta, poco poco non è che la responsabilità è dell’allenatore? Certo che si, non è in grado di far giocare la squadra, il suo gioco è ASSENTE, ma guai a dirlo, vieni accusato da quei quattro pseudo tifosi che si sono accontentati di una Coppa

    • Andrea quindi che si dovrebbe fare non festeggiare manco più le coppe vinte che si portano a casa? E la colpa sarebbe pure nostra perchè riempiamo gli stadi? Ho capito bene. Qui c’è un punto preciso dove non centra niente praticamente l’allenatore o meglio riguarda società e giocatori: partiamo con i primi vorrei capire il perchè fanno rinnovi con aumento assurdo per calciatori non proprio di alta classifica e poi si pretendono risultati con questi, non sarà perchè non vuoi investire seriamente ed è meglio perciò fargli il rinnovo; andiamo ai secondi, perchè qui veramente è uno spettacolo, ci sono molti strapagati chi li fanno passare per fenomeni ma dove? alcuni manco sono di media squadra e cosa ancora più assurda stanno continuamente a chiedere aumenti senza manco aver fatto stagioni stellari ma perchè? che cosa hanno dimostrato questi giocatori per poter meritarsi tali ingaggi a parte la vittoria della Conference league.
      Ci siamo lamentati del pari col torino e sassuolo ma ragazzi ma vi rendete conto chi abbiamo in squadra a livello tecnico.
      A parte Dybala smalling Winaldjium che sarebbero le certezze qui e qualche accettabile, ma gli altri mi dite che razza di giocatori sono? Ma come si può pretendere di fare risultati di alta classifica con questi indipendentemente dall’allenatore seduto in panchina.
      L’hanno detto tutti l’ha detto persino Candela ieri e Ancelotti l’altro ieri, non fai gioco e neanche vinci con gli scarsi e i mediocri in campo che vorrà dire?
      Molti sicuramente poi criticheranno il probabile arrivo di Solbakken per gennaio, ma personalmente lo dico senza giri di parole e vedendo le riserve non affidabili che abbiamo in rosa per me sarebbe un buon acquisto e con voglia di fare rispetto ad altri che sono impresentabili.

    • Ivo il sodo bravissimo non potevi dire di meglio ma vaglielo a spiegare a qualcuno che ancora crede che il problema è sempre l’allenatore e non invece il livello della rosa che è mediocre da 5 anni e magari che qualche giocatore che abbiamo lo facciamo passare per fenomeno ma in realtà è un giocatore modesto. Se sono stati cambiati 4 allenatori in 5 anni e la rosa è più o meno uguale a prima che cosa vuol dire che centra sempre l’allenatore oppure è altro il problema.

  2. Ho letto tanti commenti interessanti, ieri. Il calciomercato va valutato al 30 di Maggio (a volte dell’anno dopo) e non al 30 di Agosto. Sulla carta puoi aver fatto bene, ma poi è il campo a dare responsi. L’ultima sessione di mercato è l’esempio più chiaro e fresco, nel senso che tutti avevano lodato la Roma. Per tutti intendo tutti, giornali, tifosi della Roma, tifosi invidiosi delle altre squadre, addetti ai lavori. Tutti.
    Sulla carta non solo aveva senso, ma a 7 milioni era un capolavoro. Voi mette er Napoli, ha perso Nzigne, Mertenz, quell’altri, sembra na barzelletta: ce stanno un Georgiano, un Koreano e un Italiano…
    Poi ha parlato il campo. O meglio, sta parlando, perché è possibilissimo che il Napoli sia un daje corda che se ‘mpicca, lo sapremo a Maggio, e magari Mourinho mette in campo i giardinieri defenestrando mezza rosa e arriva secondo. Il calcio è bello per questo.

    A mio modesto giudizio, al gruppo manca la qualità mentale per fare il salto. Gattuso aveva i piedi di ferro, però stai certo che da lì non passavi nemmeno se lo investivi con una motosilurante. E lui non dovevi motivarlo, non aveva bisogno dell’allenatore psicologo, come va tanto di moda oggi. Al di là di questo, però, è innegabile che il lavoro di concerto tra Pinto, Mourinho e l’area scouting non abbia funzionato bene. L’allenatore chiedeva un regista e un difensore dal piede mancino che sappia impostare, e non sono ancora arrivati. Mou in carriera non ha mai sbagliato sull’attaccante, e anche Tammy è forte, ma è fragile psicologicamente, ed è esattamente quello che NON serviva a Roma, che ha già di questi problemi. Alcuni rinnovi sono a cifre eccessive e se hai problemi di bilancio è grave, d’altronde non puoi sfasciare sempre il gruppo come faceva Pallotta.
    C’è MOLTO da lavorare su questo fronte. Abbiamo molti giocatori che non hanno la testa di Gattuso, non so come se ne possa uscire, viste le nostre finanze.

    • Se ne esce dando seguito alla crescita della squadra o nel cercare di migliorare dove serve.
      La rosa è qualitativamente corta, ove per qualità intendo soprattutto carattere.
      Io sono convinto che loro sia di testa che di piedi non si sentono all’altezza delle aspettative altissime di quest’anno, chi doveva farci fare il salto di qualità non ha mai giocato oppure ha giocato poco in più gli altri per diverse ragioni hanno deluso.
      Una congiutura feroce tra sfortuna ed incapacità, la cosa preoccupante è che il gruppo non esprime l’animo combattivo del suo allenatore, sono bloccati, imbambolati, lenti, spesso se non sempre hanno paura a giocare, non hanno coraggio e questa è roba che gli infonde l’allenatore che in realtà li sottopone ad esami feroci ogni partita ed ora al pubblico ludibrio a tal punto che scappano da Roma.
      Mi chiedo se tutto ciò se funzionerà e spero di si, ma stiamo sconfinando quasi nel surreale, perchè al di là dell’impegno un Karsdorp vale come un Ibanez sul campo per numero di danni arrecati…..e reitarati.

    • mamma mia come scrivi bene, Idi di Marzo .. e sono d’accordo anche sui contenuti .. bravissimo .. fossi Zazzeroni ti assumerei di corsa .. ma sono solo un vecchio pensionato, che si e’ dovuto esiliare all’ estero per motivi economici ..

    • L’unica cosa che non sono mai riuscito a comprendere, sono quei rinnovi a cifre assurde a calciatori che in qualsiasi altra squadra non guadagnerebbero neanche la metà Intrallazzi poco puliti?! Per il resto concordo su tutto.

  3. Qui è pieno di gente che come provi ad alzare una vocina critica ti rimbrotta severamente dandoti lezioni da “vero tifoso” e rinfacciandoti che stai osando toccare gli “eroi di Tirana”.
    Ebbene, nei club vincenti, ma quelli veri, il credito verso gli “eroi” (che poi magari gli eroi sono quelli che vincono una Champions) si esaurisce dopo al massimo un mese di pessime prestazioni.
    Oltretutto abbiamo un tecnico che è il paradigma del “conta solo vincere”, per cui è più che giusto che il principio (peraltro un po’ juventino e che abbiamo schifato per una vita) venga applicato in primis proprio nei suoi confronti.
    Di credito da spendere non ce n’è proprio più, per allenatore e giocatori. Dalla ripresa in poi si accettano solo tante vittorie e rarissimi passi falsi. Altrimenti arrivederci e grazie a tanti.
    Ad alcuni senza neppure troppi ringraziamenti.

    • Arrivederci e grazie a cominciare dal totem Mourinho.
      Se è vero che contano le vittorie, allora pure Di Matteo è un grande perché ha vinto una CL, però è sparito dalla circolazione.

      La Roma ha bisogno di grandi calciatori.
      In alternativa, non potendo fare mercati roboanti a causa del FFP imposto dall’UEFA, di un allenatore che sappia sfruttare al meglio il materiale a disposizione insegnando calcio e non psicologia fallimentare.
      Mourinho non è il profilo adatto. Lui va bene se gli compri Haaland, De Bruyne, Tiago Silva e Neuer. Ma con questi so boni tutti. Coi Belotti, Cristante, Ibanez e Rui Patricio serve altro.

    • Toro Seduto: magari se il direttore sportivo la smettesse di imbarcare Belotti, Shomurodov, Vina, di rinnovare a vita a Cristante e Mancini vendendo invece disinvoltamente Veretout, Mikhiyarian ecc. forse potenziare la squadra sarebbe un filino più facile, in caso contrario, Mourinho o non Mourinho, chiunque viene, si affonda. Per me c’è un problema Tiago Pinto che in troppi sottovalutano…

    • “…pure Di Matteo é un grande perche ha vinto una UCL poi è sparito dalla circolazione…” dice Toro Seduto. Ugh. 😂😂😂😂😂…😊…

      Già leggere queste bippate iniziali (io vinco il primo premio al biglietto della lotteria di Capodanno, cfr. la champions di Di Matteo, e sono come chi da 25 anni é il numero1, senza offesa davvero, ma per piacere…) toglie qualunque sostanza al resto.
      Non ti piace José Mourinho, non é mica vietato. Ma l’allenatore (e i dirigenti, si rassegnera’ Sabatini..o Petrachi) lo scelgono i Friedkin.

      Per vincere e giocar bene servono giocatori forti e di qualità, questo ok. Poi serve chi li metta insieme.

      Infatti MOU l’anno scorso (il tuo grazie é retorico?) ha vinto una Coppa dopo oltre 60 anni, ed é stato l’ultimo a farlo in Italia.
      Lo avrebbe fatto un altro? (Spalletti? Fonseca?… io non credo, manca la controprova.)
      Con una squadra senza Haaland De Bruyne, Silva e Neuer. Magari non c’eri e se c’eri dormivi.
      O magari sei juventino, niente coppe ma scudetti a pioggia (e di più sul campo 😉).
      Se invece sei romanista amante del mitico bel gioco mi sa che devi rassegnarti. Abbiamo avuto Luis Enrique, EDF, Fonseca, Spalletti pure… oggi tocca a Mou.
      Il primo anno ha raggiunto gli obiettivi, e pure tanto di più.
      Ma sei uno dei geni alla TARE della Coppa dei “settimi”, o che il posto in EL a 4 punti dal quarto é tipo a 20 punti dell’anno prima, allora é inutile parlare di calcio.
      Vediamo il secondo se MOURINHO fallirà (come peraltro succede nello sport, e a Roma è successo una marea di volte…), nessun dramma.

    • Toro seduto 4 allenatori cambiati in cinque anni e rosa più o meno uguale che significa? Che il problema è l’allenatore come sempre oppure mi sa che la rosa che non viene rinforzata adeguatamente tutti gli anni soprattutto se si pretendono risultati da alta classifica immediati.
      Ci puoi mettere tutti gli insegnanti che vuoi e ne sono passati a Roma, ma l’ha detto Candela e l’ha detto pure Ancelotti con gli scarsi e mediocri non vinci e neanche ci fai gioco, sempre i giocatori buoni devi comprare a prescindere di chi siede in panchina.
      I casi sono due o ti ispiri al sassuolo senza pretese valorizzando e facendo plusvalenze senza mai vincere niente oppure cerchi di alzare l’asticella comprando i giocatori seri con gente seria che ti fa il mercato.

  4. Qualcuno, più di una volta, pur di difendere le pippe che abbiamo ha detto:” Agiussa giocava in B col Fulahm”, “Kvaraskelia chi lo conosceva”, vero. Ma questi 2 sono arrivati al Napoli ed anno spaccato subito. Noi ai vari mancini, kumbulla, Ibanez, cristante, zaniolo, pellegrini, eccc,
    quanto tempo dobbiamo concedergli? Uno su tutti, Pellegrini. Dio santo va per i 27 anni,
    ma quanto eslpode a 30 anni? Ma voi ve li ricordate Totti e De Rossi a 27 anni, da su non scherziamo!

    • ma Pellegrini è un buon giocatore, non ho capito perchè vi aspettate che diventi totti. Non sarà mai un fenomeno però è un buon giocatore, in una roma che punta in alto ci può stare benissimo, sono altri i giocatori che non ci possono stare.
      Mancini per esempio camara celik karsdorp, shomurodov, svilar, spinazzola per motivi fisici, (zaniolo el sharawi In relazione agli ingaggi) abraham se è questo qui ed altri ancora

    • Anche Pellegrini ha problemi fisici ricorrenti, direi non meno frequenti di Spinazzola. Non ha mai toccato le 30 presenze in campionato, se non nel secondo anno di Fonseca.
      Quest’anno è già al secondo infortunio muscolare, da agosto a novembre, per 35 giorni di assenza, inframezzati da un mesetto di forma quanto meno precaria e prestazioni insufficienti.
      Poi in primavera sfodererà la sua decina di buone prestazioni e sentirai riecheggiare i soliti “dove stanno tutti quelli che dicevano che Pellegrini…”?
      Sempre così, da cinque anni a questa parte…

    • Tony73 la cosa imbarazzante è che Anguissa l’aveva indicato Mourinho a Pinto di prenderlo l’anno scorso, chissà perchè ma la cosa più assurda è che Pinto il DS da 7+ in pagella pubblica l’anno scorso non l’ha preso perchè non è riuscito a piazzare sia diawara che villar eh certo bisogna aspettare le cessioni di diawara e villar per prendere un titolare che ti serve come il pane.
      Ecco la meraviglia della dirigenza societaria, pretendere risultati senza comprare i giocatori validi, ma vanno bene i rinnovi con aumento assurdo ai mediocri e non prendere invece i giocatori fondamentali attendendo le cessioni ma intanto li butti i soldi per i sopravvalutati complimenti alla programmazione e gestione societaria.

  5. io ho sempre sentito dire che nel calcio, dopo aver vinto una coppa pur piccola che sia, metà della squadra va cambiata la stagione seguente altrimenti ci sono sempre giocatori che si rilassano pur senza accorgersene e che contagiano gli altri..non so se sia vero, ma nel caso della ns Roma lo sembra…

  6. in poche parole….friedkin sveglia e caccia li sordi per il mercato urgono campioni tranne dybala il resto a cominciare da quer fenomeno de cristante tutti scarsi

  7. Dopo aver visto entrare Dybala per gli ultimi 20 Min, mi sono schiarito i dubbi ed ho capito Mou.
    Mourinho è un mister per grandi club, società, piazze…
    Non tutti possono (e non intendo solo come capacità tecniche) giocare in società, piazze, come Roma…
    Mou, ha bisogno di uomini “degni” di Roma..!!
    SPQR..

    • Roma ha bisogno di uomini degni di Roma… Mou è solo uno dei tanti a libro paga… Passato lui ce ne sarà un altro e poi un altro ancora. È Roma a meritare rispetto, e voi così non gliene portate…

    • CriPtiico…
      Certo, morto un papà se ne fa un altro, nel futuro ci sarà qualcuno altro…
      Ad oggi cmq, avendo Mou il quale non mi sembra un perdente… terrei lui e a parte 3 giocatori con la sua stessa mentalità, rivedrei la rosa perché se ti senti appagato con una Conference, non arriverai mai a vincere scudetti e Champions…
      💪🧡❤️

    • Andrea, sicuramente Mou e 2-3 elementi sono sopra la media a cui siamo stati abituati per decenni, ma ciò non toglie che nessuno può essere venerato come un dio ed essere esente da critiche…anche il mister deve stare a chiappe strette di fronte al giudizio di un tifo come il nostro e di una città come Roma…è lui che deve sentire il peso di Roma e non il contrario, perchè anche lui sbaglia, e quando sbaglia deve migliorare, come tutti…se poi arriveremo ad avere 11 Dybala in campo, sarò il tifoso più felice del mondo, ma in Italia non ce li ha nessuno…quindi diamo a ognuno le sue responsabilità, dai magazzinieri al Presidente, passando per chi poi si gioca la partita in campo e chi li guida, solo questo…

  8. Oramai siamo tifosi frustrati che cercano colpevoli ovunque. Su Mou lo sapevamo tutti il gioco sarebbe stato carente e che nn avevamo una rosa ambiziosa ma dovevamo creare una mentalità vincente. Ora a metà del lavoro di Mou (tre anni) abbiamo creato la mentalità? I giocatori vanno in campo con gli occhi iniettati di sangue? Anche se scarsi danno tutto come sarebbe da aspettarsi?? Ecco secondo me li c’è il fallimento della Roma, nn tanto le lacune tattiche e tecniche.

  9. Dopo 35 anni di Roma ho finalmente capito che le scarse vittorie dipendono dal fatto che mi abbono tutti gli anni a qualsiasi manifestazione, prendo il biglietto degli ottavi di finale di coppa Italia un mese e mezzo prima della partita, e torno a casa tutte le domeniche con le braccia rotte per sventolare una bandiera per circa 90 minuti.

    Forse avete ragione voi, mi sa da gennaio me ne sto a casa a passare il tempo con moglie e figlia.

    • ci guadagni almeno in amore .. poi la partita la puoi sempre vedere in tv .. sempre che moglie e figlia te lo permettano !

  10. Ma qualcuno si è chiesto come gioca la Roma? Lanci lunghi che Abraham deve spizzare di testa , oppure controlli di palla improbabili ed infine 300 passaggi ( indietro)che non sfociano mai in un cross decente oppure in un tiro in porta.

    • giochiamo male .. e con un centrocampo sempre battuto da quello avversario .. Karsdorp o Celik non servono .. i cross non li fanno mai .. rinforza la mediana .. mettici Pellegrini o Bove da una parte e El Shaarawy o Matic a sinistra e prendilo finalmente un vero regista centrale di centrocampo e vedrai che si vede un gioco e che i cross arrivano .. poi pero’ serve pure qualcuno che la butti dentro ..

  11. Ad oggi io sono deluso perché nonostante più di 100 milioni spesi in due anni i risultati della squadra sono identici alle precendenti gestioni salvo quella coppa vinta che per me non vale il percorso in coppa uefa con Fonseca.
    Gioco non esiste nemmeno a parlare.
    Scuse ridicole inventate per giustificare.
    non c’è un singolo giocatore che si sia migliorato in due anni (fino a due settimane fa avrei detto Ibanez).
    Di cosa ha fatto prima non mi interessa mi interessa ciò che fa qua ed al momento il giudizio è insufficiente.
    i cavalli si vedono all arrivo..a giugno ha detto che l obiettivo era la Champions,vedremo a fine campionato.
    Per me è questo..poi magari voi vedete altro che io non vedo.

    • in realtà non è così, i risultati della precedente gestione pallottiana, anche se alla fine si è suicidata economicamente e quindi ha fatto una pessima fine, nei primi sei anni del suo cammino sono stati assolutamente SUPERIORI a quella attuale. Puoi controllare qualsiasi statistica per verificarlo. Poi se i Friedkin faranno meglio me lo auguro ma finora ancora non è successo (al netto della Conference Cup, che io mi prendo con gioia ma che da sola non mi significa nulla)……

  12. stamattina solito giro su internet cone na volta si leggeva il giornale la mattina con le notizie dell!a magica, e leggo st articolo sull involuzione di chi è rimasto, altro sito e trovo gli ex kluivert c.perez e veretout che segnano e giocano alla grande. mi vie da ride pe non piagne ma che ci sta a trigoria???

  13. La qualità del gruppo,tolta qualche eccezione e’ da Sesto/settimo posto purtroppo.I miracoli non li può fare neanche Jose’.Ci vogliono i giocatori forti,e giovani da cui ricostruire.Non servono valanghe di soldi,basta spenderli bene.

  14. Quando si va allo stadio si deve sostenere la squadra, ma quando alla fine di una partita bruttissima come spesso accade , allora il vero tifoso che paga e fa dei sacrifici , ha il diritto e il dovere di far sentire il suo dissenso anche con fischi sonori. Solo cosi la squadra e allenatore sono spinti a dare di piu’ e di meglio. Forza Roma.

  15. Pinto sarà difficile che possa regalare a Mourinho un altro giocatore del livello di Dybala e Wjnaldum… semplicemente perché non lo sa fare! con i soldi del Psg siamo buoni tutti! lo dimostri come lo ha dimostrato Giuntoli o Sabatini in passato.. cioè con i pochi spicci a disposizione vada a scovare un futuro campione.. vada a scovare un nuovo Allison o Marquinhos. Nainggolan. Salah. haaland ecc….

  16. La Rube che ,giocando senza Pogba e praticamente Di Maria ,senza contare il difensore ex Torino infortunato anche lui, ha racimolato figure anche peggiori delle nostre. Però da 6 partite vince senza subire gol praticamente con la stessa formazione. Adesso diventata una pretendente allo scudetto….. Quello che vorrei sapere : cos’è o chi è ,che ha fatto scattare la molla a questa squadra? Allegri?

    • le squadre di Allegri fanno sempre così, non è una novità. Partono con una striscia di risultati negativi e dalla sesta iniziano ad ingranare. Niente di nuovo.

  17. Va bene che non ci sono fenomeni na dopo due anni non c’è’ una parvenza di gioco! Con tutti gli altri allenatori precedenti, di prendevano delusioni ma almeno vedevi una bozza di qualcosa anche se poi non raccoglievi niente! Io non giudico Mou, ma i fatti sono questi! Ripeto, non abbiamo Nessi o Ronaldo ma tranne qualcuno, non mi sembrano tanto scarsi! Poi mettici gli infortuni ed episodi strani! Io penso che che a gennaio col rientro degli infortunati qualcosa deve cambiare! Poi basta mettere giocatori fuori ruolo, possibile che un Kumpulla non possa giocare in questa Roma? Si infortuna Spinazzola metti Vina, non sarà’ un fenomeno na se è’ titolare in nazionale qualcosa saprà’ fare o no? Poi questa insistenza su Cristante, non la capisco! È’ stato preso Shomurodov, 18 milioni, se non ti serve per un altro anno ti tieni Pedro che non è’ tanto scarso! In panchina puoi tenere Jesus che a Roma per un milione restava! Camara è’ l’unico che corre e lo sostituisci, mistero! A gennaio io partirei a tre a centrocampo: Camara, Matic, Whuinaldum! Poi bisogna cominciare a pensare a un portiere!Arriva il norvegese, chi esce? Poi andato via l’olandese un terzino fa preso!

  18. Bisogna vende mezza squadra per poi fare acquisti mirati per creare una squadra vincente che punta in alto. Bisogna vende: kumbulla, karsdorp, cristante, coric, bianda, vina, shomurodov, Elsha, Mancini, ibanez, zaniolo e abraham. Bisogna poi comprare: vicario, pedro porro, bensebaini, ndicka, van de ven, pavlovic, fabian rieder, kamada, solbakken, zaha, depay, moffi. Cambio modulo: 4-3-2-1: rui, pedro porro, ndicka, Smalling, bensebaini, Pellegrini, Wijnaldum, kamada, dybala, zaha, depay. Panchina: vicario, svilar, boer, celik, van de ven, pavlovic, spinazzola, zalewsky, Matic, camara, fabian rieder, solbakken, belotti, moffi, volpato, bove, darboe. In caso non riscattassimo wijnaldum, comprerei un centrocampista top: tielemans. Infine comprerei anche un po’ di gioco: mou out, tuchel in.

  19. Io a Roma certe cose non le capirò mai.
    Mancini, son 4 anni che dimostra di essere un giocatore mediocre.
    E la Roma che fa? Gli rinnova il contratto a cifre spropositate.
    E non solo, pare che sia pure uno che nello spogliatoio se la comande, ma non ce se crede proprio, solo a Roma capitano ste cose.
    Roba che se fosse alla Juve, prenderebbe pizze nello spogliatoio dalla mattina alla sera.
    Ma come se fa ad ossannare giocatori mediocri come Mancini, Zaniolo, Pellegrini e Cristante. Ma ci rendiamo conto? Poi ci dovevamo aspettare qualcosa da Spinazzola che era un anno che non giocava. Manco fosse Theo Hernandez.
    Ma per piacere va. Siamo alla frutta se speriamo in questi mediocri giocatori tenenti allo scarso.

  20. Abbiamo festeggiato la conference league come fosse la coppa del mondo,in realta considerata la fase finale della coppa Italia cioe dai quarti in su,dove partecipano solitamente le big del campionato,direi che a occhio e croce la nostra coppa nazionale e’molto piu difficile da conquistare della conference league, addirittura impossibile se guardiamo le nostre ultime partecipazioni….Direi quindi che la nostra e’ stata una vittoria che ha tratto in inganno ,che ha fatto sembrare a tutti questa squadra gia forte quando non lo era affatto,i giocatori si sono adagiati cullandosi sugli allori, e invece di cosiderare la conference come un punto di partenza l’hanno considerata un punto di arrivo…

  21. 3 meloni pure a cristante…bene cosi´…poi parlano di guardo posto…l´europpa ligghe…ahahahah poi a rivendeli vi voglio con quegli ingaggi…ve li tenete fino a fine contratto come JJ

  22. Viviamo tra “tutto nelle mani di Mourinho, a scatola chiusa” e i vaghi progetti di uno che il calcio l’ha sempre visto col binocolo fino a pochissimo tempo fa e che è digiuno come io di balletto classico, che sarebbe Tiago Pinto. E’ evidente che manca un vero progetto e la colpa di questo non può essere di Mourinho, ben contento di comandare tutto e incapace di guardarsi dall’esterno, né dell’altrettanto inconsapevole Tiago Pinto che fa il poco che sa fare e si limita al compitino. La vera colpa può essere solo dei proprietari, di Dan e Ryan Friedkin, che hanno fatto, scientemente, queste loro scelte, che prevedevano la massima delega, forse per pigrizia o perché non si fidano, sbagliando, di dirigenti che sanno di calcio.

  23. Il mercato e gli ingaggi dei giocaotri a Roma sono un mistero, la situazione non è cambiata neanche con i friedkin e Mou, che si aspettava garante di un certo tipo di acquisti (molti giocatori abbordabili da lui richiesti e mai presi, vedi chaka).
    Se sin dall’epoca sensi padre le sole giravano facilmente a trigoria (dai tomic a pellizzoli), con l’arrivo degli americani il rapporto qualità dei giocatori, costo e ingaggio è uscito da ogni criterio ragionevole.
    nella prima fase americana il rancoroso, tabagista, geniale e logorroico Sabatini alternava giocatori “rivedibili” a fuoriclasse, comprando a prezzi buoni, con ingaggi adeguati e rivendendo spesso molto bene (al dilà dell’effetto tecnico del montare e smontare la squadra ogni anno). Poi è arrivata la fase 2 del “fuoricontrollo”, hai rimpiazzato campioni assoluti (salah, allison, rudiger, etc..) con giocatori assolutamente mediocri, pagati praticamente altrettanto e mantenendo lo stesso monte ingaggi.
    Nel passaggio buio di monci e petrachi è chiaro che a trigoria ci fosse un giro di “stecche” fuori controllo, seghe pagate decine di milioni, i bianda i coric, rinnovi a tutti sui 2-2.5 milioni da diawara a fazio.
    Arrivati i nuovi americani non è che sia cambiato molto ma il danno era quasi irreparabile, la Roma ha una rosa da 5-7 posto, non perchè i suoi giocatori siano campioni e non rendano, ma questo valgono, con 3 allenatori mourinho, una squadra che annovera un paio di campioni/ottimi giocatori (prima dzeko e miki, oggi duabala e winaldum) e tanti gregari la rosa questo vale come piazzamenti, ma costa molto piu di squadre oggettivamente superiori.
    L’avvento della nuova gestione non cambia la tendenza a riconoscere ai giocatori ingaggi che non sono giustificati dalla loro richiesta sul mercato: 4 miloni a mancini perchè? a cristante perchè? a pellegrini idem? zaniolo non ne parliamo del suo “non rinnovo”.
    A oggi il loro ingaggio li esclude dal mercato, ma sarebbero collocabili in un ambito sassuolo-torino-bolgona dove gli ingaggi difficilmente superano il milione.
    Arrivato Pinto ha fatto un po di pulizia degli scarti, ma malgrado mou chiedesse giocatori abbordabili come chaka o anguissa, evidenziamo che gli unici investimenti sui cartellini si fanno con calciatori improbabili come vina e shomu, quasi 40 milioni per giocatori sconosciuti da nessuno richiesti. Si aggiunge abrahm, sicuramente pagato oltre il suo valore e con un ingaggio spropositato, ma attenuante la provenienza da club “fuori mercato” e la necessità di rimpiazzare dzeko all’improvviso.
    Alla fine mou viene accontentato con parametri 0, campioni con qualche difficolta di eta o ingaggio o fisiche come dybala e gini, ma gli investimenti sui cartelini rimangono sempre strani, quest’anno il solo celik (almeno spesa non eccssiva), in pratica la roma in 2 anni investe per vina, celik e shomurodov 50 milioni, si può dire che siano investimenti da ambizioni europee o da squadre di mourinho? direi di no
    3 titolari inamovibile mancini, ibahnez e cristante sono seconde scelte dell’atalanta (non del real), pagate salatamente e che difficilmente a parte il brasiliano sarebbero rivendibili a quanto o piu di quanto pagati, con ingaggi di alto livello inspiegati.
    Lo stesso pellegrini con ingaggio altissimo, dal piede ottimo nei calci da fermo, rimane un giocatore il cui rendimento medio è questo, eccezione è stato lo scorso anno forse grazie a un miki alle spalle, anche lui ingaggio altissimo.
    Nella roma di 4 anni fa nessuno dei giocatori attuali sarebbe stato titolare, eppure prendono gli stessi ingaggi, quasi nessuno dal portiere al centravanti sarebbe titolare nelle prime 4 in classifica in italia, i centrocampisti neanche nelle prime 7-8:
    Per avere giocatori con requisiti credibili per l’allenatore si sopperisce con i “fine carriera” o situazioni particolari come dybala, dove pesa solo il costo dell”ingaggio, abbiamo matic, smalling, lo stesso winaldum in questa situazione, sicuramente giocatori sui quali non si aspetta un ricavo dal cartellino.
    Non so bene i motivi e cosa succeda dietro, ma la mia impressione è che a trigoria non comandino nei friedkin ne mourinho ne pinto, piuttosto procuratori, intermediari etcc, che hanno consolidato il loro potere negli ulitmi 6-7 anni..
    Si parla di problemi che sono il dito e non la luna, questa rosa è di meta classifica in quasi tutti gli elementi, tranne un paio di forti giocatori o campioni, purtroppo infortunati (winaldum), fragili (dybala) o a fine carriera(smalling e Matic), ma ha costi e ambizioni da club di prima fascia e non è chiaro come mai si vada sempre avanti cosi..

  24. IO DIVENTO MATTO: lo scorso anno hai fatto una stagione, tolta la conference, ignobile, con record in negativo di sconfitte in casa, umiliazioni nazionali e internazionali con i 6 goal presi dal bordo, gestione del gruppo con storie al limite del normale dando colpa a Villar e co delle sconfitte e così via…

    Abbiamo fatto una coppa contro squadre inferiori a noi su tutto e squadre che quest’anno stanno mostrando, guarda caso, il fianco nei loro campionati.

    Un conto è essere tifoso ed esultare, un altro è essere un professionista pagato che DEVE capire che eravamo una squadra con grandi problemi… PROBLEMI che sono aumentati il secondo anno mostrando i limiti di un allenatore bravo a costruire una realtà di salto di qualità quando con meno e con più umiltà gente come Garcia, Spalletti Ranieri e di Francesco, ma anche Fonseca hanno avuto risultati migliori o uguali senza comportarsi così.

    PERICOLOSO DIRE:”se non hai campioni non vinci”, frase qualunquista messa nell’etere e alimentata da un allenatore che in due parole dice che siamo scarsi… a me basterebbe giocare a calcio e entrare in Champions, ma così forse entro in conference, inutile fare voli pindarici.

    A calcio si vince giocando a calcio, in Champions ci arrivi giocando a calcio, tanto più che non hai fenomeni…

    quella di Mourinho è una concezione vecchia che non esiste più.

    • La roma finoa qualche anno fa stazionava in champion con una delle migliori rose europee (nelle prime 10 anche nelle prime 5 a tratti):
      – Nei vari presenti alcuni a tratti: Dzeko, allison, salah, rudiger, shesny, manolas, de rossi, naingolan, maicon, kolarov, addirttura pareds riserva, emerson palmieri, toloi riserva, prima di loro gervinho, ancora totti, strotman, benatia castan..
      Pure con questi giocatori non ha vinto niente (forse in quella rosa la presenza di mou ti avrebbe dato un titolo importante?)
      – ora deve andare in champion con mancini cristante zakeski, camara, zaniolo, pllegirni, abram belotti rui patrizio?
      La colpa è del gioco? dell’allenatore? del modulo?

      Vinci con i campioni o senza? noi riusciamo a non vincere pure con i campioni, ma aver dato rose clamorose a garzia (il migiore di questi), di francesco, spalletone non ha aiutato..

      La rosa data a mou è cio che ne rimane dopo il ciclone monci e la carestia petrachi, con i colpi di genio di pinto da kumbulla smorudov (solo 70-80 mil) da vina a reynolds (forse non suo), poi ci chiediamo come mai questa squadra da 4/5 anni naviga tra 7 e 5 posto?
      quest’anno con dyabala e wianldum titolari avresti potuto risalire il ranking, ma il rischio dei parametri 0 si è accanito nella sorte della roma. Dybala fragile, altrimenti non lo prendevi, ma gini era integro, ci ha pensato uno dei tuoi “fenomeni” a spezzargli una gamba.

      se non hai campioni non vinci? chi ha vinto senza campioni?

    • Paolo 1927, vinceva o non vinceva seguire quella Roma mi faceva divertire perché eri comunque in competizione, questi si chiamano fuori fin dall’inizio. La frasetta “però no hai vinto niente” è solo una frasetta. Quella era comunque una Roma che gli avversari temevano, con questa ti ridono dietro.

    • Questa storiella che ci raccontate da mesi, Paolo1927, che con quei campioni non abbiamo vinto niente, è nient’altro che una storiella, perchè sapete benissimo che vincere una Champions è cosa quasi impossibile per una squadra come la Roma, (che infatti non la vinse neanche in casa con ben altri campioni), inoltre contrapponete a quelle mancate vittorie, (ci metto anche la semifinale di Fonseca), la esaltante vittoria della Conference, torneo però di serie C; quanto a quei giocatori che tu reputi una delle migliori rose europee, primo, molti se li è andati a trovare Sabatini in giro per il mondo e non ravanando negli scarti di Premier come usa attualmente Pinto; secondo tra quella rosa tra le migliori d’europa c’erano anche titolari Fazio, Juan Jesus, Florenzi, Schick, Bruno Peres, El Shaarawy, Perotti ma quelli ve li dimenticate ovviamente.
      Ma non volete proprio capirlo che è anche il gioco che valorizza i giocatori e viceversa ?
      Ma le partite del Napoli le guardate si o no? E quella oggi è la rosa tra le più forti d’Europa perchè l’ha valorizzata il tecnico (oltre alla bravura di Giuntoli) o perchè De Laurentis ha speso i miliardi, analogamente a come volete farci credere quando parlate della Roma di Pallotta ?.
      Fatevene una ragione Mourinho è alla frutta, vi arrampicate sugli specchi pur di giustificare un rendimento della squadra vergognoso.

  25. Quindi se la Roma non vince è colpa dei tifosi che vanno allo Stadio o festeggiano una Conference League. Trofeo conquistato, dopo anni e anni di digiuno Di stronxate ne ho lette tante ma questa le frega tutte E c’è pure chi acconsente Mha… Forza Roma!!!

    • Dovesse accadere l’imprevisto (qualificazione Cl o altro) chissà in quanti di questi sputasentenze negativi scompariranno o faranno mea culpa Non rimane che attendere

    • Tranq quando posso sto sempre qui. Sto link lo conserviamo. Piuttosto, spiegami come mai quando la Roma vince tu sparisci. Ah, continua pure a spollicià per me non problem

  26. Se PINTO non sa fare il suo lavoro per cui è lautamente stipendiato allora sarà il caso di cambiare il DS. Unica giustificazione è che non si può spendere per il fair play valido solo per la Roma. Altrimenti investivano su Neymar….Messi…..e via dicendo?

  27. Pinto se non erro ha esordito con Kumbulla a una trentina di milioni o sbaglio? forse anche reynolds a 11 o era gia stato preso? (un dilettante in america a 11 milioni, ci sono 2 zeri di troppo)
    Gli investimenti di Pinto sono stati kumbulla, shomurodov e vina per circa 80 milioni e passa? forse anche burt reynolds?
    A seguire l’oggi discussissimo Abraham a una cinquantina di milioni e ingaggio da 6?
    Questi gli investimenti sui cartellini, ci aggiungiamo celik e con 130-150 milioni la roma ha preso kumbulla, vina e shomorudov che non giocano titolari (non giocano proprio) e abrahm forse unico voluto dal mister. Reynolds probabilmente sta cercndo un posto agli studios.

    A parametro zero dyabala, winaldum e matic, decisamente piu forti.
    La colpa è di pinto? dei friedkin? di mourinho?
    A me sembra che a trigoria ci siano altri criteri di decidere, la necessità è fare uscire i soldi su giocatori non famosi, per “ripulire” denaro? per accontentare qualcuno? per incapacità?
    Nessuno ne risponde, nessuno chiede come mai paghiamo shomu a 25 anni riserva di destro al genoa 30 milioni? perchè? perchè probabilmente andava bene cosi e si doveva fare, a prescindere da quello che voleva mou, friedkin e pure pinto probabilmente.
    Sulla base di questi principi chi e come puo rinforzare una squadra, con i vessante regolamento del fair play (che vale solo per noi?) e problemi di ricavi e ingaggi?

  28. Io non ho mai capito cosa sarebbe questa mentalità vincente e chi la dovrebbe dare?

    La mentalità vincente è frutto di un gioco vincente, ma il gioco per essere vincente deve essere un gioco con i suoi schemi, i suoi movimenti la sua tattica.
    Qui non si vede niente di tutto ciò.
    Dicono tanti colpa di una squadra troppo scarsa, ma io vedo la Spezia, la Fiorentina il torino il Monza dell’esordiente Paladino per non parlare della Udinese di Sottil, non credo che sono meglio di noi come calciatori.
    Eppure si muovono da squadra si muovono in blocco hanno senso del gioco, noi invece giochiamo solo di giocate dei giocatori e soffriamo tantissimo in questo campionato il più tattico che esiste forse al mondo

  29. SolsburyHill cosa non capiamo esattamente. Il tifo difendista e’ incodizionato? Esiste solo a Roma a Roma e basta. E to faccio un esempio chiarificatore.Il Real al mondo ha 350 mln di tifosi la Roma 22. Il Real ne ha cosi tanti, non per inni, sciarpe bandiere, derby e capitani romani, li ha perche’ ha vinto tanto, sono le vittorie che alimentano il tifo e una legge del calcio………noi non possiamo capire e voi, questo lo capite?

    • @Tony73 Non diretto a te ma leggendo alcuni commenti, sostenere che non si debba fersteggiare quando si vince per me è sbagliato a prescindere La critica è una cosa e va sostenuta e accettata, L’Insultare deridere o denigrare continuamente: Pesidenza, Mister, GM, Società è altro… Magari sbaglio ma preferisco ragionare in maniera diversa Poi ognuno è liberissimo di pensarla come meglio crede ci mancherebbe altro Sempre Forza Roma💛💖

  30. che poi non capisco una cosa…
    siamo stati per un decennio a dare alibi all’allenatori poichè avevano una squadra falcidiata dagli infortuni, quest’anno con uno dei migliori allenatori al mondo quest’alibi non viene concesso…
    anche se poi la mejo, almeno per me, è quando si afferma che Mou sà vincere solo con giocatori forti quindi serve un’altro tipo d’allenatore… cioè, abbiamo un’allenatore vincente e non siamo noi che ci dobbiamo adeguare a lui per competere al vertice ma serve un allenatore che si adegui a noi vincendo 3 Scudetti in 90 anni… l’alibi del FPF lo lasciamo a chi può portare la frutta ai Friedkin…
    ma si parla anche di mentalità vincente??? cosè??? è quella che ti fà dare il max anche in un’amichevole, quella che dopo aver alzato un Trofeo non t’appaghi ma ti stimola a vincerne un’altro, quella che la rivilità di spogliatoio è uno stimolo e non un depressivo e sia chiaro, la mentalità non è garanzia di vittoria… ma la mentalità o ce l’hai o non ce l’hai, per questo chi non ce l’ha non la può capire…

  31. La passione dei tifosi sarebbe causa di cosa? L’Inter fà record di spettatori da svariati anni, anche quando arrivavano 6/7 avevano San Siro quasi sempre pieno, quando giocavano con Ranocchia, Nagatomo, Guarin, Gagliardini, Biabiany, Medel e stà gente qui, arrivavano 6/7, poi quando hanno preso Hakimi, Lukaku, Barella, De Vriji, Skriniar, Perisic e compagnia cantando con Conte in panca, hanno vinto il titolo…i tifosi e la passione sempre quelli sò, non penso che abbiano comprato pure i tifosi nuovi, tutto qui, fine dei discorsi non c’è molto altro da aggiungere.

  32. Pinto avrebbe dovuto vendere la vecchia guardia. Ci si aspettava una crescita di giocatori che stanno qui da 5 anni e stanno invecchiando nella mediocrità? Grazie a Mourinho hanno vinto la Coppa delle squadre di metà classifica, ma la Roma deve fare un salto di categoria, quindi ringraziare chi ha vinto quella coppa e sostituirli con giocatori da Champions che sono di un paio di categorie sopra i nostri eroi! . Per il quinto anno ripeto nessun incedibile, anzi, purtroppo, di incedibili ce ne sono troppi se Pinto continua a rinnovare contratti già fin troppo alti per giocatori da Fiorentina, Lazio,Torino.

  33. Mi sti giocatori chi li ha voluti? Chi ha dato il suo beneplácito? Ad agosto Roma, secondo tutti, la regina del mercado a novembre servono nuovi acquisti in tutti I tuoi. Chissa un po d equilibrio non farebbe male. Personalmente vorrei un modello tipo Napoli senza grandi nomi con giocatori affamati ed una organizzazione di gioco che sappia funzionare malgrado degli infortuni. I soldi li hanno sólo poche squadre le altre si debbono arrangiare e costruire un progetto a medio lungo termine. A mio avviso pero questo progetto deve passare per la organizzazione del gioco che a volte va al di la dei suoi interpreti

  34. Si, però va anche detto che i top players, i giocatori che dovevano far fare il sato di qualità sono stati assenti, ad esempio contro il Napoli tutti e 3 insieme mancavano perché l’unico presente che poi è entrato ovvero Matic stava in panchina dall’inizio per un problema all’adduttore, infatti poi ha saltato la gara successiva. Gli altri 2 sono Dybala e Wijnaldum e sappiamo benissimo di quale potenziale stiamo parlando.
    Facciamo l’esempio della partita col Torino, match cambiato in 20 minuti dalla notte al giorno con l’ingresso in campo di Dybala e Matic, in soli 20 minuti la Roma poteva vincere almeno 4-1 dopo ben 70 minuti di apatia.
    Sin dall’inizio è mancato Wijnaldum, un mostro di centrocampista che è forte in tutte e 2 le fasi, quella difensiva e quella offensiva, tant’è che in carriera ha superato 100 gol e abbiamo visto cos’era quando lo abbiamo affrontato in semifinale di Champions, ha completamente rivoltato un match in cui il Liverpool senza di lui quei primi 25 minuti era in balia contro di noi.
    Lo stesso Pellegrini che anche se non sarà un fenomeno ma qualche buon numero lo ha, è sottotono rispetto alla stagione passata, da oltre un mese alle prese col problema al flessore, poi Spinazzola non recuperato in pieno da quell’infortunio e pure di nuovo infortunato, lo stesso Zaniolo è mancato 3 partite per un infortunio alla spalla, ultimamente, anche contro il Torino non era pienamente recuperato dall’edema causato dall’entrataccia da rosso del giocatore del Verona.
    Poi anche la corsia di destra ha visto i terzini fuori per un mese e mezzo, Mourinho alla fine è dovuto ricorrere anche a ragazzini di 18 anni praticamente senza l’esperienza necessaria e senza l’ala protettiva di campioni perché assenti.
    Quindi la Roma si è per diverse partite trovata a giocare con gli stessi (che tanti considerano mezzi giocatori) di quella squadra definita da 7°-8° posto ma con alcuni di essi involuti tipo Abraham e perché no Zalewski che rispetto all’anno scorso è meno continuo e commette più errori, in più alcuni che per giocare hanno dovuto stringere i denti, una squadra già decimata ed in campo retta con lo scotch e con le pinzette.
    Se tanto mi da tanto e ci riflettiamo un attimo, trovandoci a 3 punti dal 4° posto e ci stavamo in solitaria 2 partite fa e c’eravamo stati anche 4-5 partite fa, mettendo in conto che qualche punto che ci farebbe stare forse al 2°-3° posto manca anche a causa di alcuni torti arbitrali, significa che Mourinho fin qui in qualche modo anche se con difficoltà ovvie, è riuscito a tenere botta e sta facendo forse un mezzo miracolo.
    Sono curioso da gennaio in poi, magari con la squadra più al completo ed altri singoli in forma migliore, in quel caso allora potremmo dare un giudizio più veritiero ed obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome