DE ROSSI: “Rui Patricio è il nostro titolare, Aouar prontissimo per giocare. Ho una squadra forte, andiamo a Salerno per vincere” (VIDEO)

53
1573

AS ROMA NEWS – Daniele De Rossi parla alla stampa nella consueta conferenza prepartita che si svolge questa mattina al centro sportivo di Trigoria.

Di seguito tutte le dichiarazioni del neo allenatore giallorosso sull’impegno di domani sera contro la Salernitana e sulle ultime vicende di mercato che stanno interessando la Roma:

Che rappresenta Sinner per uno sportivo?
“Emozionante, lo sport italiano arriva sempre nell’elite. E’ un ragazzo educato, pulito, sembra una bella persona anche se non lo conosco. Ero in vacanza a New York e mettevo la sveglia per vedere le partite al Master di Torino. Ho tante cose da fare e non potrò guardarlo oggi, ma spero faccia una grande partita”.

C’è una data per il ritorno di Smalling? Come stanno gli infortunati? Ci sono gerarchie in porta?
“La gerarchia l’ho decisa quando sono arrivato, Rui ha parato molto bene e non cambia la gerarchia. Il ruolo del portiere deve avere gerarchie, che non sono eterne. Io sono contento di entrambi, Svilar mi ha impressionato per completezza, ma un errore non cambia il mio giudizio su Rui che ci ha salvato diverse partite. E’ concentrato su quello da fare domani e non sull’errore precedente. Smalling si sta allenando con Renato Sanches e Kumbulla, stanno facendo il loro percorso. Mi sembrano sciolti nei movimenti, forse già nella prossima settimana faranno qualcosina con noi, ma è presto per parlare di data del rientro”.

Che caratteristiche ha la Salernitana?
“Le difficoltà aumentano quando si gioca contro una squadra che sta lottando per la salvezza. Giocheremo a casa loro, non ho mai giocato a Salerno, mi sembra uno stadio emozionante e avranno una spinta in più ed è un peccato non avere i nostri tifosi. Giocheremo anche per loro. Loro hanno tanta qualità nella parte più alta del campo e un bravo allenatore, dovremo stare attenti. Sarà una partita difficile, secondo me la Salernitana ha una rosa importante e non mi aspettavo di trovarla così in basso. Hanno battuto la Lazio, pareggiato col Milan. Ma andiamo lì per vincere, perchè siamo forti”.

Mourinho diceva che fuori casa la squadra era più impaurita. Come si supera questo problema? Mou chiedeva una squadra di banditi, lei?
“Quello dovresti chiederlo al mister. Io vedo giocatori di personalità, calciatori che hanno giocato e vinto in trasferta, Cristante e Spinazzola hanno vinto un Europeo fuori casa. Squadra di banditi mi piace come slogan, nel calcio bisogna avere quella cattiveria che ti porta a prendere punti anche in maniera sporca. Ma credo di avere una squadra di grandi giocatori, che non pecca dal punto di vista della personalità, anzi…”

Come cambia la Roma con Cristante o con Paredes?
“Secondo me possono giocare benissimo insieme. Cristante è un pilastro della Roma, ma anche della nazionale. E’ un professionista serio, aiuta i compagni, sono affascinato da lui. Sono contento che rientri. Con lui cambiano caratteristiche tecniche del giocatore, Bryan ha più fisicità e più tiro, Paredes ha più qualità, ma la nostra idea di gioco non cambia”.

Come stanno Dybala, Hujsen, Mancini e Aouar?
“Paulo mi è sembrato che stesse bene, si è allenato al 100% e lo vedo più brillante. Huijsen mi sembra che stia bene, dovrebbe partire senza problemi, Mancio sta bene, mi è piaciuta la sua partecipazione e per come si è buttato nella mischia. Aouar non è stato in vacanza, ha giocato, ma con continui viaggi, è stato sballottolato, ma è attivo e lo reputo prontissimo per giocare”.

Si comincia a vedere già qualcosa delle tue idee, merito dei ragazzi?
“Fermo restando che il ritiro precampionato ti aiuta tanto, puoi lavorare per step…il merito è loro. Io continuo ad amare i miei ragazzi della Spal, ma con loro c’ho messo più tempo a insegnargli certe cose, qui invece sono quasi loro a insegnare a me certi movimenti, sono tutti calciatori fatti e finiti. Questi gli dici una cosa sono tanto recettivi, e se vedrete belle partite il merito è loro. E per tre anni hanno avuto un allenatore forte. A loro sembra piacciano queste idee, e sono fiducioso. Ci vuole tempo per far vedere un’impronta, e il tempo aiuta senza partite decisive ogni 4-5 giorni”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteJannick Sinner nella storia: batte Medvedev in finale e vince un torneo del Grande Slam 48 anni dopo Panatta
Articolo successivoSALERNITANA-ROMA: le ultime dai campi, le probabili formazioni e il meteo del match

53 Commenti

  1. Esatto…
    Questi sono giocatori fatti e finiti come voleva la precedente guida tecnica, uno special One della motivazione.
    Poi però se vuoi dare un gioco alla squadra o cambiare qualcosa c’è bisogno di un allenatore…
    Questa è sempre stata la differenza che ho notato tra allenatori tipo Mou e altri tipo Italiano, Zeman, Spalletti, ect.. ect…

    • su questo sito attenzione che si tifa Mourinho e non la Roma, almeno alcuni …… capiscioni dicalcio

    • Inutile negarlo, i prossimi risultati della Roma ci diranno anche se hanno ragione gli adulatori del Vate o abbiamo ragione noi ed il nostro Danielino.
      Chiedo solo una cortesia, una ma grande: se dovessimo iniziare a vincere, la squadra a girare ed i giocatori a correre come non si vedeva da anni, non voglio sentire uno solo che dica: c’era una congiura di spogliatoio, gli remavano contro; e no, è lui lo Special ed il condottiero comanda fino a prova contraria.
      Mi sono già comprato un secchio di pop corn per domani. 🍿 😉

    • Franz stai girando la frittata, è l’esatto contrario. Ci sono quelli come te che pur di criticare Mourinho sminuiscono la vittoria in Conference , dimenticano la finale di Budapest. non ricordano le decine di infortuni e 3 campagne acquisti con 15 milioni spesi . Ricordano però benissimo er ber gioco
      er 4 33, l’imbarazzo per le espulsioni e polemiche. Questione di punti di vista, con questo spero che Daniele ci porti a Dublino e al 4° posto e con questa squadra costruita malissimo sarà molto dura.

    • non serve sempre piangerealla Mourinho, lui ha fallito a 7 milioni l’anno, sempre colpa degli xltri, facile alla Playstation ma i dolci sono finiti quasi per tutti, gli resta l’Arabia o nazionale…. lui di idee di calcio oggi è a zero, gli servono giocatori che sappiano fare ds soli….. facile così …. anzi ha fallito in Inghilterra anche con i campioni.

    • Franchino hai un concetto di fallimento tipico del tihoso Juventino, io invece che sono Romanista e che ricordo bene il passato , ritengo che portare la Roma a 2 finali Europee in 2 anni cosa mai successa nella nostra storia e dopo 14 anni de bacheca impolverata, sia stato un trionfo. Ah si tu preferisci vedere er 4 33 piuttosto che le coppe al cielo. Auguri a te e a quelli come te che chiaramente stanno in poltrona co le ciavatte

    • vorrei tanto ogni tanto stare sul divano in ciabatte, e pigiamino …. come fai te… beato te.
      comunque, allora bravi anche Pinto, Zaniolo, Fruedkin e tutta la Roma se siamo arrivati in finale, non solo grazie a Mourinho.

    • @Pogo
      se vede benissimo dalla superlativa partita contro la Salernitana che era solo tutta una congiura di spogliatoio Ve?….adesso che c’è Danielino è tutta un’altra squadra de fenomeni! Ma fatela finita col vostro anti mourinismo , ancora non lo capite che è una squadra di pippe, fracichi e altezzosi?

  2. E vinceremo. Dovrebbero alleggerire le menti. i giocatori ci sono, ma devono divertirsi. anche se molti ormai pensano sia economia, si tratta di un gioco, se non sei sciolto non vai da nessuna parte. non mi va giù solo lo juventino, ma mi passerà…
    ASR

  3. Servirebbe testare Svilar. Rui fine stagione saluta, dopo ci troviamo nuovamente alla ricerca di due portieri…non parliamo dei terzini bia tutti un saluto Forza Roma

  4. lui crede nella squadra, dà a Cesare quel che è di Cesare e la motiva, Mou la motivava soltanto. L’unico discorso di Mou che mi è piaciuto è stato quello alla squadra dopo aver perso a Budapest

  5. Un utente prima ha scritto un concetto che reputo sacrosanto: LIBERARE LA MENTE. Ecco, adesso e con pochi giorni di schemi di DDR serve proprio questo. Giocare a mente libera senza pensare all’eventuale errore che potrebbe accadere. Hic et nunc. Dajeeee

  6. La ricetta di Daniele è semplice.
    Non ha il tempo e l’esperienza per far cambiare passo alla squadra con le idee di gioco.
    Nè la proprietà ha la possibilità di rinforzare la rosa in maniera significativa.
    DDR ripete continuamente quel “siamo una squadra forte “ perché sta lavorando sulla psiche dei giocatori provati e minati da una precedente continua inferiorizzazione.
    E infondendo fiducia punta a riportare entusiasmo anche grazie ad una disposizione in campo (4:3:3) finalmente più logica rispetto ad un ottuso (3:5:2) considerata la rosa a disposizione.
    Una disposizione anche più offensiva, che consenta ai giocatori di giocare divertendosi.

    • forse xchè sono delle pippe? te lo sei chiesto che questi personaggi non abbiamo uno le palle e due i piedi ?
      a parte 2 Dybala e Lukaku il resto veramente mediocri
      stranamente con mou non facevano un passaggio decente eh ? mai una verticalizzazione…se andavi oltre il centrocampo sembrava un evento
      sai che c’è? dovete vederle allo stadio le partite così Ve rendere conto dei movimenti.
      fanno pena io non gli perdono sto ammutinamento.
      amo la Roma no sti 4 buffoni.

    • Eppure la dovresti conoscere la differenza tra uno psicologo e un ortopedico 😂😂😂😂
      #FRIEDKINOUT

    • Noi spesso analizziamo le prestazioni dei giocatori considerando la cifra tecnica o le caratteristiche fisiche ma dimentichiamo che l’organo più importante anche per un onesto pedatore rimane sempre il cervello.
      Il Napoli è l’esempio di come può cambiare il rendimento di una squadra a seconda del livello di fiducia e motivazioni che un allenatore riesce a trasmettere.
      Poi certo i casi clinici rimangono tali.
      Per questo non mi aspetto di vedere ora con De Rossi, giocatori come Dybala, Sanches, Smalling, Spina, Llorente,Pelle guarire improvvisamente dai loro acciacchi cronici ma almeno di rivedere il sorriso in un ragazzo come Zalewski che da troppo tempo ha perso serenità nelle giocate, rivedere Belotti sfondare la rete e non inseguire gli avversari sempre più ingobbito oppure rivedere Aouar fare giocate di classe come ci aveva deliziato nel Lione etc etc solo per fare qualche esempio.
      Chi non ha capito ancora che la squadra era stata così inferiorizzata da dover temere anche di affrontare la Real Cremonese, allora non ha capito quello che è successo nelle scorse settimane. Se avessimo avuto 25 Mancini probabilmente Mou sarebbe ancora in sella. Ma un allenatore deve capire che allena un gruppo eterogeneo e non tutti i giocatori riescono a sostenere un certo tipo di pressione. Alla Roma è successo semplicemente quello che è accaduto nello spogliatoio del MU, Chelsea e Tottenham: alla fine i giocatori hanno avuto una reazione di rigetto nei confronti di Mourinho.

  7. in tre partite sapremo se sono fatti o solo parole; sapremo se DDR (SPERIAMO!!!) abbia la chiave per far giocare bene queste persone ed ottenere risultati o se ha la volontà ( nessun dubbio!) ma non i mezzi tecnici ( è pur sempre un esordiente o quasi) o se i giocatori sono senza palle ( su alcuni il dubbio nemmeno c’è).

    in sintesi, sarà il primo tempo di verona od il secondo, quello che vedremo tra tre partite?

    personalmente cerco di essere obiettivo ed attendere riprove e non solo belle parole che di certo fanno bene, ma ci serve una svolta tecnica, si ma anche caratteriale, ammesso sia possibile.

    sarei davvero contento per lui perchè ci starà sicuramente mettendo tutto ed anche di più….

    daje DDR, daje ROMA… entrambi siano MAIUSCOLI!!! ( troppo retrò???)

    • Wise Publio 3 partite ,guarda che se si perdono due partite di seguito ,i Nick che ci sono ora scompaiono e ne arrivano altri nuovi ,perché a meno di un miracolo in . Cui spero ,non può fare diventare giocatori seghe in fenomeni neanche se li mandi a fare dei piedi nuovi ,scarponi sono e scarponi restano

    • Sempre mejo della Rometta piagnona che tanto ve piaceva. Quella che tutte le domeniche, a detta de qualcuno, pareva dovesse gioca’ contro er Brasile del ’70….

    • Quella ha fatto due finali in due anni, questa sorride perchè arriva uno scarto del Galatasaray con un allenatore esperto di ammutinamenti e che nel curriculum ha solo una retrocessione in C, sempre col sorriso. Wonderful!

    • Romanista dentro&fori,quale Rometta quella che ha vinto una coppa europea e ha fatto una finale in due anni?sai chi me sembrate Nick fasulli? Quelli che pur di andare contro Mourinho fate il tifo per la Lazio come nell’ ultimo derby
      😎😎😎😎

    • Pensa quello che te pare a Nando, problema tuo. Se non te piace la Roma perché non c’e’ piu’ Mou, non la guardare. Non é obbligatorio. Ce ne faremo una ragione.

  8. Off topic doveroso :
    S I N N E R… S I N N E R.. S I N N E R
    W L’ITALIA dello Sport.
    Grande vittoria di un atleta che ha l’acciaio nella mente e la lava nel cuore.

  9. Cmq Daje Daniele stai attento ai topini che ci sono a Trigoria perché possono ammutinare anche te !. Pellegrini, zalesky, karsdrop,Spinazzola, smolling, Sanchez ,sono gente che neanche deve entrare a Trigoria.

  10. Ddr allenatore pro società cmq fa bene a elogiarli per farsi seguire. Speriamo di sfruttare questo momento positivo dove alcuni giocatori guarirànno improvvisamente e altri cominceranno a correre tipo karsdorp (o a reagire dopo un gol al contrario del derby, partita importante per noi tifosi, venduta ai burini per cacciare il cattivone mou domenica scorsa) e risalire anche se questo servilismo alla società gli ha fatto già dire alla presentazione che la Roma punterà al quarto posto e trascurera’l’europa league trofeo per noi più abbordabile anche senza lo special one.

    • Dove l’avete letto che la Roma trascurerà l’ EL?
      Ma se a Rotterdam dovessimo vedere in campo tutti i titolari, dove vi andrete a nascondere?

  11. Il bollito ci ha portati a disputare 2 finali moralmente vinte entrambe dopo 14 anni de calcio champagne e zero tituli , speriamo che i nuovi scienziati della panchina non ci faranno aspettare altri 14 anni.

  12. …a dimenticavo. io faccio il tifo per alzare un trofeo non per arrivare 4° e prendere denaro della champions, meglio ottavi e giocarsi la finale a Dublino che 4° ed eliminazione agli Ottavio quarti. Dei Friedkin me ne frega il giusto, troveranno sempre una scusa per non fare mercato come l’accordo, voluto per avere un alibi , con l’uefa. Forza i tifosi. abbasso i commercialisti.

  13. Caro Chico ho citato le parole di ddr tutto qui se punti ad una cosa puoi trascurare un po’ l’altra poi se tutti guarirànno immediatamente come sembra e metterà la migliore formazione in questo caso cmq non mi nasconderei da nessuna parte…

  14. un DDR che continua principalmente a scaricare la mente dalla pressione di prima e cerca di convincerli di essere una squadra da quarto posto… questo sembra il dogma che giustamente seguirà DDR visto che era uno dei punti deboli identificati dal proprietario…
    affermare che queste 3 partite ci diranno qualcosa fa sorridere… si è sempre detto che quando si cambia allenatore per 2/3 partite i calciatori rendono di più però stavolta no…
    io da romanista “schiavo del risultato”, e non per questo mi permisi di dare patentini a chi espose lo striscione, mi preoccupa che fino ad oggi non è stata mai nominata l’EL… lo fece Fonseca e poi Mou, spero che anche DDR se dovrà fare una scelta sia per un Trofeo e non il quarto posto…
    ps ricordandoci che anche l’EL ti porta in CL…

  15. “Siamo forti ed andiamo là per vincere”….
    questa è una bella frase detta con il coraggio giusto e senza paura , spero ne facciano tesoro e convinzione anche i giocatori ….

  16. Rui Patricio ci ha salvato diverse partite..Quali?
    I portieri a fine stagione sono da cambiare entrambi per me. ora avrebbe più senso provare Svilar per vedere se a ha senso puntarci.per Daniele evidentemente no

    • Secondo me DDR vuol fare vedere che dà fiducia all’intera squadra, in passato anche Rui Patricio ha giocato bene e va ricordato; io all’inizio ammiravo come bloccava la palla con due mani, con reattività negli avambracci, poi non lo.ha fatto più… non avrà mica perso fiducia come Zalewski, che all’inizio faceva cose favolose (non dimentico i gol arrivati dopo ssue sgroppate sulla fascia in cui si mangiava tutti gli avversari e poi indovinava pure l’assist dopo il quale avrei segnato pure io!) e ora sembra non indovinare più niente, a parer mio perché bloccato dalla paura di sbagliare che incuteva Mourinho, un tempo forse motivatore di chi diceva lui? Abbiamo visto pure da fuori cosa succedeva a chi commetteva un errore in campo, figuriamoci in privato cosa poteva dirgli; comunque in pubblico era un continuo dare la colpa ai giocatori, lamentarsi e dire quanto erano scarsi. Come dovevano sentirsi e come potevano rendere questi ragazzi? DDR adesso ha il delicato compito di recuperare la fiducia di questi ragazzi, nella guida tecnica e in se stessi. Secondo me può farcela; non ha esperienza ma ha fatto da poco il corso da allenatore e quindi è aggiornatissimo su tecniche e metodi di allenamento, mentre Mourinho sembrava rimasto indietro a quando i suoi sistemi funzionavano, ma adesso qualcosa sicuramente è cambiato se quasi quasi qualsiasi giovane tecnico sembrava in grado di insegnare qualcosa a lui

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome