De Rossi si affida ai migliori per battere il Feyenoord. Ma anche la panchina sarà decisiva

24
471

NOTIZIE AS ROMA – Tutti i titolari in campo per la partita da dentro o fuori di questa sera. Daniele De Rossi non cambia la squadra che per lui è quella più forte e che ha più possibilità di battere il Feyenoord ed eliminarlo dalla corsa alla finale di Europa League.

In porta sarà confermato Mile Svilar, il nuovo numero uno titolare della Roma dopo le ultime convincenti prestazioni del giovane portiere serbo. In difesa tornano Karsdorp e Spinazzola, che ha vinto il ballottaggio con Angelino, mentre la coppia di centrali sarà formata dall’inossidabile Mancini e da Diego Llorente, visto che Ndicka e Smalling non sono ancora al meglio.

A centrocampo assente Bove per squalifica, saranno ancora Cristante, Paredes e capitan Pellegrini i tre tenori della mediana. In attacco il tridente è scontato: con Dybala e Lukaku giocherà El Shaarawy. Ma in una partita che può durare anche 120 minuti e oltre rivestirà un ruolo di primissimo piano anche la panchina.

Angelino e Celik i ricambi sulle fasce, Ndicka e Smalling quelli per la difesa, Aouar e Renato Sanches le alternative a centrocampo, Zalewski, Baldanzi e Azmoun quelle in attacco. Molto di questi avranno un ruolo fondamentale, specie se la partita dovesse durare oltre i novanta minuti regolamentari. Tutti dovranno farsi trovare pronti se si vorrà proseguire il cammino verso Dublino di questa Europa League che la Roma sogna di conquistare.

Giallorossi.net – T. De Cortis

Articolo precedenteFallo ancora
Articolo successivoRudiger: “Che tensione tra Totti e Spalletti, erano due animali alfa. Tuchel il miglior allenatore che ho avuto”

24 Commenti

  1. occhio a mancini a destra, quando avrà a disposizione sia llorente che smalling e ndicka, prima o poi ce lo mette in partite, o fasi della partita dove devi “difendere”…

    ❤️🧡💛

    • Magari accadrà anche stasera in corso d’opera.
      Nella auspicata ipotesi in cui dovessimo difendere il risultato nel finale, anziché Celik, potrebbe entrare Smalling al posto di Karsdorp, con Mancini spostato sulla fascia dx.

    • Non succederà mai…… Mancini è il miglior centrale che ha la Roma in questo momento e DDR non è così stupido da toglierlo dal suo ruolo per magari fargli fare brutta figura…. se in caso remoto dovesse succedere dovrà proprio essere per cause di forza maggiore altrimenti schiererà una normalissima difesa a 3 pronta per le emergenze come ha già fatto vedere in scampoli di partite.
      I centrali della Roma saranno Mancini e Ndicka con Smalling e Llorente o Huijsen pronti a entrare o ad alternarsi nelle rotazioni, e sarà così anche nella prossima stagione con Smalling prossimo quasi sicuro partente, Llorente con l’incognita (probabile) del riscatto a 5 mln e Huijsen che tornerà a Torino visto il costo e la non priorità nel suo ruolo.

    • si si me lo ricordo Siakolisi il mio era un discorso in generale su tutte le competizioni non esiste solo l’EL

    • Ma infatti Musica1987, non comprendo proprio tutta questa fregola che gira da un paio di giorni di vedere Mancini terzino.
      Che, ricordiamolo pure, ha fatto il mediano e anche discretamente in un periodo di emergenza con Fonseca, ma non mi risulta mai il difensore di fascia.
      A prescindere da motivi tecnici, secondo me non ha assolutamente il passo da terzino, non sposti da un ruolo chiave uno dei punti fermi della squadra, se non in situazioni di carestia.
      E noi abbiamo addirittura tre terzini destri, anche se Kristensen non è in lista per l’EL.
      Sono scarsi, diciamo non proprio soddisfacenti? Sempre meglio che impiegare fuori ruolo Mancini.
      Con Karsdorp se non sbaglio abbiamo vinto la Conference, giocò tutto l’anno senza fermarsi mai e accendevamo ceri per la sua salute.
      Si va avanti con lui e in estate vediamo se riusciamo finalmente a trovare uno meglio di lui.
      Perché sembra incredibile ma dal 2018 non ce la facciamo a prenderne uno.

    • De Rossi si sta giocando la chance di rimanere sulla nostra panchina col coraggio che ha sempre avuto e con la forza delle sue idee. Chi pensa che cerchi di rimanere in sella adottando scelte paracule per me non ha capito nulla.

    • Spero che questa sera la partita duri solo 90′ per andare all’ottavi, tocca risparmiare energie sempre per la prossima partita
      Dopo mi gusteria leggere altri che saliranno sul carro di DDR eh eh

    • De Rossi, da vero giocatore di calcio, ha capito subito che il buco in difesa si chiamava Rui Patricio! Anche un dilettante da parrocchia (come me) sa che l’area piccola e’ del portiere.
      Abbiamo preso una valanga di goal di testa sul secondo palo perche’ questo signore portoghese come il mitico Mou e Pinto…. non ha mai fatto una uscita alta sui cross .
      Le squadre avversarie lo sapevano bene e glieli facevano tutti a 1 metro dalla porta

  2. Mi faccio due risate se la Roma segna per prima e si mette a 5 dietro, neanche il pullman, l’autoarticolato davanti a Svilar.
    Ieri qualcuno lamentava i pochi commenti alla conferenza di ddr,
    beh sì sì vincerà questa Roma vincerà lo posso dire allo stadio🤣🤣🤣🤣

  3. Io penso che per prima cosa stasera ci deve essere un arbitraggio giusto.
    Altrimenti la vedo dura, eh sì, questi stanno avvelenati per tutte le batoste che gli abbiamo rifilato, se poi ci si mette pure l’arbitro sarà molto dura passare il turno.
    Se ci fosse stata ancora la regola del gol in trasferta sarei stato più tranquillo

    • Se ci fosse stata ancora la regola del gol in trasferta l’anno scorso in finale non ci saremmo andati…

      La vita da, la vita prende……

    • Una squadra di lupi guidata da un lupo non fa vittimismo, se la gioca in campo.
      Chi indossa la maglia giallorossa o diventa un lupo o non ne è degno.

  4. L’unico che stasera a mio parere rischia di non essere all’altezza della situazione è Karsdorp, insieme a tutti i suoi possibili sostituti.
    Il resto del gruppo più o meno possiede individualmente attributi sufficienti; tutti poi sono avvantaggiati dalla più razionale disposizione in campo che caratterizza questo primo periodo di De Rossi.
    Un altro elemento vantaggioso per noi a mio parere è l’abolizione della regola del gol in trasferta che vale doppio; questo libera la testa ai giocatori, che non si metteranno a fare calcoli, cosa che di solito alla testa del giocatore fa piuttosto male, mandandola in confusione.
    Stasera bisogna puntare a vincere e basta, e sempre Forza Roma.

    • La cosa divertente è che la decisione di cambiare la regola del goal in trasferta è nata dopo Roma Barcellona 3 – 0

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome