DE ROSSI: “Con la squadra clima di amicizia, ma devono lavorare altrimenti sono costretto a cambiare. Il club? Aria positiva, non di smobilitazione” (VIDEO)

47
1137

AS ROMA NEWS – Alla vigilia di Monza-Roma l’allenatore giallorosso Daniele De Rossi incontra i giornalisti a Trigoria per parlare dell’impegno di domani, ore 18, in terra brianzola.

Queste le dichiarazioni in conferenza stampa del tecnico romanista sulla difficoltà della partita contro i lombardi, sulle possibili scelte di formazione e sulla condizione della sua squadra:

Come sta la squadra? Che tipo di gestione verrà fatta su Dybala?
“Stanno tutti bene tranne Karsdorp che ha un fastidio al ginocchio e non verrà con noi. E ovviamente Abraham. La gestione? Metti la formazione migliore sapendo che se qualcuno sarà stanco lo puoi cambiare senza abbassare il livello. Dybala sta bene. Siamo contenti della sua condizione, è un discorso psico-fisico oltre che fisico. E’ felice, sta bene e quando fai tripletta ogni acciacco sembra meno fastidioso”.

Il Monza come se lo aspetta?
“Due settimana fa ti avrei detto che giocava 3-4-2-1, nelle ultime partite hanno cambiato qualcosa e dovremo preparare più di una partita. Siamo pronti su tutto, sappiamo che affronteremo una squadra forte e con un allenatore che stimo. Sia a lui che a me ci è scoppiata questa cosa in mano, lui se la merita. Il futuro secondo me è dalla sua, ma domani proveremo a batterlo”.

Hai utilizzato tutti i giocatori a disposizione, è questo il modo di coinvolgere tutti? Si può dire che oggi la Roma è più famiglia di ieri?
“Non so come era ieri, posso aver sentito qualcosa, ma io gestisco lo spogliatoio a modo mio anche quando ero capitano. Quando sei capitano sei amico di tutti, quando sei allenatore 11-12 giocatori devi mandare in panchina e qualcuno ti guarda un po’ storto… Stiamo cercando di diventare famiglia, è quella la maniera di vivere lo spogliatoio, se si sta bene si sta un’ora in più e non si scappa subito a casa. I calciatori devono essere felici di venire al campo e di fare un lavoro che deve essere perfetto. E’ uno scambio alla pari. E’ faticoso lavorare tutto il giorno, ma loro stanno bene e devono sapere che hanno uno staff familiare, degli amici, ma devono venire a fare il lavoro loro altrimenti il nostro atteggiamento dovrebbe per forza cambiare”.

Dybala ha fatto una tripletta giocando alla vecchia maniera, col vecchio schema, è stata una casualità? Lukaku come sta?
“Sulla posizione in campo di Dybala, ha segnato su rigore, ha fatto un gol da trenta metri, e un altro dopo un inserimento dei suoi, non c’è nulla di tattico. Non c’è niente a tre che lo esalti. Se analizziamo i gol, poteva succedere anche giocando 5-5-0, il cambio modulo è solo una casualità. Lukaku? Tutti sono messi in discussione, anche Dybala o io per primo. Lukaku è una stella, quando è entrato in campo correva come un matto, ha fatto assist…condizione migliore non esiste. Io lo vedo sereno. Non è sorprendente, è il lavoro suo, sarebbe sorprendete se non corresse o mettesse il muso. Da giocatore questa era la cosa che mi dava più fastidio. Quando entri devi andare forte, specie in partita. E Romelu da questo punto di vista è il giocatore perfetto”.

Lei ha creato una bolla, ma intorno ci sono lavori in corso. Lei che vive questo ambiente, sente quest’aria di smobilitazione?
“No, non la percepisco. La società è brava a metterci tutta la serenità di cui stiamo godendo. Siamo un’ala a sé stante da quello che succede sopra e sotto. La mia società, Lina (Souloukou, ndr), Maurizio (Lombardo, ndr), o se chiamo Ryan o Dan (Friedkin, ndr), sono sempre a disposizione. So che ci sono dei cambiamenti visto che dei ruoli sono scoperti, però non posso fare altro che concentrarmi sul lavoro. E grazie ai risultati si sta in una condizione migliore. Detto ciò, l’atmosfera mi sembra positiva. Non mi sembra stia succedendo qualcosa che non succede in tanti altri club”.

Smalling può giocare in qualsiasi modo, ma lei lo ha inserito in un sistema a tre. La fase di rodaggio è completata e può giocare anche quattro adesso?
“Sta finendo questa fase, ma solo è una mia premura esagerata e a quattro magari faceva ancora meglio. Dopo tanto tempo i muscoli non sono abituati allo stress fisico della partita e volevo mettergli due cani da guardia ai lati. Si lavora di equipe e con quella mia scelta volevo metterlo più comodo, ma sta finendo questa roba qui. Dopo tanti mesi di inattività sembra quasi di non sapere più giocare più a pallone. Ma in futuro Smalling sarà molto importante per noi a prescindere dallo schieramento.”

Paredes come sta? Giocherà domani?
“Sta migliorando quelli che sono gli aspetti che gli chiedo di migliorare. Gli sto chiedendo cose un po’ diverse da quello che era la sua abitudine, di andare più dritto, più verticale, più veloce e lui lo sta capendo perchè calcisticamente è intelligentissimo. Era un po’ istintivo, e il centrocampista deve essere sempre riflessivo, deve recuperare qualche palla in meno ma permettere ai compagni di recuperarne qualcuna in più, deve fare cose visibili ma anche invisibili. Bello il centrocampista che ruba palla, ma se fa solo quello diventa pericoloso, temporeggiare in questo sport è importante”.

Hai cinque centrali per due ruoli, di cui quattro si sentono titolari. Ci può essere una Roma a 3 e mezzo?
“Tutti e cinque si sentono titolari (ride, ndr). Sì potrebbe essere un’opzione: Mancini sa fare un po’ tutto e bene, sono contentissimo lui, ha il calcio in testa, sa quando deve spingere. Da centrocampista centrale ha fatto partite eccezionali con Fonseca. Deve essere più un discorso tattico. Noi abbiamo tre terzini destri molto forti, anche Angelino per me può giocare lì con attitudini diverse. Ma anche Mancini può fare questo. Magari l’ideale sarebbe avere un’ala pura davanti a lui, che stia con i piedi sulla linea, e noi lì abbiamo più trequartisti come Baldanzi e Dybala. Dall’altra parte con Stephan è più fattibile avere un centrale prestato alla fascia sinistra. Guardiola ha giocato tante partite così, con i centrali di ruolo come terzini, perchè no… Dipende dalla gara, e non perché non abbiamo terzini bravi”.

Il Monza ha messo in difficoltà in tanti. Come ci si comporta?
“Ha messo in difficoltà tutti: la Roma all’andata, ora il Milan. Sanno giocare a calcio, ma sono meno aggressivi di Atalanta e Torino. Per quanto riguarda i cross: è importante la marcatura in area e la gestione. Su Zapata, poteva essere evitato il cross in quanto l’attaccante era ben marcato e gli vanno fatti complimenti. Serviva una mano ad Angelino su Bellanova per non far partire il cross. Ci lavoreremo, poi è chiaro che i cross li subiremo sempre come è normale nel calcio”.

 

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteMONZA-ROMA: le ultime dai campi, le probabili formazioni e il meteo del match
Articolo successivo“ON AIR!” – MORONI: “Gli arabi? Preferisco tenermi gli americani”, FERRAZZA: “Le smentite a volte sono conferme implicite”, CORSI: “Se i Friedkin continuano a seguire il FPF siamo finiti”

47 Commenti

  1. “Lukaku? Tutti sono messi in discussione, anche Dybala..”
    “Non è sorprendente, è il lavoro suo, sarebbe sorprendete se non corresse o mettesse il muso…”
    “Quando entri devi andare forte, specie in partita…”
    Sintetizzando: nulla viene dal nulla come nulla torna nel nulla…
    Bravo DDR, mi piace molto la tua mentalità e ti auguro di centrare gli obbiettivi, passaggio essenziale per una meritata conferma.

  2. Che pixxe che me faccio ogni volta che DDR parla
    Come al solito smentisce ogni “intenditore” del forum che cianciava di un ritorno alla difesa a 3 e invece DDR ti dice che è stata solo un opzione per permettere a Smalling di rientrare senza troppe problematiche, TUTTI a blaterare di quanto Dybala rendesse meglio con questo schema e invece anche li DDR vi prende a schiaffi XD, Mancini terzino destro e DDR vi dice che lo potrebbe fare ma con Dybala e Baldanzi da quella parte non è fattibile MA ANZI avrebbe più senso dall’altro lato XD ahahahahahahaha XD

    • E’ tutta pre-tattica per confondere l’avversario

      facendogli credere che giocheremo come POLLI

      perché e’ quello che si aspettano : una rometta PALLOTTO-style

      che gioca in maniera “simpatica” per intrattenere il pubblico televisivo

      ma poi quando s’ha da portà i punti a casa lo si fa giocando in maniera SERIA

      come abbiamo fatto finora tranne per quei 40min RIDICOLI contro il frosinone

      che hanno fatto subito capire a De Rossi che l’ ULTIMA cosa che bisogna fare

      qua e’ ascoltare i POLLI che vogliono giocà co 4 punte per poi finire DOMINATI

      da una squadretta di Serie B perché QUELLO e’ il destino che spetta ai POLLI.

    • “Il club? Aria positiva, non di smobilitazione” eh eh mo chi glielo dice al catastrofico lupeman?

    • Sentire un allenatore della Roma che parla di materia calcio, un po come faceva Spalletti, è pura goduria.
      Finalmente!!!!
      FORZA ROMA.

    • Meh, le quattro punte si son viste spesso in questi 3 anni, gli ultimi 20 minuti ogni volta che si perdeva. Spesso, appunto.

    • ahahahahah Sop che bello quando date stì schiaffi potentissimi a stà gente che “muti e porgete l’altra guancia”
      DAJE ROMA DAJE

  3. De Rossi si sta giocando tanto ,forse tutto,per la sua carriera di allenatore,pertanto fa bene a non farsi risucchiare dalle lusinghe e dal cameratismo dello spogliatoio e a mantenere le giuste distanze con i giocatori.
    Lui deve conservare il suo ruolo,nelle decisioni e nelle responsabilità.
    Bene così.

    • Bene Zenone situazione descritta al punto giusto e, aggiungerei, capacità di mantenersi lucido alla prima avversione (se mai dovesse arrivare).

  4. Ottimo, sempre piu’ difensivista lo vedo.

    Centrali a fare i terzini : ottima idea.

    Perché e’ il CONTRARIO di quello che fece Luis Enrique che mise

    Cassetti a fare il centrale e ci ha subito ROVINATO il nostro miglior terzino.

    Grandissimo De Rossi che va contro PALLOTTO e si suoi fans POLLI che

    vogliono i terzini-attaccanti e 4 punte in campo per poi pià schiaffi dal frosinone.

    AVANTI COSI’ sempre CONTRO tutte le idee SBAGLIATE di PALLOTTO

    ovvero colui che TUTTI ormai sanno che senza ombra di dubbi e’ stato

    IL PEGGIOR PRESIDENTE DELLA STORIA DEL CALCIO.

    • Stamattina sono andato a lavoro con lo scooter e ho preso l’acqua….. colpa di PALLOTTO

  5. la competitività di un club,a meno che alle spalle non hai un fondo sovrano,passa necessariamente x 2 vie…la crescita del fatturato..tramite stadio privato.partecipazione sistematica alla champions.piu sponsor ecc…ed il trading di giocatori.. ovviamente non inteso a smantellare una squadra…tramite un Ds capace a scovare un giocatore a poco e rivenderlo a molto…tipo un Allison preso a pochi milioni e rivenduto a 75..e con quell’ enorme plusvalenza di soldi fai nuovamente mercato e rafforzi la rosa!ora…la Roma ad oggi ha queste 2 cose?direi proprio di no.e la colpa sta un po’ ovunque..in primis le proprietà che in questi ultimi anni hanno sbagliato totalmente la scelta dei dirigenti!poi le istruzioni(in un altro paese lo stadio della Roma era già operativo da almeno 10 anni).e poi ci metto anche un po’ di mafia calcistica in perfetto stile italico xchè è fuori dubbio che le 3 strisciate sono sempre avvantaggiate…questo x il maggior blasone ed il maggior numero di tifosi che hanno!quindi il cammino x salire di livello non è semplice…ma di sicuro i Friedkin non sono gli ultimi arrivati!ho ancora fiducia in loro.

  6. Insomma, De Rossi ha spiegato perché la difesa a 3 e mezzo, di cui si parla spesso a sproposito e in maniera impropria, con Mancini a destra non la puoi proporre.

  7. Niente,
    anche DDR dice che la società è presente,
    che non c’è nessuna smobilitazione,
    che Ryan e Dan sono sul pezzo…
    Daniele, perchè menti e ti unisci al complotto plutomassonico?????
    Vuoi fare tristi i signori (?) dello Sport di Repubblica? Quoque tu????

    Dai, dicci la verità, Ryan t’ha bloccato su whatsapp e Lina non si ricorda manco
    come ti chiami,,,, ammettilo, fai contento Torri!!!!

  8. Il Monza ha calciatori che potrebbero giocare tranquillamente 20 km più a Sud (o ci giocavano). Sarà ostica, ma possiamo permetterci un unico risultato, non c’è altra via.

  9. “…abbiamo tre terzini destri molto forti…”
    Ecco, magari queste “bugie” non le dire, anche se sono a fin di bene, perché poi rischi di perdere credibilità.
    Daje, DDR

    • Pure quella secondo cui “Baldanzi diventerà un leader nella Roma e titolare in Nazionale” mi pare un tantino azzardatella.

    • che deve dire in conferenza stampa il contrario? per mettersi contro alcuni giocatori e come ha fatto Mourinho? ma sei sempre il cava62 che scrisse: “NON CI CASCARE DDR” quando l’as Roma lo ha contattato per la panchina?

      non vi stanno neanche bene 5 vittorie su 6 in campionato ve?

    • Ma vi pagano per scrivere ‘ste fesserie?
      A chi è che non starebbero bene 5 vittorie su 6 partite? Boh…

      Piuttosto: “Io solo una cosa vojo sape’… ma tu chi caxxo sei?” (cit.)

    • Infatti, era meglio una foto con tutta la formazione e uno spazio vuoto al posto del terzino destro.

    • chi sono è semplice; uno che dice che DDR GODE DELLA MIA credibilità da quando sostituendo Mourinho alla prima intervista ha dichiarato di assumersi le proprie responsabilità se la partita non và nel verso giusto senza accusare tizio o caio e non intrappolarsi in un spogliatoio spaccato, non è che me le invento le storie è cronaca risaputa, se le bugie vanno dette A FIN DI BENE ben vengano(15 punti su 18 e il passaggio turno EL), chi è invece il voltagabbana che colloquia? un pò di coerenza quando?

  10. Ho sempre avuto un credo nella mia vita.
    Chi ha talento, intelligenza, fisico ed esperienza, non può che fare bene!
    Prima o poi, ma quello sarà il risultato.
    Sta alla Società saper aspettare “l’allineamento degli astri”, ma DDR È UNA STELLA!!!
    Caro DDR NON HAI IDEA DI QUANTO TIFI PERCHÉ TU RIESCA IN CIÒ CHE DESIDERI.
    Perché, semplicemente, è ciò che desiderano TUTTI I TIFOSI ROMANISTI!!!
    FORZA ROMA

  11. Secondo me comunque vada a finire questo campionato e consci delle esigue risorse a disposizione, De Rossi è assolutamente da confermare così come il portiere e già sono due mega stipendi (Mourinho e Patricio ) risparmiati che si possono utilizzare in altri ruoli tipo terzini.

  12. si può dire solo grazie a Daniele De Rossi per quello che sta facendo in un momento delicato.
    però ormai si è capito che difende tutto e tutti, anche i terzini destri, ovviamente anche la proprietà che è senza DS e DG.
    personalmente non mi piace questo andazzo, però per ora la cosiddetta pax romana sta funzionando, i risultati sul campo sono dalla sua parte

    • Cercare “il confronto” non è un’idea illuminata!
      Nel calcio come nella vita.
      Quando MOURINHO dava addosso ad arbitri e lega, non era per fare casino in un’intervista ma per sollevare un problema sacrosanto!
      E quando dava addosso (leggi, stimolava) i suoi giocatori era per ottenere risposte sul campo (2 finali!).
      Se chiedessimo alle nostre mogli i confronti mi sa che non ci andrebbe sempre bene…
      FORZA ROMA

    • Roma Amor si ma Mou è da 30 anni che è stato seduto su una panchina, e mica di squadre qualunque… Ci si poteva aspettare di più… Era tutto più pesante.
      De Rossi sembra più navigato di lui, gestisce meglio l’ambiente e la squadra.
      E poi tutti gli scontri con gli arbitri, i falli non dati era tutto per la sua spocchia e nervosismo.
      De rossi non ha ancora alzato mezzo dito sugli arbitraggi

  13. Io stravedo per Mou… ma ragazzi come sa di calcio DDR sono rimasto positivo, e’ serio molto puntuale sulle risposte anzi dice pure di piu’ spiegando in maniera chiara, cosi giornalisti e non e a chi non gli sta bene hanno poco da inventarsi.

  14. Sai Adriano, fermo restando DDR mi auguro faccia la carriera di MOURINHO, rimane che stiamo parlando delle prime 5 partite di DDR.
    Credo dicessimo lo stesso di MOU allora.
    Io sto cercando di scongiurare i confronti perché sennò un giorno ci ritroveremo a fare lo stesso tra il subentrante di quest’ultimo…(Spero tra vent’anni ovviamente!!!).
    Una mentalità che aborro!
    Cmq sostanzialmente il mio pensiero è quello di Dwalter.
    FORZA ROMA

  15. che DDR avesse una buona dialettica l’abbiamo sempre saputo, fortunatamente per noi si sta dimostrando anche un buon allenatore che ha saputo lavorare perfettamente sulla mente dei calciatori riuscendo anche a creare una bolla dove isolare i calciatori dalle voci sulla proprietà, che forse non sarà in vendita ma sicuramente è aria di pulizia profonda (finalmente), ed è per questo che sono soddisfatto e felice di DDR, per le 5 vittorie e il passaggio del turno, non perchè è una Nostra Bandiera…
    inoltre ha pure un pizzico di fortuna, un’infermeria vuota non capitava da diversi allenatori, e quella non fa mai male… avere uno Smalling anche se non al max è tanta roba in difesa e con i 2 prestiti + 1 acquisto riesci a coprire degnamente tutti i ruoli…
    ma anche perchè ha ricompattato tutta la tifoseria social che fino a poco più di un mese fà era spaccata tra chi sperava in sconfitte e chi tifava e tifa tutt’ora la ASRoma, per questo comprendo chi crede che noi vedove di Mou speriamo in una non vittoria, perchè loro, fino a poco fà questo facevano…

    • DDR ha anche una grande fortuna di avere un padre che faceva l’allenatore, quindi bisogna solo sperare di avere un nostro Xabi Alonso

  16. Daje Danielino !!!
    Mantieni questa media punti fino alla fine ed andiamo in Champions perché 2,5 punti a partita di media è solitamente da 1° posto, quindi tenendo questo ritmo almeno al 4° posto ci si arriva per forza di cose.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome