SVILAR: “De Rossi ha un fuoco che gli brucia dentro, la sua preparazione mi ha colpito. Ho voglia di fare di più”

27
792

NOTIZIE AS ROMA – Il portiere della Roma Mile Svilar ha parlato ai microfoni dell’UEFA in un’intervista andata in onda nell’Europa League & Conference League Preview Show. Ecco le sue parole.

Sul padre Ratko.
“So che era un grande portiere, è stato molto tempo all’Anversa, al tempo giocò in Coppa UEFA. Oggi è molto importante, mi aiuta, vede cose che non mi rendo conto di fare e me le dice. L’80% di quello che ho imparato viene da lui, è sempre stato partecipe nella mia vita e lo è ancora oggi”.

Sul ruolo di portiere.
“Ci sono emozioni e pensieri che è difficile provare, per esempio, a centrocampo. Per un portiere l’aspetto mentale è importantissimo, più si cresce e più ci si innamora del ruolo, perché si cresce anche dal punto di vista psicologico. Quando si gioca per una grande squadra, l’azione a volte è lontana, ma in questi casi il portiere deve mantenere alta la concentrazione e non deve farsi trovare impreparato”.

Sui rigori contro il Feyenoord.
“Ho ancora la pelle d’oca. Quando succede una cosa del genere capisci perché hai lavorato sodo per tanti anni e perché ne sia valsa la pena. Sono momenti fantastici, nessuno potrà mai togliermeli, li ricorderò per sempre. Lasciano la voglia di qualcosa di più, ho voglia di fare di più”.

Su De Rossi.
“Lui ha ancora un grande fuoco che gli brucia dentro, sarà per questo che riesce a parlare così facilmente con noi. È come quando giocava a calcio, e questo è un grande vantaggio per lui e per noi. Sono rimasto davvero colpito da quanto lui e il suo staff fossero preparati. Fin dal primo giorno le sue intenzioni sono state molto chiare. È nato per essere un calciatore, ma anche per fare l’allenatore ed è davvero impressionante”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteDE ROSSI: “Emozionati all’idea di vivere una serata indimenticabile. Sarà durissima, ma il Bayer non è fuori dalla nostra portata” (VIDEO)
Articolo successivoPaulo Sergio: “Il Bayer non muore mai. Tah, Xhaka e Wirtz il motore della squadra”

27 Commenti

    • ad onor del vero lui volle Svilar quando allenava il Tottenham. Sicuramente avrà detto la sua ma il non farlo giocare mai è stato un abbaglio visto che l’eroe di Tirana era finito agli occhi di tutti tranne che ai suoi (ok il riconoscimento e lo spogliatoio ma se era un malus ormai, si è dato la zappa sui piedi).
      è opera di Pinto stavolta.

    • Zenone mi permetto, quando un allenatore si fissa suo suoi preferiti ha concluso la sua carriera, questo vuol dire che si fida solo di se stesso, purtroppo per lui chi va in campo pero’ sono solo persone di cui si fida ciecamente e purtroppo capita che lui non vuole ammettere che si sia sbagliato di chi si e’ fidato e quindi persevera.

      Lui, Mourinho sapeva e vedeva che Svilar era pronto e migliore di Rui Patricio solo un cieco non poteva rendersene conto, persino Boer e’ superiore a Rui, ma Mou doveva dimostrare che aveva ragione, questo e’ capitato e capitera’ ancora ad altri allenatori.

      Peccato perche’ se Mourinho avesse avuto meno certezze stava ancora allenando la Roma, ma a lui non e’ neanche passato per l’anticamera del cervello che stasse sbagliano qualcosa, le colpe erano sempre altrui.

      E Svilar il campo dalla panchina, ma poi e’ arrivato Daniele De Rossi, ma questa e’ un’altra storia.

      Se vogliamo dare un concetto alle certezze di Mourinho che ringraziero’ sempre per avere dato a questa squadra una mentalita’ vincente, il concetto purtroppo a mio personale parere e il delirio di onnipotenza.

    • c’è lo ha fatto Pinto caro Zenone.
      Mourinho neanche conosceva il suo nome.
      fattene una ragione.
      mi sa che non capisci più molto.
      demenza senile?

    • Incredibile dove riesci ad arrivare. Talmente merito di Mourinho che non lo schierava nemmeno al posto di Rui Patricio che ormai era diventato uno sgabello in porta.

      Sicuramente non è merito di Pinto che lo ha preso anche al Benfica, no no.

    • ah ah ah…ciò che resta della claque mourinhana regala sempre bei momenti di cabaret.
      Talmente slegati dalla realtà terrena che se dovesse accadere il miracolo che domani entra Renato Sanches e insacca un paio di gol diventerebbe seduta stante una medaglia da appendere al collo del Former Special One!
      Svilar fino a gennaio era l’ennesimo pacco da accollare a Pinto, sono bastati tre mesi per farlo diventare figlio di Setubal, talmente prediletto che faceva la riserva a uno che si sarebbe messo in panchina da solo se fosse stato l’allenatore.
      Rassegnatevi quindi ragazzi, perché anche Svilar l’anno prossimo seguirà il suo mentore ovunque andrà, assieme a Dybala e Lukaku ovviamente!

    • Dire che Svilar lo ha voluto per forza Mou significa credere a ciò che ci fa comodo..

      E vero che Mou conosceva Svilar.. Ci giocò contro in Champions, quando Svilar veniva considerato un bambino prodigo.. Proprio in quelle partite Svilar iniziò a fare papere..

      Mou ci andò a parlare, ne parlò bene davanti alle telecamere.. Era un modo per non far abbattere un ragazzino dopo errori gravissimi..

      Ma dire che lo conosceva meglio di Pinto significa mentire spudoratamente.. Pinto lo ha visto crescere al Benfica.. Per 3 anni ha lavorato con Svilar..

      Mou chiedeva i Dybala.. I Lukaku i Paredes.. Non di certo Svilar.. Ed infatti la vera richiesta è Rui Patricio.. Non Svilar..

      Pinto ha trovato l’occasione Svilar a zero.. Lo conosceva è probabilmente avrebbe scommesso sul ragazzo e sulla sua crescita.. Magari ne ha parlato con Mou che ha accettato… Tanto il titolare era sempre Rui Patricio.. Quindi non contava più di tanto..

      Aver conosciuto Svilar in Champions, averne parlato bene.. Non è assolutamente nulla di speciale.. Mou ha conosciuto anche Kluivert.. Lo è andato ad abbracciare.. Gli ha anche detto che un giorno lo avrebbe voluto allenare .. Non mi sembra che ha fatto follie per trattenerlo a Roma..

      Pinto ha fatto errori.. Ma se gli togliamo anche quei meriti che ha allora siamo disonesti.. La scelta di Svilar è solamente di Pinto.. Mou c’entra quasi zero..

      E non aver dato il posto di Rui a Svilar e un ulteriore errore.. Rui già dallo scorso anno ha fatto vedere un calo assoluto.. Se Svilar fosse entrato prima forse oggi la Roma avrebbe qualche punto in più..

      Sarebbe bello se si guardasse solamente la maglia, con onestà verso chi fa bene alcune cose e chi fa bene altre cose.. Senza portare acqua al proprio mulino perché si deve distruggere un personaggio e salvarne un altro..

      Ma questo succede raramente..

      Forza Roma

    • oggi c’è la maratonina del 1 maggio, cominciato presto con i bibbitoni eh!
      🙄🙄🙄

  1. Io credo e spero che diventi un grande portiere, uno dei più forti del mondo, lo spero per il futuro della Roma e poi per poter dire a Mourinho: perché non lo hai fatto giocare ? Perché hai preferito il tuo connazionale con Mendes procuratore ? Con Svilar ai rigori non ci sarebbe stato Taylor che tenga…

    • credo che se continua così, non resterà molto a Roma come allison che potremmo averlo ancora in porta ora

  2. Hai schifato Pinto per aver preso un portiere che non sapeva parare di nome Svilar…ancora nun te sei stufato de fa’ figure de merxa?
    C’È SOLO L’ ASROMA 💛❤️!!!!

  3. Grazie per averlo utilizzato tutto sto tempo al posto di “Rui è Rui”, più che altro, e aver così blindato un prestigioso nono posto alla ventesima giornata.

    Grazie.

  4. Rui Patricio e Mourinho hanno lo stesso procuratore ( mendez) in più il portiere è anche a scadenza di contratto percui per Mourinho era normale non metterlo in discussione e farlo giocare sempre ( fai uno sgarro al tuo procuratore che il prossimo anno lo deve anche piazzare da qualche parte?? Certo che no)
    Ora con DDR gioca quello che lui vede più in forma e più forte cioè Svilar
    Siamo fortunati abbiamo un allenatore che qualcosa di calcio ne capisce e soprattutto in questo caso non ha Mendez come procuratore

  5. Mi vanto di essere uno dei pochi che ha creduto nel tenente Dan. Sei forte ragazzo daje! in quanto ar foco che brucia dentro, devi da vede a noi quanto ce brucia. Benvenuto a Roma ,finalmente , e butta fuori il pupazzo platinato

  6. Dando x scontato che Mourinho capisca di calcio molto più di ciascuno di noi, perché di fronte quella che era un’evidenza per tutti non ha schierato prima Svilar al posto di Rui?
    A DDR sono bastate due partite per stabilire le gerarchie in porta.
    Il dubbio che abbiano pesato nazionalità e potente procuratore in comune sorge spontaneo.

  7. Mourinho credeva tanto in Svilar che con la Lazio in coppa Italia lo rimise in panchina anche se era il portiere di coppa.

  8. Comunque io sono convinto che Svilar resterà.
    Dove lo troviamo un portiere di queste qualità che si accontenta di uno stipendio simile.
    Penso che il suo contratto, comunque lungo e senza clausole rescissorie, verrà ulteriormente prolungato in cambio di un adeguamento di stipendio.
    Anche a raddoppiargli l’ingaggio prenderebbe comunque 2 mln netti l’anno, abbondantemente entro i nostri parametri.
    Incassare una plusvalenza per poi dover rispendere buona parte dei soldi per un portiere che mangeri guadagna di più non avrebbe senso.
    Quanto a Svilar, lui è passato dall’essere un esubero a in Portogallo a titolare inamovibile nella squadra al settimo posto del ranking europeo, sicché penso che resterebbe più che volentieri.
    Piuttosto il problema sarà trovare il vice al posto di Rui.
    Io punterei su Montipò.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome