Derby, scontri tra tifosi vicino all’Olimpico: sequestrati coltelli e mazze, arrestato un ultrà romanista

0
739

AS ROMA NOTIZIEScontri all’ora di colazione fra romanisti e laziali sul lungotevere dopo ponte Milvio in direzione di ponte duca d’Aosta. Lo racconta il portale Corriere.it.

È un inizio di giornata prima del derby delle ore 18 carico di tensione con la polizia che ha sequestrato un arsenale composto da mazze da baseball, cacciaviti, coltelli e altri attrezzi oltre a caschi da motociclista. Un ultrà romanista di 41 anni è stato arrestato e condotto negli uffici del commissariato ponte Milvio, ma la polizia scientifica sta analizzando i video degli scontri per identificare altri responsabili di quanto accaduto.

In pratica, poco dopo le 9,30 un centinaio di ultrà laziali provenienti dal bar Giusti alla Farnesina si sono diretti verso il bar River sul lungotevere, di fronte all’obelisco del Foro Italico, per affrontare altrettanti ultrà romanisti. Sul posto hanno però trovato un cordone di poliziotti che dalla scorsa notte erano impegnati in servizi di bonifica e controlli proprio a ridosso dello stadio olimpico.

Gli agenti si sono frapposti fra le due fazioni e contro di loro sono state lanciate bombe carta e altri soggetti ai quali il drappello ha risposto utilizzando i lacrimogeni. A quel punto i 200 ultrà si sono dispersi da una parte e dall’altra mentre uno di loro è stato arrestato.

La vigilanza rimane ai massimi livelli in attesa di quello che potrebbe accadere nelle prossime ore sempre nella zona dello stadio Olimpico. Non si esclude che il confronto violento molte ore prima della partita Roma-Lazio possa essere stato organizzato dopo contatti in chat o su altre piattaforme di messaggistica fra esponenti delle frange più estreme del tifoso romanista e laziale.

Fonte: Corriere.it

Articolo precedenteVinci per noi
Articolo successivoMilan, tre gol al Lecce e poi “riposa”. Rossoneri al top in vista del derby di coppa con la Roma