DE ROSSI: “Questa Roma ha un cuore gigante, vinto grazie alla zampata del campione. Dobbiamo tornare tra le prime quattro. Dybala? Cambio tattico”

65
1138

AS ROMA NEWS – Mister Daniele De Rossi si presenta davanti ai microfoni dei giornalisti per parlare di Roma-Genoa, gara valida per la penultima giornata di campionato.

Di seguito tutte le dichiarazioni dell’allenatore giallorosso rilasciate alla stampa nel prepartita e poi al termine del match:

DANIELE DE ROSSI A DAZN

Il Genoa vi ha messo in difficoltà. Meno male che ha aspettato El Shaarawy…
“Mi sono arrabbiato con me stesso perché non avevo detto al mio collaboratore di farlo scaldare. Abbiamo subito troppe ripartenze, è vero che il Genoa è difficile da affrontare. Abbiamo tirato cento volte dal limite senza prendere lo specchio. Il Genoa ha fatto la partita della vita, e questo mi piace. Questa Roma ha un cuore gigante, andare in dieci non era facile, poi c’è stata la zampata del campione…”

Proverà a trattenere Lukaku?
“Farò tutto quello che posso per rendere questa squadra migliore. Anche l’Inter lo farà. Poi ci sono dei paletti e dei budget da rispettare. Non ne abbiamo parlato nel dettaglio, ma vorremo fare una Roma da qualche piazzamento più in su…”

Il sesto posto cos’è?
“Come valori dobbiamo arrivare tra le prime quattro, questo non significa che sia una cosa facile e dovuta. Ci sono tante squadre forti, ma noi dobbiamo lavorare per arrivare tra le prime quattro. Non è impossibile tornare a quei livelli, dipende da come costruisci la squadra, da come giochi, da come vanno le partite, da quanto sei continuo..”.

Avete rischiato in contropiede…
“Sì, sì. Pensavamo potesse giocare Gudmundsson da mezzala, come altre volte ha fatto. Pensavamo di essere più corti come squadra. Non abbiamo fatto un grande primo tempo, ma abbiamo giocato. Abbiamo sbagliato tanti tiri dal limite, siamo stati poco qualitativi. Abbiamo giocato spesso di sponda con Romelu, ma abbiamo sempre tirato alto. Il Genoa ha pareggiato col Milan, ha fatto bene con la Lazio, ha messo in difficoltà tante squadre, anche con noi all’andata hanno fatto 3 o 4 gol in una partita a senso unico”.

Quando alzate il ritmo, date qualità. Hai in mente dei giocatori che vorresti? 
“Ne ho mille di nomi, mille. Questo lavoro è tremendo. Ti chiamano duemila procuratori al giorno, giornalisti che mi dicono che abbiamo preso tizio o caio. Mi guardo intorno, ma avevo tante cose da fare, come la semifinale di Europa League. Non avevo tanto tempo e neanche interesse a cercare profili, ma un po’ di sano scouting da dilettante da solo e con il mio staff l’abbiamo fatto. Se io ho mille nomi, arriverà un DS che avrà diecimila nomi. Ci confronteremo. Ho chiare le caratteristiche che questa rosa ha bisogno di avere e di cui è carente. In base ai giocatori che rimarranno e a chi andrà via, anche le alternative che avremo, capiremo quali giocatori prendere e come incastrarli”.

È una rosa che va puntellata o decisamente implementata?
“Io dal primo giorno ho detto che questa è una rosa forte, che ha pochi giocatori che dribblano, pochi giocatori di grande gamba, che poi sono i giocatori che ci hanno messo più in difficoltà quando li abbiamo incontrati. Ricordiamo tutti la fatica fatta contro Frimpong. Va aggiunta una caratteristica che a questa squadra manca. Poi si capirà anche da chi vuole rimanere, chi vuole andare via, le occasioni che si presentano. Non sto facendo il misterioso, non ho parlato nel dettaglio con nessuno. Sarebbe prematuro né corretto dire voglio questo o quello”.

Dybala come sta?
“Sta benissimo. Non aveva più di 30 minuti ma l’ho tolto solo per una questione tattica. Gila ha messo dentro un ragazzo alto e volevo inserire Rasmus, per questo ho fatto il cambio”.

DANIELE DE ROSSI A SKY SPORT

Quattro mesi di De Rossi e hai preso la squadra al nono posto. che titolo dai a questi quattro mesi?
“Spero che sia l’antipasto di qualcosa di grande che arriverà nei prossimi anni. Difficile fare un bilancio sulla stagione. Diciamo che in questi 4 mesi abbiamo fatto cose buone ma anche meno buone. Solo due squadre sono state superiori a noi, quindi penso di poter essere soddisfatto. Però da giocatore non ero abituato a festeggiare i sesti posti. CI sono state squadre che hanno giocato meglio di noi, come il Bologna”.

Dove si migliora la Roma secondo te?
“I nomi non saprei farteli. Sto 12 ore a Trigoria. A breve arriverà un direttore che conosce i giocatori. Un allenatore forte deve rendersi conto che un giocatore più giovane deve essere un acquisto migliore in quel momento. Quando ho parlato con la società abbiamo una visione simile. Vorrei che non si pensasse che non siamo bravi nell’uno contro uno. Però, abbiamo bisogno di gente rapida, non voglio fare l’identikit. Abbiamo pochi giocatori come Gervinho per esempio. Però ogni tanto serve, come ha fatto il Leverkusen con noi”.

Hai un po’ cambiato:alcune partite l’hai iniziate in un modo. Preferisci giocatori con queste caratteristiche o più duttili?
“Una scelta da fare ora sì e no. Magari ti capita un giocatore poco duttile ma che ti fa le cose talmente bene. Per me ci sono giocatori che possono offrirti tanti ruoli. Abbiamo provato Zalewski mezzala tutta la settimana, se sai però che devi arrivare sesto alcune scelte ti costringono”.

Cosa hai dato a questa squadra? Sei orgoglioso di quello che hai fatto?
“Questa squadra non era allenata dall’ultimo arrivato. Una squadra che mi ha stupito per come affrontava le partite europee. Sicuramente grazie a Mourinho. Abbiamo raggiunto dei risultati importanti nel finale. Anche oggi siamo rimasti in 10, ma siamo rimasti sempre ad attaccare e questa cosa mi rende orgoglioso”.

DANIELE DE ROSSI IN CONFERENZA STAMPA

Terzo sesto posto consecutivo. A livello ambientale è percepito positivamente, perché?
“Non lo so se c’è la percezione. Abbiamo avuto un periodo di vittorie, sarà quello. C’è il discorso provinciale, sei arrivato sopra la Lazio dopo qualche anno. Sono ottimista, ma non facciamo le feste per il sesto posto, potevamo anche arrivare più su. Senza la cavalcata in Europa, avremmo giocato le ultime gare di campionato più leggeri”.

Sarà un lavoro a medio o breve termine?
“Quando costruisci qualcosa con un contratto di tre anni, la cosa più importante è il tempo. I giocatori forti li vogliono tutti, ma il tempo va guadagnato. Non si può fare una squadra di 18enni, ma magari tra qualche anno avremmo un asset per la società di giocatori fortissimi. Vanno valorizzati anche quelli che abbiamo, anche la Primavera… abbiamo perso Frattesi e ciò non mi va giù”.

Il tuo feeling sulla partita? Dybala ha la fame che chiedi?
“Baldanzi doveva stare su Badelj. Il primo tempo è stato quello, abbiamo tenuto la palla, con più solidità al centro ma senza molta ampiezza. A volte spari i tiri alti, ma devi farli per segnare. La squadra ha fatto una prestazione solida, io la preferisco a una più offensiva ma dove si concede tanto. Sapevo che Paulo poteva giocare 30 minuti, era una idea quella di arrivarci e per poi con più qualità segnare. Su Dybala, ho visto la sua fame per 4 mesi, non si è mai fermato. Si è allenato al massimo, ha alzato il livello delle sue prestazioni fisiche. Ha avuto un intoppo recentemente, ma quando parlo di fame intendo la volotà di essere campioni. La fame è Dybala contro il Torino, noi dobbiamo fargli mettere la sua fame e penso che ce l’abbia”.

Contento sulla stagione? La lotta alla salvezza?
“Non sono contento del sesto posto, ma lo sono per essermi dimostrato all’altezza. Ho vissuto serate che mi hanno dato una botta di vita incredibile, mi sono riappropriato di casa mia, che mi mancava tantissimo. Possiamo fare molto meglio, penso che abbiamo fatto un percorso interessante. Abbiamo tirato il collo ai ragazzi fino alla fine con l’Europa e un calendario difficile. Con un’altra partita potevamo arrivare quarti dicevo, ma forse con altre 3 potevamo arrivare decimi. Non è mai facile con un cambio in panchina, sono soddisfatto. Potevamo fare di più, ma ci sono state squadra fortissime nel nostro percorso come Bologna, Atalanta e Bayer Leverkusen. La salvezza? Mi dispiace per i miei amici, ma andremo ad Empoli per fare il meglio. Il Genoa ha fatto la sua partita, in Italia siamo cresciuti in questo, lo faremo anche noi ad Empoli. Stimo tutto il gruppone, ma è il calcio”.

Qualche nome di ragazzi in Primavera che stai osservando?
“I calciatori non li valorizzi necessariamente portandoli in prima squadra subito. Calafiori non era questo, anche se io gli ho sempre detto che avrebbe fatto il centrale. Frattesi idem. Ci sta sempre un percorso da fare. Non faccio nomi, l’ho fatto di Pisilli ma gli ho creato pressione che poi lui per fortuna non ha sentito. Non prenderò giocatori dall’U15, ma dovremmo tenerli d’occhio”.

Cosa manca alla Roma per arrivare in Champions? Vi potete permettere solo top player da 15 partite a stagione?
“Mancano tanti punti, che si fanno adesso costruendo una squadra forte. Lavoriamo in una direzione intrapresi mesi fa. Arriverà una figura che avrà 1000 nomi. Dovremmo dare tanta qualità e caratteristiche diverse. La Roma non ha calciatori da sole 15 partite, tolti gli infortunati a lungo, abbiamo dei campioni che hanno fatto tanti minuti. Guardando i dati gps, adesso alcuni ragazzi fanno più chilometri rispetto alle prime partite con me: vanno coccolati e bastonati, sono pur sempre ragazzi giovani”.

 

DANIELE DE ROSSI NEL PREPARTITA

Come ha visto la squadra? Cosa vuole vedere diverso da Bergamo?
“Diverso da Bergamo un po’ tutto. Si sono allenati bene, avevamo bisogno di rifiatare un pochino, di allenarci e di mettere metri sulle gambe. I ragazzi hanno spinto forte come hanno sempre fatto quando abbiamo avuto tempo per lavorare. Sono sicuro che oggi si faranno trovare nella condizione giusta”.

Che tipo di lavoro dovranno fare Baldanzi e Pellegrini con Lukaku?
“Devono stare a sostegno, come avrebbero dovuto fare a Bergamo. Ovviamente Lukaku deve tenere palla perché ci deve dare il tempo di arrivare vicino a lui”.

Ieri lei ha parlato di fame, è un messaggio anche per chi si gioca la riconferma qui?
“No, nessuno si gioca la riconferma in questa partita o nella prossima. Tutti si giocano la Roma in ogni partita, è un discorso di orgoglio, di appartenenza e di dignità nei confronti del nostro lavoro. Ho detto che nella prossima stagione ci vorrà fame, la prossima stagione inizia tra mezz’ora parlando dell’allenamento successivo. Vedo tante cose, guardo tutto e ragioneremo anche su quello che vedremo già da oggi in poi”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteROMA-GENOA 1-0: le pagelle
Articolo successivoGhisolfi, c’è l’annuncio del presidente del Nizza: “Va alla Roma, siamo contenti per lui”

65 Commenti

  1. Vuoi vedere una Roma molto diversa da quella di Bergamo e schieri Pellegrini, Paredes e Cristante? Che ti aspetti che questi tre migliorino invecchiando come col vino?

    • Io voglio vedere un tecnico. Ma per favore non fare il parolaio signor Repubblica Democratica Tedesca.

    • Dimmi chi altro hai da schierare? Facile parlare stando comodo sul divano. Chi sono i cambi? Sanchez? Aouar? Oppure qualche ragazzino della primavera? SFR.

    • Oltre il gol di Lukaku metto la grandissima parata di Svilar su Malinowsky da 10 in pagella. Straanamente i migliori in campo sono stati Celik, Bove, Kristensen e El Sharaawy…

    • mi pare che anche ieri sera DDR ha voluto complicarsi la partita, ma si può dire?
      dal centrocampo in su cosa volevamo fare? boh…
      il cambio di Angelino? boh…
      Svilar, Mancini e Ndika..ripartiamo da loro.
      Celik, Llorente, Bove, Cristante, Paredes, Elsha in panchina.
      Gli altri via chi per fine prestito, chi in saldi, chi cartellino regalato…! 6° in campionato, cambiamo gli allenatori ma non lo squallore dei nostri campionati, forse è ora di cambiare giocatori?

    • hai ragione… anche perché con DDR in panchina pellegrini continuerà ad essere titolare inamovibile

    • infatti parlo di questo.
      DDR ha una idea stupenda di come si deve giocare ma se metti sempre gli amici cari anche se scarsi o mediocri, questo succede

    • DDR non mi convince, se fosse possibile prenderei Conte oppure scelta low cost prenderei Gilardino perchè diventerà un grande allenatore.

    • De rossi non mi convince manco a me ma credo che ormai sia tardi per ripensarci Allegri o Conte qui non ci vengono, Motta lo ha preso la Juve chi prendi?

    • ma il problema non è l’allenatore sono i giocatori che gli vengono messi a disposizione, puoi prendere pure conte o guardiola ma tolti lukaku, dybala e sivilar sta squadra merita il posto che ha 6/7 se date la colpa a de rossi come al solito non vedete la realtà a chi sta in mano la roma

    • Ma basta con allenatori bolliti e catenacciari come conte. Tanto valeva tenerse Mourinho Motta ha scelto la rubens? Chi se ne frega. Forza Roma – Forza Ddr 💛❤️

    • Daniele De Rossi ha preso una squadra che aveva una media punti di 1,29 con il precedente allenatore (Mourinho, media punti di 1,61 punti a partita in 96 partite, la più bassa media di un allenatore della Roma con almeno 50 panchine) ed è arrivato ad una media di due punti a partita. Se una squadra per tutto un campionato a 20 squadre mantiene una media punti di 2.0 a partita presumibilmente arriva tra le prime tre come minimo (proiezione in 38 partite: 76 punti : esempio sulla classifica serie a 23/24: Inter 93; Milan 74; Bologna 67*[una partita in meno], Juventus 67* [una partita in meno]; Atalanta 66* (una partita in meno]). Chiaramente una proiezione del genere è una astrazione; non è detto che De Rossi, nelle stesse situazioni ambientali di Mourinho, avrebbe fatto meglio, però il dubbio che sia così è lecito averlo, considerando l’impennata del numero di punti guadagnati dalla squadra con alla guida Daniele. Ovviamente invece non si può affermare al contrario che l’impatto di De Rossi sia stato negativo. I numeri sono importanti per capire la realtà, e sono dalla sua parte. E non capisco chi neghi la realtà in base alle proprie emozioni. Per quanto riguarda il rendimento in coppa, avendo per due anni affrontato il Leverkusen in semifinale, ed aver trionfato su questo con Mourinho e perso con De Ross, verrebbe da pensare che il rendimento sia confrontabile: niente di più sbagliato! Il Leverkusen di quest’ anno ha schiantato la Bundesliga, ha vinto quasi tutte le partite e non ha MAI perso, concedendosi il lusso di annichilire il B Monaco a Monaco ed il Borussia Dortmund a Dortmund… E sono i più seri candidati sia alla vittoria finale dell’ Europa League, sia della Deutsch Pokal… Insomma, ditemi un po’ voi se è lo stesso Leverkusen dell’ altr’ anno! (Che tra l’altro ci aveva bombardato a Leverkusen, con la Roma tutta arroccata in area di rigore, con un possesso palla sulla trequarti della Roma impressionante e con un’ ottima malasorte che si sono ripresi con gli interessi quest’ anno…). Che voglio dire, che DDR sia meglio di Mourinho? No, non l’ ho detto. Però è vero che confrontare i numeri ed analizzarli ti fa capire la realtà.
      FR

    • Il tuo commento non tiene conto dei dati oggettivi.
      Posso capire che non essendo romanista vorresti il nostro trio nella tua squadra.
      Hanno un contratto con la Roma , fattene una ragione.

    • Mi rivolgo a Francesco da Colonia: io non conosco le statistiche ma vedo partite da quando sono piccolo e considerato che piccolo non lo sono più da 50 anni ne ho viste parecchie fra cui tutte quelle dell’ASRoma. A me sembra che è nella circolazione palla che ci sia stato il cambiamento più evidente, per il resto…boh, più o meno siamo lì, con Mou rischiavi e subivi meno che con DDR ma in termini di occasioni da gol, tiri, etc. invece siamo più o meno lì. L’anno scorso con Mou siamo arrivati al finale di stagione completamente scarichi e senza Lukaku, giocava con un altra squadra, quest’anno scarichi ma con Lukaku.
      Lo scorso anno ci hanno rubato la coppa, quest’anno in queste ultime giornate abbiamo dimostrato che non possiamo competere, con il Bologna e a Bergamo partite disastrose.
      Abbiamo iniziato il campionato senza Smalling, Lukaku e con Dybala mezzo-mezzo, Pellegrini ha iniziato a giocare, un pò, quando è andato via Mou.
      Ora c’è DDR che mi pare parli e si spiega molto meglio di tanti altri allenatori, ha un buon rapporto con l’infotainment, fa qualche errore, l’ultimo la formazione iniziale di ieri sera…o il cambio di Angelino, ma ha il bonus di essere stato un ex…vedremo!

    • siamo arrivati sotto la peggior Juve dell’ultimi 20 anni, sotto l’atalanta (ormai è un abitudine) addirittura sotto al Bologna e ha toppato il napoli.
      ancora date la colpa a Mourinho e De Rossi o a Pinto, (vabbè c’è ancora chi incolpa Pallotta).
      menomale che è arrivato il DS così darete la colpa a lui, quando aprite gli occhi?
      ma quelli che sono andati a Ciampino a prende Renato Sanches vanno a salutarlo quando va a Parigi?

    • ciao Soldato,ma davvero Allegri? uno come quello mai! dimmi in solo giocatore che ha valorizzato e lanciato, uno schema valido. quello ha vinto solo quando aveva lo squadrone e con botte di c..o enormi partite al 90 e per 1-0… se gli andava un po’ male arrivava decimo!

  2. Cominciamo con DDR e daje lo volevate al posto di Mou ? Mo se viene Conte e Allegri con questi speri che vanno dentro saltano l’uomo tirano e centrano l’ incrocio. Ma sempre a critica sperate che cambia qualcosa…so i giocatori che non entrano poi il Genoa si chiude bene il peggiore e’ Pellegrini il migliore e al solito Bove, Cristante e Paredes so cotti…Romelu fa’ quello che puo’.Se spera in Dybala.

    • sono già pronti a dare la colpa a de rossi per eventuali insuccessi pure nella prossima stagione tutto pur di difendere i friedkin

    • Grazie a Romelu .. ma sono due mesi che non la struscia (guardate il numero dei tiri in porta, delle palle difese, delle sponde riuscite) e a Dybala (fantastico quando sta in piedi, si ma quando?). A costo di rimetterci nell’immediato, io vorrei giocatori di gamba e con fame, che possano garantirci 5-6 anni buoni per costruire un’ossatura di squadra. Poi ne sbaglieremo qualcuno sicuramente, ma se non li hai pagati molto e se hanno ingaggi “umani” non farai fatica a piazzarli altrove, a costo di rimetterci qualcosa.
      Purtroppo c’è chi vede venti minuti buoni di Spina e prega per il rinnovo…

  3. Daniele, sono solo 8 quelli arruolabili per il prox anno :
    Svilar, Mancini, Ndicka, Bove, Paredes, Cristante, Baldanzi, Elsha…
    Tutto il resto è noia.. 🤷🤦

    • Svilar, Bellanova Mancini N’Dicka Angelino, Thuram Paredes Pellegrini, Zhegrova Lukaku Dybala

    • @AndreaVe
      Mah……cristante lento e monocorde.
      baldanzi mai pervenuto dal giorno del suo arrivo. Domanda: ma c’è l’obbligo di riscatto a 15mln!!?? Perchè nel caso partiamo già da -15 e baldanzi al posto di Dybala.
      Una prospettiva orrorifica.

  4. Sono sincero, a me De Rossi non ha convinto. Fossi nei Friedkin mi sarei tenuto le mani libere per vedere i risultati a fine campionato ed eventualmente rinnovarlo. Comincio a pensare che agli americani non interessi più di tanto fare una squadra competitiva e allora chi meglio di De Rossi per ridimensionarsi ?
    A pensar male si fa peccato… ma spesso ci si azzecca

    • una società vera teneva mourinho fino a fine stagione tanto si era capito che sarebbe stata dura entrare in Champions e poi prendevi o motta o un allenatore di esperienza a de rossi vogliamo tutti bene ma non mi sembra l’ allenatore adatto per una Roma di alto livello

    • Luigi una società vera come dici te avrebbe già mandato via il tuo guru già dopo qualche mese. Una società vera non avrebbe mai accettato tutti quei insulti…

    • sai che cosa strana ….
      Questa squadra di pipponi è la prima squadra Italiana nel ranjking UEFA.
      pensa quanto so’ pippe le altre !

  5. Mister ho visto una formazione con una punta sola e vuole vincere! Non mi pare! Quando si gioca in casa bisogna tentare di più. Il primo tempo inguardabile, il secondo tempo con mezza palla crossata bene abbiamo fatto un bel goal e abbiamo vinto la partita. Però non ci sono giocatori che fanno la differenza in campo. Diversi giocatori sono da cambiare con giocatori giovani che corrono davvero, che devono fare la differenza quando sono in campo con la maglia giallorossa. 💛❤️🇮🇹

  6. Daniele avevi ragione, questa squadra era tranquillamente da Champions e l’hai dimostrato con una media da terzo posto. I numeri parlano chiaro.

    Grazie di tutto, di averci liberato dall’incubo, di averci ridato l’orgoglio romanista. Siamo in buone mani, non vedo già l’ora che arrivino le amichevoli estive.

    • Peccato che oltre a non arrivare tra le prime 5 in campionato, ci siamo liberati dall’incubo di arrivare in finale di coppa europea. Indubbiamente meglio il sogno zero titoli che giocarsi una competizioni fino alla fine. E pensare che rispetto al tecnico precedente gli hanno dato pure 2 calciatori in più (Baldanzi e Angelino). Poi paragonare un allenatore che ha nel curriculum “esonerato dalla Spal” con uno che ha vinto tutto e che è l’unico allenatore al mondo ad aver vinto tutte le coppe europee, è veramente ridicolo. Speriamo che De Rossi possa vincere nella Roma quello che ha vinto Mou in carriera. Però con questa rosa ridicola solo Mou ha vinto, De Rossi in finale di coppa europea sta davanti al televisore. Mou in due anni di Roma le finali le ha viste dal campo. E con un arbitraggio corretto avrebbe vinto due coppe europee in due anni gettando nello sconforto molti di quelli che scrivono su questo sito!

  7. DDR ha ottenuto il massimo da calciatori che hanno pagato un’intera stagione fuori condizione, la risposta l’ha da Angelino che e’ l’unico ad avere la gamba per arrivare in fondo alla stagione, fino a quando siamo rimasti in pista per coppa e champions incontrando squadre del nostro stesso livello l’abbiamo sfangata, ma incontrando due squadre che ci erano superiori come gamba e cpme tecnica siamo rimasti asfaltati, le due gare di europa league sono state sanguinose due infortuni due gol.
    Se come penso a DDR gli saranno dati calciatori con espresse qualita’ tecnicotattiche sara’ in grado di dimostrare il suo valore, i calciatori che chiede sono tanti, auguriamoci che possa averli disponibili per la data di inizio preparazione.
    Credo che se vogliono qualcosa di piu’ i Friedkin devono metterci altri soldi,
    come e dove trovarli ?
    Il. P.S.G. e’ maestro nelle sponsorizzazioni farlocche.
    Ennamoo !!!

    • però mi sembra che di partite in EL ne abbia giocate sei ….
      e.. vado a memoria con il FeyeNo, il Brighton di De zerbi e il Bayer Leverkusen.
      Gli intoppi ci sono stati solo con l’ultima.
      Ah ! la stessa squadra che quest’anno ha umiliato la finalista di CL.

  8. Complimentoni a tutti quelli che adesso già vogliono, o meglio vorrebbero, far fuori DDR che non ha neppure potuto iniziare una stagione ma è entrato in corsa per sostituire il vate che, invece, di stagioni ne ha avute tre. Prima che lo diciate voi ci ha fatto vincere una coppa europea dopo decenni di astinenza e ce ne hanno rubata un’altra. Così anticipo la solita storia. Qui si deve tifare la squadra che viene prima di tutto. O no? Gli interpreti di quella squadra vanno poi giustamente criticati ma, se non ricordo male, non era DDR che voleva tre Pellegrini in campo. O no? Qui si sta raggiungendo il paradosso di spaccare il tifo sulla figura di un vate – che poi tanto vate negli ultimi anni non è stato – e di non riflettere su determinati accadimenti o situazioni che ci hanno condizionato. Su scelte scellerate. Su non scelte.Preparazioni precampionato in Algarve e poi a Trigoria a 40 gradi. Continuare a giocare con il 352 che pure i sassi avevano capito che non sarebbe stato vincente. Mettere giocatori fuori ruolo per non cambiare un modello che – appunto- non era vincente. Etc. Adesso, cari seguaci del vate, evitate di appellare DDR con nomignoli del tipo “il Guardiola di Ostia” perché siete ridicoli e patetici. Le truppe cammellate del vate adesso insorgeranno ma me ne frega una beneamata cippa. IO tifo la Roma. A prescindere.

    • E poi da Ostiense te posso dì che nell’espressione “Guardiola de Ostia” c’è qualcosa che smminuisce DDR e la parola è Guardiola !
      Moltomeglio l’espressione “Daniele da Ostia” !

  9. E per l ennesima volta si arriva sesti. Ringraziamo sentitamente i due texani che a detta di molti ci avrebbero ” salvato” dalla mediocrità!

    • E chi semo il Real Madrid? perché dovrebbero farci fuori? Se è tutto un complotto, perché dovrebbero fare fuori una italiana che porta soldi a sti mai@loni? Capisco che la terra è piatta ma state a esagera

    • Io spero tantissimo nella loro sportività. Non è un complotto, entrambe Bologna e Juventus lotterebbero contro la Roma il prossimo anno per il quarto posto. È conveniente per loro lottare contro una squadra con 60 milioni in meno da spendere.

  10. Nelle partite cruciali (Bologna, Atalanta, Bayer) la Roma è stata surclassato sul piano del gioco più che del risultato, comunque sempre negativo, non dimentichiamolo. Non ha vinto uno scontro diretto, a testimonianza di una mediocrità tecnica di base. Non facciamoci offuscare il cervello dalla vittorietta di stasera.

  11. Il sogno Champions ce lo hanno regalato solo Viola e Pallotta, il resto so chiacchiere. Grazie comunque ai Sestikinds che hanno riportato l entusiasmo a Roma, con Mou , Dybala, Lukaku e De rossi .X ora la nostra realtà è l EL . Almeno ci divertiamo e speriamo di vincere qualcosa. Daje Roma

  12. “giocatori di gamba” sarà il prossimo tormentone estivo.
    Abbiamo capito che due saranno terzini, uno o due attaccanti esterni.
    Anche a metà campo ce ne vogliono due e due devono fargli posto.
    Due tra tre “amici”…non facciamo scherzi.

  13. De Rossi è un grande allenatore che ha trascinato una Roma a pezzi fino alla fine della stagione. Gli ha cambiato volto in meno di 1 mese. Fate i bravi che il mago de setubal ci ha rovinato per 3 anni. La Roma è da rifondare. Nuovi volti che devono avere fame. 4-3-3
    Svilar bellanova mancini Llorente Luca Netz paredes Mc tominay Fofana Greenwood Gyökeres Pedro Gonçalves.

  14. 70 minuti di vergogna prima di iniziare a giocare. Pellegrini e Cristante imbarazzanti, distratti, svogliati. Aggiungi Paredes fuori forma. Mentalità da grande squadra assente, molto più motivato il Genoa. E questo parla della zampata del campione… Per contro tutta la partita irritante senza toccare palla. Non sono ottimista.

  15. Comunque De Rossi 2 punti a partita di media e per arrivare 6° partendo dal 9° posto ha dovuto fare un cammino da 2° posto dal momento che 2 punti di media a partita li ha fatti il bilan.
    DDR ha fatto quindi un buon lavoro per il momento.

  16. Guardate io al momento non vedo nessuno meglio di De Rossi sulla panchina della Roma. Un attaccante come Lukaku farei di tutto per farlo stare. Ha fatto 21 gol rispettando le aspettative, e senza fare la preparazione

  17. Hai detto bene….grazie alla zampata del campione, perchè se aspettiamo che facciamo gol con velocità e schema di gioco…stiamo freschi. Ma quello che preoccupa è che pare che Lukako vada via, Dybala non si sa…però ci teniamo i tre bradipi di centrocampo….

  18. “l’idea è di fare una squadra che magari si godrà di più due allenatori più tardi. Che a giugno magari sono forti e tra tre anni fortissimi, diventando un asset. Cercando anche di valorizzare quelli che abbiamo, attenti anche al settore giovanile, abbiamo perso Frattesi e Calafiori e non mi va giù”. ergo ma quando vincemo….

  19. La squadra sta in ginocchio fiscamente e mentalmente. Dopo questa partita abbiamo l’ennesima dimostrazione e convinzione che servono radicali cambiamente. Abbiamo un CC completo da cambiare . Se DDR vuole , come ha gia’ dichiarato , giocatori piu’ dinamici e con fame , allora Pellegrini , Paredes, e Cristante non fanno parte di questo progetto, poi, mandiamo a casa i vari Smalling Spinazzola Lukaku e Dybala che anche ieri ha dimostrato di essere impalpabile e inaffidabile in chiave futura. La squadra e’ da rifondare con gente con fame che ara il campo al doppio della velocita’ di questi lumaconi. Forza Roma.

  20. Capisco che il tifoso per definizione sia fazioso, ma quando si fanno i consuntivi di fine stagione un po’ di onestà intellettuale servirebbe.
    Questa stagione è iniziata come peggio non poteva.
    Vi ricordo che alla prima abbiamo pareggiato in casa contro la Salernitana, non so se mi spiego.
    Dopodiché abbiamo proseguito in campionato con una media punti vergognosa e con un modo di giocare che credo abbia compromesso x sempre la mia funzionalità epatica.
    Le poche vittorie sono arrivate in maniera piuttosto rocambolesca nei finali più che altro grazie alla spinta dei tifosi.
    In coppa siamo arrivati secondi nel girone più facile storia, il che tra l’altro ha aggiunto due partite al nostro già fittissimo calendario.
    In coppa Italia, infine, siamo usciti contro le quaglie, perdendo per l’ennesima volta dall’arrivo di Mourinho un derby senza storia, dove sotto nel punteggio non siamo stati capaci di una minima reazione per tutta la ripresa.
    Questa la stagione con Mourinho.

    Dall’arrivo di ddr abbiamo un gioco.
    Le prime partite le ha vinte tutte tranne contro un inter lanciatissima verso lo scudo che comunque abbiamo messo sotto nel primo tempo.
    In coppa, contro Milan e Brighton è stato autore di veri e propri capolavori tattici ed anche contro l’invincibile Leverkusen a 10 minuti dalla fine eravamo ai supplementari, sfumati per uno sfortunato autogol, dopo una grande rimonta in casa loro e nonostante i gol divorati all’andata.
    Finalmente siamo tornati a vincere il Derby.
    Però purtroppo la stanchezza dei nostri ha presentato il conto.
    Con un calendario che ha messo partite decisive come quelle col Bologna e con l’Atalanta all’indomani delle fatiche di coppa, una rosa titolare che aveva dato tutto in Europa ed alternative in panca che non valgono certo quelle dell’Atalanta, abbiamo perso quei due scontri decisivi e per questo forse vanificato la grande rimonta in classifica.
    Il tutto da subentrante e con una rosa costruita per praticare un calcio completamente diverso.
    Pare che Mourinho vada al Besiktas, forse in Arabia.
    Mi chiedo perché non lo cerchino in premier, al Bayern che saluterà Tuchel, al PSG, ovvero le big spagnole.
    Anche Porto, Benfica e Sporting non mi sembra che facciano a gara per metterlo sulla loro panca.

    Questa la realtà oggettiva.
    Ritengo che DDR si sia guadagnato la possibilità di preparare una stagione dall’inizio con una rosa completata secondo le sue indicazioni.
    Sono certo che non potrà fare peggio dell’ottavo/nono posto conquistato dal mago di Setubal nelle stagioni in giallorosso.
    Inoltre quantomeno punterà a costruire una squadra competitiva di per oggi che per domani, anziché spingere per acquisti assurdi come Rui Patricio.

    • ma quale gioco, quello dell oca…na macchina ingolfata da una tecnica di base ridicola…nn si verticalizza, gioco dal basso peggio de quelli de prima media..poi de rossi ha poche colpe anche se ha sbagliato a fare una scelta fra coppa o campionato, ma se lui pensa di continuare a fare sto gioco con paredes cristante e pellegrini..evidentemente nn vuole gioca a pallone per davvero

  21. Non abbiamo cintrollo su sto “progetto” che il Dio del calcio ce la mandi buona, basta pescare le carte giuste fra quelle mille..

  22. Daniele capisco che tu voglia guardare il bicchiere mezzo pieno, ok boni i tre punti ma fermiamoci qua. Ieri sera in certi momenti ho avuto un déjà-vu, mi sembrava la roma irritante e farraginosa dell’ultimo mourinho; passaggi all’indietro (con brivido annesso), precisione questa sconosciuta, mollezza generale; qua oltre al fisico bisogna allenare anche la mente, perché quello che ho visto è tutto fuorché un atteggiamento da grande squadra;
    qualcuno di voi dirà “ma noi non siamo una grande squadra”, ed è vero, ma manco a fa così contro una squadra salva da un mese che non ha nulla da chiedere, sembrava che di vincere non ce ne fregasse una mazza mentre eravamo praticamente obbligati a prendere i 3 punti.
    La zampata del campione un po’ era nell’aria, Lukaku di partite così ne ha fatte tante; ma vincere ieri era il minimo sindacale, è il genoa non il real madrid.
    Non invidio per niente DDR perché dovrà fare un lavoro sovrumano per rimettere a posto tutto e costruire una squadra competitiva, perché questa non lo è, mettiamocelo in testa; se vai in champions con questi giocatori ti prendono a schiaffi in ogni dove. Tieni Svilar, cerchi di tenere Lukaku e Dybala (la vedo dura), confermi Angelino, Cristante ed El Shaarawy e butti via tutto il resto, compreso il cosiddetto capitano che ieri ha fatto l’ennesima figura barbina

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome