ROMA-INTER: le ultime dai campi, le probabili formazioni e il meteo del match

38
1085

AS ROMA NEWS Pienone per Daniele De Rossi, la Roma torna ad avere un’abbondanza mai vista quest’anno con la panchina che sarà davvero lunga per la sfida all’Inter di Simone Inzaghi.

Recuperati Smalling e Spinazzola, che però non sono ancora al meglio e andranno in panchina, rientrato Azmoun dalla coppa d’Asia e aggregato al gruppo: anche per lui una convocazione più simbolica che altro, visto il lungo viaggio e la sola rifinitura svolta con i compagni.

Il grande rebus da sciogliere domani è la presenza o meno di El Shaarawy in attacco e la conseguente conferma del 4-3-3: al momento sembra essere questa l’ipotesi più probabile, con la presenza di Karsdorp e Angelino sulle fasce e di Cristante e Paredes a centrocampo, con Dybala e Lukaku in attacco.

L‘alternativa è un 4-3-2-1 con Bove inserito a centrocampo a discapito del Faraone, e Pellegrini avanzato sulla trequarti, una soluzione più prudente che non può essere scartata del tutto.

QUI INTER – Anche Simone Inzaghi (squalificato, non sarà in panchina) non ha particolari problemi di formazione: out solo il lungodegente Cuadrado e l’ex giallorosso Frattesi, per il resto tutti a disposizione del tecnico nerazzurri.

Nonostante l’impegno di Champions all’orizzonte, è molto probabile che Inzaghi non faccia cambi e confermi l’undici titolare: a destra spazio a Darmian, in vantaggio su Dumfries, mentre a sinistra sarà ancora Dimarco il titolare.

A centrocampo Mkhitarayan e Calhanoglu i giocatori di fantasia, con Barella a correre e dare sostanza. In attacco scontata la presenza della coppia formata da Lautaro Martinez e Thuram.

IL METEO DEL MATCHTempo da lupi previsto per domani sopra la Capitale, specialmente nell’orario del match: previste abbondanti precipitazioni, sarà dunque un fattore la tenuta del terreno di gioco dell’Olimpico.

LE PROBABILI FORMAZIONI – Queste dunque le probabili formazioni di Roma-Inter, match in programma sabato 10 febbraio alle ore 18, diretta tv su DAZN:

ROMA (4-3-3): Rui Patricio, Karsdorp, Mancini, Llorente, Angelino, Cristante, Paredes, Pellegrini, Dybala, Lukaku, El Shaarawy.

INTER (3-5-2): Sommer, Pavard, Averbi, Bastoni, Darmian, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco, Lautaro Martinez, Thuram.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedente“ON AIR!” – FERRAZZA: “De Rossi lasciato allo sbando come Mourinho”, CORSI: “Il silenzio del club mi fa pensare che i Friedkin stiano per andarsene”, CARINA: “Inter distratta dalla Champions, la Roma può approfittarne”
Articolo successivoDe Rossi carica, Roma credici

38 Commenti

  1. Il Milan ha comperato a San Donato il terreno per edificare il suo stadio, qui invece leggo di ulteriori problemi e rallentamenti tra ipotetici ruderi archeologici e comitati di protesta…
    Credo che in questa vicenda ci stiano giocando un po’ tutti comprese le proprietà passate e l attuale. Siamo sicuri che realmente i Friedkin lo vogliono fare? Perché si incaponiscono andando a cercare aree problematiche? Perché la Juve ed il Milan hanno comperato terreni?
    Qui non è possibile? Capisco l ostracismo di chi ci vorrebbe vederci eterni mediocri ed il loro metterci i bastoni tra le ruote, ma a questo punto non è meglio valutare aree diverse anche Fiumicino o cmq meno prestabili a problemi logistici e boicottaggi?

    • L’area di Pietralata l’ha proposta alla Roma addirittura l’attuale sindaco per cui se l’hanno proposta evidentemente pensavano fosse un luogo possibile..

    • Quando venne proposto Fiumicino dopo il fallimento di Tor di Valle ci fu una sollevazione popolare. Ancora mi ricordo i “piuttosto all’Olimpico a vita”.
      Sei stai dentro al raccordo dove scavi scavi troverai reperti. Quando abbiamo provato a spostarci fuori dal raccordo abbiamo lavorato 10 anni per ottenere il nulla e ricominciare da capo.
      Quest’area è proposta dal Comune. Io non capisco che devono fare di più i Friedkin per costruire sto benedetto stadio, farlo per aria?

    • La Juve ha avuto lo stadio come gentile omaggio dal comune (come il toro).
      Quanto al Milan, ha avuto la disponibilità ai lavori di San Siro e l’acquisto del terreno è una speculazione immobiliare.
      Viola i terreni li aveva a Magliana e gli hanno detto di no, Sensi li aveva a Tor Vergata e gli hanno detto di no, Pallotta li aveva opzionati sull’ostiense e gli hanno detto di no. Tu dove k li vorresti acquistare?

    • Volevo organizzare un tour culturale con degli amici che bengono da fuori.
      Sapete se la ristrutturazione della prestigiosa tribunetta di Tor di Valle è stata completata?
      Mort***i loro.

  2. Domani campo pesante. Bisogna giocare di ramazza e non di fioretto. El Sharawi lo metterei senz’altro in panchina e Dybala lo farei entrare a partita in corso. Al posto suo metterei Azmoun.
    Alcune volte per le intuizioni che ho, mi rammarico di non aver fatto l’allenatore della Roma. A quest’ora la bacheca di Trigoria traboccherebbe.

  3. mi sembra che azmoun ha giocato la coppa d Asia quindi anche se ha fatto un lungo viaggio e solo la rifinitura potrebbe dare sempre una mano entrando nel secondo tempo per uno spezzone…

  4. ed ecco la formazione:

    rui;

    kristensen, mancini, llorente, angeletto;

    cristante, paredes, bove;

    dybala, pellegrini;

    lukaku

    ❤️🧡💛

  5. Giocare veloce palla a terra con il campo dell’olimpo quando è bagnato (che non tiene niente) è una condanna a morte preannunciata.

  6. Questo fatto dello stadio è straziante. Appena siamo a buon punto e verso il progetto definitivo escono fuori sempre presunti vincoli archeologici etc etc. Ma a Roma dove scavi scavi troverai sempre un reperto archeologico o qualcosa di storico è ovvio. Quindi nessuno può costruire? Ecco perché siamo messi così e sembriamo una città del quarto mondo. Gli altri vanno avanti (nelle altre capitali europee) noi siamo sempre allo stesso punto. Anzi spesso indietro. Bastaaaaa

  7. Anche se l’inda è sostanzialmente più forte, abbiamo alcuni giocatori forti per vincere, compreso un fuoriclasse come Dybala che se sta bene è il giocatore più forte della serie A e Lukaku che in occasione dello scudetto vinto dall’inda con Conte aveva fatto la differenza, oltre al fatto di giocare in casa.
    Bisogna mettere in condizione Dybala e Lukaku di fare malissimo alla difesa dell’inda. Possiamo giocarcela e proviamo a prenderci questi 3 punti, poi, se l’avversario si rivela un muro insormontabile riuscendo a manifestare la sua maggiore forza, pazienza anche a fronte di restare delusi da un risultato negativo ma quantomeno ci si sarà provato, senza paura e con atteggiamento propositivo e la consapevolezza che tutto sommato la Roma è forte.

  8. Io comincerei con un classico 4 4 2 per poi trasformarlo in 4 3 3 durante la partita in funzione di come si evolve e chiuderla in 4 5 1, poi farei una mossa a sorpresa in attacco con il giovane brasiliano..

    • non è male, ci starebe il partire molto compatti per poi cercare di sfondare con una mossa dalla panchina. Joao Costa e Baldanzi potrebbero servire per dare più freschezza nella seconda parte della partita

  9. Io non faccio mai formazioni, perché sono convinto che l’allenatore della Roma , né capisca qualcosa più di me, 1) perché sta dentro Trigoria e conosce tutto, 2) perché è il suo mestiere, potrei solo che di partenza , visto che a sinistra abbiamo Angelino che sa fare anche la fase offensiva, vorrei vedere Azmoun, e non El Shaarawy che quando spinge Angelino si accentra troppo , Azmoun lo considero per modo di giocare a Dzeko, alto, tiene palla ed è tecnico….solo questo , ma è un mio parere personale

  10. A me basta pensare che la partita sia un 1 x 2 e non un (ex) probabilissimo 2 fisso. Abbiamo di nuovo una squadra, delle geometrie di gioco, ruoli rispettati, e anche se non abbiamo un presidente Romano che fa parte della squadra, abbiamo un allenatore Romano(ista) che ha dato identità ai giocatori e rincuorato i tifosi. Se vinciamo sarà un cuore solo che batte per la Magica, se non vinciamo sarà lo stesso un cuore solo per la magica. Grazie Daniele per questa piccola magìa che ci stai donando anche se all’inizio mi erano venuti i capelli verdi quando ti avevano dato l’incarico. FRS

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome