DE ROSSI: “Voglio una Roma motivata, ogni partita deve essere quella della vita. Smalling potrebbe giocare. Lukaku? Non potrei essere più contento” (VIDEO)

43
1151

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Daniele De Rossi parla in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Torino, ventiseiesima giornata di campionato di Serie A.

L’allenatore giallorosso racconta il momento di forma della squadra, le scelte di formazione dopo l’impegno di coppa e la difficoltà del match contro i granata. Queste le sue dichiarazioni:

Col Feyenoord è stata una partita durissima, come sta la squadra? Qualcuno oltre a Llorente non ha recuperato? Come sarà gestito il turnover?
“La squadra sta bene di testa, c’è entusiasmo come sempre quando vinci una partita così. Ma qualche strascico fisico ci sarà, abbiamo corso tanti minuti. Qualche cosa la pagheremo, e dovremo fare delle scelte. Non so tantissimo perchè non ci siamo ancora allenati, ieri abbiamo fatto poco e oggi vedremo come stanno i giocatori”.

Il Torino aggredisce la costruzione avversaria, come se l’aspetta?
“E’ difficile da affrontare, meno da inquadrare. Juric è un grande allenatore, è uno dei primi che ho osservato. Il Toro è la peggior squadra da affrontare dopo 120 minuti, ma ci faremo trovare pronti. Ha giocatori di qualità e un grande allenatore. Sarà una bella sfida”.

Teme il doppio effetto collaterale dopo il Feyenoord? La sbornia per la vittoria e la stanchezza. Dopo ogni passaggio del turno in coppa, la Roma in campionato non ha mai vinto. Il turnover può essere un fattore?
“Non so quello che è successo prima. Questa è una partita tosta, ma non mi parlare di sbornia. Se entreremo con la testa sbagliata, significherà che ho fatto tutto male. Dopo il Frosinone ho detto che avevo sbagliato io a mandare in campo quella squadra, e due volte di seguito no… Voglio vedere una squadra motivata, con grande intensità, per noi ogni partita è quella della vita. Dobbiamo correre, non ci si può fermare. Avessimo vinto una coppa, ci starebbe l’appagamento. Ma abbiamo passato i sedicesimi di finale. Se entriamo in campo ubriachi di felicità vuol dire che l’allenatore ha fatto un lavoro pessimo. Sul turnover, qualcuno verrà cambiato. Non mi piace cambiare 10 giocatori, ma giovedì c’è stata mezz’ora in più di partita e i rigori. La valuteremo oggi, voglio vedere come stanno i ragazzi e come rispondono per capire al di là dell’entusiasmo se sono in grado di affrontare una partita dispendiosa come quella di domani”.

Vedo sempre un atteggiamento diverso tra primo e secondo tempo. E’ un fattore fisico o di testa? Hai cambiato qualcosa? La Roma prima sembrava un diesel, ora fa all’opposto, parte forte e poi perde qualcosa…
“Qualcosa abbiamo cambiato, ognuno ha la sua metodologia. Però a Frosinone e a Cagliari abbiamo fatto meglio nel secondo tempo, a Salerno abbiamo forse fatto meglio nel secondo tempo, a Rotterdam abbiamo pareggiato nel secondo tempo. Non si possono fare novanta minuti sempre forte. Nel calcio ci sono avversari forti. Il Feyenoord ha un certo valore, è una squadra forte. Con l’Inter non possiamo fare 90 minuti sempre come il primo tempo. Ci sono squadre che poi dicono: “Adesso gioco io”, e noi ovviamente dobbiamo migliorare. Il sogno e l’obiettivo è di riuscire a fare tutti i 90 minuti a quei livelli, ma servono lavoro, tempo, tanta qualità di allenatore e giocatori…magari un giorno ci arriveremo. Ma dopo 40 giorni di lavoro non sono preoccupato. Abbiamo i numeri in mano, e c’è poco da essere preoccupati secondo me”.

Come sta Smalling? Il sorteggio col Brighton?
“Smalling sta bene, sappiamo che non può fare novanta minuti, magari ci smentirà. Non sappiamo se farlo partire dall’inizio o buttarlo dentro dopo. Lo vedo bene, più sciolto, decideremo nelle prossime ore. Il Brighton? Era l’avversario che non volevo perchè è difficile da preparare. Partita aperta contro una squadra forte che ha fatto male a tante big inglesi. Ha un allenatore che stimo e a cui voglio bebe, che mi ha messo sempre a disposizione i suoi dati e i suoi allenamenti. Le nostre figlie sono diventate molto amiche, e insieme a Londra vanno a vedere le partite della Roma. Questa cosa ci ha unito ancora di più. De Zerbi per me è un genio, ha portato qualcosa di nuovo e ci riescono solo gli allenatori geniali. Scimmiottarlo sarebbe un danno, ma è uno che ha portato qualcosa di nuovo e ho rispetto assoluto per lui”.

Lukaku? Ha parlato con lui? Domani giocherà titolare? Lui con Azmoun, in attesa di Abraham, è una soluzione possibile?
“Quando ho visto Abraham e Lukaku vicini ho detto: “Questi voglio farli giocare insieme“. E’ un idea che va studiata e allenata. Abraham non sappiamo come starà, non sarà al 100%, è un’idea che può piacermi, ma non c’è certezza. Ora che abbiamo Azmoun lo stesso, l’idea è di giocare con una punta, altrimenti avrei tenuto Belotti. Come sta Lukaku? Grande gioia, il rigore sbagliato non lo abbiamo neanche analizzato. Abbiamo analizzato invece che al 120esimo ha fatto uno scatto e un quasi gol. Lui è sereno. Poi gli attaccanti se non segnano si avviliscono, ma all’andata a Rotterdam ha segnato e non potrei essere più contento”.

 

Articolo precedentePRIMAVERA, Roma-Genoa 3-0: Pisilli, Pagano e Cherubini fanno volare i giallorossi al secondo posto
Articolo successivoROMA-TORINO: le ultime dai campi, le probabili formazioni e il meteo del match

43 Commenti

    • devo essere sincero ero scettico su ddr allenatore, poi lo adoro in quanto romanista e bandiera giallorossa, anche se è presto per dirlo mi pare che stia lavorando bene e soprattutto che abbia le idee chiare.
      Domani si vedrà come riesce a motivare dopo una vittoria cosa che è stata sempre un nostro punto debole. Daje Roma

  1. se mai dovesse essere confermato mi auguro che DDR con la nuova proprietà araba sappia imporsi e chiedere che metà almeno dei giocatori attuali siano cacciati e nn vestano piu la nostra maglia …a partire dal capitano…che ci portino a Dublino e poi la metà cacciati

    • sono sulla tua stessa lunghezza d’onda Gianni… anche io spero di arrivare a Dublino e poi non rivedere più certi “tifosi”…. spero si avveri, e vederti dare il là al repulisti in prima linea.
      buona domenica “tifoso”!

    • Abbiamo una nuova proprietà? Ah che bello, mi era sfuggito!
      Chi sono, gli arabi del fondo Pif…fero?
      Ti racconto un simpatico aneddoto allora: ieri sera ho seguito uno streaming britannico del match tra Arsenal e Newcastle, nel quale i Gunners hanno demolito il colosso arabo, molto al di là del 4-1 finale.
      Nel postpartita erano presenti Martin Keown e Rio Ferdinand che insieme all’altro anchor man hanno analizzato la partita e poi la situazione delle due squadre.
      Dopo le inevitabili lodi ai Gunners e il loro tecnico Arteta sono passati al Newcastle del Pif..fero e il giornalista ha chiesto ai due ex giocatori cosa fosse successo dopo il promettente quarto posto dell’anno prima e i motivi del mancato progresso, anzi netto peggioramento, dei Magpies, in questo preciso istante noni in classifica se i Wolves batteranno il derelitto Sheffield in casa.
      Ebbene, l’ex centrale dei Gunners Martin Keown ha detto letteralmente che anche una proprietà ambiziosa come la loro è costretta a fare i conti con le regole del FFP!
      Evidentemente questi Pif…ferai non sono soliti agire come i loro cugini, e per forza o per amore finora si sono mostrati rispettosi delle regole.
      Pensa come ci rimarremmo noi che attendiamo centinaia di milioni affluire nel bilancio da sponsor più o meno fantasiosi nel momento in cui pure questi ci dicessero che dobbiamo fare i conti col FFP.
      Adesso l’ha detto pure Keown, ma io me ne ero già accorto da un po’ che questi spendono quello che gli è concesso spendere e lo fanno su under 25 dai costi ancora sostenibili per il loro bilancio.
      Quindi vi do questa notizia, mi sa che anche in caso di cessione, cosa alla quale non credo, se gli arabi sono questi, è inutile che partite per Fiumicino ad attendere Haaland e Mbappé.

  2. Non disdegnerei un pari, però vorrei che i nostri giocassero per vincere.
    La mentalità della grande squadra è quella di non lasciare punti per strada, ma le gambe secondo me sono stanche e per quanto si possa fare il turnover non si può indebolire troppo la rosa, perché il Toro è in condizione.
    Dubbi amletici, per fortuna che il tecnico è DDR .

    • Ciao Totti2709..
      No, non sono per niente d’accordo…
      Questa non è mentalità da grande.
      Si và in campo per vincere, a volte riesce altre no ma, ZERO ALIBI…. 🤷
      Per me la seconda squadra della Roma è forte a sufficienza per battere all’olimpico il Torino, se consideriamo che gli “sbiaditi” sono andati a vincere in casa loro, questo rafforza ancora di più la mia tesi..

    • visti i rullini di marcia spaventosi di Bologna e Atalanta un pari significa un piede fuori dalla lotta al quarto posto e pregare che ci sia un quinto posto disponibile, non possiamo permettercelo.

  3. De Rossi è un buonista,lo avevo anticipato appena si è seduto sulla panchina giallorossa.
    Quindi ci sta anche questa dichiarazione alla saccarina su Lukaku,così come quella su Smalling. Va tutto bene,meglio così…
    Comunque per domani sera do un consiglio a De Rossi,dato che lui è un apprendista allenatore e pertanto non si offenderà.
    Metta in campo Zalewski,o dall’inizio o come subentro al Faraone: non se ne pentirà.

    • Lui è un “apprendista allenatore”??
      E tu ti permetti di dargli consigli??……. hai il patentino per caso??

    • veramente lo ha sempre definito lecchino o zerbino, vedo che anche lei sta cominciando ad alzare le vele della sua zattera.
      🫢🫢🫢

    • Zeno sai che so un Mourinista nato , per me era l unico che poteva farci vincere qualcosa , però Derossi stà facendo un lavoro superlativo rivalorizzando giocatori , che per me a fine anno manderei via a cominciare dal tuo pupillo , chi non suda per la maglia solo per motivi extra vedi Mourinho per me puo sfancul… alla grande , quindi sono convinto che Derossi ci può portare avanti in coppa e in campionato , dico la verita ero scettico ma a volte si sbaglia , ma senza rinnegare il passato , non è da Romanisti

  4. Mi aspettavo una domanda su R.Sanches, sono curioso di sapere perché non ha ancora fatto un minuto, io ci spero ancora sul suo recupero

    • Sei un pazzo a credere ancora in Sanches e sono un pazzo anche io, spero di vederlo nelle rotazioni, in una Roma che gioca e crea azioni che necessitano inserimenti potrebbe essere una sorpresa devastante, un sogno? Può darsi.

    • Credo che ogni romanista lo speri di rivederlo in forma. La realtà però è che per ora non ha fatto neanche un minuto. FR

  5. E’ un grande piacere seguire le conferenze stampa di DDR, cosa che ho ripreso a fare da un po’ di tempo con lui.
    Sgombro il campo dagli equivoci: non apprezzavo il metodo comunicativo di Mourinho, questo è scontato, ma seguo molto più volentieri le parole di De Rossi anche rispetto ai Fonseca o Di Francesco. Forse solo Spalletti mi teneva sveglio e interessato agli stessi livelli.
    DDR per il momento, e speriamo si mantenga così, rispetto al toscano non ha la stessa dose di permalosità, cosa che gli permette di rispondere col giusto tono e atteggiamento anche a qualche domanda non esattamente stimolante, tipo quella di Carina.
    Mi è piaciuto particolarmente quando ha chiarito quello che dovrà essere l’approccio per domani, stavolta chiarendo nemmeno troppo velatamente che non è pronto a fornire l’alibi dello sbaglio dell’allenatore, “una volta va bene, due no”.
    E bello anche l’apprezzamento rivolto ai due colleghi prossimi avversari in campionato e coppa: si impara qualcosa da tutti, ma poi quello che fa il grande allenatore è la sintesi di tutto ciò con quel quid in più che devi metterci tu.
    Dal primo all’ultimo minuto si parla solo di calcio, studiato, giocato. Non ci ero più abituato.

  6. Quindi, traducendo DDR si può immaginare:

    Svilar

    Kristensen
    Mancini
    Smalling
    Angelino

    Bove
    Cristante
    Aour

    Baldanzi
    Lukaku
    Zalewsky

    • mancini al posto di kristensen e nodika centrale con smalling , sono troppo innamorato della difesa a tre e mezzo del pelato sei coperto e davanti fai male , magari con bove stile perrotta

  7. Atalanta e Bologna stanno volando; il Torino è l’ultimo della zona coppe: è importante vincere per toglierceli di torno e restare attaccati a quelli davanti. Con un pareggio o meno il quinto posto si allontanerebbe in maniera pressoché definitiva.

  8. A Smalling gli farà fare 30 minuti nel secondo tempo solo in caso di un vantaggio con differenza di 2 gol min.. si preparino bene Bove, Azmoun, Cristante, Zalewski e Baldanzi che giocheranno titolari.
    Speriamo bene, conta solo la vittoria!!!

  9. considerando il basso livello dei “terzini” a destra , opterei col mettere mancini , lui sa aggredire , difendere ,e anticipare , in piu riescea fare lanci di un certo livello ..arretrando se serve avrai 3 difensori puri …smallin e ndika in mezzo piu angelino ..

  10. La Roma non può più permettersi di perdere punti, neanche pareggiando. Se vogliamo arrivare quarti o quinti bisogna vincere punto e basta. Il vero esame per DDR comincia ora; con rispetto parlando con Frosinone, Cagliari, Verona e Salernitana hai fatto il superminimo sindacale.

    • il Frosinone per esempio che purtroppo ha ceduto solo all’ultimo secondo contro i dannati gobbi secondi in classifica?
      Mi fa piacere che adesso si sia tornati all’idea che vincere certe partite sia un dovere, ma bisogna sempre essere bravi e sul pezzo per farlo.
      Negli ultimi anni mi sembra invece che ogni successo contro le squadre della parte destra della classifica fosse spacciato come un miracolo, e anche un miracolo abbastanza raro, vista la media punti globale e che tre successi consecutivi in campionato forse li abbiamo fatti un paio di volte e nemmeno ne sono sicuro.
      Ma intendiamoci, sono il primo ad essere felice che adesso non si debbano invidiare i mercati di Lecce e Sampdoria e il centrocampo del Sassuolo.

    • @Sonny A me di quello che si è fatto negli anni precedenti non me ne frega niente
      Se vuoi andare in Champions con certe squadre devi vincere punto e basta.
      Per ciò che riguarda il Frosinone ti dico che se non andrà in serie B sarà solo perché ci saranno squadre più scarse.
      La differenza la fai se vinci con squadre più forti per questo dico che il bello comincia oggi ed io a scanso di equivoci sono fiducioso.

  11. da vedova di Mou non posso che essere estremamene soddisfatto di questo cambio di panchina…
    la squadra obbiettivamente ha ripreso a giocare e sta macinando risultati… c’ha regalato un passaggio di un turno da sogno, passare ai rigori col Feye, grazie ad un calciatore che fino a ieri consideravamo una riserva delle riserve, è spettacolare…
    la scelta di DDR che preoccupava soprattutto per la mancanza d’esperienza, per fortuna per noi, è risultata azzeccata, poichè non ha saputo solo rimotivare calciatori spompati ma gli ha dato anche un gioco piacevole da vedere… il che non giustifica i milionari che davano il minimo impegno, spero che il repulizi continui anche con i calciatori, ma che adesso conta solo cercare di recuperare una stagione che sembrava compromessa…
    il giudizio sui calciatori non cambia e lunedi sarà pure un postinfrasettimanale finita ai rigori, quindi da non sottovalutare assolutamente nel sentirsi appagati con il passaggio, però DDR potrà fare affidamento su una rosa praticamente al completo, un evento che non ricordo da svariati anni, che potrà permettere di non perdere ulteriori punti dal gruppetto CL…

    • Ha ri-preso a giocare o ha preso a giocare?
      Ci passa tutta la differenza del mondo.
      In quanto ai “milionari che davano il minimo impegno”, io attendo ancora da voi vedove confesse quale sarebbe stato il casus belli per tale atteggiamento menefreghista.
      Il troppo lavoro richiesto dallo stregone? Non risulta.
      Perché in genere questi viziati si storcono o quando metti mano nel loro portafogli oppure quando richiedi loro uno sforzo supplementare.
      Può essere che invece si fossero stufati di fare figure da peracottari in giro per l’Italia che venivano immancabilmente addebitate alla loro inadeguatezza, premesso che non si poteva mettere in dubbio la grandezza del manico?

  12. “dopo le partite di Coppa la Roma ha spesso perso.., necessario un turn over ? ”

    Risposta di De Rossi :
    ” non so quello che e successo prima , so che se entreremo in campo con una mentalita sbagliata è colpa mia “.
    _________ grande Daniele. De Rossi.
    1) insegnare ad occupare l’area avversaria in fase offensiva
    2) insegnare ad occupare l’area in fase difensiva
    3) cambiare mentalita alla squadra dopo le partite di Coppa
    4) poter giocare al CALCIO anche se Dybala non e in giornata
    _____
    Mister 7 milioni netti + premi
    questi INSEGNAMENTI li aveva dimenticati o venivano considerari SUPERFLUI ?

  13. Scritto dei CONTROSENSI relativi a Mourinho
    da evidenziare i controsensi di molti ” tifosi (?) ”
    ___
    ” De Rossi portaci a Dublino , ma questo non cambierà il mio giudizio ,,,,, via molti calciatori, repulisti”
    Così saranno 3 finali in 3 anni in Europa.
    wow
    così scarsi da ” pretendere ” sempre una FINALE ?
    State bene ? Siete pensanti ?
    Intellettualmente coerenti ?
    PS
    nel caso si verifichi i meriti a chi andranno ?
    A Pinto ?
    Ai Friedkin ?
    A Mou ?
    Sarà veramente difficile chiamarli “pippe” dopo 3 finali consecutive.
    COERENZA ed onestà

  14. Uno dei pochi insostituibili mi sembra Paredes, l’ unico a centrocampo che può fare passaggi che aprono il campo, spero di vederlo un po’ almeno 60 minuti, senza di lui dovesse mancare anche Dybala e Pellegrini abbiamo solo una squadra operaia, mancherebbe la qualità.

  15. Secondo me oggi Daniele affronta la prima sfida veramente dura, quella della testa dei giocatori. Il rischio di essere un po’ scarichi c’è, e il Torino è un pessimo cliente. Speriamo bene, daje!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome