DE ROSSI: “Emozionati all’idea di vivere una serata indimenticabile. Sarà durissima, ma il Bayer non è fuori dalla nostra portata” (VIDEO)

37
702

AS ROMA NEWS – In attesa della conferenza stampa di domani, Daniele De Rossi ha rilasciato alcune dichiarazioni ai canali social del club giallorosso a due giorni dalla partita contro il Bayer Leverkusen.

Queste le parole dell’allenatore della Roma: “Siamo emozionati e contenti di vivere un’altra serata indimenticabile davanti ai nostri tifosi, consapevoli che sarà difficilissima ma non fuori dalla nostra portata”.

Hai detto che vedremo una Roma pimpante…
“Sì. Dobbiamo essere pimpanti e forti sempre, ma ci sta il momento in cui i giocatori sono meno brillanti, anche perchè veniamo da un periodo in cui stiamo rincorrendo e questo leva energie. Soprattutto quando rincorri, rincorri ma non arriva mai il quarto posto. Questo è un discorso a parte, vincerà chi sarà più forte in queste due partite e non in tutto l’anno”.

Lukaku e Smalling come stanno?
“Oggi si sono allenati, sembrava stessero bene, vediamo come rispondono, se sentiranno sensazioni negative. Se staranno bene saranno convocati”.

Cosa c’è da temere del Bayer?
“La loro condizione mentale. Non perde mai, inizia a sentirsi imbattibile, e non maniera presuntuosa, ma avendo fiducia. Una squadra che fa 20 gol oltre il 90esimo significa che ha cuore, temperamento, conoscenza tattica, e giocatori di grande qualità. In due anni è passata dalla parte destra della classifica a vincere il campionato, cosa che non gli era mai riuscita ed è arrivata due volte in semifinale di Europa League”.

Meglio giocare in casa o fuori l’andata?
“Mah…col Brighton siamo passati giocando la prima in casa, indirizzando la partita in vista del ritorna, poi abbiamo vinto fuori casa e confermato il risultato giocando la seconda in casa. Cambia poco, cambia l’atteggiamento che avrai in queste partite in base che farai. Se vinci la prima e ti prendi un piccolo vantaggio, anche fuori casa puoi avere un atteggiamento che ti porta a passare il turno”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedentePAREDES: “Il Bayer ha tanti punti di forza, sarà molto difficile. Le parole di De Rossi ci stimolano a fare meglio” (VIDEO)
Articolo successivoSVILAR: “De Rossi ha un fuoco che gli brucia dentro, la sua preparazione mi ha colpito. Ho voglia di fare di più”

37 Commenti

  1. Più passa il tempo e più mi convinco che De Rossi è l’allenatore giusto per la nostra Roma. Ha le idee chiare, un eccellente rapporto con i giocatori, grande esperienza come calciatore, carisma, autorevolezza. E può ancora crescere molto. L’importante è che gli si offra la possibilità di lavorare tranquillamente.
    Mio semplice parere, come sempre.

    • La speranza é che gli si possa anche dare l’opportunità di lavorare con giocatori validi, motivati e funzionali alla sua idea di calcio. Al momento sono proprio le molte zavorre che siedono in panchina a trattenerci a terra…

    • La realtà dice che gli allenatori sono “giusti” finché portano risultati e anche i rapporti coi calciatori dipendono in gran parte da quelli.
      Vi ricordate cosa si diceva di Garcia il primo anno? Aveva fatto tutto quello che sta facendo DDR adesso, rivitalizzato giocatori, ridato senso di appartenenza, un gioco efficace e realistico.
      Davanti ai microfoni non sbagliava un colpo.
      Già l’anno dopo era tutto cambiato, in peggio, e quello dopo ancora finì malissimo.
      Arrivò quindi Spalletti , che fece quello che aveva fatto Garcia e che adesso sta facendo DDR.
      Qui a Roma solo Liedholm, Capello e Spalletti sono durati un lustro, il primo e il terzo l’hanno anche superato, ma in due tornate. In quasi 100 anni di storia.
      Anche per il sottoscritto Daniele ha grandi qualità, che deve ancora affinare perché di errori qua e là ne ha commessi anche lui.
      Ma il suo destino, come per tutti del resto, dipenderà in gran parte dalla forza della società.
      Sono i grandi club, la loro organizzazione protesa al successo, che fanno grandi gli allenatori, molto più raramente viceversa.
      Con un club forte alle spalle, che abbia fiducia in lui, che lo assecondi nelle scelte, che lo protegga, Daniele può crescere tanto, prendersi e darci soddisfazioni.
      Altrimenti sarà solo l’ennesimo fuoco di paglia.

    • Concordo con maddecché.
      L’allenatore forte per quanto sia bravo non può fare miracoli se non ha dietro una società forte.
      Il Napoli ha vinto lo scudetto con Spalletti e con Giuntoli.
      Solo Spalletti non vinci (vedi Roma).
      Solo Giuntoli non vinci (vedi Juve).

  2. All’Olimpico sgretoleremo le loro certezze!
    Dovremo fargli sentire PAURA!
    Devono capire che qui si fermano.
    E tornare a casa che si saranno moltiplicate le loro incertezze e non certezze.
    E far diventare il ritorno 90′ di agonia per loro.
    Sicché a festeggiare saremo in due, NOI per il passaggio del turno e loro, perché finalmente sarà finita…!!!!!
    FORZA ROMA

    • ammazete quanto sei cattivo !!
      fatte tesserà subito che sei l’omo giusto per questa partita !

      sempre e ovunque nell’universo
      Forza Roma!!!

  3. saranno pure imbattibili ma in campionato tolto il Bayer che c’è di cosi forte come squadra?? io li porterei nel nostro campionato a giocare con roma atalanta milan inter juve poi voglio vede se le vincono tutte

    • State calmi perché nel ranking delle ultime 5 stagioni la Germania è dietro di soli 3 punti a Spagna e Italia e in quello di quest’anno è seconda dietro di noi.
      Ha portato ben due squadre in semifinale di Champions e una in quelle di EL.
      Per cui eviterei di fare gli sboroni.
      Sicuramente il Bayer ha avuto una di quelle annate irripetibili che capitano una o due volte nella storia di un club non blasonato ma è una squadra con un valore altissimo di collettivo e individualità di rilievo come Tah, Tapsoba, Hincapié, Grimaldo, Wirtz, Boniface, più qualche vecchia volpe come Xhaka, ai quali aggiungere una nostra conoscenza come Patrick Schick che, quando non vessato dagli infortuni, riesce comunque a farsi valere.
      Non si è imbattuti in tutte le competizioni per caso, saranno un ostacolo durissimo che solo la versione migliore della Roma avrà chance di superare.

    • Ciao Nando, non esistono squadre imbattibili anche se i crucchi in questa stagione non hanno ancora perso, l’ ultima loro sconfitta mi sembra sia stata proprio contro di noi all’ Olimpico.

    • la DeZerbise ha giocato andata e ritorno senza i suoi due migliori in attacco, però.
      come se noi avessimo giocato andata e ritorno senza Dybala e Lukaku. va detto pure questo.

    • soldato

      per una volta che ci dice bene…

      lo vorresti rigiocare il finale di stagione dello scorso anno senza il regalo di palomino, magari giocando con tutti gli effettivi in forma?

      io si.

      ❤️🧡💛

    • Pure Roma – Barcellona pareva impossibile eppure c’era Pallotto.
      Aripjate compa’😱

    • la cosa bella del calcio è che in campo entrano giocatori e non i proprietari.

      Altrimenti pensa come starebbe messo il milan, non saprebbe chi far entrare…..
      il prestanome o il fondo elliot ?
      e chi del fondo elliot ?

      e l’inter chi farebbe entrare Zang (che nemmeno ha partecipato alla festicciola scudetto) o Xi Ping che ha messo i quattrini ?

  4. Guardate che Dortmund e Lipsia non sono mezze seghe…..siate obiettivi. Il Dortmund è semifinalista in Champions ed il Lipsia è uscito come è uscito col Real……Non è che in Bundesliga non ci siano squadre forti. Detto questo……..Forza Roma Sempre. Ma coi piedi per terra.

    • Ciao Tina, tutto giusto ciò che dici, tuttavia il nostro campionato è sempre 1-2 gradini sopra la Bundesliga. Il loro campionato è invece migliore in fatto di onestà e trasparenza a differenza del nostro pilotato e falsato dove siamo abituati a vedere una classifica distorta. La Roma è pesantemente danneggiata dagli arbitri, sistema e palazzo, a differenza di quanto dice la classifica, senza tutti i danni arbitrali, la Roma starebbe tra le prime 2 per 3 anni di fila con tutti i punti che ci hanno rubato quest’anno, l’anno scorso e quello prima ancora.

  5. dipende da un sacco di cose.
    se metti Karsdorp e Sanchez, ad esempio, gli faciliti non poco le cose.
    metti in campo una Roma decente sulla carta, intanto. poi palla al centro e vedemo che succede.
    niente pezzi alla guardiola der Tufello, Daniè.
    che sei fortissimo e sei fratello nostro.
    ma vai sul sicuro!

  6. squadra sicuramente molto forte. però vi ricordo che sarebbe uscita col Qarabag, che con l’uomo in meno ha preso il 2 a 2 a 90+3 e il 3 a 2 a 90+7. nessuno ha mai vinto prima di giocare e nemmeno perso.
    Spero che i ragazzi abbiano la metà del fuoco dentro, come detto da Svilar nell’altro articolo, di Daniele nostro.
    SI PUÒ FAREEEEE……
    Forza Roma daje….

    • da sfavoriti siamo arrivati al n. 7 del ranking col n.6 a 1 punto o a 2 in solitaria. mai stati così lassù. Dovremmo coronare il tutto con il trionfo in EL.

  7. Siamo arrivati in semifinale x la quinta volta in sei anni (sette stagioni in realtà) e ce la dobbiamo godere comunque vada. Io quest’anno mi sono già goduto l’eliminazione del “fenomeno” De Zerbi, del FeyeNO e soprattutto del Milan che se la sentiva già in tasca. Adesso quello che verrà… verrà. Partiamo per l’ennesima volta da sfavoriti…ma ci saremo. A differenza di tanti altri

  8. ALLORA bambini facciamo l’appello, chi è presente , risponde presente , chi è assente risponde assente ( tratto dal film LA GRANDE MURAGLIA, con Stanlio e Ollio)
    Allora Ago?? Assente
    Mancini si gode? Assente
    Slimer ? Assente
    Tony 73 ? Assente
    Ah già , tengono da fare eh mica possono stare a commentare tutte le notizie su Giallorossi.net.
    Stranamente quando si tratta di difendere , alcuni perculando il prossimo, le porcherie più o meno evidenti , del palazzo marcio e corrotto, oppure quando si tratta di sputare veleno su società, tecnici, e giocatori , e allora ci sono…
    *( nota bene sono i primi che mi sono venuti in mente, se qualcuno si ricorda di altri Nick, che sono presenti solo quando la Roma perde, può aggiungerli alla lista dell’appello)

  9. Errata corrige: il film di Stan Laurel e Oliver Hardy, il titolo non era La Grande muraglia…ma solo “MURAGLIE”.
    Prima che qualche professore mi fa la ramanzina

  10. finale Roma Atalanta? con vittoria nostra e l’Atalanta che ringrazia per il posto in CL nonostante la sconfitta?
    che bello sarebbe…

  11. Quando si leggono cose come.. “il campionato tedesco non vale quello Italiano, tolto il Bayern non c’è nessuno”

    Mi rendo conto che c’è una profonda mancanza di conoscenza.. E che si giudica solamente ciò che si conosce.. Credendo che l’Italia sia la migliore.. E solamente questo fa sorridere..

    Ci sono due semifinaliste di Champions che sono Bayern e Borussia.. Entrambe Tedesche..

    Il Bayern Monaco.. Che lo possiamo mettere al livello dell’Inter?.. Forse anche più in alto?.. Non solo ha preso tre fischioni dal Leverkusen.. Ma a 3 giornate dalla fine sta a meno 12.. Li hanno spazzati..

    Sono 11 mesi che non perdono.. Non solamente in campionato.. Dove ci sono squadre forti.. Ma anche in Europa..

    Come si fa anche solamente a pensare per un secondo che tutto questo non conta niente???

    Magari sarà l’annata della vita, dove tutto gli va bene.. Ma questi non solo non perdono.. Ma giocano, hanno sempre un dominio in campo..

    Questo non significa che noi partiamo battuti.. Ci siamo arrivati anche noi.. E sono 3 semifinali di Europa League in 4 anni.. Anche questo significa qualcosa..

    Quindi no.. Non partiamo battuti.. Ma giochiamo contro una squadra che va a mille, che non perde mai, che sta bene.. Vanno almeno rispettati..

    Ancora di più se andiamo a guardare le quote che non dicono la verità assoluta ma aiutano a capire..

    La vittoria del Leverkusen della coppa è data a 1.82.. Favoriti ovunque..

    La Roma a 4.50..

    Quindi per passare serve una piccola impresa.. Ed anzi secondo il mio punto di vista.. Sarebbe stato meglio affrontare il Liverpool in quel momento (venivano da sconfitte anche contro il Palace e si giocavano la premier punto su punto)… Che il Leverkusen oggi.. Che sta bene fisicamente, mentalmente e pensa solamente all’Europa..

    Ma ovviamente il Leverkusen ha un nome meno storico, meno importante, quindi per molti non é niente di che..

    Spero che tutti quelli che la pensano così avranno ragione.. Di vedere la Roma come con il Brighton.. Sarebbe fantastico..

    Ma stavolta non è solo una squadra che gioca bene.. È una squadra che vince quando c’è da vincere..

    Non partiamo sconfitti.. Ma non facciamo i fenomeni a credere di essere superiori..

    Forza Roma..

    • quindi domani tutti sul pezzo !
      chi è in campo, chi è in panchina, chi è allo stadio, chi la guarda da casa (anche se è meglio togliere l’audio), chi la sente alla radio.
      costruiamo intorno alla squadra un campo di forza mentale imbattibile.
      Lo stesso che ha subito Annibale quando è crollato con Scipione a Zama

  12. Senza ansia, qualche mese fa stavamo sprofondando nel baratro in classifica prima che arrivasse De Rossi,. Adesso con fierezza della nostra forza, giochiamocela fino alla fine, alla faccia dei palazzi, sistema e gufi del sito.
    Daje Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome