DE ROSSI: “Roma sottotono, quando non c’è Paredes si sente. Se pensiamo alla stanchezza faremo fatica. Sanches? E’ stato sfortunato, ma è un giocatore importantissimo”

108
1558

AS ROMA NEWS – Mister Daniele De Rossi si presenta davanti ai microfoni dei giornalisti per parlare di Napoli-Roma, gara valida per la 34esima giornata di campionato.

Di seguito tutte le dichiarazioni dell’allenatore giallorosso rilasciate alla stampa nel prepartita e poi al termine del match:

DANIELE DE ROSSI A SKY SPORT

Partita di sofferenza, ma avete tenuto.
“Sì, abbiamo pareggiato e non lo buttiamo. Non è ciò che volevamo. Loro sono forti, li becchiamo in un momento complicato. Devi essere più pulito nel possesso, quando la palla l’hanno loro ci sta che siano pericolosi. Abbiamo perso un po’ troppi palloni e hanno tirato tanto. Dobbiamo far meglio, giovedì giochiamo contro un’altra grande squadra”.

Stanchezza fisica?
“Non lo so, questa è una rosa costruita con non troppi palleggiatori a centrocampo. Quando non c’è Paredes si sente, ma dobbiamo fare meglio perché non ci può essere sempre. Abbiamo fatto tante partite e ne mancano tante ancora. Se pensiamo alla stanchezza faremo fatica da qui alla fine”.

Ndicka?
“Al di là dell’assist, ha marcato Osimhen tutta la partita. Ci servono tutti, sono contento per il gol di Tammy che torna dopo un periodo duro. Abbiamo recuperato due giocatori dopo un infortunio. Ci servono tutti, speriamo di recuperare anche Lukaku e Smalling per giovedì, abbiamo bisogno di tutti veramente”.

Recupereranno?
“Pensiamo che possano recuperare, poi faranno degli allenamenti più pesanti e valuteremo le loro condizioni per capire se i loro problemi siano alle spalle”.

Quanto conta avere giocatori di esperienza?
“Il pallone l’abbiamo tenuto alla pari del Napoli. Dobbiamo fare meglio con il pallone. Mancio ha fatto una gara in linea con gli altri, non è stata una grandissima partita per nessuno. Non era facile per un calciatore che gioca sempre anche stringendo i denti”.

Sanches?
“Ci dà una mano, ha qualità tecniche. Entrato bene in un momento difficile, sfortunato in occasione del rigore. Non ha mai giocato 90 minuti, ma è un calciatore importantissimo che si allena con intensità. Avremo bisogno anche di lui”.

DANIELE DE ROSSI A DAZN

Che sensazione lascia questa partita?
“Questo punto vale uno in classifica e non vale troppo dal punto di vista morale, perché non abbiamo fatto una prestazione convincente. Roma sottotono, ma con il Bologna non abbiamo fatto male, gli episodi ci hanno girato contro. Oggi abbiamo preso un punto in più però la prestazione ha convinto meno. Loro sono una squadra tanto forte. Dovevamo fare una prestazione super e non eravamo in grado di farlo contro una squadra così. Loro erano in un momento difficile e hanno tirato fuori l’orgoglio dei campioni. Sono difficili da affrontare”.

Questo è stato il miglior Napoli della stagione. Per la Roma si avvia un ciclo difficile. Come ti sono sembrati oggi Azmoun e Abraham?
“Gli episodi fanno la differenza, loro sono stati protagonisti di questi episodi. Ci hanno aiutato come hanno potuto. Si può sempre fare meglio, ma sono contento degli attaccanti che ho. Quando giochi contro squadre così forte, il mio primo pensiero è levargli la palla e il ritmo. Ogni volta che avevano palla, si percepiva potevano essere pericolosi. Non l’abbiamo tenuta bene, perché potevamo farci qualcosa di più e anche la prestazione degli attaccanti sarebbe potuta essere più positiva”.

Partita sofferta, però il pareggio arriva perché la squadra è sul pezzo:
“Stiamo facendo le cose per bene spesso, soprattutto dal punto di vista dei risultati. La marcia è abbastanza positiva, sono soddisfatto. Sono soddisfatto anche dall’atteggiamento. Ci sono squadre che quando giocano male, perdono sempre. Altre invece anche quando giocano male riescono a portare a casa almeno un pareggio. Abbiamo concesso poca profondità a un giocatore davvero bravo, è difficile contenerlo. Potevamo far meglio in alcune circostanze, però nel finale Mancini salva un gol. Anche nelle partite difficili, i giocatori provano a tirare fuori qualcosa da questa stagione. Abbiamo un altro trittico difficile, poi ci saranno le ultime due che speriamo saranno intervallate dalla finale. Sarà dura ma non dobbiamo dircelo sempre, dobbiamo trovare le forze per raggiungere la Champions”.

Come si batte il Bayer Leverkusen?
“Io ritenevo molto forte anche il Milan, avevo paura anche di Brighton e Feyenoord, sono squadre simili, tutte giocano a calcio. Preparare le partite contro squadre che vogliono giocare, è più difficile. Dovremo stare attenti in difesa e cercare di non fargli avere la palla. Hanno palleggiatori molto bravi, se gli levi la palla si innervosiscono. Dobbiamo fare entrambe le fasi in maniera perfetta. Non perdono mai, pareggiano nel finale, hanno qualcosa di speciale. Sono imbattuti ma non esistono squadre imbattibili”.

DANIELE DE ROSSI AI CANALI DEL CLUB

Il pareggio?
“Pareggio utile, ma non utilissimo. Un peccato perché siamo andati in vantaggio, anche se il campo dice che non meritavamo la vittoria. Quando arrivi a pochi minuti dalla fine in vantaggio, devi gestire meglio. Potevamo prendere più gol, ma in quelli presi siamo stati sfortunati. Abbiamo rimesso in piedi una gara persa, con grande orgoglio nell’ultimo assalto. Con il cuore che ha contraddistinto la squadra sempre, ma dobbiamo fare meglio”.

Cos’è mancato?
“Un po’ di lucidità nel girare il pallone, gli spazi c’erano e ci eravamo preparati, un po’ di brillantezza e la forza di battere una squadra così tanto forte. Verso la fine del campionato, subentra la stanchezza e giocando contro una squadra così forte è difficile”.

Lukaku e Smalling?
“Speriamo di ritrovarli, hanno situazioni non troppo diverse, vedremo. Speriamo di riaverli tutti, già da domani capiremo qualcosa in più”.

DANIELE DE ROSSI IN CONFERENZA STAMPA

Nelle ultime uscite è sembrata una Roma più conservativa e meno spumeggiante. È un’impressione?
“Nell’ultima partita abbiamo giocato 18 minuti e in quella col Bologna abbiamo tenuto palla più di loro, abbiamo tirato in porta più di loro e nella fase finale abbiamo giocato peggio di loro perché il Bologna gioca molto bene. Mi sembra che nelle partite precedenti, quelle col Milan, non siamo stati rinunciatari, anzi, a parte quando siamo rimasti in 10. Per me l’atteggiamento conservativo fa parte della squadra, il calcio è tante cose e la mia squadra deve essere tante cose. Se fossimo stati più conservativi forse oggi il Napoli avrebbe tirato meno in porta. Avremmo dovuto essere più attenti soprattutto a delle cose che avevamo analizzato, come la profondità di Osimhen. Ma non penso ci fosse grande differenza, soprattutto se provo a ricordare la mia seconda partita con la Salernitana, o il primo tempo di Verona o alcuni momenti di Roma-Inter abbiamo avuto momenti in cui abbiamo sofferto e difeso a denti stretti, come ogni squadra deve saper fare”.

Si inizia a vedere stanchezza, non so se mentale o fisica. Ti preoccupa?
“A fine campionato sono tutti quanti un po’ stanchi, è difficile vedere squadre brillantissime. Oggi non ho visto la partita col Bologna perché eravamo negli spogliatoi. Ci sono momenti in cui la squadra sembra meno brillante della fase centrale del campionato, ci può stare e ci può stare che a volte non te ne accorgi perché affronti squadre nettamente inferiori. Ad esempio contro l’Udinese prima della sospensione stavamo andando in crescendo. Poi quando giochi contro squadre tanto forti come il Napoli ci sta che ti facciano sembrare ancora più stanco di quello che in realtà sei. È una serie di concause che portano a fare una partita meno brillante, a subire un po’ troppo. Però per me abbiamo giocato contro una squadra tanto forte, che ha avuto una fase di smarrimento nella fase centrale del campionato ma oggi ha preparato questa partita come fanno le grandi squadre quando vengono contestate o vanno in difficoltà. Stare a 9 punti dal Napoli significa aver fatto una rincorsa importante, perché quando sono arrivato penso fossimo dietro. Questo va valutato sul medio-lungo termine. Arrivare davanti ad una squadra, che può essere inferiore solo all’Inter, è sintomo che abbiamo fatto qualcosa di importante. E per fare qualcosa di importante con questa continuità ci sta che ogni tanto ti manchi il fiato, l’importanza delle prossime partite ci darà grande energia, ne sono sicuro”.

Quanto può essere importante questo gol per Abraham?
“È importantissimo. Per un attaccante è importante fare gol sempre, figuriamoci dopo un infortunio. Lo voleva, lo ha sfiorato con il Milan in casa. Si danna l’anima quando non riesce in qualcosa. Credo che possa aiutarlo e possa aiutarci perché è un giocatore che recuperiamo dal punto di vista dell’entusiasmo perché questi gol ti sbloccano. Ed è bello anche che il nostro pareggio sia arrivato da una spizzata di Ndicka per il gol di Abraham. In questo periodo per motivi diverse e durata diversa sono stati un po’ in sofferenza. È un giocatore importante, come lo sono tanti altri, ma averli tutti e in condizione ci aiuterà a fare le prossime partite, che sono abbastanza toste: Leverkusen, Juventus, Leverkusen e Atalanta, e speriamo dopo una finale”.

Un periodo importate, quanto conta la stanchezza?
“Un po’ di tempo fa ho fatto una battuta: penso che parlare troppo di stanchezza ti stanchi e non ti aiuti a sentirti più in condizione. Non è la maniera giusta per preparare tutte queste partite. Stiamo lavorando con intensità, stiamo centellinando anche i giorni di riposo perché a volte un giorno di riposo è meglio di un giorno di allenamento con la squadra stanca di testa. Capiremo cosa fare in questa settimana. La stanchezza c’è, anche il Leverkusen sarà un po’ stanco visto che gioca da 12 mesi vincendo praticamente quasi tutte le partite. Ci sta arrivare un po’ stanco e a volte sembri più stanco perché l’avversario è bravo. Dopo il 3-1 il Bologna è stato molto bravo a farci sembrare stanchi perché allungava gli spazi e la gestione della palla era pulita, quindi arrivavamo sempre in ritardo. Oggi abbiamo incontrato una squadra fortissima. Abbiamo studiato nei vari step della sua stagione che aveva momenti in cui non giocava bene ma ha delle qualità e un’eredità importantissima, ha vinto il campionato pochi mesi fa. Oggi erano molto motivati e avevano preparato la partita con 4-5 giorni di ritiro, queste cose aiutano a sembrare meno stanchi oltre alle loro qualità. Penso che saremo belli pimpanti giovedì sera”.

Questa squadra ha la qualità negli uomini per cercare di puntare alla qualificazione in Champions e alla finale di Europa League o ad un certo punto bisogna fare una scelta?
“Io non faccio scelte. Penso che abbiamo dei giocatori importanti e una rosa importante. E lo dico sempre ai miei giocatori che penso siano una squadra forte e dico anche che spesso giocheremo contro squadre meno forti di noi. Oggi gli ho detto la verità: questi sono forti come voi e nel recente passato hanno dimostrato di essere anche più forti. Questa domanda magari la rifacciamo tra un mesetto e mezzo, perché sicuramente ricostruiremo la squadra anche per non dover mollare nulla, che comunque non stiamo facendo. Siamo lì, ad oggi ci sono 5 posti per andare in Champions e noi siamo quinti, l’Atalanta è sotto di due punti. Ci proveremo fino alla fine, abbiamo delle partite difficili ma giochi contro le stesse squadre. Troveremo le forze per finire il campionato nella maniera migliore e sono sicuro che questa squadra sia di livello, non penso sia la squadra più forte di tutti perché a volte ci sono squadre che ti ricordano quanta qualità c’è in questo campionato. Ripeto: con questi giocatori qui abbiamo recuperato al Napoli da -2 punti a +9. Quindi è giusto fare i complimenti al Napoli per oggi perché meritava qualcosa in più, è giusto ricordare quanto sono forti, quanto erano belli l’anno scorso e quanto lo sono stati oggi, ma io non posso parlare di rosa, di ricostruzione e di prendere giocatori più forti perché se mi hanno rinnovato il contratto e mi fanno complimenti in ogni partita lo devo a questi giocatori nello spogliatoio. Se alla prima partita brutta venissi a lamentarmi della rosa, ci rimarrebbero male e sarebbe giusto. E penso che ogni tanto posso deluderli con qualche scelta, qualcuno vorrebbe più spazio e ogni tanto sbaglio qualche formazione o qualcosa. Ma umanamente non credo di averli mai delusi e loro non mi hanno mai deluso. La partita si può giocare meno bene, dipende sempre da me, da quello che faccio e da come li alleno. Ma alla fine all’87’ vai a recuperare una partita col Napoli in uno stadio difficile contro una squadra forte, al 95′ il nostro portiere para e Mancini si butta di testa per salvare una sconfitta. È una squadra che ha grandissimi valori e io non posso deluderli dal punto di vista umano, dal punto di vista professionale faccio il massimo per essere alla loro altezza. Poi quando si ricostruisce ogni allenatore costruisce la sua squadra a sua immagine e somiglianza. Non dico che sceglierò gli stessi giocatori che ha scelto Mourinho, Di Francesco o Fonseca, ognuno ha le sue richieste e i suoi gusti. Sicuramente cambieremo qualcosa quando andremo a ricostruire la squadra, ma adesso è presto. Devo tanto a questi ragazzi e non ultimo il rinnovo di contratto che mi hanno regalato loro”.

 

DANIELE DE ROSSI NEL PREPARTITA

Che atteggiamento serve?
“Non c’è un atteggiamento per l’inizio e per la fine, serve un atteggiamento da grande squadra. Affrontiamo una squadra offesa, avranno l’orgoglio da far vedere al suo tifo”.

Ndicka?
“La condizione è ok, non abbiamo paura. Ci ha fatto spaventare, ma è un giocatore a tutti gli effetti e siamo contenti di ritrovarlo”.

Kristensen e Azmoun?
“Kristensen ha sempre fatto la sua parte, in più Celik è squalificato in Europa. Karsdorp potrebbe giocare giovedì e abbiamo preferito lasciarlo a casa. Sardar è bravo a fare gioco, è un trequartista con il numero 9, Tammy ci dà più spinta e più fisicità. Non cambia, però, il nostro modo di interpretare la gara”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteSVLAR: “Mi ispiro ad Alisson. Le parate fatte? Penso più ai due gol subiti. Brava la squadra a fare due reti”
Articolo successivoRoma, punto e basta

108 Commenti

  1. Daije Daniele portace a casa ‘sti tre punti pe la Champions! DAJE ROMA DAJEEEEEE 💪💪💪💛❤️💛❤️💛❤️

    • Di Lorenzo, Lobotka, Osimhen – ASRoma = 2-2…portiamo a Roma anche solo uno di questi tre..Noi non abbiamo fatto la partita che mi aspettavo mentre loro si, credevo saremmo arrivati scarichi e che le nostre assenze avrebbero pesato di più, aver rimontato lo svantaggio mi restituisce l’ASRoma che somiglia al mio allenatore, fiducia! Bravi!
      Impressionato da Spina, bene Cristante come sempre, gli altri così-così. Ndika in campo a sbeffeggiare chi lo voleva fuori almeno un mese e chi su queste pagine, al mio commento che quest’ipotesi era un’idiozia, aveva populisticamente ribattuto l’ovvio ” importante è che stia bene…bla..bla…beee…, vero Parsifal?Niente di personale eh, ce l’ho con chi ripete a pappagallo quello che ascolta su radio e tv, senza farsi un’opinione propria, non ti arrabbiare…dai, impara ad usare la tua capoccia…oppure hai già fatto la quarta dose..?
      Forza Roma, sempre!

  2. per favore karddopp giovedì no !!!!!
    non è capace a fare un cross , è solo. capace di passare indietro il pallone e di fare qualche sproposito in gara .
    tutti ma non lui
    FORZA ROMA!!

    • purtroppo è l unico disponibile a destra…altrimenti giochi con spina a dx ed Angelino a sx

    • sinceramente meglio Kristansen di oggi che Kasdrop e Celik.
      Se non abbiamo perso lo dobbiamo anche a lui che fa un ottimo intervento su Kravaskelia.

    • e allora giochi con Bove a destra e Spina a sinistra .. e sono certo che sarebbe meglio che giocare con Karsforp ..

    • Ma di un Tammy ritornato al Gol non diciamo nulla… E se fossero lui e Lukaku le carti vincenti, ci avete pensato? Oppure sapete solo piangere come tante comari

  3. Purtroppo mi sono reso conto solo adesso che i punti di vantaggio sono due e, data per scontata adesso la vittoria dell’Atalanta contro la Fiorentina nel recupero durante il ritiro precampionato, a noi tocca vincere sia contro la Juve che lo scontro diretto coi bergamaschi per essere sicuri della qualificazione, tranne imprevedibili scivoloni di questi ultimi.
    Mission quasi impossible.

    • Con il Napoli ci davano per spacciati, adesso per te siamo addirittura in fase di sepoltura Un pò d’ottimismo no eh? Senza offesa ma du scongiuri son obbligatori, non si sa mai🤘🤘🤘

    • Ho detto io che eravamo spacciati contro il Napoli? Quando mai?
      Ho anche letto bene la partita in cronaca (perdona l’autocitazione), sapevo che loro una cappellata l’avrebbero fatta.
      Purtroppo non siamo riusciti a tenere per il tempo sufficiente a innervosire loro e il pubblico.
      Vincere contro Juve e Atalanta, con in mezzo le partite col Leverkusen, mi sembra francamente un’impresa non alla portata.
      Ovvio che nel calcio può succedere di tutto, anche che l’Atalanta perda punti dove meno te lo aspetti, ma stasera una previsione realistica dice che le nostre possibilità di andare in Champions col campionato sono tra 20 e 25%.

    • Entrare in champion dal campionato è proibitivo. Pensare di vincere con la Juve e a Bergamo con a cavallo le due semifinali mi pare fantascienza.
      Le seconde linee, come oggi abbiamo visto a tratti, non danno affidabilità, per avere efficacia servono i titolari, che è impensabile schierare in tutte le partite senza che ne risentano.
      Bisognerebbe mettere tutte le forze sulla coppa per entrarci dalla porta principale.
      Oggi andavano messe in campo le riserve per arrivare alla partita di giovedi con i titolari freschi.

    • Rod ti stai già prepararando per il funerale. Non so che partita tu abbia visto ma a tratti ho notato una squadra che (nonostante stanchezza e assense importanti) è riuscita ad ottenere un pareggio importantissimo su di un campo al quanto ostico Poi se volete continuare a stracciarvi i vestiti, a piangere e lamentarvi prima del tempo il problema è tutto vostro

  4. La partita contro il Bologna costerà cara anche se il Bologna merita la posizione in cui si trova, avendo dominato la Roma in entrambe le partite.
    Con l’Atalanta sarà difficile.
    Forza Roma

    • La Juve ha Roma, Bologna e Atalanta da giocare. Se riuscissimo a vincere contro la Juve ed a strappare un pareggio a Bergamo (senza sbagliare le altre partite), una delle altre 3 dovrebbe rimanere fuori dai 5 posti. Non è una matematica esatta, però ci sarebbero buone probabilità.

  5. Mi spiace Mister ma devi curarti la fenomenite.
    Il Sanchez di oggi mai può prendere il posto di Bove.
    Ed infatti ci stava facendo perdere..
    Azmoun e Sanchez non vanno riscattati questo dice il campo.
    Mi spiace molto che non vedi Bove.. perché è l’unico panchinaro decente che abbiamo.
    Altro che farneticare di attaccanti.. 2 esterni ed 1 centrocampista

    • Ho capito ma non si possono far giocare sempre gli stessi ogni tre giorni. Lo volete capire o no?

    • Nessuna accusa DDR lavora con il materiale messo a disposizione dalla società.
      Solo che invece di fare il Difra della situazione (sempre zitto) dovrebbe capire che lui ha meno panchina di alti davanti e dietro e che certi giocatori sono scarsi.
      A volte ci prende come Svilar e Kristansen (oggi) a volte sbaglia pure lui come Celik in coppa, Azmoun e Sanchez oggi.
      Non tutti si possono recuperare altri non vanno riscattati. Le occasioni vanno date a chi abbiamo comprato (vedi Abraham) altrimenti qualche genio li riscatta e tu ti ritrovi la prossima stagione con i soliti scarsi e neanche puoi dire niente alla società perché tu li hai fatto giocare..

  6. Ah Daniè, a sto giro con Kravitz denoartri ce l’hai impiccata te, lo sai si?
    essì bono su.
    e prego che giovedì non mi metti Karsdorp come hanno preannunciato nel pre match dicendo che l’hai salvaguardato per i crucchi.
    Karsdorp deve sta in tribuna. o magari in campo ma con la maglia loro.

    • gli ho consigliato di mettere te.. tutti i prof da tastiera ..a Roma abbiamo uno squadrone a casa e tanti allenatori da champions

  7. Mister, ma come si fa a convocare Renato Sanchez ? Comprendo la necessità di rotazione per la stanchezza, che si è vista palesemente, ma certi giocatori sono ….non giocatori. Scusa, eh!!!!

    • preferivi un altro allenatore che parlava di bambini, giocatori non voluti, altri che non vedeva e, nel complesso, dire che eravamo inferiori a metà campionato?
      È ovvio che la sua linea comunicativa sia quella di difendere la.squadra, soprattutto quando i singoli sbagliano.
      si vince insieme, si perde allo stesso modo e pure si pareggia.
      A differenza di chi lo srotolava a terra quando vincevamo e poi tirava i sassi ai giocatori quando le cose andavano male.
      p.s. abbiamo pareggiato contro la seconda squadra, dopo l’Inter, per tiri in porta e col giocatore che fa più dribbling e tiri in area, alias un certo esterno sinistro del Napoli.
      La loro classifica è frutto del presidente che hanno, la qualità in attacco gli è rimasta e si è visto da quante volte hanno tirato contro Svilar.
      Non è una tragedia, ma un punto portato a casa.
      Ora testa a giovedì e poi di nuovo a lottare in campionato.

    • il rigore per me è ridicolo e l’ho già scritto, ma un giocatore che si allena con intensità non si presenta in campo in quelle condizioni, ha sbagliato praticamente tutto. E siamo in una situazione in cui il minimo errore si paga carissimo

  8. La Roma chiuderà settima (ora è virtualmente sesta, visto che l’Atalanta deve recuperare con la Viola) ed uscirà con il Leverkusen.
    De Rossi non è ancora pronto a gestire tutto questo.
    Spiace dirlo.

    • per adesso è solo una gufata la tua….poi vediamo, sta squadra ha giocato 227 partite i mezza giornata…e a DDR je tocca usa pure le pippe al sugo…..nn è pronto ma se la media punti del campionato era la sua…stavamo gi al mare….. Mourinho gli ha lasciato mezzo punto e un preliminare di coppa

    • adesso che hai detto la tua, torna a tifare il tuo vate che allena…il telegraph. Un consiglio, cambia Nick: Mourinho & basta è più veritiero.
      Roba da matti: criticare un allenatore che ha recuperato una situazione disastrosa arrivando anche in semifinale europea. Se avesse avuto la Roma ad agosto, stavamo in Champions in pantofole

    • Non sono d’accordo, l’Atalanta ha le stesse partite che abbiamo noi ancora da giocare e vincere. L’inica differenzs la fa il recupero che noi abbiamo dovuto giocare 2 giorni fa e loro giocheranno con comodo a campinato finito. Qusta è la vera anomalia o grave irregolarità che ha generato la lega ! Comunque nello sport bisogna crederci sempre finché è possibile.E non è detto che l’Atalanta non incappi in qualche pareggio. FRS !

    • @chico, vedo che mi segui, che piacere.
      Un motivo in più per scrivere.
      Comuqne, non critico De Rossi in assoluto e io non tifo ne De Rossi ne Mou.
      Tifo Roma.
      Ma preferire Sanchez ad Aouar al 70° è un suicidio annunciato.
      Avrò il diritto di dirlo?

    • Non è che De Rossi non è pronto, è che lui è furbo, conosce Roma, e sa che la piazza, come possiamo anche vedere su questo forum, vuole la botte piena e la moglie imbriaca. Non si deve cedere su nessuno dei due fronti, e lui fa esattamente questo per tenersi la piazza buona. E ovviamente anche la società.
      Detto questo lui invece si vede subito che è un signor allenatore. Ma, come anche chi lo ha preceduto, gli va data la panchina adeguata per lottare su più fronti.
      E’ chiaro che a queste condizioni il rischio di restare con un pugno di mosche in mano è, diciamo, l’80% ?

    • certo, Aouar e Sanches, caratteristiche da centrocampista diametralmente opposte… il primo è un palleggiatore monoposto, che può solo dare il cambio a Pellegrini quando sei in vantaggio largo, perchè fa una fase di non possesso inesistente. l’altro magari è un ex, ma è una mezzala di passo, che può dare una mano quando c’è da stringere i denti.
      ma d’altronde possono parlare tutti di calcio, pure chi nce capisce ncatso…

    • E te che caxxo ne sai?! Aritorna sulla bandiera sventolata da Mancini…
      C’È SOLO L’ ASROMA 💛❤️!!!!

    • Roma&Basta… A quanto pare non sei consapevole del fatto che De Rossi c’entra meno di zero?

      Se lui ti porta 30 punti in 14 partite ha già una media da Champions.. Nonostante con lui ti sei trovato a fare partite da dentro o fuori.. (Feyenord – Brighton – Milan)..

      Il problema qui non è De Rossi.. Ma nasce nel girone d’andata.. Se fai 29 punti in 20 partite non puoi lottare per la Champions..

      E non lo dico io.. Sono statistiche.. Mai nessuna squadra che ha fatto 29 punti in 20 partite e finita in Champions.. Mai..

      E tu sei qui a parlare di De Rossi.. Ma davvero dici?

      Non ti rendi conto che bastava fare 6/7 punti in più in quelle 20 partite ed oggi non avresti avuto problemi?

      Il problema non nasce oggi.. Oggi semmai c’è una squadra che sta andando al doppio che ha recuperato punti e posizioni, che è andata avanti in Europa.. E si ritrova a giocare continuamente con i giocatori contati.. E nonostante tutto sta facendo meglio di prima..

      Non riconoscere questo significa andare contro dati oggettivi, contro i numeri, contro la realtà..

      Forza Roma

    • @marco hai ragione.
      Il mio era uno sfogo a caldo (troppo a caldo) in una chat di persone che condividono una passione.
      Purtroppo somatizzo male i fine campionato della Roma e parte lo sconforto/pessimismo.
      Mi sa che è meglio per me disdire DAZN e abbonarmi a Netflix.

  9. Roma molto stanca. Reparti slegati, giocatori imprecisi.

    kristensen sarà pure una sega, ma è uno che ci prova, a buttarsi avanti. regolarmente ignorato.

    sarà molto, molto dura arrivare entro il quinto posto

  10. Io dopo la vittoria di Udine ed il pareggio del Bologna, speravo in una squadra carica a prescindere dagli impegni ravvicinati ed invece…spenti e molli. Tra l’altro grazie a Svilar e la fortuna ci siamo trovati in vantaggio, ma abbiamo vanificato tutto. Ok puntare alla coppa ma la vittoria lì non è scontata, mentre in campionato ancora puoi andare in champions, ma se giocano con questa “garra” stiamo freschi.

    • Concordo.
      L’impegno in campionato deve avere la priorità: per un semplice calcolo probabilistico.
      Purtroppo, questo doppio fronte non ci voleva. Per lo meno, non con questo organico (problema annoso). Va bene onorare la stagione, arrivati in semifinale (che è già un risultato prestigioso in sé, tutto considerato REALISTICAMENTE); ma centrare l’obiettivo della Champions nell’anno che si hanno 5 posti a disposizione è ovviamente un’occasione che semplicemente non ci possiamo permettere di sprecare. E si tratta di un obiettivo finanziariamente vitale (che contabilmente valga per quest’anno o per il prossimo, conta poco, nell’ingegneria finanziaria calcistica).

  11. Oggi mi hanno impressionato solo Svilar, Spinazzola e N’dika nel primo tempo. Spero che il resto della squadra avesse la testa a giovedì perché il Napoli ha corso di più e meglio. Su DDR posso dire solo cose buone ma il numero di partite che non sono finite male per un soffio comincia a diventare significativo.

  12. La Roma purtroppo arriverà settima e difficilmente vincerà l’ Europa League quindi ennesimo anno fuori dalla Champions De Rossi e squadra stanno facendo di nuovo lo stesso errore e cioè puntare tutti sulla coppa

  13. E che doveva dire? mannaggia a Renato e a chi ce l ha portato? Sicuramente a freddo due parole gliele dirà. Poi non capisco tutto questo disfattismo, ma avete presente il Napoli? Osimhen er georgiano anguissa lobotka
    .tutta gente che fino a sei mesi fa ci saremmo venduti la casa per averli
    Più la panchina , raspadori ngonge Simeone e da due mesi c hanno na partita a settimana. Rega’ la Roma c ha 14/15 giocatori che giocano sempre.E stasera mancavano Paredes e Lukaku. Ragioniamo partita per partita e alla fine facciamo i conti.Forza Roma.

  14. Oggi mi è parso che un po’ tutta la squadra girasse male ed anche Daniele non esente da critiche. Sanches in campo è qualcosa di poco comprensibile e reputo il suo ingresso un errore di DDR: stiamo parlando quasi di un ex-giocatore. Anche il mancato utilizzo di Celik, che non giocherà in coppa, non lo comprendo.

    • Il mancato impiego di Celik ha stupito pure me, però alla fine non si tratta purtroppo di un fuori Panucci e dentro Piris, mediamente siamo lì.
      L’ingresso di Sanches è dettato dalla disperazione di avere una carta da giocare in queste ultime partite a centrocampo: Aouar è stato bocciato, Bove non sembra incidere troppo nel bene e nel male, tolti i titolari non resta quasi niente.

  15. E’ venuto il pareggio e fuori casa a Napoli non sarebbe un risultato da buttare ma in questa fase per il discorso champions è un brutto risultato , la prossima l’atalanta gioca con la Salerintana e noi con la Juve , entrambe abbiamo il turno di coppa , ma l’Atalanta con la Salernitana ha già i tre punti in tasca, invece noi contro la Juve ,che tra l’altro riposa tutta la settimana, no. Difficile molto difficile. Purtroppo abbiamo dodici /tredici giocatori forti, ma in questo momento ce ne servivano 16/17 e non li abbiamo.
    Tolto El Shaarawy ci serviva un Zalewski che non esiste più , tolto Bove entra Sanches e fa rigore, tolto Kristensen non hai nessuno che possa migliorarti il gioco sulla fascia e difatti metti Baldanzi, tolto Azmoun entra Abraham e alleluia segna , ma per me è un miracolo più che una prodezza, altri non ne avevi e se ti giochi tutto in un mese incontrando 6 squadre del tuo livello o più forti tutte in sequenza , o hai 16/17 giocatori forti da far ruotare o De Rossi può fare solo un miracolo.
    Calciatore

    • Hai perfettamente ragione. È per questo che l’Atalanta vince quasi sempre ruotando i giocatori, la Fiorentina addirittura 7 a Salerno ed ha vinto. Se lo fa la Roma rischia figuraccia contro qualsiasi squadra. Il problema è stato far fare il mercato a gente che non se ne intende e qui c’entra la proprietà. Speriamo scelgano un DS in gamba. Se sbagliano anche stavolta ciaone. SFR.

  16. non abbiamo due squadre per affrontare due competizioni l’ atalanta è virtualmente avanti la Lazio a soli quattro punti non sarebbe stato meglio puntare tutto sul campionato piuttosto che su una coppa che non hai la certezza di vincere e a maggior ragione che affrontiamo una squadra imbattuta? boh

  17. Sanchez purtroppo non è sfortunato… è una pippa infinita.Al di là di questo , sto pareggio per come è stata la partita sa quasi di vittoria. Credo proprio che ci giocheremo la CL nello scontro diretto con l’Atalanta. A meno di passi falsi che mi auguro del Bologna e dell’Atalanta stessa. Daje Roma Daje💛❤️💛❤️

    • Concordo, mi auguro solo che DE Rossi voglia solo diplomaticamente incoraggiare Sanches che oggi ci stava massacrando la partita; Speriamo solo che lo lasci in panchina e basta, ormai un ex giocatore, inutile e soprattutto dannoso non più in grado nè di correre nè di contrastare.

  18. non ho capito perchè non è stata riproposta quella eccellente intuizione del faraone a destra nei 4 di centrocampo per tenere “buono” kvara, come era stato fatto contro il milan per rafaleao.

  19. ma che stai a di Daniele..Sanches importantissimo?
    un giocatore che è fuori da un anno e non ha un contratto con la Roma (quindi è fuori dal progetto) non ha né la condizione fisica né psicologica per giocare partite importanti.
    per il resto squadra stanca, mancini l’ho visto proprio in difficoltà fisica.
    contro il Bayer vi vorrà un miracolo per passare

  20. Su Sanchez voglio dire una cosa.Se andiamo in finale abbiamo 7 partite da giocare e fra diffidati e possibili infortuni una rosa talmente corta da non avere giocatori di ruolo da schierare.Mettere minuti nelle gambe di Sanchez può essere risolutivo anche in un tempo supplementare o in una singola partita, non credo sia peggio del Wjnaldum di Budapest

    • Certo che lo puoi dire ci mancherebbe , è UN DATO DI FATTO non certo un opinione e anche Angelino e lo scomparso Zalewski a sinistra non è che siano proprio dei fenomeni ma seghe magari senza sugo penso proprio di si.

  21. ma tutti sti gufi che sono risbucati dove stavano quando la Roma pareggiava col servette o pigliava quattro fischi dal genoa? chiedo per un amico

    • Sei sicuro che è il portoghese o sono i giocatori che boicottavano lui e la maglia e perculavano i tifosi te compreso sempre se non sei di un altra squadra con colori sbiaditi?

  22. Sarà come dite voi, ma io non vedo un problema di stanchezza. Semplicemente c’è una partita giovedì che assorbe inevitabilmente i pensieri ed i muscoli: nessuno ha voluto rischiare di infortunarsi e di non esserci. Tutti noi abbiamo trattenuto il fiato quando Dybala è stato sgambettato oggi. Giocarsi (il posto per) una finale, contro i campioni di Germania, imbattuti da un anno da ai calciatori stimoli impensabili e x forza di cose distoglie le forze da altro. Per quanto visto in campo, oggi avremmo potuto perdere tranquillamente (ancora ripenso alla patata su Osimhen da solo), senza fortuna oggi non saremmo mai usciti con i punti. Domenica c’è la Juve: azzardo un pronostico…se giovedì sera saremo ancora vivi dopo la partita, sarà un’altra domenica di passione. Se dovesse andare male contro il Bayern, vedremo invece una grande Roma contro la Juve

  23. Sanches è un giocatore importantissimo per il PSG. Nel senso che è importantissimo che qualcun altro gli paghi l’ingaggio. Peccato, me lo ricordo come giocatore rivelazione col Portogallo anni fa, ma ha quasi completamente perso forza e corsa. Avevo anche proposto un utilizzo dal primo minuto oggi, ma per fortuna non faccio l’allenatore della Roma.

  24. Caro Daniele il forte rimpianto sta nel fatto che tu non sia arrivato prima ; il portoghese ci ha fatto perdere in quantità di punti industriale. Con te al timone a tempo debito la Roma avrebbe potuto aspirare al secondo posto altro che quinto se sarà con fatica.

    • Sei sicuro che è il portoghese o sono i giocatori che boicottavano lui e la maglia e perculavano i tifosi te compreso sempre se non sei di un altra squadra con colori sbiaditi?

  25. Calendario proibitivo e questa squadra sta facendo il massimo, considerando che in panca non hai nessuno all’altezza.

  26. Stavano tutti co la capoccia ar Leverkusen. Hanno giocato tutti ar risparmio. Nessuno che affonnava , nessuno che faceva quaa corsa in più pe er compagno. Erano scarichi mentalmente e distratti. È stato un miracolo porta a casa un punto

  27. Di positivo c’è solo il fatto che non abbiamo perso eliminando definitivamente il Napoli da ambizioni champions. Ora dobbiamo pensare a vincere le prossime 2 in casa con Bayer e Juve con qualsiasi risultato per giocarci la finale a Leverkusen e contemporaneamente rintuzzare l’estremo tentativo della Lazio. Con il 6′ posto è un’eventuale finale EL tra noi e Atalanta saremmo in champions. Vorrei credere al 5′ posto ma dopo la prestazione di oggi non tira aria di vittoria a Bergamo…

    • Il sesto posto se perdi la finale con l’Atalanta non libera un altro posto in Champions

    • Non è difficile ma sembra ostico per tanti.
      In Champions vanno le prime 5 classificate.
      Una sesta è possibile solo in caso vinca l’EL e non si piazzi tra le prime cinque.
      Quindi se perdiamo la finale e arriviamo sesti vai in EL sempre.

  28. Caro DDR,
    Sanches è importantissimo per gli avversari, purtroppo. Entra in campo lui e il Milan accorcia subito le distanze proprio su un cross nella zona di centro-destra di sua competenza. L’hai fatto rientrare oggi, e il Napoli, grazie alla sua ingenuità, si procura immediatamente un rigore evitabilissimo.
    Quando è troppo, è troppo…

  29. Con de Rossi non si arretra un millimetro io so solo che queste due partite in casa devono trovare noi come 12 uomo bisogna mettergli paura . Servono tutti perché giochiamo contro un sistema che non ci vuole in Champions e anche oggi si è visto sul primo goal nostro il secondo il contatto c è ma si è buttato platealmente facendo il morto .Cmq si è capito che il prossimo anno serve un grande DS .

  30. Invece io dico OGGI, che elimineremo il Leverkusen, a Bergamo mischieremo le carte e cmq non perderemo, ed in finale fottiamo sorprendendo l’Atalanta che con noi se la crede calla…
    Sarò ottimista?
    Si, lo sono, sono ROMANISTA!!!
    Andiamo Roma mia bbbella.
    FORZA ROMA

  31. Leggo i voti sui vari siti e giornali. Non capisco come mai non vedano la partita. SVILAR 10, KRISTENSEN 6.5, MANCINI 3, N’DICKA 7, SPINAZZOLA, 6.5, BOVE 6, CRISTANTE 6, PELLEGRINI 4, DYBALA 6.5, AZMOUN 6.5, EL SHAARAWY 4, ABRAHAM 6.5, BALDANZI 6, ANGELIN̈O 2, SANCHES 0.

  32. Ma tutto sto disfattismo e pessimismo. Io parlerei a fine stagione perché lo scorso hanno quando tutti ci davano per spacciati hanno dovuto chiamare un killer per farci perdere la finale quest’anno dopo che è stato esonerato mourinho tutti a piangere perché eravamo spacciati ma siamo in semifinale di Europa e siamo 5 contro squadre che giocano ogni 15 giorni squadre dopate e lega calcio quindi direi tutti uniti e poi si critica ma adesso forza Roma. Comunque Gasperini è odioso e soprattutto presuntuoso spero che rimanga con il cerino in mano la sua sportività è falsa lo odio

  33. Nel frattempo il fenomenale Brighton del fenomenale De Zerbi è 12esimo e oggi ha preso tre fischi anche contro il Bournemouth. Ha segnato persino Kluivert.

  34. Concludo sfatando un mito: oggi la Roma non era stanca. Anzi. Ho visto momemti di dominio assoluto, forza e corsa. Tattica e volontà. Poi Mancini si fa sfilare l’ennesimo pallone e subiamo gol. Entra Renato Zero e crea rigore. Svilar para tutto il possibile. La Roma se avesse mantenuto la testa dei primi 30-35 minuti a questo Napoli gliene facevamo 4. Questa volontà di testa si è ripresa come al solito negli ultimi 10 minuti della partita per sperare di pareggiare, comunque giocando abbastanza bene per chi si salva. Quindi per me non è stanchezza che possono avere Dybala o Pellegrini che comunque si vede hanno meno spunti, ma se mi fai un gioco quasi perfetto per abbondanti minuti di partita, vuol dire che non sei stanco. IL PROBLEMA È SUGLI ERRORI INDIVIDUALI E DI TESTA/VOLONTÀ/TATTICA.

  35. De Rossi e’ fortissimo. Se vogliono una squadra compeitiva sia in coppa Uefa e campionato devono comprare almeno tre centrocampisti buoni che sostituiscano Paredes Cristante e Pellegrini e due terzini come si deve; confermare Lukaku e la difesa. I vari Sanches, Aouar, Karsdorp e compagnia bella non sono utili poiche’ non oggettivamante non garantiscono la stessa qualita’ degli altri. Altrimenti escono dall’Europa e fannon un campionato come il Bologna ( fra l’altro sono curioso di vederlo il prossimo anno sia in Europa che campionato).

  36. ad onor del vero, sento dire AH SE C’ERA PRIMA DDR, ORA STAVAMO IN CHAMPIONS IN CIABATTE.

    sarà.. quando è arrivato ha avuto un calendario ridicolo dove due o tre le abbiamo vinte di fortuna pura. ha una media ottima ed il pensiero lo capisco.
    ma fosse arrivato prima non ti trovavi subito un Verona Empoli e Lecce di fila. per dire. perché appena hai preso l’Inter hai preso 4 fischioni. parlo solo delle primissime sue partite ovviamente.
    fosse arrivato prima ho idea che questa media punti sarebbe stata molto più bassa. perché la Roma ha limiti importanti. il resto è chiacchiera.

    • Conta i punti che ha fatto Mourinho con le stesse squadre e ti renderai conto che la chiacchiera è la tua.

    • Trova le differenze:

      A) Mourinho col Milan di Pioli ha perso sia all’andata e sia al ritorno;

      B) De Rossi col Milan di Pioli ha vinto sia
      all’andata e sia al ritorno.

    • le differenze al netto del modo di giocarle:
      andata traversa Milan di Giroud da due passi, ed era il pareggio. ritorno, traversa Milan e un gol salvato da Spinazzola di schiena a botta sicura.

      la differenza si nota, ma anche lo stellone dei due.
      Daniele, e menomale visto che ora è lui il nostro allenatore, ha lo stellone che lo accompagna.

      questa è la differenza che ho notato di più contro il Milan

    • Se ancora difendete il non gioco e i punti di Mou, allora avete problemi di comprensione della realtà. Nemmeno la matematica vi insegna nulla.

    • Come vedi, sei tu che procedi a chiacchiere e non a fatti.
      Ma mi voglio confrontare con te anche a chiacchiere… visto che le tue sono del tutto fumose…
      Parli dei “4 fischioni” recenti presi dall’Inter senza menzionare però quelli vergognosamente subiti per 2 anni e mezzo con Mourinho in 5 incontri (per non parlare di quelli di coppa Italia, eh!) direttore d’orchestra della rometta più impaurita della sua storia: costantemente e interamente schiacciata in difesa per 90 minuti in ciascuna partita contro i meneghini senza mai tirare in porta loro.
      Perlomeno, con De Rossi, al termine del primo tempo eravamo in vantaggio 2 a 1 e tutti (persino gli interisti stessi) riconobbero la sconfitta della Roma, chi “esagerata”e chi “immeritata”. Potrei parlarti degli errori grossolani in difesa nostra che scaturirono la recente sconfitta contro i nerazzurri un attimo dopo aver avuto l’occasione di passare sul 3 a 1… ma non mi cimento in piagnucolosi argomenti pretestuosi come fate tu e Mourtinho.
      Contano solo i risultati… e sono questi che inchiodano.

    • Come vedi, sei tu che procedi a chiacchiere e non a fatti.
      Ma mi voglio confrontare con te anche a chiacchiere… visto che le tue sono del tutto fumose…
      Parli dei “4 fischioni” recenti presi dall’Inter senza menzionare però quelli vergognosamente subiti per 2 anni e mezzo con Mourinho in 5 incontri (per non parlare di quelli di coppa Italia, eh!) direttore d’orchestra della rometta più impaurita della sua storia: costantemente e interamente schiacciata in difesa per 90 minuti in ciascuna partita contro i meneghini senza mai tirare in porta loro.
      Perlomeno, con De Rossi, al termine del primo tempo eravamo in vantaggio 2 a 1 e tutti (persino gli interisti stessi) riconobbero la sconfitta troppo pesante della Roma, chi “esagerata” e chi, addirittura, “immeritata”. Potrei ricordarti gli errori grossolani in difesa nostra… quelli che scaturirono la recente sconfitta contro i nerazzurri un attimo dopo aver avuto l’occasione di passare sul 3 a 1… ma non mi cimento in piagnucolosi argomenti pretestuosi come fate tu e Mourtinho da quasi 3 anni.
      Contano solo i risultati ottenuti da DDR finora rispetto alla pochezza di Mourtinho nella prima metà della stagione… e sono naturalmente questi che vi inchiodano senza alcun contraddittorio.

  37. Onestamente non ho mai creduto alla Champions.. Sperare è una cosa crederci e un altra cosa..

    De Rossi ha preso questa squadra dopo 20 partite.. Ed in 20 partite aveva 29 punti.. Mai nessuna squadra nel nostro campionato e arrivata in Champions con 29 punti alla 20 esima giornata.. Mai..

    Questa è una squadra stanca.. E secondo me il pensiero principale va all’Europa League..

    Ed onestamente lo comprendo.. Il motivo è semplice.. Alcuni giocatori sono rimasti scottati dalla finale dello scorso anno.. Si sono sentiti truffati (giustamente).. Ed ora pensano a rifarsi..

    E sono certo.. Che vedremo un altra Roma giovedì.. Non so se vinceremo oppure no.. Ma ci sarà una prestazione diversa..

    Ed il problema sta qui.. Non hai i giocatori adatti numericamente parlando per vincere in una settimana con il Napoli a Napoli, con il Leverkusen e con la Juve..

    Proprio numericamente parlando mancano panchinari che possono cambiare le partite..

    Già pareggiare oggi, dopo una partita in trasferta giovedì (anche se di pochi minuti, conta poco).. Aspettando il Leverkusen.. E un mezzo miracolo.. Ma vedo che in pochi se ne rendono conto..

    Qui si parla solamente di colpe, colpevoli, senza vedere quanti meriti ha in realtà questo gruppo..

    Se veramente devo prendermela con qualcosa.. Lo faccio per i risultati ottenuti nel girone d’andata.. Per tutti i punti buttati li.. Non per ciò che stanno facendo ora..

    Ora si sta facendo il massimo per ciò che c’è..

    Forza Roma..

    • questo gruppo per fare cacciare l’allenatore precedente ha reso al 40% nel girone d’andata in alcuni suoi singoli.
      parlo di smalling pellegrini e Sanches che si sono tirati fuori o giocando in un modo osceno. Spinazzola stesso.
      tu parli di miracolo, io dico che IL MINIMO per loro era riprendersi quei punti che hanno contribuito a perdere contro i nessuno. gli allenatori contano ma in campo vanno i giocatori. non è pugilato dove metti sul ring Mourinho contro Baroni o cose così.
      gli schemi contano, ma se un giocatore ti vuole fuori, fa il Pellegrini di turno.

    • Il discorso di Soldato fa acqua, visto che Mourinho era a scadenza a giugno e nessuno pensava potesse essere cacciato a metà stagione.
      Concordo però sul valore assai relativo di gente che “si butterebbe nel fuoco” in continuazione per X o Y, perché mi sa tanto di chiacchiericcio.

  38. Giovedì sera però voglio vedere una Roma ben diversa da quella vista in questa partita e da quella vista contro il Bologna.
    Contro i panzer-crucchi voglio vedere la miglior Roma della stagione in assoluto in tutte e 2 le partite andata e ritorno, deve essere più forte anche di un eventuale arbitraggio sciagurato, forse dovrà essere più forte di quanto sia stata contro il bilan.

  39. Christensen fuori lista, celik squalificato ditemi chi giocherà a destra giovedi.. No zalewski,l’unico potrebbe essere il faraone, non abbiamo tante alternative.. Eppoi ci sono tanti più scarsi dell’olandese, fidiamoci di lui ed il mister gli deve dire che in divesa da lì non deve passare niente. Magari spingiamo in un altra zona del campo

  40. Soldato infatti il mio discorso non va a cercare colpevoli..

    Io ho detto che il problema non è oggi.. Ma che all’andata si è fatto male.. È mi riferisco alla società.. Che ha concluso la campagna acquisti in ritardo.. I calciatori che non sono riusciti a rendere quanto potevano.. E poi al mister che non è riuscito a capire i problemi della squadra..

    Credo di essere abbastanza onesto da non dare la colpa solo ad un singolo personaggio..

    Tu parli di Sanches.. Un calciatore che con Mou ha giocato tre partite.. Oltretutto vinte.. Se si fa male è per andare contro il mister?

    Smalling e tornato a da pochissimo.. Ora sta di nuovo male.. E per andare contro Mou?

    Pellegrini e stato messo in condizione di dare il massimo?.. Un Pellegrini oltretutto che ha giocato pochissimo all’andata..

    Questa squadra anche con De Rossi quando gioca a tre.. Fa male.. Gioca male.. Perché ha una mancanza di esterni e di corsa..

    Per te volevano andare contro Mou.. Quindi quando De Rossi li mette a 3 e giocano male vogliono andare contro De Rossi???

    La verità è che questa squadra rende se ha determinati interpreti e se riesce a giocare in un determinato modo.. Se gli chiedi un altro tipo di calcio non riescono a farlo.. Anche con De Rossi..

    Il Napoli è un esempio.. Lo scorso anno Spalletti ha messo in condizione i calciatori di giocare in un certo modo.. Tutti hanno dato qualcosa in più.. Quest’anno cambiando modo (e non modulo).. Tutti sono calati.. E non per far cacciare l’allenatore..

    Si parla di calcio.. Non di tennis.. Le colpe del girone d’andata sono da suddividere.. Non c’è mai un solo colpevole.. E vale anche per le vittorie.. C’è sempre un gioco di squadra.. Tra società, allenatore, match analyst, calciatori..

    Per te era il minimo riprendere i punti persi contro i nessuno.. Ma siamo in serie A.. Anche una Salernitana qualsiasi può battere la Lazio
    . Ed un Empoli può battere un Napoli.. Ed un Sassuolo può battere l’Inter..

    Non esistono i nessuno.. E ti dirò di più.. Oggi io avrei scommesso sulla sconfitta.. Per questo vedo il pari come un risultato positivo..

    Oggi la Roma, per punti fatti nelle ultime 14 partite sarebbe seconda in classifica.. Non era poi così scontato non credi?

    Forza Roma

  41. Io sono una vedova del grande Mou…ma di DDR guai chi me lo tocca e’ un grande non era facile prendere un punto a Napoli e’ andata bene vediamo alla fine del Campionato come andra’ sono fiducioso per la CL, e vedremo la coppa anche li’ fiducioso…aspetto Gasperino er carbonaro lo vedo sorridente pure troppo. Cerchiamo di riprendere la nostra romanita’ rega’ semo romani e ci odiano tutti l’abbiamo capito si o no !!! Quel telecronista si fa’ per dire di Dzon pensavo che odiasse Roma e Napoli adesso sicuro odia Roma dopo ieri. Naturalmente non solo lui.

  42. Sono d’accordo con te soldato italiano bisogna ghigliottinare i bambini che noi abbiamo ci hanno fatto perdere un altra volta l’ingresso alla Champions senza considerare che ci vanno le prime cinque cosa che non si sapeva ad inizio e tu che fai?
    Boicotti l’allenatore più vincente della storia dimostrandolo ancora una volta vincendo la conference ricordo primo trofeo uefa della Roma dopo 70 anni.Complimenti al bel gioco di DDR che fatico a vedere quanto ai risultati 0 tituli e ancora fuori dalla Champions perché grazie ai nostri fenomeni che voi dite di avere ci andrà al nostro posto il BOLOGNA E DICO BOLOGNA E L’ATALANTA.
    Via tutti ad iniziare dalla presidenza.
    Forza Roma sempre

    • Sei patetico, lo sai vero? Stai tifando disperatamente contro la Roma, se tu sei un tifoso giallorosso io sono Lola Falana prima che diventasse suora.

      PS: se l’Atalanta e il Bologna finiscono davanti a noi è perché il tuo santone ha fatto 29 punti in 20 partite, mentre il zeru tituli DDR ne ha fatti già 30 in 14. Stacce.

  43. Va bene tutto, ma SANCHEZ no. È deconcentrato, demotivato, poco professionale e sempre rotto. In 10 minuti stava per condannarci. No, indifendibile e uno sbaglio usarlo.

  44. Da notare come siano rispuntati fuori i ratti murignani, uno spettacolo da non perdere. E questi si dichiarano tifosi romanisti, pensate quelli che odiano la Magggica…

    • beh dire mou un ratto 🐀 è l’emblema del perfetto capiscione de calcio o cacio perché tu sei uno sbiadito.
      Vai a nasconderti dove meriti.
      Ahahah

    • Gli unici che dovrebbero nascondersi sono quelli che hanno sostenuto una parodia di allenatore e che ora, per avere ragione, stanno disperatamente tifando contro la Roma. Adesso torna a prendere il trattore sul GRA, sbrigati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome