De Rossi cambia la Roma

58
1750

AS ROMA NEWS – Una boccata d’aria fresca. Così la squadra giallorossa ha accolto le novità proposte da Daniele De Rossi per la partita di domani, e forse anche per il prossimo futuro della Roma. A partire dall’addio alla difesa a tre.

Il nuovo allenatore, scrive oggi la Gazzetta dello Sport, ha deciso di puntare sul 4-3-3 (che può diventare 4-2-3-1 o 4-3-2-1 a seconda dei momenti), per ridare vigore e sprint a una squadra apparsa prevedibile e troppo poco incisiva offensivamente nelle ultime apparizioni.

Novità anche nella durata e nell’intensità degli allenamenti: ieri la squadra è rimasta in campo per due ore, cosa che non era mai successa con Mourinho alla guida.

Le scelte di formazione di mister De Rossi sono fatte: Rui Patricio tornerà tra i pali, in difesa ci saranno Karsdorp-Llorente-Huijsen-Spinazzola, in mediana spazio a Bove-Paredes-Pellegrini e in attacco El Shaarawy supporterà Lukaku e Dybala. 

In queste prime giornate da nuovo allenatore della Roma, aggiunge La Repubblica, Daniele sta cercando di fare il possibile e anche l’impossibile: per i miracoli però sembra essersi già attrezzato con la sola presenza a Trigoria, tanto da far tornare quasi abili e arruolati sia Smalling che Renato Sanches. Per adesso il miracolo è solo verbale, ma i cambiamenti a Trigoria sono tanti e iniziano a vedersi.

Fonte: Gazzetta dello Sport / La Repubblica

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteMourinho apre all’Al-Shabab: potrebbero già incrociarsi le strade con la Roma
Articolo successivoPellegrini, Spinazzola, El Shaarwy, Belotti: DDR punta sul gruppo degli italiani

58 Commenti

  1. per ora sono solo supposizioni. sarebbe il primo allenatore che rinuncia a Cristante. vediamo chi marca e fa interdizione a centrocampo.

  2. Di miracoli verbali ne sentivamo moltissimi anche con Mourinho, ci sarebbe da vincere le partite. Nessuno si aspetta molto, speriamo che la squadra dia qualche segnale di vita.

    • Miracolo parlando di uno schema che per primo ha fatto Moi contro la Juventus nel campionato scorso (quando aveva Matic e Cristante a centrocampo).
      DDR non lo giudico dalle prossime tre partite (che erano alla portata anche di Mou) ci deve rimostrare con la squadra forte (parole sue) di poter battere Napoli, Fiorentina, Atalanta, Milan, Lazio e Bologna.
      Intanto con la bomba Mou zitti zitti i Friedkin hanno preso come rinforzo un ragazzo di 19 anni che ci è costato il derby (se accusavate Ibanez..)

    • Asterix il tuo post pare tanto una gufata. Se De Rossi perderà con quelle squadre che hai citato farà lo stesso del suo predecessore, ma guadagnando un decimo.

    • Non faccio nomi ma c’è quarcuno, Sop, c’ha gufato dar 31 Maggio 2021 a l’altro giorno, pensa te che gran tifoso, e che pare nun vedesse l’ora de potè dì all’altri che so’ loro che gufano. Poi c’ha pure la palla de vetro ché sa’ pure i risultati finali delle partite a venire, dev’esse in possesso de ‘na Delorean-dmc12!

    • @Asterix
      le prossime 3 partite ” (che erano alla portata anche di Mou ) ”

      con Mou non abbiamo mai vinto 3 partite di fila …anche nelle condizioni più favorevoli alla 3za siamo sempre caduti…e sarebbe successo anche stavolta

      .
      mi spiace per Mourinho ma direi di tirare una linea e tifare Roma sperando che arrivino ben più di 3 vittorie di fila

    • @Paolo33,
      dovresti verificà quello che affermi, perché te sbaji de grosso, quello che affermi nun è vero:
      – Stagione 2021-22
      Prime 3 giornate 3 vittorie;
      poi dalla 22ma alla 33ma una striscia di 12 risultati utili consecutivi con 7 vittorie e 5 pareggi; 3 vittorie consecutive dalla 30ma alla 33ma.
      – Stagione 2022-23
      nelle prime 10 giornate: 8 vittorie 1 pareggio e 1 sconfitta, 3 vittorie consecutive dalla 8va alla 10ma giornata, e 3 vittorie consecutive dalla 28ma alla 30ma giornata.
      – Stagione 2023-24
      3 vittorie consecutive : giornate 7, 8, 9
      A scrive ‘sta robba non fate un favore manco a voi stessi, controllate prima de fa’ ste sparate.

  3. “Una boccata di aria fresca”: evidentemente prima l’aria era viziata.
    Infatti guariscono in molti.
    E domani capiremo quanto era brutto l’inferno.

    • In questi articoli TUTTI i nuovi allenatori fanno fare più lavoro dei loro predecessori.. Lo hanno scritto quando è arrivato Fonseca, quando è andato via Fonseca, quando è arrivato Di Francesco, etc… Sembra sempre che l’allenatore cacciato non facesse mai lavorare la squadra e con quello nuovo “finalmente questi viziati strapagati faticano un po’ “.
      Mi sembra strano, anche perché atleticamente la squadra c’era, non si spiegano diversamente i risultati agguantati o ribaltati negli ultimi dieci minuti. C’è una grande differenza tra lo stare fermi perché non hai fiato e lo stare fermi perché non hai voglia di sbatterti per il tuo allenatore.

    • Se fosse così come dicono i giornali delle strisciate, come mai la Roma è la squadra che ha vinto di più nell’ultimo quarto d’ora?

  4. Tutta la squadra si era stufata di murinio che ogni volta che perdeva una partita faceva il tiro al bersaglio per cercare i traditori le pippe gli infortunati senza prendersi mai la responsabilità la colpa è solo sua se lo anno scaricato lui se la squadra non gli stava bene poteva dare le dimissioni lo ringrazio per la coppa ma aveva stufato è durato pure troppo

  5. Le prime partite col nuovo Mister saranno ancora condizionate da infortuni, squalifiche, nazionali assenti.
    Poi, progressivamente, se la sfortuna non si inventa qualcosa di nuovo, la rosa sarà effettivamente disponibile e si vedrà che non è così scarsa. Mi fido dell’intelligenza e del buon senso dell’allenatore e non gli chiedo miracoli, anche se non si sa mai. Incrocio le dita e Forza Mister!

  6. Penso che la difesa a 4 possa essere resa fattibile dall’avversario e dalle sue assenze.
    Il Verona ha ormai venduto Doig (il sostituto di Vina) al Sassuolo, Lazovic è squalificato ed il sostituto di Doig, probabilmente Vinagre dello Sporting, deve ancora firmare.
    Di fatto ad oggi il Verona è senza esterni bassi sinistri.
    Mou ha sempre detto di non poter giocare a quattro in difesa con Dybala esterno offensivo di dx nel tridente perché alla Joja non possono essere richiesti i compiti di aiuto nella copertura sulla fascia assegnati all’esterno offensivo quando si gioca a 4.
    Anche Folorusho che era stato adattato ad esterno alto a sx è infortunato, mentre quello destro, Ngonge, forse il loro miglior giocatore nel girone d’andata, è ormai del Napoli.
    Infine manca un altro titolare del centrocampo come Duda.
    Non dico che sarà una passeggiata, ma certamente le loro assenze per cessioni ed infortuni rendono la cosa decisamente più fattibile.
    La sfida per noi sarà quella di contenere Djuric con dice centrali come Llorente e Hujsen, il primo con qualche limite nel gioco aereo, il secondo con limiti d’esperienza e fisico a confronto dell’armadio scaligero.
    Semore Forza Roma.

    • Stiamo senza difesa ., senza filtri a centrocampo beh diciamo che stiamo a cavallo…

  7. Ahhh già che leggo quel 4 iniziale e non il 3 è un sospiro di sollievo, la Roma ha bisogno di tornare quella di una volta difesa a 4 e via. Sono convinto che De Rossi farà rinascere anche Pellegrini, quando tornerà Aouar, smalling e Lukaku che ultimamente era irriconoscibile. Alla Roma con il ritorno della difesa a 4, servono 3 acquisti top, difensore centrale, Matic o Fofana del Monaco, e un Ala destra. Ci sarà da divertirti ne sono sicuro.

  8. La verità è che a volte gli allenatori si “fissano”: ci voleva tanto a provare una difesa a 4 ? Se domani sarà così…perché Mou non ci ha provato? Non lo pagavano se levava un difensore centrale che tra l’altro scarseggiava? Non voleva intaccare la fase difensiva, con 14/16 ultime partite con almeno un gol preso?
    Magari non serve a niente, ma provare …

  9. Il modulo con la difesa a quattro è il più congeniale per la ROMA, l’importante è mettere i giocatori nelle condizioni di rendere il massimo, Josè Mourinho molte volte metteva i giocatori fuori ruolo e poi si lamentava. FORZA MAGICA.

    • E’ dai tempi del primo Spalletti che la Roma ha preso una fisionomia per cui si trova meglio col 4-2-3-1. Per questo ci siamo sempre imbottiti di 3quartisti (e poi, quando avevamo un altro allenatore che magari voleva uno schema diverso, si trovava con mille 3quartisti da adattare in qualche altro modo, perché la rosa era costruita in quella maniera). Anche oggi, al netto delle lacune della rosa, riusciresti a imbastire un 4-2-3-1 abbastanza semplicemente.

  10. Bene. Allora, ricapitolando:
    Spinazzola non lo vendiamo, lo rivitalizziamo e a giugno andrà GRATISE all’Atalanta o a fare panchina alla Juve. Non vendendolo, non acquisteremo nessuno in questa finestra.
    Rilanciamo Elsha, che ha 31 anni (32 tra qualche mese), per il futuro della Roma, cosi il suo valore passi da 2 milioni a 3.
    Facciamo crescere il danese, che arriverà a valere 15 milioni a giugno.
    Poi dobbiamo rientrare anche quest’anno di diversi milioni per il FPF.
    Allora a giugno venderemo Zalewski, Pagano, Pisilli, Costa e qualche terreno a Trigoria.
    Ottima strategia. Mi piace.

    • Spinazzola non ha richieste
      se in questo scorcio di campionato dimostra di poter ancora dire la sua (ha 30anni non 50) probabilmente un prolungamento a cifre più ragionevoli (1-1’5) lo rimedia

  11. Speriamo che sia tutto vero, mi pare di vivere un sogno. Finalmente non leggero dal primo minuto 5 difensori nella formazione ufficiale. Se fosse cosi, questo cambio di schema, finalmente potremmo fare un calcio diverso, provare noi a fare la partita. E sono certo che abbiamo un parco giocatori, che per naturale indole amano correre verso la porta avversaria e non verso la propria porta come fatto finora, con la qualità più che buona per proporre un buon calcio.

  12. Bene,fermo restando che ormai è la fiera delle caxxate,che la squadra non avesse gamba ma solo tanto nervosismo era evidente

  13. Speriamo si percepisca davvero un cambiamento…ma lo capiremo tutti in fretta.

    Mi mancherà la personalità di Mourinho ma ora serve davvero che la Roma cambierà rotta.
    E se accadrà, allora davvero Mourinho avrà fallito, quest’anno .

    Se non cambierà mentalità la squadra , avrà’ fallito la società…sempre riferito a quest’anno.

    DeRossi si gioca le poche carte che, come allenatore , ha ed il grande credito come romanista ( e questo credito aumenterà ), quindi, comunque vada, ha fatto la scelta giusta, sia di cuore che di testa

    Vedremo presto…

  14. Siamo ancora nella “sfera teorica” (ossia delle chiacchiere pre-partita).
    Ma sentire “Novità anche nella durata e nell’intensità degli allenamenti: ieri la squadra è rimasta in campo per due ore, cosa che non era mai successa con Mourinho alla guida” già ti solleva lo spirito.
    Anche “intensità” non è male (magari resuscita almeno Pelle, il gran moscio; oppure, dopo avergli concesso della chance, finalmente gli toglie la fascia di capitano).

    • Con De Rossi si corre, i suoi preparatori sono gente tosta

  15. Le solite cose che si leggono a ogni cambio di tecnico, niente di nuovo, non è il caso di starci troppo a pensare.
    Anche la “clamorosa” novità della durata dell’allenamento non porterà alcun beneficio dal punto di vista della condizione fisica a questo punto della stagione, se anche questo fosse il problema.
    Qualche novità ci sarà ovviamente, in particolare il ritorno all difesa a quattro, ma gli uomini sono contati e le scelte evidentemente condizionate da questo fattore.
    Fondamentale sarà il recupero almeno parziale dell’autostima da parte di alcuni giocatori, ricondizionarli a giocare a calcio, cosa che nulla ha a che vedere col “ber giogo” sul quale si è fatta pure troppa ironia a sproposito negli ultimi due anni e mezzo.

    • D’accordo su quasi tutto.
      Però non sul raddoppio della durata degli allenamenti, un po’ meno.
      Anzitutto, perché resistenza e velocità, cui anche dai video, si vede De Rossi insistere negli allenamenti, sono nella “memoria” atletica dei giocatori (se sono arrivati nei campionati di vertice Uefa, com’è in realtà). Secondo, perché l’adattamento a un maggior sforzo atletico, e anche di riflessi nella giocata, è abbastanza veloce e non compromesso irrevocabilmente “a questo punto della stagione”.
      Poi cei si “affatica” per un allenamento più intenso di due ore, anziché poco più di una, si autoselezionerà per uscire dalla formazione e pure dal club, quando sarà il momento.

  16. Quindi per risolvere tutti i problemi bisognava cambiare modulo. Strano, lo sapevano tutti, lo ha capito De Rossi dopo due allenamenti, ma non lo sapeva uno che li allena da tre anni, che ha vinto tutto e che studia ogni minimo particolare. Visto che giocheremo con il 4 33 (forse, una partita) comincerei a vedere quanti saranno i fuori ruolo. Dybala attaccante a destra (ce la fa?) Pellegrini a centrocampo (corre 90 minuti?), uno solo tra Paredes e Cristante (chi sostituisce quelli ai lati?), El Sharawi titolare fisso a sinistra (ma non dà il meglio di sé a partita in corso? la riserva, nel caso, chi la fa?); Spinazzola titolare fisso a sinistra (come sopra, salvo che è pure in scadenza). La Roma è un disastro a livello di rosa e tale rimane.

    • Anche qui, vero: Elsha, e Spina, danno il (relativo) meglio entrando a partita in corso. Ma, a parte che non è una legge della fisica, e in parte potrebbe dipendere pure dal modulo finora utilizzato, dico, ma chi lo ha detto che veramente DDR metterà in campo una formazione così esile e sbilanciata?
      Le ODIATRICI della Roma Gazzetta e Repubblica?
      Lasciamole parlare (le comprano sempre meno lettori).
      E intanto teniamoci la maggior intensità e durata degli allenamenti, che male non può fare, anche per ritrovare un po’ di condizione psicologica…

  17. mah io non farei troppi cambiamenti, esperimenti. bisogna cercare di vincere queste partite, che non sarà facile comunque secondo me, e poi si vedrà

  18. Non facciamoci abbindolare troppo, non ho amato il gioco di Mou, spero di potermi godere una squadra che gioca a calcio e non alla lotteria, sperando con poche azioni a partita di fare un gol, ma tutte queste notizie mi sembrano scritte ad hoc, evidentemente DDR ha più amici di Mou tra i giornalisti, la prossima partita è da vincere.

  19. Articolo del 2021 su questo sito :

    Cura Mourinho: allenamenti più lunghi e giocatori rigenerati
    31 Agosto 2021

    NOTIZIE ROMA CALCIO – La cura Mourinho comincia ad avere i suoi primi effetti. La Roma è partita fortissimo in queste prime uscite stagionali, vincendo tutte le partite ufficiali, sbarazzandosi dell’insidioso Trabzonzspor in Conference League, e battendo Fiorentina e Salernitana in campionato.

    La squadra appare trasformata, specie in alcuni elementi. L’impatto di Mou nello spogliatoio è stato di quelli forti, scrive l’edizione odierna de Il Messaggero (U. Trani). Il portoghese si è imposto con la sua personalità e ha fatto centro con la sua semplicità.

    Ha rigenerato buoni calciatori, da Veretout a Pellegrini, da Ibanez a Cristante, da Karsdorp a Perez. Gli ha spiegato la via più breve per arrivare ad aumentare le loro prestazioni. Soprattutto li ha messi nei loro ruoli, senza disorientarli con esperimenti che non hanno quasi mai successo.

    Come se non bastasse, gli ha garantito una condizione fisica già accettabile. Merito di come l’allenatore fa lavorare la squadra, ma soprattutto di quanto: ogni seduta dura quanto una partita, 90 minuti e con la palla (per non annoiarsi e per migliorarsi), non più 60. E spesso anche doppio allenamento.

    Partendo dalla condizione atletica è andato a curare l’aspetto mentale. Da questo punto di vista, caratterialmente la Roma è un’altra squadra: sicura di sé, concentrata, matura e tosta. E i primi risultati sono già sotto gli occhi di tutti.

    Fonte: Il Messaggero

  20. 26 titoli, 1 con la Roma e una fine triste per tutti.
    Se mi parlate di Daniele giocatore, un top, un grandissimo.
    Se mi parlate di De Rossi allenatore unica esperienza di club subentrato 17 partute 3 vittorie (17%) non ci siamo proprio.
    io tifo Roma e per me Mou era un tesoro per possibili vittorie della Roma anche con squadra mediocre.
    De Rossi rischia di fare, in panchina, come Conti, Voeller e Montella (il migliore dei tre).
    Daniele è stato “usato” da scudo.
    Mou voleva qualità da giocatori supervalutati super pagati e supercoccolati.

    Spero di essere contraddetto dai fatti, dalle vottorie della Roma di De Rossi. Sarei contento!
    A livello mentale, ad oggi, questo esonero e questa scrlta sono una fesseria assurda.L’allenatore ha sempre ragione fino a fine stagione.
    Speriamo che De Rossi si faccia rispettare da mister non da compagno di spogliatoio.

  21. Già vedere una difesa a 4 e moduli che prevedono gioco e schemi è quanto di più si possa desiderare in questo momento, sono curioso e non vedo l’ora di vedere la Roma giocare sul serio a pallone. Daje DDR !!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome