De Rossi carica, Roma credici

81
1093

AS ROMA NEWSQuanto è forte questa Roma? E’ davvero bastato ridare fiducia e serenità ai giocatori per trasformare la squadra, bloccata mentalmente e fisicamente specie negli scontri diretti, e renderla addirittura in grado di battere la capolista?

E’ la domanda che si faranno gli oltre sessantamila che stasera affolleranno gli spalti dell’Olimpico, ma anche le altre centinaia di migliaia di tifosi che seguiranno la partita contro l’Inter alla tv di casa. La Roma, dopo il tris calato contro Verona, Salernitana e Cagliari, questo pomeriggio misura la sua forza contro la squadra più forte della Serie A. 

I nerazzurri, che in campionato hanno perso solo contro il Sassuolo, sono una corazzata piena di calciatori che mischiano talento, esperienza, forza fisica e sagacia tattica. Un mix letale. E non a caso, una dopo l’altra, tutte le big che l’hanno affrontata sono uscite dal campo con le ossa rotte.

Il pronostico dunque è tutto a favore di Inzaghi (squalificato, non sarà in panchina) e dei suoi ragazzi. Ma nel calcio tutto è possibile. Specie perchè la Roma, trasformata dal cambio in panchina, ha una voglia matta di regalarsi un serata di gala in uno stadio dove di solito riesce a tirare fuori il meglio di sé. Il morale in casa giallorossa è alto. Gli acquisti operati a gennaio hanno reso la rosa più completa, e i ritorni di Smalling, Sanches e Azmoun daranno a De Rossi tantissima scelta da qui alla fine del campionato.

Insomma, gli ingredienti per assistere a una partita combattuta, dove la Roma non si presenterà in campo da vittima sacrificale, ci sono tutti. Mister De Rossi sembra orientato a confermare il 4-3-3: difficile aspettarsi una squadra attendista, piuttosto è lecito prevedere una Roma che giocherà all’attacco. Spavalda, per citare il tecnico capitolino.

Ma dovrà farlo restando molto corta, compatta, per evitare all’Inter di ripartire a mille all’ora, la sua qualità migliore. Servirà una partita ad altissima intensità per riuscire nell’impresa. “Sono straconvinto che possiamo vincere“, ha caricato ieri in conferenza stampa Daniele De Rossi. Anche la squadra ci crede. Forza Roma. 

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteROMA-INTER: le ultime dai campi, le probabili formazioni e il meteo del match
Articolo successivoAnche la Roma chiede a Gravina il ritorno del campionato a 18 squadre

81 Commenti

  1. Oggi per la Roma è un test significativo,per misurare la sua forza reale dopo il cambio tattico voluto da Mister De Rossi,che ha riproposto la difesa a 4. Mi attendo una prova gagliarda di tutta la squadra e qualche “invenzione” del nostro allenatore ,soprattutto nella gestione dei cambi. Se poi arrivasse un risultato positivo ,tanto meglio.
    Un punto di vantaggio per la Roma potrebbe essere il prossimo impegno in Champions dell’inter,che leva sempre un pò di concentrazione.
    Tra i giallorosssi mi aspetto uno squillo da parte di Lukaku,una volta tanto in una partita che conta tantissimo.

    • “Il prossimo impegno in Champions” è tra 10 giorni, quindi non è prossimo.
      Allora, fatemi il piacere, non cominciamo con le “scuse” già prima di iniziare.

    • Tutto giusto, tranne che l’Inter ha l’impegno di Champions martedì 20/02 mentre noi abbiamo il playoff giovedì 15/02, quindi dovremmo avere di più noi la testa alla coppa ma spero ovviamente di no 🙂

    • Di solito a Roma quando i giocatori si sentono forti scagliano di brutto. Si chiama fenomenite.
      Speriamo stasera non sia così.

    • Dai Zeno stasera a tutta forza ho paura del loro centrocampo Miky e chana so tanta roba con barella che fa quello che avrebbe dovuto fare Lazzaro Sanchez,io ci credo e.coem.hai detto tu mi aspetto una bella Roma battagliera Daieee

    • Non è un test neanche lontanamente..

      Se le partite contro.. Verona, Salernitana, Cagliari, non hanno detto niente.. Questa contro l’Inter dice che ancora di meno..

      Giochiamo contro una squadra di un livello superiore.. Che non ha nessun tipo di distrazione.. Per fare risultato qui, non basta una grande Roma.. Ma anche un Inter non al meglio..

      La Roma di De Rossi ha un unico gigantesco test.. La continuità è la normalità..

      Questo significa che.. È normale vincere contro Verona, Salernitana, Cagliari.. Così come è normale (in questo momento storico).. Perdere contro l’Inter.. Per poi tornare però a fare risultati e punti..

      La continuità, nelle prestazioni e nei risultati.. Questo ci è mancato fino ad oggi.. La singola vittoria per poi perdere punti quella dopo è quella dopo ancora e veramente inutile..

      Se poi esce la sorpresa siamo tutti felici.. Ma non chiediamo la luna a chi è qui da neanche un mese.. Se fino ad oggi l’Inter ci ha schiaffeggiato praticamente sempre..

      Forza Roma

    • Wow, M79…

      Quello che hai scritto non fa una grinza, secondo me.

      Personalmente spero che DDR abbia in mente un piano per come ‘non prendere gol e non sciupare un’occasione, qualora te ne capitasse una’, che penso sia l’unico modo per affrontare una squadra più forte.

      Ciao a tutti 😊.

    • vedi che, come riprendi gli altri per una domenica al posto di lunedì, giocheranno tra molti giorni.
      ah scusami ma tu sei il ds predestinato ed eletto dai tuoi sogni di sportivo mancato.

  2. 4-2-3-1 Rui Patricio, Kristensen, Mancini, Llorente, Angelino, Pellegrini, Paredes, Dybala, Baldanzi, El Shaarawy, Lukaku. Al secondo tempo: Hujisen, Bove, Cristante, Zalewski, Karsdorp.

    • Ammazza. hai fatto er pieno de dislike! COMPLIMENTONI pe’ la formazione n’tantinello spregiudicata!! Se scherza sempre eh. Un caro saluto e SFR e SLM.

  3. Daje Romaa!! 65 mila tifosi giallorossi più il nostro mister, squadra compatta che cerca di tenere il possesso palla: questi so i presupposti, mettiamocela tutta

    • I pollici verso appartengono a interisti e quaglie. Se stasera dovesse arrivà l’inaspettato, gli pja un coccolone tale che ce restano secchi🤣

  4. L’importante è credere nel cambiamento “culturale” instaurato da DDR e non affidare a questa partita l’analisi delle azioni fatte (esonero di Mourinho e scelta di De Rossi).
    Credo che oggi, per assurdo, vincere o perdere ha poca importanza, importantissimo invece sarà l’approccio contro un grandissimo avversario e la voglia di un gioco meno attendista.

    • Oggi vincere o perdere ha poca importanza PER TE. Io sono tifoso della Roma e voglio che la Roma vinca. SEMPRE. Qualsiasi sia l allenatore in panchina… a differenza tua.
      C’È SOLO L ASROMA 💛 ❤️!!!!

    • Ma.tifi Lazio? Io voglio vincere altro che partecipare ,anche 11 davanti alla porta e un golletto bel gioco non bel gioco basta che si vince ,l importante e partecipare lo lascio a te

    • L’unico ostacolo al Pallotta bis era Mourinho. Toltolo di mezzo si ritorna al “non sono schiavo del risultato”. Dopo tutto De Rossi dice che LE era il suo allenatore preferito. Spero solo che non si ritorni ai 7 a 1 o ai 6 a 0 della prima epoca USA.

  5. Daniele non ha ancora dimostrato praticamente niente come allenatore, ma ho fiducia in lui perché ha sempre dato modo a tutti di apprezzare la persona intelligente che è; gli auguro di dimostrare pienamente il suo valore sulla panchina della Roma.
    Oggi si può perdere, ma già so che sarà una partita che ci giocheremo con coraggio e impegno, seppure i meccanismi collettivi dopo un cambiamento così importante da poco tempo potrebbero non essere ancora dei migliori.
    Resto convinto che l’unico modo per cercare di vincerla sia giocarsela e condivido completamente la visione del calcio che Daniele finora ha mostrato di avere; sono sicuro che oggi nessuno mi deluderà.
    SFR

  6. Boh, secondo me se giochiamo uno contro uno (i terzini della roma contro gli esterni dell’inter, i due difensori della roma contro i due attaccanti dell’inter, i tre centrocampisti della roma contro i tre dell’inter, i tre attaccanti della roma contro i tre difensori dell’inter) quello che rischia di più è la roma dato che l’inter è prima non a caso e basta che un nostro giocatore giochi male che salta tutto l’ingranaggio.
    Spero De Rossi si inventi qualcosa di diverso.

  7. La dico senza giri di parole e false ipocrisie: se oggi la Roma DOVESSE battere l’Inter, il passato recente con tutte la chiacchere, le scuse, le accuse, il “Trofeo del West-Ham” fino all’anello nell’armadietto, viene giù come un castello di sabbia spazzato via dal mare.

    • Le chiacchiere verranno giù, prima o poi, non necessariamente stasera, perché si può anche perdere e può anche uscirci una prestazione deludente, ma con il lavoro onesto e senza scuse di tutta la mezza stagione che rimane da giocare e da vivere; arrivati in fondo avremo le risposte.

  8. se vuoi il quarto posto te la devi vedere contro Atalanta Napoli lazio Bologna e Fiorentina. lì vedremo il valore reale della nuova Roma. negli scontri diretti.

  9. Affrontiamo una corazzata, secondo me sono quasi al livello dei top team europei, l’importante è però affrontare la sfida senza paura, giochiamocela poi quel che viene viene

  10. Leggo che alcuni sono tornati al vecchio paradigma che l’importante non è vincere ma partecipare, dimenticando che la sostituzione è stata voluta dai Muti per il rischio di non raggiungere il quarto posto, senza tener conto di tutte le bubbole fatte sugli scontri diretti senza vittorie, dagli stessi che ora predicano una prestazione onorevole.
    Mi chiedo poi quale cultura possa trasmettere uno che non conosce neanche la civiltà di commemorare i propri defunti.

    • Una str…a più grossa di questa difficilmente si sente in giro.
      Onore a Losi grande uomo e capitano della mia gioventù, ma dire “propri” è veramente inopportuno.

    • Io sono giorni che scrivo che l’importante e partecipare e lo slogan dei PERDENTI ,io voglio vincere col bel gioco col pullman davanti alla porta con un rigore regalato con un goal di mano come.maeadona ,io tifo ROMA e per me. Risultato e sempre uno per noi zero per gli altri come arriva arriva

    • In giro da te, nei villaggi, tra gli esuli liberti, tra chi ha dimenticato i valori che vincolano noi Romanisti.

    • Prohaska ultimamente faccio fatica a capirti.
      Prima Boniek, poi i Friedkin ora addirittura De Rossi.
      Tutti sacrificati sull’altare di Mourinho.
      A quando Totti?
      Te lo dico sinceramente.
      Ripijati!

    • Mi spiace doverlo ripetere..

      Mou non è stato mandato via per i risultati negativi..

      Mou e stato mandato via per ciò che è accaduto tra squadra, allenatore, società al ritorno da Milano..

      Anche Fonseca stecco’ tutti gli scontri diretti.. Arrivò settimo a pari punti con il Sassuolo.. Prendeva un ingaggio nettamente più basso.. E fu portato a scadenza..sarebbe stato molto più facile mandare via Fonseca che Mou..

      Basta leggere il comunicato per capire che è successo qualcosa di molto più grande tra società e allenatore.. Dove la società dice che “bisogna interrompere subito il rapporto”.. Quello è un comunicato durissimo.. Non fai quel comunicato per qualche sconfitta..

      Con Mou prima e con DDR ora.. Il Quarto posto sarà difficilmente raggiungibile.. Ed anzi.. Teoricamente ora è più complicato di prima..

      Di certo Mou non è stato mandato via per i risultati.. Ma per cose dette che noi non sappiamo..

      Per quanto riguarda Losi e stato un errore gigantesco.. Su questo non ci sono dubbi.

      Forza Roma

    • Quindi 4 spolliciatori che sono contenti che la roma perde o pareggia ,capite quanti laziali ce stanno girano 50 Nick creati dal giorno della cacciata di Mourinho 😂😂😂💛❤️

    • @Vegemite, Boniek occupa un posto da cui Boban si è dimesso rivoltando la scrivania, in quel contesto UEFA che ci ha visto frodati e non siamo stati difesi dai Friedkin motivo principale per cui li detesto.
      DDR non ha versato l’acqua sul balcone al piano di sotto e allora è appropriato rendere quel tipo di scuse. Non si è neanche reso conto della sciatteria con cui vuole tra l’altro chiudere l’incidente. Tu dici “addirittura” mai io in un post ho anche scritto che anche quelli che si ritengono bandiere della Roma, se stavano a Roma, sono assenti ingiustificati e ingiustificabili. Non ho fatto i nomi ma ciascuno di loro farà i conti con la propria coscienza. Se sapessi che Totti era in città e non si è curato di partecipare, pure Totti è un irriconoscente perché Giacomino quando lo incontravo non parlava d’altro che di lui…e tolgo l’avatar come credevo già di essere riuscito a fare per altri motivi, che nun frega un cacchio né a Totti, né a nessun altro ma ammaino anche questo vessillo.

    • Io giro tra gli esuli e Liberti..🤣🤣a Prohaska j’e’ caduto il Qui Badia in testa!!🤣🤣🤣🤣☀️☀️☀️☀️🌵🌵🌵🌵🌵🤫🤫🤫🤫🤫🤫🤫🤣🤣🎼🎼

    • @@@ Prohaska
      Guarda che Boban ha lasciato in polemica con Ceferin accusandolo di voler modificare l’ordinamento per rimanere in sella fino al 2031 e non quindi fino alla naturale scadenza nel 2027.
      Si è trattato di una guerra di potere laddove Boban è considerato il più autorevole successore di Ceferin.
      Quanto al fatto che gli organismi del calcio sono poco limpidi mi sembra la scoperta dell’acqua calda.
      Non so se la sconfitta della Roma sia stata il risultato dell’arbitraggio di un direttore di gara mediocre oppure come tu mi sembra sospetti, una sorta di congiura.
      Ma escluderei sicuramente la possibilità che Boniek abbia mai lavorato per penalizzarci.
      E comunque Boban dopo la finale non ha speso una parola per difenderci, anzi a lui è pervenuta la lettera di dimissioni di Mou.
      Boniek invece ha criticato l’arbitraggio di Taylor nei giorni successivi alla gara.
      Eviterei invece di distinguere i buoni dai cattivi parametrando le scelte sulla presenza o sull’assenza ad un funerale: non sappiamo infatti se qualcuno degli assenti ha chiamato i familiari prima della funzione perché impossibilitato a venire.
      Ma la società, un suo uomo in rappresentanza lo DOVEVA comunque mandare e per questo per me è il soggetto che ha fatto la figura peggiore.
      De Rossi ha chiesto scusa anche privatamente e mi risulta che pubblicamente sia l’unico che l’abbia fatto.

  11. ragazzi onore all Inter ci mancherebbe..squadra forte..ma non è che affrontiamo il city o il Barcellona ed il real che incontrò la Juventus nelle 2 finali Champions…quelle si 2 corazzate imbottite di fuoriclasse!dai su..sono forti ma battibili!il loro tridente d attacco a parità di forma e condizione vale il nostro!loro secondo me fanno da padrone a ccp dove sono 2 spanne sopra di noi.ma è una squadra che puoi battere..anche se ovviamente il pronostico và a favore loro.

  12. Nessuno è imbattibile, chiunque può perdere contro una squadretta, se abbina velocità, concentrazione e unità di squadra, ma noi , sinceramente NON siamo una squadretta….siamo una bella squadra , e se il mister mette jn campo i piu in forma , possiamo giocarcela, all’andata ero convinto della goleada, e non è successo, oggi sono carico a pallettoni come il mister 😂😂😘
    È carnevale e ogni scherzo vale ….occhio Inzaghi 🤟

  13. Diciamo che ultimamente negli scontri così detti “diretti” la Roma è sempre stata una vittima sacrificale. In quelli contro l’Inter poi l’impressione era che lo stesso Mourinho andasse in difficoltà non solo per la forza dell’avversario ma anche per questioni, diciamo, sentimentali. Non mi sento di consigliare a Daniele ricette per affrontare i nerazzurri, ma forse dovremo fare tesoro di quanto successo nell’ultimo scontro tra Inter e Juve: in quella partita il difensivismo e l’attendismo di Allegri non pagarono.

  14. io ci credo…
    ci credo perchè già all’andata, senza un bel gioco propositivo, SE entrava quel tiro di Cristante chissà come finiva… ma i SE nella nostra storia sono una costante e alla fine abbiamo perso per 1 gol…
    ci credo perchè giochiamo in casa e quest’anno l’Olimpico ha fatto sempre la differenza…
    ci credo perchè Lukaku avrà voja di riscattare la prestazione a Sansiro…
    ci credo perchè l’Inter con un distacco dalla seconda magari penserà già alla CL…
    ci credo perchè è ora di invertire sti scontri…
    ci credo perchè non credo che DDR userà un modulo troppo spregiudicato e sbilanciato in avanti…
    ci credo soprattutto perchè obbiettivamente si vede una squadra più viva, con calciatori che hanno voja e un’intensità mai vista quest’anno… e proprio questo potrebbe essere il fattore determinante…
    detto ciò, coerentemente, giochhamo contro la squadra più forte d’Italia e anche un non vittoria ci può stare e non me la sentirò di condannare DDR…
    DajeRomaDaje!!!

  15. daje ragazzi, un risultato positivo svolterebbe la stagione, crediamoci !

    sto cominciando a credere che la soluzione De Rossi sia quella migliore per questi giocatori, mi spiego.
    con Mou i giocatori devono avere gli attributi perché vengono solleciti a dare sempre di più, ma non è detto che un giocatore abbia un carattere così forte che lo faccia reagire e superare gli ostacoli.
    Parer mio, i giocatori della Roma non erano adatti ad essere guidati da un duro come Mou.
    basta vedere il capitano Pellegrini che tecnicamente non si discute ma non è mai stato un cuor di leone.

    De Rossi al contrario è un po’ come una mamma.
    non è vero che siete delle seghe, è colpa di Mou che non vi valorizzava, voi giocatori siete forti.

    tornando alla partita, l’ultima volta che la Roma ha battuto l’Inter in casa è stato oltre 7 anni fa, quindi De Rossi può permettersi il lusso di perdere giocando bene, l’unica cosa deve stare attento a non prendere l’imbarcata.

    • DE ROSSI NON HA DETTO CHE E’ COLPA DI MOU, non l ha mai sminuito, gli porta rispetto come è giusto che sia

    • La madre a Tina Pica: Tesoro, tu non sei brutta. Tu sei bellissima, credimi.
      E magicamente Tina si trasforma in Sophia Loren ventenne.

  16. un solo grido può riecheggiare
    nella serata ventosa e piovosa
    di oggi:ATTACCARE
    poi se vincono gli altri ma le nostre maglie saranno strappate lacerate e zuppe di sudore saranno solo applausi
    ma darsi per vinti mai
    ma che cosa e’ successo ai tifosi(non tutti per fortuna)
    io partivo in trasferta cantando e ritornavo SCUREGGIANDO…
    (a buon intenditore poche parole)
    eppure era sempre la stessa voja de spacca tutti
    sia se annavamo a MILANO TORINO FIRENZE
    SIA SE ANNAVI A PIACENZA O A COMO….
    BOH….

  17. La Roma se la può giocare, l’importante è non arrendersi in partenza. L’impressione è che De Rossi stia facendo un ottimo lavoro sotto questo punto di vista, e anche avere la squadra al completo con il ritorno di Smalling non può che fare bene al morale di tutti

  18. Abbiamo due campioni del mondo …Lukaku che era il loro attaccante ed è andato in finale di Champions… vari nazionali italiani campioni d’Europa e sento parlare che sono sempre gli altri le corazzate…sto complesso di inferiorità deve finire… per vincere nel calcio come nella vita bisogna pensare in grande e positivamente sempre con umiltà per carità e preparazione che è alla base di tutto.

  19. STASERA voglio vedere un atteggiamento DIVERSO dal recente passato.

    Un atteggiamento da grande squadra che magari potrà anche perdere, il che è una possibilità visto che giochi contro un top team europeo ormai, ma voglio vedere qualcosa visto che appena il livello si alzava la roma in questi due anni e mezzo scompariva del tutto (meno sporadiche volte).

    Credo in ddr e nel percorso che sta facendo fare ai giocatori, poichè i risultati si vedono gia in queste prime partite.

    Ripeto, non chiedo di vincere, ma di competere che sono due cose ben diverse contro l’inter visto come hanno strapazzato la juventus seconda il classifica.

  20. Continuo a pensare che per questo tipo di partite sia meglio giocare senza Dybala.
    Serve gente forte fisicamente, che corra, che faccia pressing.
    Dybala lo metterei nella ripresa.
    Giocherei con un 442 o 451.
    Baldanzi titolare.
    Comunque vada, sempre FORZA ROMA.

  21. Continuo a pensare che per questo tipo di partite sia meglio giocare senza Dybala.
    Serve gente forte fisicamente, che corra, che faccia pressing.
    Dybala lo metterei nella ripresa.
    Giocherei con un 442 o 451 con Baldanzi titolare.
    Comunque vada, FORZA ROMA sempre

  22. Liberiamoci dal senso di inferiorità e sudditanza che ci ha fatto venire mourinho. Ogni volta che giocavamo contro l’inter era squalificato, coincidenza? Finalmente quell’incubo è finito. Rispetto per tutti, ma paura di nessuno. Non saremo i più forti, non saremo i più bravo, non saremo i più ricchi, non saremo i più fortunati, ma siamo romanisti e questo supera tutto. Cuore, coraggio, sacrificio, amore, onore ecco cosa significa la nostra maglia. Forza Roma, forza ragazzi, forza Daniele….io ci credo.

    • E lo ha fatto ancora. Questa volta non si e’ fatto sospendere, si e’ fatto esonerare pur di non incontrare l’inda. 😂😂😂😂😂😂
      E gli asini volano e i maialini hanno le ali.

    • Lo dico in tempi non sospetti: A meno che non vi siano offerte allettanti dall’estero, Mourinho potrebbe diventare il prossimo allenatore dei rossoneri Vi sono molti rumors a riguardo

  23. Lo dico prima, se oggi giochiamo a calcio e proviamo a tirare in porta prima del 70esimo ma poi becchiamo la sveglia perché l’Inter è palesemente più forte di noi, non voglio sentire nessuno che dica che era meglio giocare tutti dietro e perdere uno a zero, perché questo tipo di gioco ci ha già portato a perdere punti con le piccole e arrivare in posizioni di classifica a noi non consone.

    • E via iniziamo a mettere le mani avanti ,come se dice a Roma ” la mattina leoni la sera coioni”

    • Non solo hai ragione.. ma dato che il calcio (e lo sport in genere) non è la matematica, prima di una partita, non si può mai sapere come finirà e quindi non bisogna mai darsi per vinti. Ecco questo trovo che sia veramente assurdo ! È pueno di utenti che decantano l’Inter, ma come dice DDR qualsiasi squadra è battibile, se non non ci sarebbe mai stata Italia – Brasile 3-2 e tante altre anche dolorise per la nazionale italiana e anche per i nostri colori. E allora Forza Roma e cerchiamo di vincerla senza se e senza ma !

  24. Io credo che in molti sottovalutino l’importanza di questa partita. Roma-Inter arriva in un momento in cui la storia della A.s Roma è piu’ travagliata che mai. Eppure nonostante ciò (sempre che non mi sbagli) ci ritroviamo in quinta posizione ad un punto dall’Alatanta. Sotto di noi, Napoli, Lazio e Fiorentina, lottano alla ricerca di punti per poter risalire. Sarebbe non soltanto una vittoria di prestigio ma un eventuale risultato positivo, ridarebbe morale ad un gruppo e a una tifoseria suddivisa da mille polemiche. Di conseguenza, non dico che sia una “Finale”… Ma poco ci manca – Sempre Forza Roma💛💖

  25. Sarà che ogni tanto si vedono squadre fortissime, perdere con avversari meno forti….ma prima del fischio di qualunque partita, io credo sempre nella vittoria. Chiunque giochi o alleni là squadra. In questo caso sono curiosissimo di vedere come la mette in campo è l’atteggiamento dei giocatori, dopo il cambio dì allenatore. Forza Roma!💛❤️

  26. A guardare la classifica, non c’è storia….
    Però si parte dallo 0-0 e undici contro undici.
    l’Inde stasera rischia una figuraccia…🤷
    Dajeeeee Roma…!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome